Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 08-01-2004, 18.32.34   #1
andreademilio
Utente bannato
 
Data registrazione: 21-12-2003
Messaggi: 16
che cosa significa l'eterno ritorno?

ditemi la vostra sul pensiero abissale.io la vedo come l'estremo tentativo di responsabilizzare l'uomo.una misura terroristica a fin di superamento.negare la morte come ultima liberazione significa costringere l'ultimo uomo al salto di qualita.come accettare un infinito ritornare delle proprie vilta di sempre?una forma di selezione,insomma.buona vita,e contradditemi.andrea.
andreademilio is offline  
Vecchio 08-01-2004, 19.37.11   #2
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Citazione:
ditemi la vostra sul pensiero abissale.io la vedo come l'estremo tentativo di responsabilizzare l'uomo.una misura terroristica a fin di superamento.negare la morte come ultima liberazione significa costringere l'ultimo uomo al salto di qualita.come accettare un infinito ritornare delle proprie vilta di sempre?una forma di selezione,insomma.buona vita,e contradditemi.andrea.

Non sono sicuro di qual´abisso parli. Ma secondo me l´idea dell´"abisso cosmico", di cui ho sentito parlare e che alcuni credono esiste concretamente, è la pura superstizione.
La tua interpretazione che è un "estremo tentativo di responsabilizzare l'uomo" sembra più costruttivo e probabile. Penso che l´unico "abisso" che esista c'è qui nella nostra vita quotidiana fisica, ed è composto dal superare le paure o l´angoscia legate al superamento dei nostri limiti e la nostra ignoranza.
Io credo che non si deve "accettare un infinito ritornare delle proprie vilta di sempre", siccome in ogni vita si impara e cresce fino al punto quando non c'è più d´imparare, e allora si smette di rinascere e vive invece sui piani d´esistenza spirituale.
ciao
Rolando is offline  
Vecchio 08-01-2004, 20.22.36   #3
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Io ho sentito parlare di eterno ritorno e di "amor fati" solo per quanto riguarda Nietzsche.
Lui la vedeva in questo modo: "vivi come se ciò che fai dovessi rifarlo infinite volte, in modo da non doverti ogni volta vergognare, ma essere fiero ogni volta di te stesso e di come agisci. " "vivi pienamente e autorevolmente".
Ciò non vuol dire per forza che devi credere al ripetersi del tempo, , ma che devi vivere come se vi fosse ripetizione delle tue azioni.
Dunadan is offline  
Vecchio 09-01-2004, 14.50.29   #4
andreademilio
Utente bannato
 
Data registrazione: 21-12-2003
Messaggi: 16
per favore,dimmi la tua,e non quella di FRITZ,che ho presente.caro dunadan,ancora uno sforzo.andrea l'antipatico.
andreademilio is offline  
Vecchio 10-01-2004, 23.52.47   #5
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
L'eterno ritorno è quello che ho descritto, quindi:
- non è la cosa negativa di cui parli
- è un ideale, quello di vivere pienamento la vita.


è un estremo tentativo di responsabilizzare l'uomo?
Si, a vivere PIENEMENTE, FIEREMENTE, e te ne do atto, è un peso non da poco. Ma è una responsabilizzazione fatta a fin di bene, un CONSIGLIO dato da un profeta alla Zarathustra.
Chi vuole seguirlo lo segua, chi non lo vuole seguire...faccia come vuole. Non ha obblighi, ha consigli.


una misura terroristica a fin di superamento?
No, non penso. è una via indicata per vivere fieremente.

Te dici che nella teoria dell'eterno ritorno c'è negazione della morte, ma analizziamo la cosa:
VITA: La vita è una, una che si ripete eterne volte.
MORTE: Le morti sono infinite, ma tutte uguali, è sempre la stessa.
Qui non siamo proprio di fronte a eternità come la si intende normalmente, siamo di fronte a ripetizione della stessa vita, che in se non è eterna, è lineare, non è circolare in se. e' eternamente ripetuta.
Così ciò che diventa più importante non è il fatto che sarà sempre ripetuta, eternità di ripetimento, ma è il fatto che visto che è eternamente ripetuta, DOBBIAMO VIVERLA IN PIENO.

Ma arriviamo al punto della tua domanda: "La ripetizione è una condanna a ripetere ogni volta una vita che magari non amavamo più."
Si, in parte è così, se vogliamo vederla in modo negativo, come la vuoi vedere te, è come se Nietzsche ci dicesse "QUESTA è LA VITA, UNA COSA CHE SI RIPETE, SE NON VUOI ESSERE CONDANNATO A RIPETERE QUALCOSA CHE ODI(VITA), FAI IN MODO DI NON ODIARLA, VIVILA BENE". una vera e propria condanna a vivere senza rimpianti.

Ma non devi vederla come una condanna, è un'idea nata per vivere meglio.
Dal momento che la interpreti come una condanna, vai fuori dall'idea Nietzscheana. NON PARLI PIù DI ETERNO RITORNO NIETZSCHEANO.

Ora...per capirci, spiegami se l'eterno ritorno di cui parli è quello Nietzscheano. A me non pare, appena diventa una condanna, non è più teoria dell'eterno ritorno di FRITZ.

la mia l'ho detta.
Dunadan is offline  
Vecchio 11-01-2004, 11.52.39   #6
andreademilio
Utente bannato
 
Data registrazione: 21-12-2003
Messaggi: 16
guarda,caro DUNADAN-mi sveli il perchè del tuo nome?queste sono cose importanti...- l'eterno ritorno non mi convince,perchè non verdo il necessario nesso tra ripetizione e possibilita,proprio così ottenuta,di vivere pienamente.ho quasi 20 anni,purtroppo,e da 11 anni FRITZ è per me una gioia...quindi,anche se fossi un idiota-cosa che non è affatto esclusa-,a questo punto dovrei aver presente cio che il nostro ci dice,meglio ci sussurra,sul suo pensiero abissale.pero vorrei vederlo,disegnarlo anche da solo.infatti, in questo momento, mi viene da sentire che le grandi idee,i concetti firmati,sono tali perchè talmente ricchi da lasciarci giocare con essi...oggi proprio non ho voglia...ma perchè sarebbe così inevitabile tematizzare e rubricare le proprie vaganti riflessioni?perchè non dire come si cammina,senza schema,senza vanitosa premeditazione e preventivo,con franca naturalezza?GRAZIE davvero,il tuo è il 1 messaggio che mi consuona...e quindi da oggi potrai gridare al mondo intero la tua felicita...ti lascio con l'immagine dei fenicotteri,piume multicolori,costretti ad essere capaci delle acque piu basse e stagnanti,la loro unica felicita-costrizone(zarathustra,di tavole antiche e nuove,12...davvero non voglio essere pedante,ma solo regalarti una dritta per me meravigliosa...sicuramente la conosci gia) andrea...se ci definiamo,come facciamo a creare piu?e se non ci determiniamo,come sfuggiamo all'indefinita e deludente creazione?come affondiamo i dentini della potenza,se la bella guanciotta della verita non si vuole proprio offrire?............
andreademilio is offline  
Vecchio 11-01-2004, 15.06.23   #7
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Dunadan nel "Signore degli anelli" significa "uomo dell'ovest", se conosci la storia...Aragorn(il protagonista uomo) viene chiamato Dunadan a Gran Burrone.
Anche io ho 19 anni. Ho scoperto Nietzsche solo 1 anno fa, anche meno.

Il fatto è che te vuoi analizzare un argomento in se stesso, separato dal complesso, ma cerca di capire, in questo modo perde il suo senso, perde la sua forza, si trasforma in quella cosa negativa di cui te stesso parli.

Citazione:
l'eterno ritorno non mi convince,perchè non verdo il necessario nesso tra ripetizione e possibilita,proprio così ottenuta,di vivere pienamente.
Io inizialmente avevo pensato che se la vita è lineare e non si ripete mai SI CERCA ANCOR DI PIù DI VIVERLA PIENAMENTE.
Ma pensandoci, se ci pensi, l'uomo che vive vita lineare tende a far passare le cose vergognose di se, tende a cercare di lasciarle al passato, è un po' vigliacco, è disposto a commettere cose vergognose in segreto pur di superare delle sistuazioni. Tanto, basta dimenticare e tutto torna a posto, tutto ci si perdona. Anche per i credenti, Dio perdona sempre.
Quindi, a cosa ha pensato Nietzsche? A un modelo di vita dove le cose non si possono dimenticare e basta, dove dobbiamo fare le cose solo se sono all'altezza della nostra dignità, NULLA è DIMENTICABILE, NULLA è CANCELLABILE, TUTTO SI RIPRESENTA ETERNAMENTE, TUTTO DEVE ESSERE LIMPIDO E CHIARO.

Non esiste più LA DISCARICA DEL PASSATO, ove lasciare tutte le cose vergognose. Così, anche noi se non facciamo più cose vergognose, (perchè non c'è più la discarica) viviamo meglio, affrontiamo le cose, NON ABBIAMO I RETROSCENA SPAVENTOSI DELL'INCONSCIO CHE Freud cercava tanto di svelare, di fare emergere, EMERGERE DALLA DISCARICA, LA DISCARICA DEL PASSATO. PER GUARIRE.
Capisci il discorso? Il piacere dell AGIRE MALE PERCHè TANTO SI PUò DIMENTICARE E CANCELLARE TUTTO COL TEMPO, PORTA L'UOMO AD ANDARE DALLO PSICANALISTA. Si vive infelicemente.


Citazione:
dovrei aver presente cio che Nietzsche ci dice,meglio ci sussurra,sul suo pensiero abissale.pero vorrei vederlo,disegnarlo anche da solo.infatti, in questo momento, mi viene da sentire che le grandi idee,i concetti firmati,sono tali perchè talmente ricchi da lasciarci giocare con essi

Si, ma ripeto, è altrettanto importante cogliere l'essenza d'insieme. L'eterno ritorno senza la dottrina di Nietzsche perde la sua forza, perde senso e finisce in quella cosa negativa di cui parli, che è un'altra cosa.


Comunque, se vuoi parlare di Eterno Ritorno dal tuo punto di vista, distaccandoci dalla filosofia Nietzscheana, SI, è quello che hai descritto te, una cosa negativa. Negare la morte come ultima liberazione.

Ultima modifica di Dunadan : 11-01-2004 alle ore 15.08.35.
Dunadan is offline  
Vecchio 11-01-2004, 16.35.05   #8
andreademilio
Utente bannato
 
Data registrazione: 21-12-2003
Messaggi: 16
mi piace come argomenti,mi piace la trasparenza del metodo...ci sposiamo?..guarda,caro anello del ritorno,anello nuziale di un DUNADAN:innanzitutto che ne dici di mandare al diavolo il signore degli anelli?come puoi domandarmi se conosco la storia...certo che no,fiero ed orgoglioso...vanitas vanitatum...e non mi dire ''capisci il discorso?''...è veramente felice,il tuo discorso.l'uso del passato in questa chiave ermeneutica...insomma,hai chiavato bene..e quindi ho capito...diceva Stendhal che chi parla oscuro o si inganna o vuole ingannare:tu non ti inganni di certo,e complimenti.in parte sono di buon umore,e non so il perchè,appunto.quanto è triste e tristo ogni perchè.il nostro FRITZ preferiva ascoltare il profumo,piuttosto che (comprare una vocale da mike bongiorno...)osservarne le radici al microscopio...pero la tua lettura è troppo felicistica,troppo epicuro dei poveri senza fichi e senza kepos.vivere meglio è complicarsi la vita,frugarsi nelle viscere il coltellaccio dello spiritaccio...altrimenti tanto meglio sarebbe stato baciare LOU e lasciar perdere i vezzeggiamenti omosessuali con il culetto RHODE-mettici anche ree,che non guasta...ad hoc:l'influenza di quest'ultimo andrebbe studiata...e nessuno lo fa...lo faremo noi,dunadan?-volgare è insultare i gusti altrui,signore degli anelli compreso...ma ''CHI NON SA BENEDIRE IMPARI A MALEDIRE.''...sì,non serve a nulla parlare con me...qualche giorno fa sarei stato piu serio ,dottrinale ed utilmente acconcio...ma ultimamente,nelle ultime ore,pensieri piacevoli mi seducono...ed è una danza dell'illusione...che mi importa della utilita...che mi importa di me stesso...il contesto?attento a definirlo essenziale.se lo fosse non potrei farne a meno...senza sfigurare...dici tu:''e infatti stai sfigurando,e solo la mia cortesia ed uso di mondo,la mia bonheur mi impedisce di candidarti ad arpocrate.....''scrivendo così mi sono giocato il cento all'esame di stato...ma il mio orale è stato un capolavoro di ribalda esuberanza..da film,degno dell'ultima allocuzione di al pacino in ''PROFUMO DI DONNA''...come era cocca quella flavicrinita tanghera..ricordi?tutto chanel e meriggio...scusami,quando avro smaltito l'ebbrezza ideativa ti rispondero utilmente...GRAZIE per l'occasione pscichedelica...andrea,che si ascusa per il no al signor degli anelli...che cafone...io sono di Pescara,''haec civitas aeterni,porta aprutii et sera regni''...e tu,caro amico? vitaaaaaaaaaa
andreademilio is offline  
Vecchio 11-01-2004, 20.55.47   #9
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Citazione:
mi piace come argomenti,mi piace la trasparenza del metodo...ci sposiamo?..guarda,caro anello del ritorno,anello nuziale di un DUNADAN
grazie grazie, ma il matrimonio è una cosa che vedo ancora lontana !!!!!!!!! eppoi magari ... con una bella ragazza

Citazione:
innanzitutto che ne dici di mandare al diavolo il signore degli anelli?come puoi domandarmi se conosco la storia...certo che no,fiero ed orgoglioso...vanitas vanitatum...

Il signore degli anelli è una passione di 3 anni fa, ho creato il nick 3 anni fa e ora ce l'ho ancora. Odio chi cambia sempre il Nickname.
Comunque, ti invito a riaprirti e magari a riconsiderare il signore degli anelli, perchè non è il solito fantasy, non sono le solite storielle alla Harry potter. E' veramente un capolavoro, un lavoro lunghissimo e ben strutturato, un fantasy per "adulti". Una pietra miliare della letteratura.

Citazione:
e non mi dire ''capisci il discorso?''

Scusami, ma lo dico per capire se sono stato chiaro, se non sto andando fuori di testa io, non perchè te non capisci.

Citazione:

diceva Stendhal che chi parla oscuro o si inganna o vuole ingannare:tu non ti inganni di certo,e complimenti.
ih ih, vuoi dire che voglio ingannare?
è un sillogismo disgiuntivo a tutti gli effetti !!!!!!! :
A o B
non A
Allora B

Citazione:
pero la tua lettura è troppo felicistica,troppo epicuro dei poveri senza fichi e senza kepos.vivere meglio è complicarsi la vita,frugarsi nelle viscere il coltellaccio dello spiritaccio...

Vivere meglio, umn, si potrebbe aprire un FORUM per questo discorso !!!!
Allora, ora cerco di ricordare che ho detto
Ho detto che se si cerca sempre di dimenticare il passato e che se quando agiamo male pensiamo che tanto dimenticheremo quel momento SAREMO INFELICI.
Poi ho parlato del fatto che Nietzsche per avere un uomo libero, vorrebbe che l'uomo vivesse pienamente la vita,( senza ordini morali opprimenti.)
Poi ho detto che una buona vita deve essere Limpida e chiara.

Io Nietzsche lo leggo a questo modo: "Liberati dalle costrizioni, liberati dalla morale, e vivi pienamente, dando spazio ai bisogni del corpo, ricordando di essere un animale istintivo" "per vivere bene non devi avere retroscena di pentimento causati da una morale innaturale"


Citazione:
...sì,non serve a nulla parlare con me...qualche giorno fa sarei stato piu serio ,dottrinale ed utilmente acconcio...ma ultimamente,nelle ultime ore,pensieri piacevoli mi seducono...ed è una danza dell'illusione...che mi importa della utilita...che mi importa di me stesso...
Si che serve parlare con te !!!!! però farei meno fatica se tu fossi meno ... meno...MISTICO.
Cavolo, a me piace l'ordine !!!!!!!!! lascio gli spazi tra gli argomenti per ritrovarli in fretta, per essere chiaro, te manco vai a capo !!!!!!!!!!!!!!!!!


Citazione:
il contesto?attento a definirlo essenziale.
LO è !!!!!!!!!!!!!!
La "parte" ha senso nel suo "tutto".
L'"eterno ritorno" ha senso nel corpus Nietzscheano? Nhaaaa, NON SOLO !!!! HA senso se Nel corpo Nietzscheano situato nella seconda metà dell''800, Ha senso se è nel corpus Nietzscheano se è situato nella seconda metà dell'800 in Germania, e HA senso se è nel corupus Nietzscheano nell'800 in Germania, in Europa, e nell'ambito della cultura umana e quindi collegato all'amor fati greco.
Ogni parte ha senso nel suo Universo, e viceversa: Ogni universo prende senso dalle parti da cui è costituito.

Citazione:

se lo fosse non potrei farne a meno...senza sfigurare...dici tu:''e infatti stai sfigurando,e solo la mia cortesia ed uso di mondo,la mia bonheur mi impedisce di candidarti ad arpocrate.....''scrivendo così mi sono giocato il cento all'esame di stato...ma il mio orale è stato un capolavoro di ribalda esuberanza..da film,degno dell'ultima allocuzione di al pacino in ''PROFUMO DI DONNA'
'...come era cocca quella flavicrinita tanghera..ricordi?tutto chanel e meriggio...scusami,quando avro smaltito l'ebbrezza ideativa ti rispondero utilmente...GRAZIE per l'occasione pscichedelica...andrea,
Aooooo, mi stai ubriacando, non ce sto a capì NA MAZZA,
Sembra che te stai a fà NA CANNA !!!
Comunque, non è detto che non puoi farne a meno, non è detto che devi per forza accettare tutto Nietzsche, tutte le sue parti.

Io ad esempio non concordo con la frase:
"Diffido di tutti i sistematici e li evito. La volonta' di sistema è una mancanza di onesta'. ( Nietzsche , Il crepuscolo degli dèi ).

Io trovo ""disonesta"" la tua confusione rispetto al mio modo di organizzare gli argomenti. (detto in senso buono !!!!! )

Citazione:
a scusa per il no al signor degli anelli...che cafone...io sono di Pescara,''haec civitas aeterni,porta aprutii et sera regni''...e tu,caro amico? vitaaaaaaaaaa
Io de BOLOGNA LA DOTTA.

Ora scusami, devo lasciarti !!!!!!!! non ho neanche tempo di rileggere e correggere certe cavolate che sicuramente ho detto,

ho Un esame questo martedì e un altro esame il martedì dopo !!!!!!!!!
Devo studiare, nonostante mi stia scoppiando il cervello.

Ultima modifica di Dunadan : 11-01-2004 alle ore 20.59.55.
Dunadan is offline  
Vecchio 12-01-2004, 12.54.48   #10
andreademilio
Utente bannato
 
Data registrazione: 21-12-2003
Messaggi: 16
dunaaaaaaaaaaaaa,ti ho sbloccatoooooooooo????la risposta in un momemto di sobrieta...ah,fosse l'alcool...è andrea che mi ubriaca,,,,di solitudineeeeeeeeeeeeeee
andreademilio is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it