Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 02-04-2015, 21.50.55   #1
jolly666
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 23-11-2014
Messaggi: 168
Noi creiamo il mondo o il mondo crea noi

Sì sente molto parlare dell'entanglenent applicato all'uomo, in un certo qual senso ci vogliono far credere che il mondo e l'universo lo creiamo noi, quindi creiamo anche gli episodi negativi e positivi della nostra vita..ho sentito dire che se ti capitano cose negative è perché nel tuo inconscio immagini cose negative che poi crei nel mondo esterno..ora vorrei dire una cosa..più del 90% delle persone ha inconsci negativi???un ragazzo che nasce malato col suo inconscio negarivo crea persone sane così per stare male lui?? Gli episodi negativi o positivi secondo voi davvero sono cose che creiamo soltanto noi?? Per me no, gli episodi restano o positivi o negativi, l'unica cosa che può cambiare è il mio modo di vedere quell'episodio, anche nella morte se il mio punto di vista reputa la vita una cosa brutta diventerebbe bella, ma gli episodi restano in sé ci sono e ci saranno e non saranno essi ha cambiare, ma io su come vederli e viverli, quinid far pensare che si possa cambiare il mondo, e se ci capitano cose negative è colpa nostra, inquanto stiamo creando un mondo negativo col nostro inconscio è sbagliato per me, gli episodi negativi ci sono e restano e cambiare 7l mio modo di vederli oltre a farmeli vivere meglio o bene..lo vedo com non voler vedere la rrealtà per come è, illudendomi che non sia in quella maniera..penso noi siamo ciò che percepiamo dal mondo esterno quindi se c'è puzza c'è puzza e non siamo noi a crearla c'è e la percepiamo ed essa che in realtà decide se donarci u piacere o un dispiacere in concomitanza col nostro modo di percepirle e in esso il nostro inconscio o coscienza non può intervenire, c'è qualcosa dentro di noi e fuori di noi che è al di fuori del nostro inconscio è enon abbiamo potere decisionale in esso..non siamo noi a creare gli episodi negati per me e neanche quelli positivi....
jolly666 is offline  
Vecchio 04-04-2015, 20.03.38   #2
Garbino
Garbino Vento di Tempesta
 
L'avatar di Garbino
 
Data registrazione: 13-05-2014
Messaggi: 147
Riferimento: Noi creiamo il mondo o il mondo crea noi

Prendo l' occasione per augurare una Buona Pasqua e una Buona Primavera a tutti.

X Jolly666

Non è un caso che ho augurato anche una buona primavera proprio per questo tuo soggetto di discussione.
Non c' è dubbio che noi interveniamo nel creare le situazioni che ci accadono, ma quasi sempre in modo marginale. Ma è anche vero che c' è chi i guai se li va a cercare e se li crea, giornalmente, anche ora per ora. E' un fatto ad esempio che ci sono donne che si innamorano sempre di poco di buono e uomini che fanno altrettanto. E se non li incontrano li vanno a cercare. E' una specie di condizionamento riflesso che solitamente ha radici profonde.

Certo che da qui ad affermare che creiamo noi gli accadimenti negativi che ci accadono, questo è un po' esagerato. Ma è anche vero che trovandosi al cospetto della stessa situazione ciascuno ha una propria reazione; e c' è appunto chi interpreterà ciò che gli accade in modo positivo e chi in modo negativo.

Perciò in fin dei conti la distanza dall' enunciato di riferimento è meno grande di quel che si crede.

Ripeto, che sul fatto che le cose accadono e non siamo noi a crearle in ogni circostanza non ci piove, ma non ci piove neanche sul fatto che noi partecipiamo appieno a volte alla nostra rovina.

E qui torniamo alla primavera. Alla rinascita della natura e che gli antichi consideravano una festa pagana, dedicata a Dioniso in Grecia e a Bacco presso i Romani, con feste, a volte orgiastiche, che rappresentano il nostro Carnevale, ed erano appunto chiamate carnecialesche. Dicevo, la rinascita della natura e il nuovo scorrere del sangue dopo l' inverno. Anche la canzone di Battisti: I giardini di Marzo, vi faceva riferimento. Ecco, dicevo, quanti di noi interpretano questo periodo come un periodo di rinascita? C' è da chiederselo visto che l' impressione è che si sia orma entrati in un periodo di pessimismo veramente profondo e da cui si stenta ad uscire.

Quello che volevo dire è che le persone attive, quelle che hanno la forza di farlo, non si assuefanno affatto al periodo storico ma lottano per i propri diritti e per la loro dignità di esseri viventi.

E allora vedi quanto si è ristretto quel lasso tra l' accadere e il creare il proprio accadere in modo positivo o negativo? La forbice è sempre più stretta.

Perciò non è tanto importante stabilire se noi siamo i colpevoli delle cose negative che ci accadono, ma per quanto ancora accetteremo che accadono.

A buon intenditor poche parole, intelligenti pauca dicevano i latini.

Grazie per la cortese attenzione.

Garbino Vento di Tempesta.
Garbino is offline  
Vecchio 06-04-2015, 14.19.17   #3
jolly666
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 23-11-2014
Messaggi: 168
Riferimento: Noi creiamo il mondo o il mondo crea noi

Sì ma l'episodio positivo o negativo si verifica solo una volta realizzato e solo con il termine di paragone che effettuiamo con la realizzazione di essa, quindi dire che siamo noi a ricercarli e a crearli mi sembra sbagliato, noi abbiamo solo la possibiltà una volta realizzati di decidere se cambiarli o meno, ma questo cambiamento che facciamo ci porta ad un altro atto da realizzare, la quale realizzazione avviene sempre successivamente all'evento deciso..quindi pensare che siamo noi che creiamo gli eventi forse è sbaglito..è soltanto un illusione..dove la successiva decisione che uno prende parte sempre dalla realizzazione dell'atto stesso..quindi è la realizzazione dell'atto presente che condiziona la mia successiva decisione che di nuovo mi porterà alla realizzazione di una nuova situazione da cambiare o da tenere in base al fatto se reputo l'evento positivo o negativo..quindi oltre assere gli eventi positivi o negativi sono anche frutto di realizzazioni passate e quindi condizionate..tra la realizzazione del presente e tra l'influenza che determina questa realizzazione gli eventi futuri sembrano aver poco a che fare con le libere decisioni..anche se ci sembra di si..
jolly666 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it