Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 11-02-2005, 10.25.14   #1
Fredric
Ospite abituale
 
Data registrazione: 25-01-2005
Messaggi: 22
Verso una nuova coscienza dell'essere..

Mi sono accostato da poco alla filosofia occidentale,il mio studio è iniziato con la storia dell'estetica dai greci ad oggi,poi è passata per Nietzsche,Hiedegger e in ultimo Gadamer.Non so se e chi di voi li abbia mai studiati a fondo,ma una cosa molto interessante emerge dalle mie riflessioni su ciò che ho appreso.Dal Nichilismo europeo e la trasvalutazione di tutti i valori sono arrivato a Essere e tempo per concludere con Verità e metodo.Da N. in poi,con il compimento della metafisica occidentale iniziata con Platone,la nostra visione dell'essere è cambiata radicalmente.Già con H. le cose cambiano ma con Gadamer viene umanizzato completamente il concetto dell'essere e la verità.Si parla di linguaggio,proprio dell'uomo.E' questo un mezzo con quale l'uomo si muove nel mondo e lo caratterizza in modo particolare..ma vi ho,per chi è interessato,messo un allegato,è un articolo di gianni vattimo scritto alla morte del filosofo è molto interessante.Buon divertimento.
Bye

Ultima modifica di Fredric : 11-02-2005 alle ore 10.30.16.
Fredric is offline  
Vecchio 11-02-2005, 10.34.05   #2
Fredric
Ospite abituale
 
Data registrazione: 25-01-2005
Messaggi: 22
allegato...verso una nuova...

Ho dimenticato l'allegato!Eccolo qua!Ciao
Fredric is offline  
Vecchio 11-02-2005, 15.46.09   #3
odos
Ospite abituale
 
L'avatar di odos
 
Data registrazione: 26-06-2004
Messaggi: 367
Caro Fredric

è un po' di anni che leggo sempre con rinnovato interesse gli autori da te citati. Non so quanto approfonditamente tu li abbia letti, ma ciò che viene detto in quelle pagine è talmente radicale, che non solo è realmente faticoso assumerle costantemente come visione del mondo (e in questo Vattimo e la sua chiarezza e lucidità ci viengono molto incontro) ma è anche incalcolabile la qualità delle conseguenze nei confronti di tutto il nostro sapere.

Purtroppo essi si sono già trasformati da un po' di anni in Koinè, e ahimè godono di scarsa considerzione, sopratutto da parte della cosiddetta filosofia analitica. La difficoltà di interpretazione di questi autori, Heidegger e Nietzsche in particolare, rendono poco invitante per molti una loro approfondita lettura, con la triste conseguenza della ripresentazione stucchevole di aporie e questioni di vecchia data. Lo stratificarsi di pregiudizi storici fuorvianti e di interpretazioni cristallizzate, rendono inoltre difficile un approccio rilassato al loro pensiero.

Personalmente non sono mai uscito dalla visione del mondo che questi autori mi hanno impresso, e ho sempre trovato obiezioni e critiche per la maggior parte mute, parziali e spesso - come dire - "off topic", e questo con la massima onestà intellettuale che sono riuscito a concedermi.

Dunque, ben venga un invito alla lettura. D'altra parte potremmo dire, ne va proprio del "destino dell'essere".

Un saluto
odos is offline  
Vecchio 12-02-2005, 00.11.52   #4
Fredric
Ospite abituale
 
Data registrazione: 25-01-2005
Messaggi: 22
Già,quello che dici è verissimo,anche iosono rimasto molto inflenzato da ciò che dalle pagine risaltà,ma considerando tutte le loro visioni e considerando una mia interpretazione che allo stesso N ho dato,con le altre mie conoscenze,religiose per esempio,buddismo,cristianesimo ,ebraismo,islamismo,e qulcos'altro hano contribuito ad una mia visuale completamente diversa,in certi punti sicamente anche influenzato da tutti,ma da me coniata.Grazie del tuo parere,sei stato molto preciso..
bye
Fredric is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it