Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 24-03-2004, 15.00.47   #1
bluemax
Ospite abituale
 
L'avatar di bluemax
 
Data registrazione: 04-09-2003
Messaggi: 766
Unhappy Ce la metto tutta, ma non mi riesce. Chiedo AIUTO!

Non mi riesce
ce la meto tutta, veramente tutta ma non mi riesce
mi sento schiavo... sono schiavo.
Sono incatenato dai miei pensieri, che poi, manco sono i miei
sono movimentato dall'illusione di avere una coscienza, ma poi, di questa coscienza, manco mi frega piu' di tanto.
Sono perso in un labirinto senza uscita, un labirinto fatto di azioni e reazioni , mio Dio che buio in questo labirinto; manca la luce.
Voglio diventare pazzo
si lo desidero con tutto il cuore, voglio liberarmi dagli schemi, voglio essere libero
ma non ci riesco, ce la metto tutta, ma nulla...
ma forse ho una speranza
il matto non sa di esserlo
allora sono LIBERO !!

chi mi dice che IO sia nato...
chimi dice che moriro'.
che mi dice che sto vivendo che sto esistendo, che non sia solo l'IDEA che transita nelle nostre menti che VIVE e non noi.
chi mi dice che il mondo non sia stato creato proprio 5 minuti fa, con tutti i nostri ricordi mai accaduti ?
chi mi dice che l'esistenza di questo mondo non terminerà tra 5 minuti, nonostante noi crediamo di vivere ancora a lungo ?
... sono confuso
purtroppo sento di non essere pazzo
E' pazzia se il pazzo desidera rinsavire, inftti il pazzo non lo desidera... è felice, vive la sua felicità...
mai visto un pazzo voler tornare sano... un motivo dovrà esserci...
il pazzo puo' uscire dalle regole, puo' vedere, puo' capire puo' andare "oltre"...
a me servono veleni cerebrali ...
I bambini si comportano da pazzi... ma sono giustificati. Giustificati dal fatto che "non capiscono"
in realtà sono puri, puri di spaziare in ogni luogo, in ogni tempo. Chi puo' giudicarli pazzi ?
Solo un pazzo.

I bambini fanno cose senza senso apparente (se non il nostro senso). I bambini sono pazzi. Purtroppo rinsaviscono screscendo. Riescono ad entrare nel nostro modo di pensare, guariscono dalla loro pazzia, diventano SANI di mente.
Il piccolo adulto, diventa adulto quando CONOSCE LE REGOLE. Non è più pazzo, ma un onesto e rispettato cittadino. (Specialmente se di forza italia )

il piccolo neonato è completamente pazzo, è felice, è puro, è contento... VIVE.

Ma poi ci pensano i genitori a curarlo.

basta osservare i disegni dei bambini. Se fatti da un adulto parrebbero dei quadri di un pazzo. Ma in realtà è la mente del piccolo umano ad esprimersi. Hanno la visione del mondo completamnete "sbagliata". Nei loro disegni non vi sono regole, nei loro discorsi non vi sono regole, i piccoli pazzi, sono puri, intelligenti... sono pazzi.

Ma ecco arrivare i genitori. Loro si che sono "allineati e coperti". I genitori, che da uomini sani di mente e perfettamente conformati all'idea comune della morale, guariscono il piccolo umano. Gli insegnano la retta via, cosa è giusto e cosa è sbagliato. Eppure il piccolo umano, nonostante non comprenda il giusto e sbagliato non farebbe mai male a nessuon. Il pazzo piuccolo umano, che vive senza regole e senza misure e senza pregiudizi e senza colori e senza morale e senza religione e senza nazioni... vive in prefetta armonia CON IL PAZZO che è in lui

ma lui non si permetterebbe mai di curarci , di insegnarci la sua pazzia...

io voglio essere pazzo come lui... il piccolo umano che ero
bluemax is offline  
Vecchio 24-03-2004, 15.12.16   #2
bluemax
Ospite abituale
 
L'avatar di bluemax
 
Data registrazione: 04-09-2003
Messaggi: 766
la felicità che vedo in mia figlia e nei suoi coetanei non la ritrovo in alcun adulto.
Loro, i pazzi, cresceranno, eccome se cresceranno.
La loro crescita sarà barattata con la loro felicità.

A volte vorrei che non cresca la piccola. Anzi, vorrei tornare ad essere come lei.

Come è potuta accadere una cosa del genere ?
Non riesco a spiegarmelo ?
Come possono i genitori rovinare la vita, l'unica vita che l'uomo ha ?
Perchè non riesco a tornare pazzo ?

Sono felice per la piccola, sorride di tutto, noi non sorridiamo piu' di nulla.
Ma si sa, i sani di mente, dicono che "il riso abbonda sula faccia degli stolti", "devi maturare". Come si fa a divenire stolti ?

I piccoli non hanno giacca e cravatta, non possono fare del male ad alcuno. Al momento che la loro pazzia è curata, e si vestono di giacca e cravatta, sono capaci di distruggere il mondo.
Importante è che entrino al piu' presto nel matrix mondiale...

A volte alcuni pazzi, rimangono tali. Ma è caso raro... molto raro. Dice che capita una volta ogni 2000 anni. Solo che, se il pazzo rimane tale, al mondo succede casino, perche i sani di mente non accettano il pazzo.
bluemax is offline  
Vecchio 25-03-2004, 21.46.05   #3
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
bluemax

in effetti gli unici veri esseri umani sono i bambini. Da adulti si è già stati trasformati in zombi o alienati che dir si voglia.

La sola cosa che ho accettato di me stessa è la mia pazzia. Sono pazza perché vedo quel che la maggioranza non vede. Penso quel che la maggioranza non pensa. Un tempo avrei detto io sono la sola a pensarla così, a sentire colà. Oggi so che non sono sola a vedere e sentire le stesse cose.

Tutte le tue domande sono state anche le mie.
Ma oggi quel che conta per me è cercare la parte di me stessa inconoscibile. Quella parte che appare quando il mio io scompare.
Quella parte che non può avere alcun nome, che non può avere una forma, che non può essere definta in alcun modo dalle parole.
Molti anni la persona che mi guidava verso la vita mi domandò: "cosa vorresti?!" (riguardo al mio cammino). Risposi: "vorrei sapere chi sono?!"
La sua risposta fu: "non sarà mai possibile."

Oggi non so chi sono e so di non poterlo mai sapere ma so che esiste una parte di me inconoscibile, oltre quella ufficiale che tutti vedono o credono di vedere, oltre quella che io credo di essere.

Noi siamo come un albero che affonda le sue radici nell'oscurità e tende i suoi rami al cielo.

Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 06-05-2004, 09.40.26   #4
Angel
Ospite abituale
 
L'avatar di Angel
 
Data registrazione: 14-09-2003
Messaggi: 171
Citazione:
Messaggio originale inviato da Mary
Ma oggi quel che conta per me è cercare la parte di me stessa inconoscibile. Mary

C' è anche la cerca per trovare il bambino all'interno. Questo che abbiamo dimenticato ed anche qualche aspetti nuovi e non vissuto nel passato. Con diventare consapevole di questo, il bambino all'interno può vivere ancora ...

Esiste un libro per bambini molto bene, dove un bambino ha paura di crescere perchè ha visto che gli adulti non hanno più "il terzo occhio" e non possono così vedere con la vista dei bambini e non possono essere vivente ... tutta la vita è impietrita.
Angel is offline  
Vecchio 06-05-2004, 14.45.53   #5
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Non trovo la soluzione di un esercizio,
l'ho ricontrollato,
c'ho passato un'ora,
ma il risultato non è come quello del libro...
...
E' sbagliato il libro.

Knacker is offline  
Vecchio 08-05-2004, 00.10.46   #6
nicola185
al di là della Porta
 
L'avatar di nicola185
 
Data registrazione: 15-02-2004
Messaggi: 0
Citazione:
Messaggio originale inviato da Angel
C' è anche la cerca per trovare il bambino all'interno. Questo che abbiamo dimenticato ed anche qualche aspetti nuovi e non vissuto nel passato. Con diventare consapevole di questo, il bambino all'interno può vivere ancora ...

Esiste un libro per bambini molto bene, dove un bambino ha paura di crescere perchè ha visto che gli adulti non hanno più "il terzo occhio" e non possono così vedere con la vista dei bambini e non possono essere vivente ... tutta la vita è impietrita.

Che i bambini siano felici non è un dato di fatto (ma non sto rispondendo a te Angel). Che siano abilissimi nel mascherare la loro infelicità, per l'esperienza che ho con loro, lo ritengo quasi un dato di fatto. C'è qualche bambino felice. Ma è proprio qualche. E' chiaro che i più devono imparare molto presto le regole contradditorie di noi adulti per sopravvivere. (e non intendo fiscamente). Essere bambini da bambini è difficilissimo. Ma è vitale, ( e quì mi collego a te Angel) farlo da adulti, se non si vuole fingere di vivere. E' dolorosissimo recuperare la propria parte bambina da adulti perchè si rivivono dolori terrificanti indipendentemente dalle cause che li hanno scatenati. Il sentimento di abbandono, di non riconoscimento, di svalutazione, di inferiorità, di ingiustizia colpisce , credo tutti i bimbi indistintamente. Rivivere quelle sensazioni da adulti, e parlo per esperienza vissuta, parlo per un lungo lavoro che sto facendo su me stesso è dolorosissimo; ma anche straordinariamente gratificante. Non so ancora cosa significa essere libero. So, che però, sono meno schiavo di qualche anno fà. Nicola
nicola185 is offline  
Vecchio 08-05-2004, 13.28.49   #7
Angel
Ospite abituale
 
L'avatar di Angel
 
Data registrazione: 14-09-2003
Messaggi: 171
La tua riposta mi ha toccato e credo che questo è il nocciolo della questione, perchè qualcuno si senta schiavo oppure: “Come possono i genitori rovinare la vita, l'unica vita che l'uomo ha ?”

La prima domanda importante per capire le relazioni: Quale sono i motivi per avere un figlio (include anche figlia)? Sarebbe ideale se è un figlio dell’amore dei genitori, che vorrebbero che il suo figlio cresce libero con una propria personalità. Quindi sono i genitori come gardinieri, che fanno le condizioni per un sviluppo ottimale - creativo e libero, che non intende senza limiti, perchè li sono importante per trovare il sostegno nella vita. Libero in senso pensare libero, con la propria opinione. Questo può essere un’infanzia felice perchè un bambino può sentirsi stesso e non ha il problema più tardi con la domanda: Chi sono io? Anche se si può trovare se stesso sempre di nuovo, in dipendenza delle esperienze che si ha nella vita - lo sviluppo non è finito mai, se si confronta con se stesso, la vita, il mondo.

Purtroppo è spesso non così ideale: ci sono i figli indesiderato e non amato, le famiglie distrutto con i conflitti grande fra la madre ed il padre. Non c'è una atmosfera buona per un’infanzia felice.
Altrimenti ci sono i genitori - spesso le madre - che i figli soffocano con tutto il suo amore. Spesso perchè è il proprio desiderio d’amore.

Quindi c’è la possibilità che i genitori vedono il figlio come possesso e fanno tutto che il suo figlio non è una propria personalità però una persona che è conforme alle idee e ai desideri solo dei genitori - ad esempio tutto, che non hanno giunto stessi nella vita. Così sono i figli simile come schiavi o marionette sempre controllato con il desiderio dei genitori essere pieno di orgoglio per la sua creatura. Poi i bambini non possono vivere la propria infanzia, spesso sono troppo veloce come adulti.

Cosi intendevo con cercare e trovare il bambino all’interno anche per riflettere e vive che non si ha vissuto nel passato. Anche per liberarsi e guarire le ferite vecchi. Poi non si è più dipendente dei genitori all’interno e si ha la possibilità sviluppare la propri personalità - non è mai troppo tardi ...
Angel is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it