Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 17-03-2005, 20.51.03   #1
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Sapere e conoscere

Sapere e conoscere: in cosa differiscono? Può essere che io so dov'è Londra ma non ci sono mai stato e quindi non la conosco, mentre conosco Berlino e Parigi perché ci sono stato? Dal punto di vista meramente filosofico che mi te al riguardo?
Mr. Bean is offline  
Vecchio 18-03-2005, 08.06.48   #2
Slist
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 17-03-2005
Messaggi: 1
Penso che sapere e conoscere differiscano semplicemente dall'ambito in cui vengono usati. Puoi conoscere persone o luoghi e puoi sapere fatti precisi... ma non sono sicuro al 100%

La cosa che mi interessa di piú é la discussione filosofica che nasce dal conoscere. Cosa conosciamo? Le cose che conosciamo esistono veramente sotto una qualche forma o sono delle semplici rappresentazioni mentali?

Mi é piaciuto il tuo esempio con londra. Io in effetti non ci sono mai stato eppure tutti dicono che esiste. La sua nonesistenza non cambierebbe assolutamente niente alla mia vita. Solo nell'istante in cui io ci sarò veramente andato, potrò conoscere le sensazioni ed impressioni che sono intrinseche a londra ed esse faranno parte della mia vita. Solo in quell'istante avrò ampliato la mia immagine del mondo in quanto "Londra" (anche se avrò visto solo una qualche strada). Una parte di londra sarebbe una parte di me. È strano. Il mondo che ho in testa e nel quale vivo é così piccolo se lo confronto con la grandezza del mondo che pare esistere.

Scusatemi se le cose che ho scritto sono strane... le ho scritte a getto. Ma proprio per questo sono una rappresentazione di cio a cui ho pensato mentre stavo scrivendo...
Ciao
Slist is offline  
Vecchio 18-03-2005, 14.23.33   #3
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Re: Sapere e conoscere

Citazione:
Messaggio originale inviato da Mr. Bean
Sapere e conoscere: in cosa differiscono? Può essere che io so dov'è Londra ma non ci sono mai stato e quindi non la conosco, mentre conosco Berlino e Parigi perché ci sono stato? Dal punto di vista meramente filosofico che mi te al riguardo?

(detto tra parentesi: esiste un campo di ricerca che studia il concetto di 'conoscere' in modo molto approfondito, ed e` la logica epistemica.)

Bean di differenze sostanziali tra conoscere e sapere non ve ne sono. Quello che tu citi come differenza e` solo una finta apparenza.

(a)"Io so dov'e` Londra"

(b)"Io non conosco Londra"

Ma avresti dovuto scrivere, al posto di (b):

(c)"Io non conosco dov'e` Londra",

ma come vedi questa e` l'esatto contrario di (a), quindi una delle 2 e` falsa.
C'e` solo un caso dove sempra esserci una differenza:

(d)"Io conosco Londra" e (e)"Io so Londra"

infatti la (e) risulta essere una proposizione deviante: essa risulta essere grammaticalmente scorretta.
Ma analiziamo cosa intendiamo con (d), noi intendiamo:

(d.2)"Io conosco che Londra e` una citta` in UK e che e` cosi` e cosi`"

ma ora la (d.2) e` traducibile nella forma 'io so', nel modo:

(e.2)"Io so che Londra e` una citta` in UK e che e` cosi` e cosi`"

Quindi non risultano esserci differenze sostanziali tra 'io so' e 'io conosco'.

Forse pero` c'e` una differenza: 'io conosco' puo` ANCHE essere usato per 'io ho un rapporto non superficiale con [persona]'. Questo e` il caso di 'io conosco Carlo', e questo non significa che io so chi e` carlo, che l'ho visto e che so dare una sua descrizione, bensi` significa che con Carlo ho un rapporto tale che ci parlo assieme, ci salutiamo etc...

Comunque solitamente, in filosofia o in logica epistemica si assime l'uguaglianza di 'sapere' e 'conoscere'.

ciao
epicurus
epicurus is offline  
Vecchio 18-03-2005, 15.14.47   #4
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Re: Re: Sapere e conoscere

Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
..... (omissis)......

Forse pero` c'e` una differenza: 'io conosco' puo` ANCHE essere usato per 'io ho un rapporto non superficiale con [persona]'. Questo e` il caso di 'io conosco Carlo', e questo non significa che io so chi e` carlo, che l'ho visto e che so dare una sua descrizione, bensi` significa che con Carlo ho un rapporto tale che ci parlo assieme, ci salutiamo etc...

Comunque solitamente, in filosofia o in logica epistemica si assime l'uguaglianza di 'sapere' e 'conoscere'.

ciao
epicurus

Ciò che ho tolto mi ha quasi fatto venire il mal di testa, mentre ciò che cito mi pare rispondere al mio quesito. Tuttavia, se sapere e conoscere sono "uguali", in filosofia, c'è qualcosa che non mi quadra..... perché sono uguali?
Mr. Bean is offline  
Vecchio 20-03-2005, 22.43.29   #5
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
Re: Re: Sapere e conoscere

Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
(detto tra parentesi: esiste un campo di ricerca che studia il concetto di 'conoscere' in modo molto approfondito, ed e` la logica epistemica.)

Bean di differenze sostanziali tra conoscere e sapere non ve ne sono. Quello che tu citi come differenza e` solo una finta apparenza.

(a)"Io so dov'e` Londra"

(b)"Io non conosco Londra"

Ma avresti dovuto scrivere, al posto di (b):

(c)"Io non conosco dov'e` Londra",

ma come vedi questa e` l'esatto contrario di (a), quindi una delle 2 e` falsa.
C'e` solo un caso dove sempra esserci una differenza:

(d)"Io conosco Londra" e (e)"Io so Londra"

infatti la (e) risulta essere una proposizione deviante: essa risulta essere grammaticalmente scorretta.
Ma analiziamo cosa intendiamo con (d), noi intendiamo:

(d.2)"Io conosco che Londra e` una citta` in UK e che e` cosi` e cosi`"

ma ora la (d.2) e` traducibile nella forma 'io so', nel modo:

(e.2)"Io so che Londra e` una citta` in UK e che e` cosi` e cosi`"

Quindi non risultano esserci differenze sostanziali tra 'io so' e 'io conosco'.

Forse pero` c'e` una differenza: 'io conosco' puo` ANCHE essere usato per 'io ho un rapporto non superficiale con [persona]'. Questo e` il caso di 'io conosco Carlo', e questo non significa che io so chi e` carlo, che l'ho visto e che so dare una sua descrizione, bensi` significa che con Carlo ho un rapporto tale che ci parlo assieme, ci salutiamo etc...

Comunque solitamente, in filosofia o in logica epistemica si assime l'uguaglianza di 'sapere' e 'conoscere'.

Nel secondo caso conoscere e sapere sembrano avere significati diversi, ma perché le frasi non sono complete. Se consideriamo i vari modi in cui possono essere scritte:

a1) Io so chi è Carlo;
si potrebbe anche scrivere:
a2) Io conosco chi è Carlo

b1) Io conosco Carlo;
si potrebbe scrivere:
b2) Io so che tipo è Carlo;

(etc.)

Anche in questo caso conoscere e sapere hanno lo stesso significato... il problema è che i due termini "suonano" in modo diverso a seconda della frase che utilizziamo e inoltre, ogni volta che li usiamo dovremmo specificare il senso che vogliamo attribuirgli.... perciò, per non esprimerci in periodi troppo lunghi o che non "suonano" bene, tendiamo ad attribure due significati differenti a questi due termini per semplice praticità.
Ciao
iris_1 is offline  
Vecchio 21-03-2005, 14.08.36   #6
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
iris, ma talvolta si intende "Conosco Caio", non nel senso che so dove abita, che macchina ha, che colore dei capelli ha etc., ma si intende "Ho un rapporto di amicizia con Carlo" (o un altro rapporto profondo, anche di odio)
epicurus is offline  
Vecchio 21-03-2005, 18.50.02   #7
simo
Ospite
 
L'avatar di simo
 
Data registrazione: 19-10-2003
Messaggi: 15
ciao!
magari è una stupidata quella che sto per dire, ma credo che conoscere e sapere siano un pò come vedere e guardare..
sapere è più superficiale( come il vedere), mentre il conoscere è qualcosa che va più a fondo nelle cose, esattamente come il guardare

simo is offline  
Vecchio 22-03-2005, 10.37.22   #8
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
x epicurus

Capisco cosa intendi dire... quando ci riferiamo ad una persona con il termine "conosco" intendiamo una conoscenza non superficiale... ma se tu usassi il termine "sapere" in una frase in cui specifichi cosa intendi per "io so", allora questo termine assume lo stesso sognificato del precedente.
In altri casi, come per esempio:
"Io so l'inglese" e "io conosco l'inglese", i due termini hanno lo stesso significato...
Le affermazioni "conoscere e sapere sono uguali" e "conoscere e sapere sono diverse" non possono essere vere entrambe, proprio perché ognuna afferma l'opposto dell'altra, quindi solo una delle due è vera, senza eccezioni... il problema quindi sta nell'identificare quale delle due è vera... io credo che conoscere e sapere siano uguali proprio per i motivi che ho spiegato in questo e nel precedente post.
iris_1 is offline  
Vecchio 22-03-2005, 11.25.31   #9
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Re: x epicurus

Citazione:
Messaggio originale inviato da iris_1
Capisco cosa intendi dire... quando ci riferiamo ad una persona con il termine "conosco" intendiamo una conoscenza non superficiale... ma se tu usassi il termine "sapere" in una frase in cui specifichi cosa intendi per "io so", allora questo termine assume lo stesso sognificato del precedente.
In altri casi, come per esempio:
"Io so l'inglese" e "io conosco l'inglese", i due termini hanno lo stesso significato...
Le affermazioni "conoscere e sapere sono uguali" e "conoscere e sapere sono diverse" non possono essere vere entrambe, proprio perché ognuna afferma l'opposto dell'altra, quindi solo una delle due è vera, senza eccezioni... il problema quindi sta nell'identificare quale delle due è vera... io credo che conoscere e sapere siano uguali proprio per i motivi che ho spiegato in questo e nel precedente post.

Se fossero uguali, allora perché fare un doppione? Secondo me differiscono, eccome! Dicono essere la lingua italiana tra quelle col maggior numero di vocaboli significativi. Perciò, ritengo che, anche se minima, una differenza ci sia....
Mr. Bean is offline  
Vecchio 22-03-2005, 11.49.53   #10
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
Re: Re: x epicurus

Citazione:
Messaggio originale inviato da Mr. Bean
Se fossero uguali, allora perché fare un doppione? Secondo me differiscono, eccome! Dicono essere la lingua italiana tra quelle col maggior numero di vocaboli significativi. Perciò, ritengo che, anche se minima, una differenza ci sia....

Una differenza c'è sicuramente, ma dove sta scritto che deve essere nel significato dei termini?
La differenza potrebbe anche stare nella forma, per cui interscambiamo i due termini a seconda della frase che utilizziamo per renderla più chiara e fluente... potrebbe essere così, non credi?
iris_1 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it