Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 20-06-2002, 02.06.14   #1
Armonia
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 250
"tutto"

Tutto è, niente trascorre: tutto si rivela a se stesso, tutto afferma la sua esistenza nell'istante di un tempo che non esiste, in un punto dello spazio illusorio. Tutto si manifesta per un solo attimo che in sé è eterno: in quell'attimo è l'eternità. Perché mai contiamo le ore, i giorni, gli anni? Il sentirsi di esistere non conosce fine, anzi è eterno, perché è al di là del tempo.
Ci fermiamo e vogliamo immobilizzare il caleidoscopio delle forme che esistono proprio in forza della loro stessa variabilità, della loro stessa caducità.
Che cosa vogliamo fermare?
La forma delle nubi?
Che cosa vogliamo imprigionare?
Il pensiero?
Non dobbiamo fermarci all'esteriore, a ciò che appare. Non dobbiamo desiderare di godere per sempre del profumo del fiore, ma dobbiamo essere ciò che fa fiorire e profumare.
Dobbiamo essere consapevoli che tutto lo spettacolo che si svolge di fronte alla vostra osservazione, e di cui siamo fatti protagonisti, ha il solo scopo di ampliare il sentirsi di esistere che ciascun essere è fino ad abbracciare ed esprimere la Totalità del Tutto


(dal C. F.77)
Armonia is offline  
Vecchio 20-06-2002, 20.03.42   #2
Catharsis
 
Messaggi: n/a
Tutto scorre,niente è.Quello che è una cosa,l'attimo dopo s'è già trasformato in qualcosa d'altro.E' inutile cercare di fermare il flusso incessante della vita,è una guerra persa in partenza.Dobbiamo capire di essere una goccia d'acqua di questo grande fiume,in cui non siamo protagonisti,ma di cui facciamo parte.
L'istante è ingannevole,noi non possiamo fermare e giudicare qualcuno o qualcosa per quello che è in quel momento,ma vedere nell'insieme tutto il percorso che ha compiuto da quando è nato fino a quando morirà.Passato,presente e futuro sono solo delle convenzioni usate da noi uomini finiti per spiegarci ciò che è eterno e senza fine.
 
Vecchio 20-06-2002, 23.04.03   #3
Willow
Ospite abituale
 
L'avatar di Willow
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 211
Sarà una banalità, ma le parole di Armonia mi hanno fatto venire in mente una scena di "Star Trek l'insurrezione" dove su un pianeta le persone erano capaci di fermare l'attimo.

tutto qui
Willow is offline  
Vecchio 21-06-2002, 14.59.48   #4
Armonia
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 250
Eh si Willow!!, riflettendoci hai ragione, fanno ricordare proprio quella scena di Star Trek
Armonia is offline  
Vecchio 23-06-2002, 23.35.18   #5
Attilio
 
Messaggi: n/a
Non siamo dei

come è possibile per l’uomo sentire un attimo della realtà, capire che non è fine a se stesso, indagare su ciò che era, poi su ciò che è per capire ciò che sarà?
Quello che può fare quel misero essere che è l’uomo non è più del percepire l’ampiezza che un attimo del presente ha nel passato e che avrà nel futuro; per capire appieno il passato e percepire il futuro ci vorrebbe qualcosa che ha del divino.

Il flusso della vita va vissuto e capito il più possibile nell’attimo presente; abbiamo certamente una memoria storica che ci fa capire il passato e prevedere le cose più semplici del futuro, ma non è nulla in confronto all’immensità della realtà oggettiva che ci circonda (come già approfondito in un’altra discussione).

Nella vita dobbiamo essere come dei surfisti che saltano da un’onda all’altra sulla loro tavola, quello che conta è la prontezza di riflessi nel capire l’attimo per potersi calare nella realtà di ogni istante. Se ci fermassimo a meditare sull’attimo perderemmo l’onda e ci ritroveremmo a remare faticosamente con le mani per raggiungere un’altra onda.

La totalità del tutto non si può abbracciare, perchè noi siamo una piccola parte del tutto e questa piccola parte non può abbracciare l’mmensità.
Puo scoprirla in momenti diversi e poi, con la propria ragione, unire i vari tasselli per avere un’immagine di ciò che realmente è: ma sarebbe comunque l’immagine di una mente parziale ben lontana dal tutto.

Di solito prendo in giro mio fratello perchè fa parte dello Star Trek Italian Club, ora perrò vorrei avere la sua conoscenza per capire di cosa state parlando!

Ciao: Attilio.
 

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it