Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 04-06-2005, 00.37.06   #1
futuribile
Ospite abituale
 
L'avatar di futuribile
 
Data registrazione: 29-05-2005
Messaggi: 276
La psicofilosofia ci salverà.

Se molti di voi hanno letto libri di filosofia si renderanno conto
che è offre elementi di stabilità emotiva alla mente. Certo: dipende dal filosofo, ma si può senz'altro dire che la filosofia ci allena a pensare con la propria testa a condizione di rielaborare ciò che si apprende.

Ci sono libri che veramente sono utili x alleviare "il male di vivere" e lo "stress tecnologico".

Credo poi che se uno vuole guarire da tanti problemi emotivi è + indicata la filosofia della psicologia. Che ne pensate?
futuribile is offline  
Vecchio 12-06-2005, 18.33.14   #2
salice
Ospite abituale
 
L'avatar di salice
 
Data registrazione: 31-03-2002
Messaggi: 164
Un paio di mesi fa sono stato alla presentazione di un libro con il suo autore, americano, sul psicofilosofia.Devo confessare di aver cancellato dalla mente il nome del autore, che si occupa di consulenza filosofica, e devo dirti che la mia impressione era che si tratta di una tendenza New Age... Non ho resistito a lungo ad ascoltarlo...
salice is offline  
Vecchio 17-06-2005, 22.49.20   #3
T-Dragon
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-06-2005
Messaggi: 130
Non avevo idea che esistesse un concetto quale la "psicofilosofia".
Non credo di averla mai vista sotto questo aspetto.
E nemmeno credo sia una visione corretta.
Che la filosofia alleni a pensare può anche darsi, sebbene la cosa non mi risulti. Ma che dia stabilità emotiva proprio non mi pare.
Spesso i filosofi possono far nascere dei dubbi eventualmente...
Riguardo il male di vivere, conosco molti filosofi che possono farlo crescere.
Con una sola eccezzione. Nietzsche, che poi non considero un filosofo. Che poi di certo non vuole alleviare il male di vivere. Cerca anzi di mostrare che non esiste...
T-Dragon is offline  
Vecchio 18-06-2005, 20.12.16   #4
futuribile
Ospite abituale
 
L'avatar di futuribile
 
Data registrazione: 29-05-2005
Messaggi: 276
Citazione:
Messaggio originale inviato da T-Dragon
Non avevo idea che esistesse un concetto quale la "psicofilosofia".
Non credo di averla mai vista sotto questo aspetto.
E nemmeno credo sia una visione corretta.
Che la filosofia alleni a pensare può anche darsi, sebbene la cosa non mi risulti. Ma che dia stabilità emotiva proprio non mi pare.
Spesso i filosofi possono far nascere dei dubbi eventualmente...
Riguardo il male di vivere, conosco molti filosofi che possono farlo crescere.
Con una sola eccezzione. Nietzsche, che poi non considero un filosofo. Che poi di certo non vuole alleviare il male di vivere. Cerca anzi di mostrare che non esiste...

Dipende da quali filosofi leggi. Ti assicuro che è meglio della psicologia e le sue cure interminabili e costose.

Ci sono molti libri sull'argomento. Poi basta leggere Russell e Montaigne.
futuribile is offline  
Vecchio 18-06-2005, 23.59.10   #5
Rothbard
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 129
Citazione:
Messaggio originale inviato da T-Dragon
Non avevo idea che esistesse un concetto quale la "psicofilosofia".
Non credo di averla mai vista sotto questo aspetto.
E nemmeno credo sia una visione corretta.
Che la filosofia alleni a pensare può anche darsi, sebbene la cosa non mi risulti. Ma che dia stabilità emotiva proprio non mi pare.
Spesso i filosofi possono far nascere dei dubbi eventualmente...
Riguardo il male di vivere, conosco molti filosofi che possono farlo crescere.
Con una sola eccezzione. Nietzsche, che poi non considero un filosofo. Che poi di certo non vuole alleviare il male di vivere. Cerca anzi di mostrare che non esiste...


bah.. non vedo nulla di nuovo all'orizzonte... il buddhismo è, a parte le varianti "salvifiche" prettamente da "religione", una filosofia per vivere meglio... lo stesso Dalai Lama, ad una domanda specifica su cos'è il buddismo, se fosse o meno una religione (dibattito a tutt'oggi aperto) rispose..... "è una scienza della mente".... "una filosofia"... Quindi.. nessuno ha inventato nulla di nuovo.. ci penso' buddha 2500 anni fa... o forse qualcuno prima di lui, da cui anche lui attinse....

Una cosa... Nietzsche, secondo me, non è una eccezione al fatto che molti filosofi possano peggiorare il "male di vivere".... Nietzsche, secondo me è uno di quelli che piu' potrebbe peggiorare chi ha già tali problemi... ho letto "Cosi' Parlo zarathustra, Umano troppo umano, L'anticristo", poi mi sono dovuto fermare... Lui stesso peggioro' drasticamente la propria condizione... e mori' pazzo bevendo le proprie urine e mangiando le proprie feci..
Rothbard is offline  
Vecchio 19-06-2005, 01.12.01   #6
klara
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-06-2005
Messaggi: 455
[quote]Messaggio originale inviato da Rothbard
[b]bah.. non vedo nulla di nuovo all'orizzonte... il buddhismo è, a parte le varianti "salvifiche" prettamente da "religione", una filosofia per vivere meglio... lo stesso Dalai Lama, ad una domanda specifica su cos'è il buddismo, se fosse o meno una religione (dibattito a tutt'oggi aperto) rispose..... "è una scienza della mente".... "una filosofia"...

...se si vive meglio lo puo' dire solo chi la pratica..e pare ci vogliono anni ed i maestri giusti per farlo seriamente...filosofia della mente anche pare (sto leggendo il "tao della fisica" di Capra dove lui cerca di dimostrare una sostanziale armonia tra lo spirito della saggezza orientale e le concezioni piu' recenti della fisica quantistica..affascinante!)


klara
klara is offline  
Vecchio 19-06-2005, 04.46.31   #7
Lord Enrico
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-01-2004
Messaggi: 79
Mi sento di chiarire una cosa, per me Futuribile con il termine "psicofilosofia" non si riferiva alla psicofilosofia che alcuni di voi hanno inteso.
Semplicemente penso che lui si riferisse a quel che può provocare il pensiero di uomini "antichi" nel cervello di alcuni individui moderni.

A parer mio la Filosofia nei nostri tempi(parlo per la mia generazione, in quanto è quella che conosco meglio ed ho 18 anni) è FONDAMENTALE.(forse apparte i casi di estrema genialità, che comunque non ho mai avuto modo di vedere in prima persona)

Si potrebbe definire come una CURA.
Se non fosse stato per il pensiero di alcuni uomini, sinceramente oggi sarei potuto non essere in vita)

In un mondo sempre più desolato, abbandonato,nevrotico, in agitazione, è un aiuto non indifferente il contatto con gli scritti di uomini antichi, nel quale riconoscersi anche se in superfice. All'inizio ne ricevi uno stimolo che poi sta ad ogni individuo gestire.

Ma questo non vale per tutti... purtroppo la maggior parte delle persone ritiene faticoso pensare, ed in fondo lo è! Ma c'è anche chi non ne può fare a meno! E' scolpito sul suo CORPO questo bisogno! C'è chi lo riconosce da lontano.

Se voi non aveste mai avuto la possibilità di confrontarvi\confortarvi con le parole dei grandi Uomini antichi, cosa sareste oggi?.

Comunque credo che stia ad ognuno di noi definire il propio rapporto con il pensiero in generale, io personalmente credo di non poterne fare a meno, non mi è proprio possibile spegnere quei meccanismi che il mio cervello mette in moto.
Il che produce inevitabili difficoltà nella vità di tutti i giorni, che vanno allegerendosi o a volte appesantendosi col passare del tempo.
Ma credo che in fondo l'avere "libertà" di pensiero sia il dono più grande che si possa ricevere dalla natura nel momento del concepimento.

Per concludere dico che preferirei una sofferenza consapevole, rispetto ad una apparente felicità non compresa.
Lord Enrico is offline  
Vecchio 19-06-2005, 22.24.56   #8
futuribile
Ospite abituale
 
L'avatar di futuribile
 
Data registrazione: 29-05-2005
Messaggi: 276
Citazione:
Messaggio originale inviato da Lord Enrico
Mi sento di chiarire una cosa, per me Futuribile con il termine "psicofilosofia" non si riferiva alla psicofilosofia che alcuni di voi hanno inteso.
Semplicemente penso che lui si riferisse a quel che può provocare il pensiero di uomini "antichi" nel cervello di alcuni individui moderni.
------------
ESATTO.



Se voi non aveste mai avuto la possibilità di confrontarvi\confortarvi con le parole dei grandi Uomini antichi, cosa sareste oggi?.
------------
Per concludere dico che preferirei una sofferenza consapevole, rispetto ad una apparente felicità non compresa.

La natura umana è la stessa da sempre.
Oggi la nostra mente di fronte alle avversità reagisce allo stesso modo di 2000 anni fa. Il lutto ci porta dolore: ma è l'interpretazione ad evitare che ci affligga.

Cambiando il modo di pensare si cambia l'effetto della sofferenza.
Se si gioisce delle piccole cose, si evita di soffrire x la frustrazione derivante dagli obiettivi impossibili.

La saggezza antica ha molto da insegnare all'uomo moderno: siamo avanzati tecnologicamente....ma la nostra mente ha perso i valori fondamentali della vita.

Guardiamo il consumismo: ci fa pensare che le cose siano + importanti delle persone. Non ci credete?

Mia nipote piangeva x il telefonino rotto....ma neanche una lacrima x sua nonna che è morta.

Vi dice qualcosa???
futuribile is offline  
Vecchio 19-06-2005, 22.28.17   #9
futuribile
Ospite abituale
 
L'avatar di futuribile
 
Data registrazione: 29-05-2005
Messaggi: 276
Facciamo una prova:
leggete x bene "La conquista della felicità" di Bertrand Russell e assimilatane il buonsenso.

Se dopo questo siete + infelici di prima allora vi rimborso il prezzo del libro.



futuribile is offline  
Vecchio 19-06-2005, 22.30.26   #10
futuribile
Ospite abituale
 
L'avatar di futuribile
 
Data registrazione: 29-05-2005
Messaggi: 276
Oppure mi viene in mente Epicuro:
leggete Lettera a Meneceo (Sulla felicità)

non vi sembra che la morte fa meno paura?
futuribile is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it