Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 10-12-2005, 13.31.39   #1
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
A quale stadio si può arrivare?

Nel mondo vi sono molte cose, ma se vogliamo, si possono categorizzare in quattro semplici parti partendo dalle più semplici per arrivare alle più complesse:

1) MINERALI.

2) VEGETALI.

3) ANIMALI.

4) UOMINI.


La domanda difficile è questa: dopo il quarto stadio cosa viene?

In fondo non sono che tappe dell'evoluzione e non credo proprio che l'evolozione sia finita oggi, voi che ne pensate?
alessiob is offline  
Vecchio 10-12-2005, 13.57.36   #2
autunno1
è qui
 
Data registrazione: 23-10-2005
Messaggi: 0
Dopo il quarto stadio ci sarà super - uomo.

Le tappe dell'evoluzione sono infinite, l'essere umano si "trasformera" sempre e sempre di più (salvo asteroidi -assassini o qualcosa di simile).
autunno1 is offline  
Vecchio 10-12-2005, 13.59.47   #3
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Re: A quale stadio si può arrivare?

Scusa, che razza di categorizzarione hai fatto?

E' una di quelle classificazioni che fanno sorridere gli storici della scienza, quando si imbattono in testi antichi come quelli di Linneo o anche nell'albero genealogico della vita di Heackel... (l'uomo messo al punto di arrivo dell'evoluzione)

Intanto si può racchiudere tutto il campo vivente nell'insieme "biologico", il resto puoi metterlo nell'inanimato. Dentro al biologico puoi poi mettere piante e animali, le scimmie nude (uomini) saranno solo un sottoinsieme degli animali.

Poi, bisognerebbe capire quale è il metro che usi per considerare l'inanimato come inferiore all'animato (non nel senso che hanno l'anima)
Sarebbe una classifica relativa al modo di vedere umano. E' così?

Per quanto riguarda l'evoluzione, apparte il buonismo che ci fa salvare anche i più deboli (non sto dicendo che sia una cosa negativa), quello più o meno continuera sempre.

Ultima modifica di Dunadan : 10-12-2005 alle ore 14.10.13.
Dunadan is offline  
Vecchio 10-12-2005, 20.01.28   #4
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Ovvio che la categorizzazione è puramente umana.

Animali e uomini potrebbero benissimo stare assieme, ma li ho separati per rendere più netto il distacco.

Comunque il mio parere è che l'evoluzione avanza, dunque il prossimo stadio potrebbe essere, come dice autunno, un super-uomo, ma poi?
alessiob is offline  
Vecchio 10-12-2005, 20.44.38   #5
z4nz4r0
weird dreams
 
L'avatar di z4nz4r0
 
Data registrazione: 22-05-2005
Messaggi: 483
eh, un nuovo nome
z4nz4r0 is offline  
Vecchio 11-12-2005, 10.50.17   #6
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Re: A quale stadio si può arrivare?

Citazione:
Messaggio originale inviato da alessiob
Nel mondo vi sono molte cose, ma se vogliamo, si possono categorizzare in quattro semplici parti partendo dalle più semplici per arrivare alle più complesse:

1) MINERALI.

2) VEGETALI.

3) ANIMALI.

4) UOMINI.

La domanda difficile è questa: dopo il quarto stadio cosa viene?
In fondo non sono che tappe dell'evoluzione e non credo proprio che l'evolozione sia finita oggi, voi che ne pensate?
Secondo Martinus esistono sei diversi piani d'esistenza attraverso cui l'essere vivente si sviluppa, : IL regno minerale, il regno vegetale, il regno animale, il regno umano vero, e più due regni di natura "spirituale" o non fisica, attraverso cui noi stiamo camminando.
Noi uomini apparteniamo ancora al regno animale ma stiamo diventando "uomini veri" e lo scopo per l'uomo terrestre è raggiungere la "coscienza cosmica", che sarà il risultato delle esperienze durante le migliaia di vite fisico che abbiamo vissuto nel regno animale e come uomini terrestri.
La risposta della tua domanda è quindi; dopo il regno umano ci sviluppiamo poco a poco verso uno stato evolutivo in cui non si incarna più in un corpo fisico ma vivremo costantemente sui piani spirituali. Ma questo è un processo progressivo che ha luogo per migliaia di anni e fa quindi parte dell'evoluzione naturale. www.martinus.it
Ciao
Rolando is offline  
Vecchio 11-12-2005, 11.52.24   #7
pierfraxxxx
Ospite
 
Data registrazione: 05-03-2004
Messaggi: 38
ognuno veda la realtà come vuole..

La scienza che dice?
I funghi che sono? ...cercate a che categoria appartegono i funghi e dopo potrete comprendere il seguente concetto:

"non c'è una linea precisa di confine tra il vivente e il non vivente"

..già, dove inizierebbe la vita? La risposta è nella filosofia o nella biologia?
La classificazione è solo un'invenzione umana.

In un universo (il nostro) dove è ipotizzabile un'evoluzione dell'intelligenza che partendo da selezione naturale si sta portando sempre più verso la selelezione programmata fino a giungere alla progettazione io penso che il futuro regno a venire sarà quello dell'intelligenza artificiale e saranno loro i veri conquistatori dell'universo, noi siamo solo di passaggio
pierfraxxxx is offline  
Vecchio 11-12-2005, 13.41.17   #8
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Interessanti argomentazioni sia da parte di Rolando che da parte di pierfraxxxx.

Anche io credevo (ovviamente pura supposizione) che dopo lo stadio umano esistessero altri due stadi, uno formato da una civiltà dalla conoscienza estrema e l'ultimo dalla perdita del corpo fisico,e la conoscienza e sinmbiosi totale dell'universo (in pratica quasi un Dio, per capirci).

Arriverà l'umanità al prossimo stadio?


domande senza risposta...
alessiob is offline  
Vecchio 11-12-2005, 13.47.25   #9
autunno1
è qui
 
Data registrazione: 23-10-2005
Messaggi: 0
Citazione:
Messaggio originale inviato da alessiob


Arriverà l'umanità al prossimo stadio?


domande senza risposta...

Secondo il mio parere no, perché il uomo si sta "robotizzando" sempre di più. Per raggiungere lo stato di conoscienza estrema e la perdita del corpo fisico...dovrebbero passare dei secoli...
L'uomo ha tutto questo tempo a disposizione?


autunno1 is offline  
Vecchio 11-12-2005, 15.31.17   #10
pierfraxxxx
Ospite
 
Data registrazione: 05-03-2004
Messaggi: 38
l'uomo sempre più dipendente dalle macchine fino ad affidargli la futura esplorazione spaziale per poi giungere a concedergli la priorità sulla conoscenza ritrovando i propri limiti celebrali e cognitivi..
..possibile scenario evolutivo, in fondo chissà dove si arriverà, non siamo in grado di comprendere più di tanto
pierfraxxxx is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it