Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 29-03-2015, 20.24.23   #1
jolly666
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 23-11-2014
Messaggi: 168
vivere di più e meglio?? sarà giusto??

La natura ci induce al proseguimento della specie per quantità non per qualità, ciò che è stato creato da noi mette al primo posto la qualità alla quantità. .stiamo facendo giusto?? O è da molto tempo che sbagliamo..e non c'è ne stiamo rendendo conto, l'egoismo a preso il sopravvento sugli istinti naturali, di certo non siamo nati nel mondo per metterci il profilattico o venire fuori o abortire..o programmare quando è il momento giusto e quando no, quindi l'unica cosa che sappiamo e di essere programmati per la nostra sopravvivenza della specie con la riproduzione *non con la durata in se della vita, il nostro egoismo che non si basa più nel far sopravvivere la specie ma nel sopravvive singolarmente e di piu, per quanto fantastico poter vivere di più e meglio, forse non è giusto..o almeno in natura non è così. .si sopravvive o meglio la specie sopravvive per quantità non per qualità della singola vita..anche il pianeta stesso è programmato per quel stile di vita creato in natura, infatti oggi vediamo risorse terminare e numero di abitanti sempre maggiore tanto da cominciare a porci dei problemi..lo so ciò che sto dicendo sarebbe qualcosa di inconcepibile, pensare che forse nel trovarci medicine o nuove cure sia sbagliato, *ma forse è così. .tanto di veramente giusto o veramente sbagliato non c'è niente, ma seguendo lo schema della natura sembrerebbe sbagliato ciò che abbiamo fatto dalla preistoria fino adesso...qualcosa durante il processo naturale della natura è andato storto, la cosa andata storta penso sia l'amore, l'amore paterno e materno si è trasformato in amor proprio..sembra che sia cambiato l'amore, che poi ha portato a ciò che oggi abbiamo costruito, infatti da quando l'amore per i figli si è traforato in amor proprio abbiamo lottato ognuno di noi per la propria singola sopravvivenza più che per la sopravvivenza altrui, l'amore per come concepito da noi è la più grande piaga in natura, ma oggi quando si parla di amore ci si vede solo del bene è questo è un grave errore, forse dovremmo cominciare a scomporre i vari tipi di amore, a capire che esiste anche un amore cattivo quello proprio, lo stipite di questa mentalità è la chiesa, ama te stesso come amerai il tuo prossimo, io la trasformerei in ama te stesso per come sei in natura con l'unico scopo di amare il tuo prossimo..toglierei quella pesantezza in ama te stesso ponendolo al secondo posto come principio..e capire anche che amare significa lasciar morire come si è deciso di far nascere, significa evitare che l'amore prenda il sopravvento nel decidere quando uno deve morire solo perché lo amiamo e non vogliamo che se ne va..e capire che forse è giusto che se ne va e in quel momento soprattutto. .stabilito dalla natura, le nostre capacità intellettive hanno conciliato il concetto di amore come giustificazione a ciò che stiamo facendo vivere di più e meglio...Ma chi dice sia giusto?? Forse dovremmo vivere poco e procreare tanto. ..so che questo concetto non potrebbe essere applicato alla società di oggi è sarei un pazzo a pensare che si possa fare, la mia è soltanto una curiosità nel cercar di capire, ciò che noi definiamo giusto..infatti si basa sempre nel giusto per noi (egoismo)..
jolly666 is offline  
Vecchio 02-04-2015, 06.23.20   #2
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: vivere di più e meglio?? sarà giusto??

Citazione:
Originalmente inviato da jolly666
La natura ci induce al proseguimento della specie per quantità non per qualità, ciò che è stato creato da noi mette al primo posto la qualità alla quantità. .stiamo facendo giusto?? O è da molto tempo che sbagliamo..e non c'è ne stiamo rendendo conto, l'egoismo a preso il sopravvento sugli istinti naturali, di certo non siamo nati nel mondo per metterci il profilattico o venire fuori o abortire..o programmare quando è il momento giusto e quando no, quindi l'unica cosa che sappiamo e di essere programmati per la nostra sopravvivenza della specie con la riproduzione *non con la durata in se della vita, il nostro egoismo che non si basa più nel far sopravvivere la specie ma nel sopravvive singolarmente e di piu, per quanto fantastico poter vivere di più e meglio, forse non è giusto..o almeno in natura non è così. .si sopravvive o meglio la specie sopravvive per quantità non per qualità della singola vita..anche il pianeta stesso è programmato per quel stile di vita creato in natura, infatti oggi vediamo risorse terminare e numero di abitanti sempre maggiore tanto da cominciare a porci dei problemi..lo so ciò che sto dicendo sarebbe qualcosa di inconcepibile, pensare che forse nel trovarci medicine o nuove cure sia sbagliato, *ma forse è così. .tanto di veramente giusto o veramente sbagliato non c'è niente, ma seguendo lo schema della natura sembrerebbe sbagliato ciò che abbiamo fatto dalla preistoria fino adesso...qualcosa durante il processo naturale della natura è andato storto, la cosa andata storta penso sia l'amore, l'amore paterno e materno si è trasformato in amor proprio..sembra che sia cambiato l'amore, che poi ha portato a ciò che oggi abbiamo costruito, infatti da quando l'amore per i figli si è traforato in amor proprio abbiamo lottato ognuno di noi per la propria singola sopravvivenza più che per la sopravvivenza altrui, l'amore per come concepito da noi è la più grande piaga in natura, ma oggi quando si parla di amore ci si vede solo del bene è questo è un grave errore, forse dovremmo cominciare a scomporre i vari tipi di amore, a capire che esiste anche un amore cattivo quello proprio, lo stipite di questa mentalità è la chiesa, ama te stesso come amerai il tuo prossimo, io la trasformerei in ama te stesso per come sei in natura con l'unico scopo di amare il tuo prossimo..toglierei quella pesantezza in ama te stesso ponendolo al secondo posto come principio..e capire anche che amare significa lasciar morire come si è deciso di far nascere, significa evitare che l'amore prenda il sopravvento nel decidere quando uno deve morire solo perché lo amiamo e non vogliamo che se ne va..e capire che forse è giusto che se ne va e in quel momento soprattutto. .stabilito dalla natura, le nostre capacità intellettive hanno conciliato il concetto di amore come giustificazione a ciò che stiamo facendo vivere di più e meglio...Ma chi dice sia giusto?? Forse dovremmo vivere poco e procreare tanto. ..so che questo concetto non potrebbe essere applicato alla società di oggi è sarei un pazzo a pensare che si possa fare, la mia è soltanto una curiosità nel cercar di capire, ciò che noi definiamo giusto..infatti si basa sempre nel giusto per noi (egoismo)..


ci sono tante cose in quest'argomento.

prendiamone in esame una;

il senso del limite


be' credo che a non accorgersi cosa comporta non avere il senso del limite lo stiamo verificando ogni giorno che passa ed e' ovvio che e' frutto di una autentica follia che da un certo momento in poi non riguardava soltanto alcune persone,che diciamo,se lo potevano pure permettere (in fondo ce' sempre un eccezione alla regola) ma da quando l'intera collettività lo ha ritenuto fosse un diritto,più che un naturale e semplice dato di fatto.
la più recente acquisizione di questa autentica perversione si e' verificata dopo la seconda guerra mondiale,con il consumismo..
da quel momento in poi essere felici non riguardava più qualcosa che che aveva a che vedere con l'essere (al proprio interno) ma significava avere una lavatrice,un automobile e tutta la serie di manufatti che conosciamo a memoria..la pseudo felicita dell'avere (esterno a noi)

così,si sarebbe spezzato qualcosa dentro di noi,una frattura che diventa sempre più incolmabile,e le ripercussioni si fanno sentire tanto "dentro" quanto "fuori"…direi e' matematico!
acquario69 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it