Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 19-11-2002, 21.34.15   #11
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Excalibur?

Grazie per la dritta, Messer lo Mistico; dopo aver appreso lo tuo accorato appello, dal 'mastro d'ascia' catapultai me stesso per prendere in consegna l'agognato armamentario. Giunto che fui a lo mio maniero, senza indugio alcun e con trepido fervor, m'affrettai a svolgere l'ingombrante involucro.
Ti narro adesso lo mio stupor nel trovar un misero stiletto, altro e diverso da quanto da me atteso. Che ignobile destino ebbi a contrastar, ov'era mai finito il 'vindice' spadone? Un misero rasoio invece del 'lamone', al più, buono per il tenero Peter Pan. Che tiro mi giocasti, mio fedel scudiero? Che cosa mi forgiò nelle fucine ardenti, lo fabbro tuo? Dovrei io con esso, baldanzoso, a pugnar andare?Io non volo! Ben saldi i pié tengo per terra! Son dunque escluso dalla cruenta guerra? Giammai! Ad altro ardimentoso e più fedel compagno rivolsi la mia accorata 'prece' e, immantinente, procurammi, egli, nuovo e più confacente armamentario. Con questo, questi e un intrepido ronzino, volli percorrer le valli e i colli tutti, e alfin che giunsi in una desolata landa, colsi, colà, una lamentosa lagna, segno fu quello che l'uman tribolazione a me attendeva, con fiduciosa brama.
Spronato ch'ebbi lo fedel ronzino, così incitai il mio impavido compare:


D.C.
Ho letto millanta storie di cavalieri erranti,
di imprese e di vittorie dei giusti sui prepotenti
per starmene ancora chiuso coi miei libri in questa stanza
come un vigliacco ozioso sordo ad ogni sofferenza.
Nel mondo oggi più di ieri domina l’ingiustizia,
ma di eroici cavalieri non abbiamo più notizia;
proprio per questo Sancho c’è bisogno soprattutto
di uno slancio generoso, fosse anche un sogno matto.
Vammi a prendere la sella, che il mio impegno ardimentoso
L’ho promesso alla mia bella, Dulcinea del Toboso
E a te Sancho io prometto che guadagnerai un castello
Ma un rifiuto non l’accetto: forza sellami il cavallo!
Tu sarai il mio scudiero, la mia ombra confortante
E con questo cuore puro, col mio scudo e Ronzinante
Colpirò con la mia lancia l’ingiustizia giorno e notte
Com’è vero della Mancha che mi chiamo Don Chisciotte.

Sancho
Questo folle non sta bene, ha bisogno di un dottore;
contraddirlo non conviene, non è mai di buon umore.
E’ la più triste figura che sia apparsa sulla terra,
cavalier senza paura di una solitaria guerra
cominciata per amor di una donna conosciuta
dentro a una locanda a ore dove fa la prostituta
ma credendo d’aver visto una vera principessa
lui ha voluto ad ogni costo farle quella sua promessa.
E così da giorni abbiamo solo calci nel sedere,
non sappiamo dove siamo, senza pane e senza bere
e questo pazzo scatenato che è il più ingenuo dei bambini
proprio ieri si è stroncato fra le pale dei mulini.
E’ un testardo, un’idealista, troppi sogni ha nel cervello;
io che sono più realista mi accontento di un castello.
Mi farà governatore e avrò terre in abbondanza
Quant’è vero che anch’io ho un cuore
E mi chiamo Sancho Panza.

D.C.
Salta in pedi Sancho è tardi, non vorrai dormire ancora.
Solo i cinici e i codardi non si alzano all'’Aurora.
Per i primi è indifferenza e disprezzo dei valori
E per gli altri è riluttanza nei confronti dei doveri.
L’ingiustizia non è il solo male che divora il mondo
Anche l’Anima dell’uomo ha toccato spesso il fondo
Ma dobbiamo fare presto perché più che il tempo passa
Il nemico si fa d’ombra e s’ingarbuglia la matassa.


Sancho
A proposito di questo farsi d’ombra delle cose,
l’altro giorno quando ha visto quelle pecore indifese
le ha attaccate come fossero un esercito di Mori
ma che alla fine ci mordessero oltre i cani anche i pastori
era chiaro come il giorno; non è vero mio signore?
Io sarò un codardo e dormo ma non sono un traditore!
Credo solo in quel che vedo e la realtà per me rimane
Il solo metro che possiedo com’è vero che ora ho fame!

D.C.
Sancho ascoltami ti prego, sono stato anch’io un realista
Ma ormai oggi me ne frego e anche se ho una buona vista
L’apparenza delle cose come vedi non m’inganna
Preferisco le sorprese di quest’anima tiranna
Che trasforma coi suoi trucchi la realtà che hai lì davanti
Ma ti apre nuovi occhi e ti accende i sentimenti.
Prima d’oggi mi annoiavo e volevo anche morire
Ma ora sono un uomo nuovo che non teme di soffrire.

Sancho
Mio signore, io purtroppo sono un povero ignorante
E del suo discorso astratto c’ho capito poco o niente
Ma anche ammesso che il coraggio mi cancelli la pigrizia
Riusciremo noi da soli a riportare la giustizia?
In un mondo dove il male è di casa e ha vinto sempre
Dove regna il Capitale oggi più spietatamente
Riuscirà con questo brocco e quest’inutile scudiero
Al Potere dare scacco e salvare il mondo intiero?

D.C.
Mi vuoi dire caro Sancho che dovrei tirarmi indietro
Perché il Male ed il potere hanno un aspetto cos’ tetro?
Dovrei anche rinunciare ad un po’ di dignità
Farmi umile e accettare che sia questa la Realtà?

D.C. e Sancho
Il Potere è l’immondizia della storia degli umani
E anche se siamo soltanto due romantici rottami
Sputeremo il cuore in faccia all'’Ingiustizia giorno e notte
Siamo i grandi della Mancha,
Sancho Panza e Don Chisciotte!



Naturalmente sentirla cantata da guccini è altra cosa. Il testo non è suo, ma è sicuramente costruito sulla sua persona.... domani, forse, Cirano!
Ok! Che faticaccia … allora mitico Mistico, scegli, cosa vuoi fare da grande????

Ciao Mistico (sei mitico – un abbraccio)
visechi is offline  
Vecchio 22-11-2002, 13.12.50   #12
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
a Sir Visechi

Citazione:
Messaggio originale inviato da visechi
...Ok! Che faticaccia … allora mitico Mistico, scegli, cosa vuoi fare da grande????...

ODDIO!!! cosa ho provocato!



cosa voglio fare da grande? e che ne so quando sarò grande che risorse avrò?!

Quello che so é che le risorse che mi procuro giorno per giorno non bastano per essere accumulate. Mi sa che da grande sarò più piccolo di oggi!

Quello che farò da grande, é quello che ho sempre fatto: "cercare", ...qualunque cosa e "fare" quello che non trovo.

Ciao Vis, mi lasci nell'amarezza
Mistico is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it