Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 19-07-2014, 20.48.42   #1
Koirè
Ospite
 
L'avatar di Koirè
 
Data registrazione: 26-12-2012
Messaggi: 111
Post Tante parole,supposizioni...

..x cercare di definire la filosofia.Non è definibile,non può essere catalogata,e variabile,migra anche....è nera e bianca....Questo mi vien da pensare dopo una lunga,difficile,comprensione.
Comprendo che un fiore sboccia e profuma:filosofia.
Comprendo che una persona si suicida:dietro a questo gesto avrà anche riflettuto,magari anche fatto filosofia.
Comprendo che la mia inquietudine è mia,non la vedo identica in altri.
Comprendo l'amore,le sfaccettature,il volere e il non potere...o il non volere abbastanza.
Comprendo a mala pena i vostri discorsi troppo articolati x mè.
Comprendo che sono "umana" e sò di non comprendere nulla.
Comprendo che mi contraddico.....

Voi cosa avete compreso?

S.G.
Koirè is offline  
Vecchio 20-07-2014, 16.31.16   #2
jeangene
Moderatore
 
L'avatar di jeangene
 
Data registrazione: 30-08-2012
Messaggi: 335
Riferimento: Tante parole,supposizioni...

Forse che questo è il nostro mondo che possiamo pensare e di cui possiamo parlare (senza però avere l' assurda pretesa di poter cogliere verità assolute) e che il principio che dovrebbe guidarci nel nostro agire è semplicemente: nel realizzare te stesso rispetta l' altro.

jeangene is offline  
Vecchio 20-07-2014, 18.55.58   #3
paul11
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-12-2011
Messaggi: 899
Riferimento: Tante parole,supposizioni...

Citazione:
Originalmente inviato da jeangene
Forse che questo è il nostro mondo che possiamo pensare e di cui possiamo parlare (senza però avere l' assurda pretesa di poter cogliere verità assolute) e che il principio che dovrebbe guidarci nel nostro agire è semplicemente: nel realizzare te stesso rispetta l' altro.


Sottoscrivo.....
Possiamo guardar il mondo da ogni diverso punto di vista quante sono le persone che esistono, parlare e discuter fra di noi per riflettere e cercare di comprendere il mondo e gli altri, ma nella regola che cercare un proprio senso, dei significati nel mondo incrocia anche i sentieri degli altri, per cui bisogna rispettare i diversi punti di vista ascoltando e se magari siamo anche compagni del viaggio con fratellanza...benedire quel sentiero che accomuna i destini.
paul11 is offline  
Vecchio 20-07-2014, 23.16.36   #4
Koirè
Ospite
 
L'avatar di Koirè
 
Data registrazione: 26-12-2012
Messaggi: 111
Riferimento: Tante parole,supposizioni...

Citazione:
Originalmente inviato da Koirè
..x cercare di definire la filosofia.Non è definibile,non può essere catalogata,e variabile,migra anche....è nera e bianca....Questo mi vien da pensare dopo una lunga,difficile,comprensione.
Comprendo che un fiore sboccia e profuma:filosofia.
Comprendo che una persona si suicida:dietro a questo gesto avrà anche riflettuto,magari anche fatto filosofia.
Comprendo che la mia inquietudine è mia,non la vedo identica in altri.
Comprendo l'amore,le sfaccettature,il volere e il non potere...o il non volere abbastanza.
Comprendo a mala pena i vostri discorsi troppo articolati x mè.
Comprendo che sono "umana" e sò di non comprendere nulla.
Comprendo che mi contraddico.....

Voi cosa avete compreso?

S.G.

Si avete entrambi ragione,ma il punto che volevo sottolineare è che la filosofia è in tutto...ma proprio in tutto(ovviamente è quello che penso io).Certamente verità assolute qui e ora non possiamo averle,ne sentiamo il sentore..il profumo..ma non cogliamo pienamente..praticamente quasi nulla.Tanti famosi filosofi si contraddicono,su vari temi,dalla vita alla morte...ma se non si ricorda come si è nati e non si è ancora morti.....cosa dobbiamo capire'..con questo è bello cercare di comprendere,sognare,avere anche dei riscontri perchè no.Io credo in qualcosa al di là della morte senza essere morta..non è fede..ho avuto dei riscontri...ma da lì a spiegare cosa cè cosa si prova..non saprei.
Con affetto S.G
Koirè is offline  
Vecchio 21-07-2014, 00.10.29   #5
FMJ
Utente bannato
 
Data registrazione: 23-06-2014
Messaggi: 147
Riferimento: Tante parole,supposizioni...

Citazione:
Originalmente inviato da Koirè
..x cercare di definire la filosofia.Non è definibile,non può essere catalogata,e variabile,migra anche....è nera e bianca....Questo mi vien da pensare dopo una lunga,difficile,comprensione.
Comprendo che un fiore sboccia e profuma:filosofia.
Comprendo che una persona si suicida:dietro a questo gesto avrà anche riflettuto,magari anche fatto filosofia.
Comprendo che la mia inquietudine è mia,non la vedo identica in altri.
Comprendo l'amore,le sfaccettature,il volere e il non potere...o il non volere abbastanza.
Comprendo a mala pena i vostri discorsi troppo articolati x mè.
Comprendo che sono "umana" e sò di non comprendere nulla.
Comprendo che mi contraddico.....

Voi cosa avete compreso?

S.G.

Già. Altro che mondo ch'è lì davanti a me, che si dà, ch'è UNO... ogni giorno c'è la fatica del dare un senso alle cose, al nostro mondo e la fatica di comprendere il mondo degli altri. Ci vuole tolleranza. Bisogna combattere gli integralismi, i dogmatismi, le dittature del pensiero unico: i mondi sono infiniti come gli uomini e le loro "costruzioni". Partiamo da qui: dalla legittimità di ogni costruzione di senso.

FMJ
FMJ is offline  
Vecchio 21-07-2014, 08.17.09   #6
sgiombo
Ospite abituale
 
L'avatar di sgiombo
 
Data registrazione: 26-11-2008
Messaggi: 1,234
Riferimento: Tante parole,supposizioni...

Citazione:
Originalmente inviato da FMJ
Già. Altro che mondo ch'è lì davanti a me, che si dà, ch'è UNO... ogni giorno c'è la fatica del dare un senso alle cose, al nostro mondo e la fatica di comprendere il mondo degli altri. Ci vuole tolleranza. Bisogna combattere gli integralismi, i dogmatismi, le dittature del pensiero unico: i mondi sono infiniti come gli uomini e le loro "costruzioni". Partiamo da qui: dalla legittimità di ogni costruzione di senso.

FMJ

La tolleranza verso le altre idee e concezioni é una cosa.

Il relativismo per il quale tutte sono ugualmente vere é tutt' altra cosa.

La prima la ritengo sacrosanta, il secondo erratissimo e falsissimo.
sgiombo is offline  
Vecchio 21-07-2014, 13.31.38   #7
vanina
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 22-04-2014
Messaggi: 268
Riferimento: Tante parole,supposizioni...

Citazione:
Originalmente inviato da Koirè
..x cercare di definire la filosofia.Non è definibile,non può essere catalogata,e variabile,migra anche....è nera e bianca....Questo mi vien da pensare dopo una lunga,difficile,comprensione.


Spero di non risultare fuori tema.

Io non trovo che la Filosofia sia incatalogabile o variabile o migrante.
Trovo piuttosto che il pensare e l'interrogarsi su tutto il pensabile segua un'evoluzione che alla fine è anche molto lineare, e che segue un percorso che nel lungo periodo possa dirsi solo evolutivo, e mai involutivo.

Ciò che mi turba e mi addolora, invece, è che ho sempre più dubbi circa il fatto che la Filosofia (la cui Storia eterna, non a caso, è puntellata da Matematici Puri) ...sia destinata a diventare fucina di sole nuove "religioni" su basi prettamente intuitive e dialetticamente suggestive....SE pretende di essere versione in prosa di ...una Matematica Pura che ignora.

Prima di sembrare totalmente pazza (abbiate pazienza, se potete) : avete grandi dubbi sul fatto che tutto l'Universo a noi noto sia rigidissimamente retto da Legami di tipo Matematico? (della cui conoscenza siamo solo ai primissimi passi?) . Personalmente arrivo (appunto e soltanto) a poter immaginare (e in questa idea ho avuto il conforto di tanti Ingegneri genialoidi) che esistano anche le Leggi di quello che noi oggi chiamiamo "caso".

Ora...se questa ipotesi non è del tutto folle (come spero) ...a me piacerebbe tanto capire la logica del nostro ordinamento Universitario Italiano (ignoro quelli esteri) .
E con sofferenza, giuro con sofferenza (anche se ho passato da tempo l'età della possibile matricola) mi chiedo (da laureta in materia umanistica, ma non in Filosofia che però adoro per quanto adoravo la Matematica) : non per rispetto al mio sentire (che potrebbe essere da pazza) , ma per rispetto alla Storia della Filosofia (che è molto più importante di me) , ma come è possibile che ne terzo millennio esista una Facoltà di "Lettere e Filosofia" piuttosto che esistere una Facoltà di Matematica e Fisica che INCLUDA la Filosofia??????

Ripeto: non devo iscrivermi all'Uni e l'ultima volta che ho guardato i Programmi Ministeriali è stato quattro anni fa, quando era giunto per mio figlio
il momento di scegliere la Facoltà. Spero mi siano sfuggite novità epocali.
Ma se non mi fossero sfuggite....esiste ancora una Facoltà in cui si fa Filosofia e si conosce meglio Leopardi che Cartesio, e poi esiste una Facoltà di Matematica e Fisica in cui ...Cartesio è preistoria assoluta, Hegel è solo un ricordo del Liceo, e i futuri Matematici e Fisici ....potranno avere in mano le formule dell'Universo ...senza alcuna formazione FILOSOFICA che permetta di valorizzarle?
vanina is offline  
Vecchio 22-07-2014, 11.29.17   #8
FMJ
Utente bannato
 
Data registrazione: 23-06-2014
Messaggi: 147
Riferimento: Tante parole,supposizioni...

Citazione:
Prima di sembrare totalmente pazza (abbiate pazienza, se potete) : avete grandi dubbi sul fatto che tutto l'Universo a noi noto sia rigidissimamente retto da Legami di tipo Matematico? (della cui conoscenza siamo solo ai primissimi passi?) . Personalmente arrivo (appunto e soltanto) a poter immaginare (e in questa idea ho avuto il conforto di tanti Ingegneri genialoidi) che esistano anche le Leggi di quello che noi oggi chiamiamo "caso".

L'universo costruito matematicamente, in effetti, è retto, rigidissimamente, da legami di tipo matematico. Una volta, invece, era retto dal volere degli Dei e rispondeva, rigidissimamente, al volere degli Dei...

FMJ
FMJ is offline  
Vecchio 22-07-2014, 16.44.06   #9
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Tante parole,supposizioni...

** scritto da FMJ:

Citazione:
L'universo costruito matematicamente, in effetti, è retto, rigidissimamente, da legami di tipo matematico. Una volta, invece, era retto dal volere degli Dei e rispondeva, rigidissimamente, al volere degli Dei...


Una volta?? ...forse tu sai qualcosa che agli altri sfugge? ...forse sei l'unico ad avere la prova che non siano gli dei degli onnipotenti supermatematici?!?! ...condividila!! ...poiché io ho compreso che quel volere sia ancora contemporaneo e sempre più difficile da smentire con la sola logica o filosofia umana! ...per non parlare della scienza!!


Shalom

Ultima modifica di Duc in altum! : 23-07-2014 alle ore 09.02.43.
Duc in altum! is offline  
Vecchio 22-07-2014, 23.33.49   #10
vanina
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 22-04-2014
Messaggi: 268
Riferimento: Tante parole,supposizioni...

Citazione:
Originalmente inviato da FMJ
L'universo costruito matematicamente, in effetti, è retto, rigidissimamente, da legami di tipo matematico. Una volta, invece, era retto dal volere degli Dei e rispondeva, rigidissimamente, al volere degli Dei...

FMJ

Non capisco se la risposta , di cui comunque sono grata, sia ironica.

Il dubbio mi viene dalla tua precisazione "l'universo costruito matematicamente".

Cosa vuol dire "costruito"?

Avrei capito "spiegato" in luogo di "costruito".

Il "costruito" mi pare c'azzecchi poco, se Matematica e Fisica (e Neuroscienze, volendo essere completi) conquistano territori (parziali, infinitesimali, ma in continua espansione coerente) dei quali SPIEGANO E POSSONO DIMOSTRARE il funzionamento E replicarlo , diversamente da qualunque Sacerdote di qualunque Religione che...non ha mai potuto DIMOSTRARE nulla.....

La profondissima frustrazione per il fatto di essere completamente tagliata fuori, per il fatto puro e semplice di non essere io un Fisico-Matematico, non solo da qualunque possibile contributo al progresso della comprensione, ma addirittura di esserlo alla comprensione di ciò che Altri possono già spiegarmi e che non io gli strumenti per CAPIRE....questa frustrazione mi appartiene.
Ma non mi porterebbe mai svalorizzare dicendo che la "costruzione" del Matematico-Fisico sia uguale alla mia, uguale a quella di chiunque altro, e uguale a quella degli adoratori di Osiride.....
vanina is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it