Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 26-08-2005, 21.28.45   #11
Nemo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-08-2005
Messaggi: 297
Si lagghi...sono presente e leggo con interesse...
Nemo is offline  
Vecchio 26-08-2005, 22.03.23   #12
klara
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-06-2005
Messaggi: 455
Citazione:
[i].[/b]




Il resto ve lo risparmio anche perché non lo ricordo più …..



ma chissà se almeno Nemo leggerà? [/b]

..si che leggiamo,continua pure..

,klara
klara is offline  
Vecchio 20-09-2005, 11.49.04   #13
marcoscari
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-09-2005
Messaggi: 136
La filosofia che nasce prima e' quella Orientale, ma la maggior parte degli studiosi considera come vera filosofia solo quella occidentale perche' quella orientale e' vista come inseparabile dalla religione (che poi e' per me una grande cavolata per una serie di ragioni che non sto qui a spiegare).
Se accettiamo il fatto che la vera filosofia e' solo quella occidentale, allora essa e' nata con la scuola di Mileto, e quindi con Talete, Anassimandro e Anassimene.

Riguardo la reincarnazione, essa NON e' assolutamente nata con il Buddhismo. La piu' antica religione che ci parla di reincarnazione e' senz'altro l'Induismo. Ma il Buddhismo ha cambiato le carte in tavola. Mentre per l;induismo essa e' la reincarnazione di un anima (qualcosa di permanente e veramente esistente) da un corpo vecchio a uno nuovo, per il Buddhismo e' l'incarnazione di un continuum mentale (che cambia sempre, e' impermanente e non e' mai uguale a se' stesso con il passare del tempo), quindi non c'e' anima e non c'e' "io". Tutto qui.

In ogni caso, nonostante molti studiosi siano concordi con questa affermazione, io on definirei il Buddhismo un qualcosa di seconda mano, nato dall'Induismo (come invece e' Cristianesimo/Ebraismo). Lo dico perche' per il Signore Buddha, i Veda non sono validi testi sacri (mentre i Cristiani accettano tutti i testi Ebraici), e i principi stessi dell'Induismo vanno contro quelli del Buddhismo (la concezione di Dio e dell'anima in primis, poi anche quella delle caste ecc..). Daltronde lo stesso Buddha guidava sferrava aspri attacchi (verbali) ai bramini, ecc...
marcoscari is offline  
Vecchio 22-09-2005, 09.40.30   #14
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
Si potrebbe dire che dalle antichissime tribù, nasceva negli uomini l'osservazione di ciò che li circondava ... l'incontro tra gli uomini e la loro dispersione sulla terra andava ad arricchire l'osservazione degli uni e delgi altri. A seconda del bisogno e della necessità dei popoli"così" ... formati si sviluppava il processo religioso. Non si può dire quale sia nata prima o dopo. Perchè la fonte dell'Occidente è probabilmente la stessa dell'Oriente. La domanda sarebbe .... "quale è la fonte?" "dove è la fonte?".

Pitagora fù un grande illuminato, ma prima di "ampliare" e tramandare qualcosa, studiò e prese contatto con quella che probabilmente è la fonte ..

queste sono mie opinioni, quello che ho potuto capire fin qui ...

ciao
kri is offline  
Vecchio 22-09-2005, 12.33.06   #15
ancient
Ospite abituale
 
L'avatar di ancient
 
Data registrazione: 10-01-2003
Messaggi: 758
Leggendo Aurobindo, ho visto che, parlando delle antiche civiltà, cita en passant Atlantide; mi chiedo se lo faccia con cognizione di causa o solo per richiamare un'ipotesi leggendaria...
ancient is offline  
Vecchio 08-10-2005, 19.37.16   #16
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
Gentile amico,

molto in sintesi si può affermare con certezza che il buddhismo non crede alla trasmigrazione delle anime (metempsicosi), ma nella reincarnazione in un pincipio di vita stabile (l'empedoclea metensomatosi) legata alla Legge del karma. Invece l'ammette il credo credo induista che ha avuto origine intorno al 600- 650 a.C.
#
Anche i greci credevano alla metempsicoli al tempo di Pitagora (400 - 450). La teoria della trasmigrazione delle anime, come asserisce qualcuno, non ha origine nè dalla cultura egizia, nè da quella ebraica, entrambe molto più antiche .

Alessandro D'Angelo
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 13-10-2005, 16.29.44   #17
SebastianoTV83
Utente bannato
 
Data registrazione: 11-05-2005
Messaggi: 639
Beh, la cultura ebraica diventa monoteistica solamente dopo la deportazione in Babilonia. Precedentemente era un culto molto caldaico in cui l'uomo deve solo servire e tacere di fronte agli dei (oh! mi ricorda qualcosa, come una certa Chiesa cattoqualcosa..) Il sistema angelico, la divisione dei cieli, i principi matematici nascosti nella Legge. e' improbabile una cultura ebraica precedente a quel periodo. I Giudici e i Re lasciano molta liberta' religiosa al popolo ebraico, il credo in un unico Dio sembra un innesto successivo e sopratutto l'universalita' di quel Dio. Molti testi lasciano traspirare un politeismo "monarchico" in cui c'e' un Dio come sovrano circondato da schiere di funzionari angelici.

L'Egitto.. beh, e' veramente antica ma e' estranea alla cultura occidentale. E' molto africaneggiante, segue modelli interessanti anche sotto il punto di vista filosofico che riguardano l'area mediorientale.
L'Atlantide rimane comunque una bella leggenda, incompleta su cui hanno costruito sopra tante di quelle sciocchezze nei secoli con una fioritura particolarmente ridicola nell'800. Pero' la fonte dell'Occidente e quella dell'Oriente e' la medesima. Diciamo che cominciano a differenziarsi veramente proprio da quel 600 a.C. fatto di polis greche e Buddha, santoni e presa di coscienza di se' da una parte, abbandono dogmatico al divino dall'altra.
SebastianoTV83 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it