Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 16-06-2013, 18.56.50   #11
tiziano
Ospite
 
Data registrazione: 28-12-2012
Messaggi: 37
c'è o ci fa?

Il testo più incomprensibile che ho letto è Monadologia di Leibniz.
Non che sia difficile da leggere, anzi; ci sono testi molto più complicati, specialmente quelle affetti da cacciarite. Che poi io mi stufo, comincio a distrarmi e non ci capisco più niente.
Ma la Monadologia l'ho letta, l'ho capita sintatticamente e lessicalmente, il problema è che mi sembra una teoria stupida; siccome Leibniz non è stupido, allora mi viene il dubbio che lo stupido sia io. Dilemma: è un testo incomprensibile o un testo incompreso (da me)? Mah!
tiziano is offline  
Vecchio 22-06-2013, 15.02.19   #12
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
Riferimento: Qual è il testo più incomprensibile che avete letto/studiato?

Gli Scritti di Lacan in assoluto anche se con Carlo Bernardini Prima lezione di fisica non mi son trovata a mio agio, anche riguardo quello che già sapevo, poi ci sarebbe W. Pauli con Psiche e Natura, ma approfondendo in seguito ho capito quello che voleva dire. Lacan rimane il non plus ultra soprattutto perchè amo Zizek che adopera lenti lacaniane per le sue letture sociologiche
La_viandante is offline  
Vecchio 22-06-2013, 17.58.54   #13
Filosofiavuoldire
Ospite
 
Data registrazione: 21-06-2013
Messaggi: 3
Riferimento: Qual è il testo più incomprensibile che avete letto/studiato?

Dipende da che cosa si intende per difficoltà.
In effetti, posso divorare Fromm ma, come poi capita, apprezzare sottigliezze solo dopo mesi, a volte anni. La stessa cosa vale per tutti gli altri libri che mi sono capitati tra le mani. Due ostici, per motivi diversi, sono stati: "Il matriarcato" di Bachofen, che non ho finito di leggere, per ovvi motivi, e il "Tractatus logico-philosophicus" di Wittgenstein, il quale, ciò nonostante, quando parla da persona normale è estremamente affascinante.
NB: leggo tutto questo per diletto, se mi fossero stati dati come testi d'esame mi sarei fatto qualche domanda.
L. C.
Filosofiavuoldire is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it