Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 30-10-2005, 02.39.44   #1
Fake Plastic Trees
Nè Meriti Nè Colpe
 
L'avatar di Fake Plastic Trees
 
Data registrazione: 05-03-2003
Messaggi: 27
Viviamo nel periodo tra l'esistenza di Dio e la scoperta dell'immortalità.

Le fondamenta delle religioni sono piene di bugs e nel 2005 oramai ne sono venuti alla luce molti. Ma la cosa più grave è che questi bugs sono nelle fondamenta e che quindi la loro correzione avrebbe come effetto il crollo dell’intera piramide di carta.

es. la teoria dell’evoluzionismo di Darwing, ma molte e molte altre.. il tema delle donne degli omosessuali etc.. della vita su altri pianeti..e perchè no anche questo topic: https://www.riflessioni.it/forum/show...hreadid=51 85

Perché le religioni hanno così tanti bugs?

E’ semplice le religioni sono state concepite troppi anni fa e le scoperte scientifiche di allora erano scarse.

Questo fa si che credere in una qualche fede religiosa comporti il cadere in forti controsensi.. in bugs.. errori.

Aumenta così l'esercito dei dubbiosi: ci siano sempre più agnostici, atei, e credenti non praticanti (ovvero persone che più che credere nel loro Dio ci sperano).

Certo è facile giustificare tali bugs con la dialettica perché appunto è semplice dare una giustificazione ad ogni cosa (come diceva e ha dimostrato più volte schopenhauer. Leggete il libricino “l’arte di ottenere ragione” per rendervi conto di come sia facile dimostrare tutto e il contrario di tutto).

Chi ha forti condizionamenti culturali (famiglia o società) livello culturale molto basso, curiosità ed intuizione bassa, spirito conservatore, facilmente giustificherà e difenderà con la dialettica e peggio ancora con le armi, la fede ed il Dio che gli viene assegnato alla nascita (I cattolici il loro – i mussulmani il loro – gli ebrei il loro - etc..).

Viviamo nel periodo quindi dell’assenza di Dio ma anche in quella dell’assenza dell’immortalità.

Immortalità intesa come assenza di invecchiamento (non come assenza di morte), assenza della propria data di scadenza (uomo prodotto della durata media di 80 anni).
Immortalità come condizione che consente di non vedere più la propria vita come un percorso discendente in vecchiaia e malattie della durata di 80 anni circa. Ma come inizio certo e fine incerta. Che renderebbe più facile vivere.

Fonti scientifiche affermano che un bambino nato nel 2.000 in un paese occidentale ha un’aspettativa di vita stimabile in 120 150 anni in quanto si prevedono dei progressi scientifici molto importanti.
Ecco allora che credo si possa facilmente intuire che i bebè del 2.100 potranno godere di progressi scientifici tali da consentirgli l’assenza dell’invecchiamento. La vita con un inizio ma senza data di scadenza. 80 anni 800 1.200.. di sicuro si sa la data di inizio ma non la fine.
La fine dei ragionamenti: devo laurearmi entro i .. sposarmi entro i .. e avere un figlio prima di compiere ..
La fine del pensiero: ormai è tardi. Tardi per cambiare vita lavoro moglie donna paese.
Devo scegliere bene il lavoro che mi piace perché sarà l’unico,devo trovare la donna ideale il prima possibile.. Bisogna puntare tutto sui figli perchè ormai le nostre strade sono state prese e il meglio lo possono avere soltanto loro..
e soprattutto dover rinunciare alle partite a calcetto quando si inizia ad invecchiare dover metter in conto di perdere la vista.. di dover andare in pensione..di perdere la memoria e di avere un bel conto alla rovescia di una manciata di anni quando si arriva ai 70.



Per i primi c'era Dio per i Terzi ci sarà l'"immortalità" Noi invece ci troviamo proprio in mezzo.. nel cammin di nostra vita.

Senza Dio e con il CountDown..


Fake Plastic Trees


N.B. non vorrei tirare in ballo discussioni su come potrebbe essere una società dove si nasce ma non si sa quando si muore. In quanto ognuno sparerebbe la trovata più grande e si andrebbe fuori tema. Ma proprio sul concetto che ci troviamo in fazzoletto di tempo di circa 100 - 200 anni all'interno del quale nel mondo occidentale si vive appunto in assenza di Dio e in assenza dell'Immortalità".
Siamo quindi noi l'ecezzione della storia.

Ultima modifica di Fake Plastic Trees : 30-10-2005 alle ore 02.53.16.
Fake Plastic Trees is offline  
Vecchio 31-10-2005, 08.25.45   #2
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
Gentile amico,

non te devi prendertela se mi permetto di consigliati che, aprendo una discussione, se si è sintetici, rispondono più facilmente. In tal modo avrai anche più soddisfazione.
Saluti
da
Alessandro D'Angelo
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 06-11-2005, 13.32.39   #3
urano22
Ospite
 
Data registrazione: 05-11-2005
Messaggi: 13
Citazione:
Messaggio originale inviato da Alessandro D'Angelo
Gentile amico,

non te devi prendertela se mi permetto di consigliati che, aprendo una discussione, se si è sintetici, rispondono più facilmente. In tal modo avrai anche più soddisfazione.
Saluti
da
Alessandro D'Angelo

Sono un nuovo iscritto del forum, e ho chiesto d'accedervi poiché non riesco più a relazionarmi con persone che per atti e fatti pretendono sempre la sintesi; ragion per cui proprio in questo "luogo" non credevo ve ne fosse bisogno, potresti, gentilmente chiarirmi l'inciso, grazie.
Con cordialità e auspicio.
urano22 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it