Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 17-03-2014, 16.26.01   #1
jeangene
Moderatore
 
L'avatar di jeangene
 
Data registrazione: 30-08-2012
Messaggi: 335
Sul nostro corpo

Ciao a tutti,
con questa discussione vorrei porre l' attenzione su quell' ente particolare che è il nostro corpo.
Esso sembra rappresentare la linea di confine fra il nostro mondo interiore e il mondo esterno ("fisico") condiviso da tutti.
Esso è l' unico "ente fisico" di cui realmente disponiamo, gli altri "enti fisici" ci sono disponibili/accessibili solo attraverso lui (e forse questo vale anche per il nostro mondo interiore, non ho memoria di un tempo nel quale ero senza corpo).
Il corpo ci relaziona agli "enti fisici" rendendo possibile una vera e propria interazione (non solo percepiamo un martello, lo possiamo anche usare).
Il corpo influenza il sentire e la possibilità di interazione, quando siamo ammalati ad esempio, oppure quando perdiamo parte di esso o parte delle sue funzioni (purtroppo capita di perdere una mano, una gamba, la vista o l' udito).

Dopo questa breve introduzione all' argomento ecco la domanda: Cos' è realmente il corpo? Cosa realmente rappresenta?

Per completezza vorrei far notare che anche nei sogni abbiamo un corpo, il cosiddetto "corpo onirico".

jeangene is offline  
Vecchio 17-03-2014, 18.11.31   #2
Koirè
Ospite
 
L'avatar di Koirè
 
Data registrazione: 26-12-2012
Messaggi: 111
Riferimento: Sul nostro corpo

Citazione:
Originalmente inviato da jeangene
Ciao a tutti,
con questa discussione vorrei porre l' attenzione su quell' ente particolare che è il nostro corpo.
Esso sembra rappresentare la linea di confine fra il nostro mondo interiore e il mondo esterno ("fisico") condiviso da tutti.
Esso è l' unico "ente fisico" di cui realmente disponiamo, gli altri "enti fisici" ci sono disponibili/accessibili solo attraverso lui (e forse questo vale anche per il nostro mondo interiore, non ho memoria di un tempo nel quale ero senza corpo).
Il corpo ci relaziona agli "enti fisici" rendendo possibile una vera e propria interazione (non solo percepiamo un martello, lo possiamo anche usare).
Il corpo influenza il sentire e la possibilità di interazione, quando siamo ammalati ad esempio, oppure quando perdiamo parte di esso o parte delle sue funzioni (purtroppo capita di perdere una mano, una gamba, la vista o l' udito).

Dopo questa breve introduzione all' argomento ecco la domanda: Cos' è realmente il corpo? Cosa realmente rappresenta?

Per completezza vorrei far notare che anche nei sogni abbiamo un corpo, il cosiddetto "corpo onirico".


Cosa rappresenta il corpo......bè quasi tutto.Non fosse x lui non potrei neanche rispondere a questa domanda,però senza il senso del tatto e della vista e dell' "intelligenza "non potrei far nulla.Diciamo che il corpo funziona grazie alla mente che essa funziona grazie a neuroni,cellule....e "magia".Sì io la chiamo magia perchè ancora non riesco a spiegarmi come la mente possa fare quello che fà..e non stò ad elencare tutto.Perciò corpo:mente:istinto:anima.

S.G
Koirè is offline  
Vecchio 18-03-2014, 09.17.44   #3
jeangene
Moderatore
 
L'avatar di jeangene
 
Data registrazione: 30-08-2012
Messaggi: 335
Riferimento: Sul nostro corpo

Citazione:
Originalmente inviato da Koirè
Diciamo che il corpo funziona grazie alla mente che essa funziona grazie a neuroni,cellule....e "magia".Sì io la chiamo magia perchè ancora non riesco a spiegarmi come la mente possa fare quello che fà..e non stò ad elencare tutto.Perciò corpo:mente:istinto:anima.

Il corpo funziona grazie alla mente ma penso che essa non possa essere senza corpo.

Sembra che il corpo ci determini (ci dia "forma") e ci renda possibili allo stesso tempo, che sia un limite necessario per la nostra esistenza?
jeangene is offline  
Vecchio 18-03-2014, 10.22.06   #4
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
Riferimento: Sul nostro corpo

Citazione:
Originalmente inviato da jeangene
Dopo questa breve introduzione all' argomento ecco la domanda: Cos' è realmente il corpo? Cosa realmente rappresenta?


Per come fin'ora ho potuto sperimentare i corpi posso dire che rappresentano la forma migliore in cui un certo tipo di capacità o sistema integrale si possa esprimere e/o manifestare.
Secondo me un corpo è sostanzialmente un veicolo attraverso cui un certo tipo di reazione possa essere contenuta o trattenuta, oppure attraverso il quale qualcosa di indefinito possa scorrere.

Detto così è tutto e niente, ma il nostro corpo fisico è per me la miglior forma evoluta ed evolvibile che possa esprimere il concetto attuale (nel senso del momento evolutivo umanitario) di Uomo e che possa meglio contenerlo e, pertanto, veicolarlo.
kri is offline  
Vecchio 18-03-2014, 13.54.55   #5
jeangene
Moderatore
 
L'avatar di jeangene
 
Data registrazione: 30-08-2012
Messaggi: 335
Riferimento: Sul nostro corpo

Citazione:
Originalmente inviato da kri
Per come fin'ora ho potuto sperimentare i corpi posso dire che rappresentano la forma migliore in cui un certo tipo di capacità o sistema integrale si possa esprimere e/o manifestare.
Secondo me un corpo è sostanzialmente un veicolo attraverso cui un certo tipo di reazione possa essere contenuta o trattenuta, oppure attraverso il quale qualcosa di indefinito possa scorrere.

Detto così è tutto e niente, ma il nostro corpo fisico è per me la miglior forma evoluta ed evolvibile che possa esprimere il concetto attuale (nel senso del momento evolutivo umanitario) di Uomo e che possa meglio contenerlo e, pertanto, veicolarlo.

Per te quindi questo "certo tipo di capacità", questo "sistema integrale" ha bisogno di un limite, di una forma (cioè di un corpo) per poter esprimersi e/o manifestarsi?

Ultima modifica di jeangene : 18-03-2014 alle ore 16.16.21.
jeangene is offline  
Vecchio 18-03-2014, 14.15.51   #6
Koirè
Ospite
 
L'avatar di Koirè
 
Data registrazione: 26-12-2012
Messaggi: 111
Riferimento: Sul nostro corpo

Citazione:
Originalmente inviato da jeangene
Il corpo funziona grazie alla mente ma penso che essa non possa essere senza corpo.

Sembra che il corpo ci determini (ci dia "forma") e ci renda possibili allo stesso tempo, che sia un limite necessario per la nostra esistenza?
In questo mondo è super necessario x la nostra esistenza.....ma non escludo forme di sola energia che possano pensare e non avere corpo......Sono una sognatrice.
Koirè is offline  
Vecchio 18-03-2014, 14.26.40   #7
Ereignis
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 16-03-2014
Messaggi: 3
Riferimento: Sul nostro corpo

Citazione:
Originalmente inviato da jeangene
Ciao a tutti,
con questa discussione vorrei porre l' attenzione su quell' ente particolare che è il nostro corpo.
Esso sembra rappresentare la linea di confine fra il nostro mondo interiore e il mondo esterno ("fisico") condiviso da tutti.
Esso è l' unico "ente fisico" di cui realmente disponiamo, gli altri "enti fisici" ci sono disponibili/accessibili solo attraverso lui (e forse questo vale anche per il nostro mondo interiore, non ho memoria di un tempo nel quale ero senza corpo).
Il corpo ci relaziona agli "enti fisici" rendendo possibile una vera e propria interazione (non solo percepiamo un martello, lo possiamo anche usare).
Il corpo influenza il sentire e la possibilità di interazione, quando siamo ammalati ad esempio, oppure quando perdiamo parte di esso o parte delle sue funzioni (purtroppo capita di perdere una mano, una gamba, la vista o l' udito).

Dopo questa breve introduzione all' argomento ecco la domanda: Cos' è realmente il corpo? Cosa realmente rappresenta?

Per completezza vorrei far notare che anche nei sogni abbiamo un corpo, il cosiddetto "corpo onirico".


Caro jeangene,
la mia risposta è un po' troppo lunga per entrare in un solo messaggio, per cui vorrei mandarti un allegato in pdf, di circa tre pagine a carattere dodici, che ho appena finito di scrivere, credo ci siano delle riflessioni interessanti per il tuo tema, e spero che vorrai leggerlo.
Cordialmente
Ereignis
Immagini allegate
Tipo file: pdf jeangene01.pdf (43.2 KB, 10 visite)
Ereignis is offline  
Vecchio 18-03-2014, 16.39.56   #8
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
Riferimento: Sul nostro corpo

Citazione:
Originalmente inviato da jeangene
Per te quindi questo "certo tipo di capacità", questo "sistema integrale" ha bisogno di un limite, di una forma (cioè di un corpo) per poter esprimersi e/o manifestarsi?

In questa realtà, in questo livello di esistenza per me si. Il discorso è anche viceversa, e cioè che la forma rappresenta la manifestazione di quel tipo di capacità.
kri is offline  
Vecchio 18-03-2014, 18.22.46   #9
paul11
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-12-2011
Messaggi: 899
Riferimento: Sul nostro corpo

Un insieme di cellule forma un tessuto, un insieme di tessuti forma un organo, un insieme di organi forma un apparato, un insieme di apparati forma un organismo.
Noi siamo un vero e proprio sistema complesso di cui non siamo la semplice sommatoria delle parti il corpo se ne comprendiamo anche la mente/cervello è un concetto olistico è un valore aggiunto ancora inesplicabile.
Ho sempre pensato, al di là dei concetti biologici, che siamo qualcosa di così complesso e raffinato eppure semplicemente nato da un'incontro di due cellule, da essere forse la più grande meraviglia dell'universo:la vita., perché il corpo a quello serve. Conosceremo meglio Marte e non capiremo ancora noi stessi.
E' proprio quì che sta la meraviglia, non sappiamo definirci alla perfezione eppure possiamo conoscere il mondo senza conoscere noi stessi. La naturalezza della curiosità del bambino che non ha ancora una riflessione su di sè, nemmeno la volontà è in gioco perché la curiosità del conoscere è attiva prima di un barlume di consapevolezza di sè.. E cerca i significati che poi relazionerà fra loro costruendo una idea di senso, di percorso fino a chiedersi ciò che ci siamo da sempre chiesti tutti e da lì maturerà.

Forse siamo spirito(anima) , psiche e mente/cervello, oltre che corpo fisico, ma non completamente separati, non siamo a comparti stagni, una sorta di interdipendenza fra fisicità e astrazione.
Eppure membrana, mitocondri, ribosomi, vacuoli,ecc, da dove viene mai la nostra coscienza, da un insieme biochimico, da comunicazioni di materia fra cellula e cellula, dall’elettromagnetismo?
Siamo così complessi nel nostro cervello che i neurobiologi hanno ormai capito che ogni cervello è unico, ognuno ha il suo.
Uno stesso evento , un fenomeno viene letto praticamente contemporaneamente dalla logica, dalla psiche e dall'anima e noi conosciamo abbastanza bene un solo linguaggio, i restanti….siamo un poco più goffi.
Uno stesso evento viene percepito dai sistemi logici ed emotivi in maniera diversa da più individui che partecipano a quell'evento per cui ognuno lo vive,lo ricorda, lo racconterà alla sua maniera e per questo ci è difficile comunicare le esperienze perchè oltre al linguaggio logico c'è qualcosa di emotivo che sale alla gola e passa per la voce, nel gesto.

Come costruire un parametro dell'emozione, come oggettivare ciò che è soggettivo? Forse la bellezza , la sincerità. lo svelamento di una verità., possono aver un sistema di misura?
E quale è li linguaggio dell'anima , la sacralità? Non necessariamente intesa come concetto religioso , ma come principio fondamentale per cui un credente o non credente trova la sua segreta motivazione per poter continuare a camminare nella vita, nella sua parte più recondita, più intima, laddove lo sguardo altrui non può percuoterlo.
Il corpo segue una sua evoluzione biologica, ma non necessariamente la mente gli è armonica.
Eppure se la mente si deprime o gioisce , influisce sui meccanismi psicosomatici.
A volte sentiamo il corpo distante dalla mente e a volte insieme armonicamente.
La vita è un grande mistero , forse il più grande. E il corpo che ne dà esistenza cerca barcollando per i sentieri della conoscenza, dell’esperienza prima un’accumulazione e infine una sinergia , una sintesi finale, una spogliazione:the end.
paul11 is offline  
Vecchio 19-03-2014, 08.34.43   #10
jeangene
Moderatore
 
L'avatar di jeangene
 
Data registrazione: 30-08-2012
Messaggi: 335
Riferimento: Sul nostro corpo

Citazione:
Originalmente inviato da Ereignis
Caro jeangene,
la mia risposta è un po' troppo lunga per entrare in un solo messaggio, per cui vorrei mandarti un allegato in pdf, di circa tre pagine a carattere dodici, che ho appena finito di scrivere, credo ci siano delle riflessioni interessanti per il tuo tema, e spero che vorrai leggerlo.
Cordialmente
Ereignis

Innanzitutto benvenuto!
Sono io a ringraziare te, ho letto con piacere ed interesse il tuo intervento, una analisi seria e profonda, talmente profonda che temo di non avere colto tutte le conseguenze che ne derivano (spero che una ulteriore rilettura favorisca una migliore comprensione).
Ciò che emerge dai primi passaggi della tua analisi é che l' uomo ha una sempre incompleta padronanza/disponibilità del proprio corpo che si rende evidente in occasioni drammatiche come il suicidio e nell' immediato produrre, poi, più avanti, parli della relazione fra esseri umani e qui trovo davvero interessante come il corpo viene ad identificarsi con "la relazione tra come il corpo fisico é fattiziamente e come l' uomo viene a disporne, così che non vi é affatto mai un corpo fisico dell' uomo, ma sempre e solo il "così così", cioè quella relazione diviene l' essenza del corpo di quell' uomo stesso" e come esso risulti essere un limite invalicabile all' altro.
jeangene is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it