Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 20-04-2004, 22.41.42   #11
dana
Ospite abituale
 
L'avatar di dana
 
Data registrazione: 18-10-2003
Messaggi: 0
sembra abbastanza ragionevole, però forse la felicità è qualcosa di più che non una diminuzione del dolore......
e la noia, che pure ci pervade spesso, non è l'unica emozione, in mezzo ai due estremi.

ciao
dana is offline  
Vecchio 20-04-2004, 23.15.08   #12
innominato
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-04-2004
Messaggi: 63
Felicità,tematica interessante....per Schopenhauer è questo momento di stasi tra dolore e noia ma anche pura illusione ,come tutti gli stati d'animo ed i sentimenti, frutto della volontà di vivere che contraddistingue la specie umana.
Personalmente credo che questa illusione sia,una volta raggiunta(ammesso che sia raggiungibile), impossibile da mantenere anche per poco tempo,in quanto opera su un confine così labile da essere messa in ogni momento in discussione...un pò come la vita umana!
innominato is offline  
Vecchio 20-04-2004, 23.42.43   #13
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
... Lo sai che c'è... magari la felicità esisterebbe se non fosse che sulla nostra strada troviamo un sacco di teste di bip che ce la mettono tutta per distruggere i sogni degli altri, solo perché hanno troppa paura che i loro sogni si possano realizzare. Scusate lo sfogo ma oggi è stata una giornata dura... io ringraziando il Signore difficilmente mi annoio, invece il dolore - come se non bastasse la vita - me lo procuro abbastanza facilmente. Oscillo tra felicità e dolore...
Saluti
nevealsole is offline  
Vecchio 21-04-2004, 00.28.45   #14
Lord Enrico
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-01-2004
Messaggi: 79
Il tratto iniziale della linea temporale/emozionale della vita di ogni essere vivente è caratterizzato dalla "non-sensazione". Le emozioni "Felicità" e "Tristezza" originano dalla sperimentazione del dolore, della sofferenza nel senso più ampio. L'esperienza negativa è il mezzo di sperimentazione del suo opposto, della felicità. Percorrendo la stessa linea temporale, ci accorgiamo che al diminuire del dolore appare il "sollievo", la "beatitudine", la felicità. Questa reazione positiva termina con il suo "stabilizzarsi", con lo svanire del sollievo dalla sofferenza, con il raggiungimento di uno "stato neutro" : la Noia.


Ma la noia non è generata dalla prevalenza di uno stato di disagio e sofferenza?

Per me, quello stato neutro di qui parli è la Serenita, che si raggiunge non tramite lo svanire della sofferenza e del sollievo, ma nasce dalla presenza reciproca dei due stati, dal loro punto di equilibrio.
Proprio come il punto di massima oscillazione del pendolo di Schopenhauer.
Infatti penso che Schopenhauer, con il termine "felicita'", intendesse quello stato di serinita' durevole e non quell'attimo sfuggevole di felicita' di cui state parlando.




Ciao
Lord Enrico is offline  
Vecchio 21-04-2004, 11.19.03   #15
pennac
supreme being :O)
 
Data registrazione: 24-11-2003
Messaggi: 279
Re: meditate :

Citazione:
Messaggio originale inviato da dawoR(k)
"Che i vermi roderanno il mio corpo è un pensiero che posso sopportare; ma che i professori di filosofia rodano la mia filosofia è un'idea che mi fa venire i brividi."
(A.Schopenhauer)

meditate ,gente,meditate
wahankh .

meditate meditate ????

ma chi sei ? celentano ?

fai capire a noi gente comune il senso penetrante dell ' aforisma che hai citato ... ( a me sembra scritto da un individuo facilmente suggestionabile )
pennac is offline  
Vecchio 21-04-2004, 12.52.47   #16
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Smile eeehhh ?!?

ti sembra così
difficile da capire ?
...la miseria
devi essere veramente "comune"
o forse
hai solo mangiato troppo



azzurrooooooo...
il pomeriggio è troppo azzurrooooooo
e lungo per meeeee....
dawoR(k) is offline  
Vecchio 21-04-2004, 12.56.03   #17
pennac
supreme being :O)
 
Data registrazione: 24-11-2003
Messaggi: 279
Re: eeehhh ?!?

Citazione:
Messaggio originale inviato da dawoR(k)
ti sembra così
difficile da capire ?
...la miseria
devi essere veramente "comune"
o forse
hai solo mangiato troppo



azzurrooooooo...
il pomeriggio è troppo azzurrooooooo
e lungo per meeeee....

non ho capito nemmeno questo ... dai .... spiegami
pennac is offline  
Vecchio 21-04-2004, 13.22.52   #18
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Dana scrive :...sembra abbastanza ragionevole, però forse la felicità è qualcosa di più che non una diminuzione del dolore......e la noia, che pure ci pervade spesso, non è l'unica emozione, in mezzo ai due estremi.

...sicuramente la felicità può essere vista come un qualcosa di più di una diminuzione del dolore, e la noia, dal canto suo, non è l'unica emozione in mezzo ai due estremi, ma se consideriamo che il numero 1, così come tutti agli altri numeri, è divisibile per infiniti numeri, ci perdiamo in un discorso infinito ...

Innominato scrive :...per Schopenhauer è questo momento di stasi tra dolore e noia ma anche pura illusione ,come tutti gli stati d'animo ed i sentimenti, frutto della volontà di vivere che contraddistingue la specie umana. Personalmente credo che questa illusione sia,una volta raggiunta(ammesso che sia raggiungibile), impossibile da mantenere anche per poco tempo,in quanto opera su un confine così labile da essere messa in ogni momento in discussione...un pò come la vita umana!

... bella risposta, hai tirato fuori una frase che speravo di leggere : "La felicità è un'illusione così come tutti gli stati d'animo e i sentimenti..." Dici che questo stato illusorio è impossibile da matenere, ma credo che il termine illusione - con riferimento alla felicità - è da considerarsi solo come una considerazione illusoria di emozioni reali e non un'emozione illusoria. Che questa felicità sia impossibile da mantenere è certo.

Lord Enrico scrive : Ma la noia non è generata dalla prevalenza di uno stato di disagio e sofferenza? Per me, quello stato neutro di qui parli è la Serenita...

... assolutamente no ... la noia non è affatto generata dalla "prevalenza" di uno stato di disagio e di sofferenza, ma dalla "prevalenza" di emozioni positive. Un essere umano non si "abitua" a uno stato di sofferenza, ma può essere annoiato da una fase statica in cui non prova emozioni negative poichè necessariamente - per sua natura - tende a uno stato in cui quelle positive aumentano... la serenità si ha nell'accettazione di uno stato "monotono", nel blocco della noia derivante e nel non tendere all'aumento di emozioni positive... stato impossibile da accettare per tutta una vita ...
Marco_532 is offline  
Vecchio 21-04-2004, 13.40.59   #19
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Smile felicità è :

"tenersi per mano
andare lontano la felicità
il tuo sguardo innocente
in mezzo alla gente
la felicità è
restare vicini come bambini
la felicità
felicità felicità ... ecc,ecc"

by albano & romina

vabbè,dai,così
per sdrammatizzare un pò

uah-ah wahankh .

(ehi pennac...
troppo complicato anche questo?)
dawoR(k) is offline  
Vecchio 21-04-2004, 14.27.23   #20
Millo
Ospite abituale
 
L'avatar di Millo
 
Data registrazione: 02-01-2004
Messaggi: 39
Poichè nella rugiada delle cose da poco il cuore conosce la freschezza del proprio mattino.....

Kahlil Gibran

In questa frase io leggo molta felicita' .. forse la chiave della felicita' stessa.
Spesso, anzi sempre vediamo la felicita' come una meta, come un qualcosa di duraturo da conquistare dopo mille difficolta', ma poi ci si rende conto forse troppo tardi che la felicita' non e' la meta del viaggio ... ma il viaggio stesso, costellato di tanti attimi per cui essere felici, gli attimi delle piccole ma grandi cose della vita.
Spesso poi la felicita' la si cerca aldifuori di noi, all'esterno ... negli oggetti del desiderio ... ma la felicita' e' qualcosa di molto intimo, e' qualcosa che fa parte del nostro cuore, ma spesso non la vediamo, o meglio non la riconosciamo, la cerchiamo laddove c'e' troppa luce....
Ho parlato con tanta gente, anche di una certa eta' lamentarsi di non essere felice ... ma aveva una bellissima famiglia, tre case, una buona salute, e tanti ottimi motivi per sorridere ... tante persone che si lamentano della vita, quando la vita gli ha donato tutto, senza che se ne rendessero mai conto....

Ecco... io direi che la felicita' sta proprio nella rugiada delle cose da poco ... basterebbe avere gli occhi giusti per vedere .... basterebbe non correre piu' .... rallentare ... sempre di piu' .... e improvvisamente si noteranno tante cose che ci sono sfuggite o che non abbiamo mai notato.
Vi e' mai capitato di fare lo stesso tragitto in macchina e a piedi ? Quate cose non avevamo notato correndo in macchina mentre camminando ci accorgiamo di quanto ci siamo persi nella corsa ....

Un abbraccio.

Millo
Millo is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it