Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 19-09-2002, 15.59.43   #11
Cecil B. Dement
F&D'ers
 
L'avatar di Cecil B. Dement
 
Data registrazione: 14-05-2002
Messaggi: 25
tranquillo Ivo...
Cecil B. Dement is offline  
Vecchio 19-09-2002, 17.49.59   #12
Ombra
Ospite abituale
 
L'avatar di Ombra
 
Data registrazione: 09-09-2002
Messaggi: 78
Talking Moto perpetuo.......

Cercare di coprire un errore è un errore... quindi bisogna coprire l'errore di aver coperto un errore e quindi si fa un altro errore, allora bisogna coprire l'errore di aver coperto l'errore di aver coperto un errore... ad libidum...... sbagliare è umano perseverare è upede... scusate ma stasera mi gira così... mi sento come quando per non essere triste ti inventi una festa con te stesso.. e non corri nemmeno il rischio che non venga nessuno... ma fare così forse è un errore, quindi devo coprire l'errore, ma poi devo coprire l'errore di aver coperto l'errore.... a i u t o o o o o o o o o o
Ombra is offline  
Vecchio 19-09-2002, 19.05.17   #13
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
semplicemente....

me li scordo!!!!!!
Coprire un errore con un errore...sapendo di aver commesso un errrore....mmmmmmmm nn me lo ricordo proprio!
Perchè qualcuno sbaglia???!!!!
tammy is offline  
Vecchio 20-09-2002, 11.29.58   #14
neverforever
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 70
quanta saggezza...

...nelle parole di ognuno di voi! devo prendere esempio...

grazie!!!
neverforever is offline  
Vecchio 20-09-2002, 15.22.44   #15
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
(...) Puntini

Ehi, Cecil (ciao), non te ne sei accorto, ma dal momento in cui ti sei lamentato dei puntini, tutti si sono presi la briga di posporre i puntini al titolo del proprio intervento … che qualcuno ami sfottere?

Bene! Io invento… in tuo onore, invento (ti devo ancora ringraziare dell'onore che mi hai fatto attribuendomi il premio per il 'PIU' INSULSO CAZZEGGIATORE DEL FORUM' - grazie per l'attenzione!)

E' una storia insulsa fatta di puntini e di errori… ogni puntino è un errore… errori, alcuni madornali, di cui vado molto poco fiero, altri meno pesanti da tollerare!

E' un pezzo di strada che, sono certo, anche se dovessi rinascere altre cento volte, ripercorrerei con la medesima ottusità!

E' finzione… cavolo sto' cercando d'inventare… aspetta, per la miseria… quanta fretta!

Ok! Via….

Il primo puntino è un compagno di scuola, 2^ ragionieri, anno 1975-76.
Un bravissimo ragazzo… famiglia sicuramente non agiata… vestiario adeguato ai propri miseri mezzi… carattere introverso e molto diffidente… aveva, fortunatamente ancora ha, anche un nome un po’ particolare, come dire, poco virile (cazzo! A 15-16 anni… gli ormoni, la virilità, le ragazze… cerca di capirmi)… difficoltà nel profitto… eccelleva nel gioco del calcio… che dire? Lo presi di mira… coglione (io), mi facevo grande mortificandolo… ho avuto spesso questo pessimo difetto (spero d'essermi definitivamente liberato da questa schiavitù… ridicolizzare… ora cerco d'ironizzare - mi piace il gioco - senza offendere… non disdegno neanche le prese per il culo nei miei confronti…solo per scherzo)… è durata così tutto l'anno scolastico… coglione due volte (sempre io), mi accorgevo che esasperavo volutamente il suo stato di disagio… coglione tre volte (ancora una volta io), me ne volli fottere (non pensavo alle conseguenze - ero un capobanda)… arrivai ad isolarlo completamente… quando mi resi conto, finalmente, grazie ad una cara amica, che avevo creato una situazione insostenibile, era tardi… l'anno scolastico era finito (cazzo! 9 mesi di torture… ancora ci penso)… ovviamente, bocciato… forse andò in psicoanalisi… sicuramente era profondamente depresso… problemi relazionali, dicevano… io, ancora oggi, dico: profonda coglionaggine di un suo compagno di scuola… l'anno successivo, cambiò istituto… quando l'incontrai per strada, anni dopo, quasi cambiò strada… parlammo… mi disse che ero cambiato… che ingenuo, disse che ero meno coglione… chi? Io?

Il secondo puntino è la mia ottusa volontà di pretendere di scegliere ciò che più mi piaceva… l’università… io, a scuola… alle superiori… mi sono divertito come un fesso… avevo maturato, quindi, la convinzione che la MIA facoltà dovesse essere quella che più gradivo… anche se lontano dalla mia città… oltre il Tirreno… i miei non potevano… Psicologia, a Roma, ma più che altro, sociologia a Trento… sai Renato Curcio & C… m’incuriosiva… lì, all’università, nella mia ottusa fantasia, m’immaginavo uno studente modello… sai, volevo riscattare il rendimento delle superiori… pretendevo serietà dall’istituzione… niente facoltà fantasma, come tante presenti nella mia città… rifiutai di proseguire… mi mancò il confronto, un rapporto con chi avrebbe anche potuto insegnarmi qualcosa… quindi, per soffocare ed affogare la mia sete di sapere, m’immersi in letture… tutto, leggevo proprio di tutto… e scrivevo ancor di più… forse è anche per questo che sono prolisso, mi piace la chiacchiera… con chi discutere?… colleghi?… Amici?… Hanno tempo?… Voglia ed interesse a seguirmi?… Dai, lascia perdere… poi, pian piano, ho recuperato… ma questa è un’altra storia…

Il terzo puntino è…
Dai quante cose vuoi sapere? Ti basti quel che precede… non ti dico altro… i puntini sono una sospensione del pensiero… se lo dovessi completare, ti toglierei il gusto della fantasia… immagina un po’ anche tu…



Ehi! Hai notato quanti puntini… quasi, quasi ti vedo incazzato come una talpa alla luce del sole… <tutti sti cazzo di puntini, ma non se li poteva ficcare nel…>… calmati, calmati… non essere scurrile… sii cortese…

Ma tu, non ci vuoi raccontare proprio nulla di te? Ti piace analizzarci? Tanto, non sei neanche riuscito a decifrare chiaramente la storia del coniglietto bianco col triangolino di peli neri nell’orecchio… <Triangolino di peli neri?… ma vuoi vedere che c’è una qualche attinenza con qualcosa che vagamente e distrattamente ho conosciuto… vuoi vedere che si parlava di… vado a rileggere… carogna!>

Ciao Cecil…
visechi is offline  
Vecchio 20-09-2002, 23.35.22   #16
Attilio
Ospite abituale
 
L'avatar di Attilio
 
Data registrazione: 07-08-2002
Messaggi: 375
Gli errori sono me

non li cancello, cancellerei una parte di me.

Non li rifiuto, rifiuterei una parte di me.

Non li considero negativi, considererei negativa una parte di me.

Volentieri li ammazzerei... come tutto il resto di me.
Attilio is offline  
Vecchio 21-09-2002, 14.07.56   #17
Cecil B. Dement
F&D'ers
 
L'avatar di Cecil B. Dement
 
Data registrazione: 14-05-2002
Messaggi: 25
x visechi e chi ha tempo di ascoltare:
Citazione:
non ci vuoi raccontare proprio nulla di te? Ti piace analizzarci?


Non analizzo.
Non racconto nulla di me sulla rete, discuto, non giudico, passo.
Discuto.
Non giudico.
Passo.

La rete: un ammasso di circuiti,
senza vita, senza emozioni.
Parlo di me ? Non mi interessa parlare di me? Che cambia?
Niente.
Uno ZERO anzichè un UNO.
Tensione bassa o tensione alta,
passa corrente, non passa, nulla più.
Siamo proiettati in un gioco virtuale.
Color,suoni,spazi,tabelle nel quale possiamo parlare.
Siamo personaggi creati dall'immaginazione
Noi siamo quello che tu vuoi, noi siamo voi.
E' un mondo astratto,è il tuo mondo ideale?
sarà il tuo tempo prenatale,
Tutto ci avvolge qua,non c'è gravità.
Cecil B. Dement is offline  
Vecchio 21-09-2002, 16.17.18   #18
Morfeo
 
Messaggi: n/a
Anche nel nostro cervellino funziona alla stessa maniera...

C'è un potenziale d'azione o non c'è... un neurone ne riceve vari e li integra, li blocca o li fa passare...

Dei fotoni colpiscono la tua retina, una proteina cambia forma, i potenziali si inibiscono ed il tuo cervello ti dice che stai vedendo qualcosa davanti a te...

Anche lì il meccaniscmo è del tutto o niente, uno o zero...

Analogicamente digitale...

Perché il mio cervello è più reale di un pc?

La componente prima di ogni cosa è solo energia...

Quando il tutto è fatto di nulla che senso ha fare dei distinguo?
 
Vecchio 22-09-2002, 12.49.26   #19
neverforever
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 70
Sono rimasta molto colpita dalle parole di Elianto:

"Penso che se uno crede in quello che fa non commette errori. (...)
Gli unici errori sono le scelte che non si fanno."


Riflettendoci sopra, mi sono fatta una domanda a cui non so dare una risposta precisa, forse xché io ci sono troppo dentro. E allora la giro a voi, x sapere cosa ne pensate.

Quando una persona fa una scelta dettata anche da tanta paura e confusione, che poi magari porta a degli errori, è più grave e più deplorevole di una scelta dettata da assoluta consapevolezza?
neverforever is offline  
Vecchio 22-09-2002, 12.51.44   #20
neverforever
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 70
correggo una cosa...:


Quando una persona fa una scelta dettata anche da tanta paura e confusione, che poi magari porta a DELLE CONSEGUENZE NEGATIVE, è più grave e più deplorevole di una scelta dettata da assoluta consapevolezza?
neverforever is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it