Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 16-04-2013, 09.11.18   #1
titina
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 29-03-2013
Messaggi: 1
Gnosi contemporanea

Salve a tutti, vorrei esporvi una riflessione. Secondo voi è possibile affermare ke vi sia una gnosi contemporanea? Ci sono diversi autori ke hanno sostenuto ke vi sia stato nella contemporaneità una ripresa di temi prettamente gnostici, gnosi come liberazione, l'atteggiamento di rifiuto del mondo, assoluta trascendenza di Dio e della sua estraneità, a livello filosofico e politico. Uno gnosticismo, però, inserito nel processo di secolarizzazione, di trasposizione di concetti religiosi sul piano prettamente sociale e morale.
Hegel, per esempio, proietta l’evento della salvezza sul piano della storia ed innalza la storia al piano della salvezza, non diversamente da Marx, il cui materialismo storico è storia della salvezza espressa nel linguaggio dell’economia politica.
L'Esistenzialismo ke concentra le sue forze sulla ricerca dell'Essere, di una condizione o di un modo d'essere, nel quale venga garantita la realizzazione di esigenze o bisogni considerati fondamentali per l'uomo.
Non so se tutto ciò è chiaro ma mi piacerebbe avere qualche vostra opinione a riguardo!
titina is offline  
Vecchio 17-04-2013, 00.13.06   #2
paul11
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-12-2011
Messaggi: 899
Riferimento: Gnosi contemporanea

Citazione:
Originalmente inviato da titina
Salve a tutti, vorrei esporvi una riflessione. Secondo voi è possibile affermare ke vi sia una gnosi contemporanea? Ci sono diversi autori ke hanno sostenuto ke vi sia stato nella contemporaneità una ripresa di temi prettamente gnostici, gnosi come liberazione, l'atteggiamento di rifiuto del mondo, assoluta trascendenza di Dio e della sua estraneità, a livello filosofico e politico. Uno gnosticismo, però, inserito nel processo di secolarizzazione, di trasposizione di concetti religiosi sul piano prettamente sociale e morale.
Hegel, per esempio, proietta l’evento della salvezza sul piano della storia ed innalza la storia al piano della salvezza, non diversamente da Marx, il cui materialismo storico è storia della salvezza espressa nel linguaggio dell’economia politica.
L'Esistenzialismo ke concentra le sue forze sulla ricerca dell'Essere, di una condizione o di un modo d'essere, nel quale venga garantita la realizzazione di esigenze o bisogni considerati fondamentali per l'uomo.
Non so se tutto ciò è chiaro ma mi piacerebbe avere qualche vostra opinione a riguardo!

Ciao e benvenuta.
Francamente è molto allargata un' interpretazione che vede la gnosi accompagnarsi a tutti i movimenti di liberazione e "salvezza".
Caratteristica dello gnosticismo era il credere che la genesi terrena fosse stata creata dal demiurgo , essere del male. Diciamo un diavolo, un demonio, un deva indiano. Pe rcui la salvezza avveniva attraverso un percosro spirituale con la teoria degli "eoni".
Questa corrente culturale probabilmente è venuta dall' India e ha interagito con l'ermetismo egizio e influito sulla corrente alessandrina tanto da costituire tutta la parte interpretativa dello gnosticismo nel cristianesino, (Vangelli gnostici e apocrifi).

Francamente la ritrovo, ma parzialmente nella teosofia e negli influssi sulla new age. Attenzione perchè il mescolare la gnosi con la mistica ed ermetica potrebbe portare diritto alle sette con i suoi strani riti iniziatici e propiziatori.
Questo dal punto di vista diciamo "spirituale".

Secolarizzata onestamente non ne vedo traccia se non in estremismi, forse , ma non ne sono sicuro,da nazismo.
A mio parere non c'entra nulla con il materialismo storico che ne è anzi agli antipodi ( contro lo spirito e Dio, ateismo convinto, guerra di classe, ecc).

Non basta dire che i denominatori comuni di salvezza e liberazione possano essere in sè giustificativi di una comparazione, in quanto le motivazioni iniziali e le analisi di base teoriche sono completamente diverse. In poche parole se le premesse sono diverse , non bastano le sole teleologie ad accumunarle.
Di più non saprei dirti.

paul11 is offline  
Vecchio 17-04-2013, 17.24.36   #3
femmefatale
Cioraniana Incrollabile
 
L'avatar di femmefatale
 
Data registrazione: 04-07-2010
Messaggi: 154
Riferimento: Gnosi contemporanea

Non sono molto d'accordo con la definizione che hai dato di Esistenzialismo, a meno che tu non lo riduca al solo Heidegger e a prima di lui, allo "specialistico" Husserl...

io direi che l'Esistenzialismo (belle e profonde le analisi dei cristiani come Pareyson al riguardo dell'"esserci", che restano una branchia da scoprire, a mio parere! e invece sono poco note e poco citate!) ricerchi più che altro il modo di resistere all'Angoscia, alla mancanza di senso... non tanto il senso dell'essere, (non c'è già l'Ontologia, al riguardo?) ma riconosco che è una mia personale impressione... comunque non frequento la branchia dell'Esistenzialismo rigoroso alla Heidegger dove certamente il discorso dell'Ontologia occupa un gran peso nella sua opera.

Riguardo alla tua domanda, io ritengo che la Gnosi (un po' tutte le cosidette "eresie") siano più interessanti del cristianesimo dogmatico, che trovo alienante e mortificante....anti-umano, proprio, nella Gnosi invece ci sono più concetti legati al dolore e all'angoscia, al male e alla negatività che possono essere riletti anche in chiave "atea", o almeno, è quello che faccio io
femmefatale is offline  
Vecchio 20-04-2013, 16.09.54   #4
arsenio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2004
Messaggi: 1,006
Riferimento: Gnosi contemporanea

Citazione:
Originalmente inviato da titina
Salve a tutti, vorrei esporvi una riflessione. Secondo voi è possibile affermare ke vi sia una gnosi contemporanea? Ci sono diversi autori ke hanno sostenuto ke vi sia stato nella contemporaneità una ripresa di temi prettamente gnostici, gnosi come liberazione, l'atteggiamento di rifiuto del mondo, assoluta trascendenza di Dio e della sua estraneità, a livello filosofico e politico. Uno gnosticismo, però, inserito nel processo di secolarizzazione, di trasposizione di concetti religiosi sul piano prettamente sociale e morale.
Hegel, per esempio, proietta l’evento della salvezza sul piano della storia ed innalza la storia al piano della salvezza, non diversamente da Marx, il cui materialismo storico è storia della salvezza espressa nel linguaggio dell’economia politica.
L'Esistenzialismo ke concentra le sue forze sulla ricerca dell'Essere, di una condizione o di un modo d'essere, nel quale venga garantita la realizzazione di esigenze o bisogni considerati fondamentali per l'uomo.
Non so se tutto ciò è chiaro ma mi piacerebbe avere qualche vostra opinione a riguardo!


Da “La new age e il ritorno della Gnosi nell'era dell'Acquario” ( da Cristianesimo, la religione dal cielo vuoto – U. Galimberti)

Galimberti riporta da A. N. Terrin, New age. La religiosità del postmoderno – 92

Le sedute esoteriche che hanno in vista l'uscita da questo mondo, la meditazione zen per raggiungere quella sovrarealtà dove si assapora l'assoluto come vuoto e l'esistenza come totalità che esprime l'anima del mondo, lo yoga che vuol fa comprendere il rapporto del proprio corpo e della propria mente in armonia con il cosmo, le tecniche psicosomatiche che coniugano salute, benessere e armonia, l'omeopatia per la quale la malattia è squilibrio d'energia tra fenomeni fisici, emotivi e mentali, la bioenergetica che rifiuta nella spiegazione delle malattie il modello meccanicistico, il metodo feldenkrais che lavora sull'immagina che ci facciamo del nostro corpo, l'agopuntura, lo shiatzu, la pranoterapia, la meditazione sui colori, sui centri energetici del corpo, sulle potenzialità nascoste in ciascuno di noi, a cui possiamo aggiungere la cartomanzia, la grafologia, l'astrologia e da ultimo Scientology, costituitasi come chiesa che assicura agli adepti la salute mentale, ciò che si cerca è una comprensione superiore raggiungibile con un superamento intuitivo e immediato del mondo fisico attraverso l'astrale e lo spirituale.
Tutto ciò è new age,tentativo di superare le barriere del mondo di qua e del mondo di là, in vista di quell'Uno – Tutto, espresso da quel Dio da cui la singola esistenza è separata e tenuta separata dalla ragione,la quale disegna quel mondo quotidiano divenuto troppo asfittico e ristretto per le possibilità dello spirito che per questo si ammala: per atrofia, per mancanza d'orizzonte al di là di quello tracciato dalla ragione.

arsenio
arsenio is offline  
Vecchio 21-04-2013, 11.39.17   #5
maral
Moderatore
 
L'avatar di maral
 
Data registrazione: 03-02-2013
Messaggi: 1,314
Riferimento: Gnosi contemporanea

Citazione:
Originalmente inviato da titina
Salve a tutti, vorrei esporvi una riflessione. Secondo voi è possibile affermare ke vi sia una gnosi contemporanea? Ci sono diversi autori ke hanno sostenuto ke vi sia stato nella contemporaneità una ripresa di temi prettamente gnostici, gnosi come liberazione, l'atteggiamento di rifiuto del mondo, assoluta trascendenza di Dio e della sua estraneità, a livello filosofico e politico. Uno gnosticismo, però, inserito nel processo di secolarizzazione, di trasposizione di concetti religiosi sul piano prettamente sociale e morale.
Hegel, per esempio, proietta l’evento della salvezza sul piano della storia ed innalza la storia al piano della salvezza, non diversamente da Marx, il cui materialismo storico è storia della salvezza espressa nel linguaggio dell’economia politica.
L'Esistenzialismo ke concentra le sue forze sulla ricerca dell'Essere, di una condizione o di un modo d'essere, nel quale venga garantita la realizzazione di esigenze o bisogni considerati fondamentali per l'uomo.
Non so se tutto ciò è chiaro ma mi piacerebbe avere qualche vostra opinione a riguardo!
Uno gnosticismo contemporaneo coerente che rinneghi come insensata e malvagia l'opera demiurgica non può avere altra conseguenza del nichilismo totale. Non può infatti trovare un senso né tornando al mondo storico-esistenziale che è proprio ciò che va rigettato, né a qualsiasi sua concettualizzazione che ormai può solo avere solo un riferimento tecnico demiurgico. Nel mito gnostico contemporaneo Sophia ha scoperto che il trascendente Pleroma è solo inganno demiurgico, dunque è il nulla di una Volontà di Potenza tanto insensata quanto tracotante e che la sua angoscia che cerca disperatamente l'origine è l'unica origine, che questa origine è il nulla e tale è destinata a rimanere nella sua ineludibile eterna e folle contraddizione.
maral is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it