Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 23-06-2014, 09.32.30   #1
ClementinaSullivan
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 06-06-2014
Messaggi: 1
Modi in cui si storicizza la verità per Heidegger

Buongiorno cari utenti, sto leggendo "L'origine dell'opera d'arte" di Heidegger. Ad un certo punto l'autore fornisce degli esempi in cui vuole illustrare i molteplici modi in cui la verità si storicizza. Non si dilunga a spiegarli uno per uno, dato che il focus del testo è l'arte (e quindi solo questa modalità verrà presa in esame lì). Ma vorrei capire di cosa sta parlando e in che misura questi altri modi hanno a che fare con l'arte. Mi aiutate?
Gli esempi che mi sono oscuri sono questi:
- "un altro modo in cui la verità è-presente è l'azione che fonda uno Stato"
- "un'altro modo in cui la verità giunge alla luce è la vicinanza di ciò che non è semplicemente un'ente ma, il più essente degli enti"
- "un'altro modo ancora è il sacrificio essenziale"

Grazie e una buona giornata tra nuvole e sole.

C.
ClementinaSullivan is offline  
Vecchio 28-06-2014, 13.45.26   #2
green&grey pocket
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-01-2013
Messaggi: 331
Riferimento: Modi in cui si storicizza la verità per Heidegger

Citazione:
Originalmente inviato da ClementinaSullivan
Gli esempi che mi sono oscuri sono questi:
- "un altro modo in cui la verità è-presente è l'azione che fonda uno Stato"
- "un'altro modo in cui la verità giunge alla luce è la vicinanza di ciò che non è semplicemente un'ente ma, il più essente degli enti"
- "un'altro modo ancora è il sacrificio essenziale"

C.

1) Per capire il discorso sullo stato ti consiglio il link che trovi nel 3d su nietzsche recente, in cui Heidegger espone il suo pensiero sul quadrato delle università in risposta e aiuto fondamentale al progetto (che secondo Heidegger è corretto idealmente) del nazionalsocialismo.
Esattamente come Hegel e una ridda di filosofi prima di lui (compreso il rimosso Hobbes) lo Stato viene visto come la logica costituzione-finalità della ragione umana.
Questione questa assai dibattuta(e rimossa! in quanto il discorso allo spiegel, , approposito grazie ancora Garbino, non viene mai citato), in quanto i nemici di Heidegger che ho sempre letto, indicavano nel suo nazismo una pietra dello scandalo piuttosto autoevidente.(e invece chiaramente non è così)

2) Il più essente degli enti è l'essere stesso, visto quasi come impersonificazione. Si richiama al nocciolo stesso del pensiero Heideggeriano.

3)Il sacrificio essenziale, non so esattamente a cosa si riferisca, mi viene in mente la morte come donatrice di senso, oppure la cura come "prendersi cura di" (persone, cose, astrazioni etc...) (anche prendersi cura dell'apparire dell'essere). Potrebbe essere visto come una sorta di rinuncia all'io (molti commentatori lo hanno avvicinato al buddhismo).
Però la grammatica heideggeriana è piuttosto precisa, quindi probabilmente sbaglio. Sarebbe da fare ricerca.


green&grey pocket is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it