Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 06-01-2004, 16.41.06   #1
andreademilio
Utente bannato
 
Data registrazione: 21-12-2003
Messaggi: 16
si puo dire la verita?

si potrebbe dire la verita se esistesse un oggetto assoluto cui il soggetto possa adeguarsi ed esprimerlo.ma a partire da Kant,il dogma dell'oggettivita è stato problematizzato duramente.tuttavia lo ''scaltro cristiano'' ammetteva categorie gnoseologiche tradizionali,cioè universali e necessarie.solo con l'avvocato della vita il prospettivismo sale alla ribalta filosofica e la vecchia verita è liquidata.vero è il gioco delle forze,e non c'è nessun ordine morale dato.pero,così facendo,non si riduce la filosofia alla fisiologia,e la morale alla fisiofilia,la contemplazione tragica dell'esistente?e l'uomo,noi uomini,ne guadagnamo?l'al di la del bene e del male prelude ad una nuova moralita,che abbia come fine la potenza e il suo accrescimento?e se è così,chi impedira ai sedicenti superuomini di distruggere i cosidetti malriusciti?è innocente il pensiero nietzscheano?e l'eterno ritorno non contraddice l'ideale della vita ascendente,quando postula l'eterno ritornare di tutto,anche dell'ultimo uomo?BUONA VITA ,andrea.
andreademilio is offline  
Vecchio 06-01-2004, 17.05.17   #2
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Che cos'è la verità? E' dire le cose giuste? E quando una cosa è giusta? E se una cosa è giusta per me, lo è sempre anche per te?

La verità è questione di punti di vista.
Knacker is offline  
Vecchio 06-01-2004, 17.13.28   #3
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Una "verità" che dipende dal punto di vista non può essere vera. La Verità è stabile, e non dipende da nessun´opinione.
Il sole brilla anche se noi siamo sulla parte scura del globo.
Rolando is offline  
Vecchio 06-01-2004, 17.27.32   #4
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Il rè è nudo

Il bambino che disse: - il rè è nudo - disse una verità oggettiva, perché il rè non portava nessun indumento.
Laddove la paura di essere ritenuti stupidi portava gli adulti alla menzogna l’innocenza di un bambino rivelò la verità.

Oggi nessuno più può dire la verità perché qualche burlone ci ha convinti che essere nudi o meno dipende dal punto di vista di guarda...... O forse nessuno più può dire la verità perché la menzogna ci fa terribilmente comodo.
VanLag is offline  
Vecchio 06-01-2004, 17.34.01   #5
andreademilio
Utente bannato
 
Data registrazione: 21-12-2003
Messaggi: 16
e senza opinioni,come fai a definire qualcosa come vero?non siamo noi ad attribuire il valore di verita?e la stabilita non è forse inerzia,l'ipotesi che ci soddisfa?come è possibile che cambiando latitudine cambiano anche le verita?forse che la stabilita è convenzione,qualcosa di umano,troppo umano?e dio stesso,non è un manichino multicolore grazie al quale ci sentiamo sempre tratti in alto?insomma,questione di vanita? quanto al cucchiaio che non esiste,credo che la posizione scettica sia egualmente dogmatica rispetto al platonismo.cambia solo il segno,da positivo a negativo.e poi cade in contraddizione:chi nega il vero come fa ad essere creduto? credo che cio che conti sia il ''io voglio che sia vero'',l'atto soggettivo che da senso alla realta.volizione che crea nuovi margini di senso,nuovi mari per l'intrepido galeone genovese.'' LA NOSTRA ANIMA è UNA TRIREME IN ATTESA DEL SUO ICARO'' .taccio l'autore alla curiosita erudita...andrea.
andreademilio is offline  
Vecchio 06-01-2004, 17.39.29   #6
andreademilio
Utente bannato
 
Data registrazione: 21-12-2003
Messaggi: 16
CARO INDIANO,non è questione di vilta ed innocenzaretendere di dire la verita significa pretendere di aver arrestato il fiume del divenire,di aver mummificato la realta.egittismo gnoseologico.tutto cambia,e al piu possiamo solo metterci d'accordo su simboli convenzionali.sempre una nostra rappresentazione,niente di piu.e dietro gli ideali e le verita del passato,la volonta di potenza delle caste dominanti,le loro condizioni di accrescimento.l'inferno come pentola sacerdotale ad uso dei preti.
andreademilio is offline  
Vecchio 06-01-2004, 18.01.14   #7
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Citazione:
Messaggio originale inviato da Rolando
Una "verità" che dipende dal punto di vista non può essere vera. La Verità è stabile, e non dipende da nessun´opinione.
Il sole brilla anche se noi siamo sulla parte scura del globo.
Sarei molto contento se tu mi spiegassi cosa significa "vera" e quando e come una verità è vera.

Grazie, ciao.
Knacker is offline  
Vecchio 06-01-2004, 20.53.30   #8
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Citazione:
Messaggio originale inviato da andreademilio
CARO INDIANO,non è questione di vilta ed innocenza:

Tu parli di una verità metafisica…. Forse la verità ultima dialetticamente perseguibile ipotizzata da Socrate e Platone. Io parlo di verità oggettive quali quelle di rè che non indossano vestiti.

E’ mio parere che l’impossibilità di determinare una realtà ultima in quanto inesistente, perché completamente inventata dalla filosofia prima e dalla religione poi, abbia permesso ai sarti furbi di vendere abiti inesistenti a rè presuntosi….. senza quella verità ultima il malcostume odierno non ci sarebbe.

P.S. non sono INDIANO ed ancor di meno sono caro.
VanLag is offline  
Vecchio 06-01-2004, 21.39.41   #9
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
x Knacker
Citazione:
Sarei molto contento se tu mi spiegassi cosa significa "vera" e quando e come una verità è vera.

Penso che la parola "vera" si usi per esprimere fatti reali, cioè risultati ottenuti attraverso un´analisi giusta, che quindi è in contatto con la realtà.

Per esempio se io dico "La vita é eterna", è un fatto reale che non può essere confutato attraverso un´analisi logica.
Se la vita non fosse eterna, avesse una volta dovuto cominciare o avere origine. Ma se fosse stato un "tempo" quando la vita, e quindi la materia, la coscienza ecc., non esistevano, da chi e da che cosa sarebbe allora creata? Un "qualcosa" non può nacere da nulla.
Da questo segue che la vita necessariamente è sempre esistita, e siccome qualcosa non può neanche diventare "nulla" l´universo o la vita non possono neanche mai cessare d´esistere.
Rolando is offline  
Vecchio 06-01-2004, 22.16.58   #10
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Non sono d'accordo sul fatto che la vita sia eterna.
Una vita si può fermare, quindi non è eterna. Come puoi dire che la vita non ha una nascita. Sulla terra miliardi di anni fa, la vita nn c'era e ora si, e non credo che vi ci sia stata messa.

Cmq io penso che una cosa non può essere vera o falsa in assoluto. Dipende dal punto di vista, ossia dal contesto in cui viene esaminata la verità in questione.


Potrà sembrare una stupidaggine, ma dal punto di vista logico non fa una grinza: la frase "il sole brilla anche se noi siamo sulla parte scura del globo" è vera ora, ma da un punto di vista temporale diverso? Fra miliardi di anni (o miliardi di anni fa) la frase non sarebbe più vera. Bisogna fissare un punto di vista.
Knacker is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it