Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 18-04-2013, 18.36.22   #1
boh
Nullologo
 
Data registrazione: 16-04-2013
Messaggi: 26
Qual è il testo più incomprensibile che avete letto/studiato?

Ho notato spesse volte che si cita l'Etica di Spinoza nella top 10, o magari Kant, ma dopo (pseudo)Dionigi-Areopagita penso (e spero!!!) di non trovare di peggio... (e i primi li ho letti). I suoi Nomi Divini, in particolare la parte sul male è quanto di più astruso, contorto, sofistico e cavilloso che mi sia mai capitato sotto mano! Ci metto almeno 10 minuti a pagina, ma spesso pure 20, 30...E poi penso che pure il traduttore sia un poco di buono, nonostante non conosca il greco... a parte alcuni evidenti errori mi dà alle volte l'impressione che complichi ulteriormente il testo traducendo letteralmente. (questo lo dico soprattutto nel caso ci fosse qualcuno che conosce il testo e la lingua, e che pertanto possa dirmi che ne pensa).
boh is offline  
Vecchio 19-04-2013, 14.08.48   #2
femmefatale
Cioraniana Incrollabile
 
L'avatar di femmefatale
 
Data registrazione: 04-07-2010
Messaggi: 154
Riferimento: Qual è il testo più incomprensibile che avete letto/studiato?

Hegel e Husserl.
Due mie lacune, che credo non colmerò mai.

Poi, se intendi che io abbia letto manuali per comprendere Hegel e Husserl, certo, li ho divorati, e so bene le direttive principali...
Ma capire Hegel e Husserl con le loro parole, resta per me un muro invalicabile.
Al terzo posto, ci metto Heidegger.

Ecco, secondo me questi sono i pensatori più difficili, praticamente impossibili, per un'autodidatta: Hegel (a parimerito con Kant), Husserl, Heidegger.

Comunque, "Filosofia per tutti" Popkin Richard H. e Stroll Avrum
e "Cogito Ergo Sum" di Pietro Emanuele sono i libri migliori per avere delle basi chiare e utili
femmefatale is offline  
Vecchio 19-04-2013, 16.37.16   #3
Aggressor
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-07-2010
Messaggi: 405
Riferimento: Qual è il testo più incomprensibile che avete letto/studiato?

Giordano Bruno è il più incomprensibile che mi sia capitato tra le mani.
Aggressor is offline  
Vecchio 19-04-2013, 16.39.48   #4
boh
Nullologo
 
Data registrazione: 16-04-2013
Messaggi: 26
Riferimento: Qual è il testo più incomprensibile che avete letto/studiato?

Citazione:
Originalmente inviato da femmefatale
Hegel e Husserl.
Due mie lacune, che credo non colmerò mai.

Poi, se intendi che io abbia letto manuali per comprendere Hegel e Husserl, certo, li ho divorati, e so bene le direttive principali...
Ma capire Hegel e Husserl con le loro parole, resta per me un muro invalicabile.
Al terzo posto, ci metto Heidegger.

Ecco, secondo me questi sono i pensatori più difficili, praticamente impossibili, per un'autodidatta: Hegel (a parimerito con Kant), Husserl, Heidegger.

Comunque, "Filosofia per tutti" Popkin Richard H. e Stroll Avrum
e "Cogito Ergo Sum" di Pietro Emanuele sono i libri migliori per avere delle basi chiare e utili

E invece Cioran come ti pare?


A parte tutto, secondo me è interessante distinguere una difficoltà prettamente concettuale da una "di mentalità" (non saprei esprimerla altrimenti). Per esempio il mio Spinoza o Kant (Heideggar non l'ho ancora toccato) sono più logici, difficili /assurdi quanto vuoi, ma che richiedono riflessione. E forse (forse) le loro opere si possono capire anche senza tener presente il periodo storico, la mentalità sua e del suo tempo, i motivi per cui l'ha scritta ecc; tutto questo non è presente negli antichi. Capire l'Uno di Platone e Plotino è come leggere Spinoza in latino per chi non conosce latino, o magari in nederlandese... (del '600 poi!). Come dire?... oltre l'opera devi capire che cavolo ti sta dicendo. Platone per qualche strano motivo mi riesce abbastanza normale. Il Parmenide, seppur tosto, come magari il Teeto, con buona volontà si capiscono. Plotino, con le sue menate dell'Anima e mica anima, delle ipostasi, delle creazioni di ognuna ecc ti fa già rizzare i capelli come lui --> ... mentre Dionigi è anche peggio. O perlomeno a me fa quest'effetto. Chissà a leggerlo in greco



... sono "autodidatta" pure io!
boh is offline  
Vecchio 19-04-2013, 17.10.53   #5
femmefatale
Cioraniana Incrollabile
 
L'avatar di femmefatale
 
Data registrazione: 04-07-2010
Messaggi: 154
Riferimento: Qual è il testo più incomprensibile che avete letto/studiato?

Cioran... bhè, dal punto di vista Filosofico è molto facile da leggere e in alcune parti più "specialistiche"... tipo quando cita Meister Eckhart o altri concetti d Mistica... bhè, niente di insormontabile, per chi si rimbocca le maniche!
dal punto di vista umano, invece, lo ritengo il mio migliore amico.
Forse anche di più che un amico.

Quelli greci che citi, io non li ho mai letti, non ritengo l'enorme eredità greca "utile" alla mia visione filosofica personale (io non faccio Filosofia per amore del sapere sterile e/o "da ammucchio", io uso la Filosofia per me e me sola, tra me e me stessa, la vedo come un supermarket, dove si sceglie cosa e quanto comprare...) quindi non saprei dirti se obiettivamente sono difficili... suppongo di sì, però, dal punto di vista grammaticale-lessicale e concettuale. (io di greco conosco appena un paio di parole).

Spinoza e Cartesio... bhè, sì, so che sono difficili... ma anche qui, li ho affrontati molto poco.

Comunque credo che Hegel resti al top, in fatto di difficoltà
anche se un mio amico una volta mi disse che dopo aver compreso Hegel, si resta Hegeliani per tutta la vita.
femmefatale is offline  
Vecchio 20-04-2013, 15.55.25   #6
boh
Nullologo
 
Data registrazione: 16-04-2013
Messaggi: 26
Riferimento: Qual è il testo più incomprensibile che avete letto/studiato?

Grazie femme!

Sono d'accordo con il tuo "a che cosa serve la filosofia". Io stesso ho coniato inconsciamente una massima tempo fa, e penso sia la più intelligente che mi sia venuta!
"La cultura è vuota se non è vissuta"

ù.ù
boh is offline  
Vecchio 21-04-2013, 10.47.17   #7
sgiombo
Ospite abituale
 
L'avatar di sgiombo
 
Data registrazione: 26-11-2008
Messaggi: 1,234
Riferimento: Qual è il testo più incomprensibile che avete letto/studiato?

Citazione:
Originalmente inviato da femmefatale
Hegel e Husserl.
Due mie lacune, che credo non colmerò mai.

Assolutamente d' accordo.

Per quanto riguarda Hegel in particolare, confesso che non ho mai provato a leggerlo perché quel che ne ho "sentito dire" al liceo e in innumerevoli ammiratisseime citazioni e riferimenti successivamente mi é sempre stato di un' oscurità tenebrosissima.

Però personalmente do la palma del più incomprensibile a "Ulysse" di Joyce, che nella mia colossale ingenuità e buona volontà adolescenziale (anche perché lo avevo avuto in prestito da una bellissima ragazza ...che, del tutto meritatamente da parte mia, poi non me l' ha neanche data) mi sono sorbito per tutte le sue mille insopportabili pagine).

In proposito voglo rammentarvi, perché capitano prorpio a fagiolo, le splendide publicità (tutte le regole hanno qualche eccezione, perfino quella dell' insopportabile stupidità delle pobblicità!) di Aldo Giovanni e Giacomo col pittore non-figurativo Crosteau e l' ammiratissimo critico d' arte.
sgiombo is offline  
Vecchio 21-04-2013, 17.35.45   #8
femmefatale
Cioraniana Incrollabile
 
L'avatar di femmefatale
 
Data registrazione: 04-07-2010
Messaggi: 154
Riferimento: Qual è il testo più incomprensibile che avete letto/studiato?

Sì, però vedi, a me personalmente "manca" non poter apprendere Hegel, mi manca come mio tassello di soddisfazione, mettiamola così...

scrive davvero complesso, e le guide introduttive a Hegel (che pure esistono) mi sembrano anche più ingarbugliate....

certo, se potessi esprimere un desiderio, mi piacerebbe, per soddisfazione personale, comprendere Hegel con le mie sole forze, ma purtroppo non credo riuscirà mai ad andare oltre due righe...

questo però non toglie che mi arrendo!

in effetti, faccio il possibile per colmare questa lacuna, e i punti essenziali dell'Idealismo li conosco, almeno nel significato fondamentale...
piuttosto forse la coppia Croce/Gentile dovrebbero essere un zinzino più facili, al riguardo...

Un'altra cosa, direi che anche il linguaggio strutturalista ha le sue difficoltà anche se non sento la necessità di leggere più del dovuto al riguardo
femmefatale is offline  
Vecchio 04-05-2013, 18.18.23   #9
giuristapentito
Ospite
 
Data registrazione: 23-04-2013
Messaggi: 5
Unhappy Riferimento: Qual è il testo più incomprensibile che avete letto/studiato?

e' stato anche il più inutile, ma non appartiene alla categoria dei testi filosofici, bensì a quelli di dottrina del diritto positivo, L. Lanfranchi, La Roccia non incrinata...una serie di scritti , per me , privi di qualsiasi significato sul diritto processuale civile, il libro più incomprensibile, dalla sintassi più involuta e più inutile che abbia mai letto... avrei potuto sintetizzare qualche nuova molecola con proprietà farmaceutiche nel tempo che ho perduto su quel libro per sostenere il relativo esame
giuristapentito is offline  
Vecchio 14-06-2013, 09.56.43   #10
civile
Ospite
 
Data registrazione: 02-02-2012
Messaggi: 4
Riferimento: Qual è il testo più incomprensibile che avete letto/studiato?

secondo me é lao tzu con il tao teching,un libro che a mio parere non é stato mai compreso a pieno,sopratutto,non sono mai riusciti a tradurlo come si deve.
Posseggo 10 traduzioni diverse,alcune si contraddicono...
ho cercato negli anni di sintetizzare al massimo il suo pensiero in un mio manoscritto che trovate nella firma...probabilmente ho fatto un casino
civile is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it