Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 17-12-2002, 09.16.20   #11
Zolushka
Ospite
 
L'avatar di Zolushka
 
Data registrazione: 16-12-2002
Messaggi: 7
l'angelo, il demone e le relazioni

ogni essere umano ha in sè razionalità e passionalità, bene e male, donna e uomo. siamo figli dei contrari, in eterna lotta tra loro per il predominio. credo che la nostra parte più vera alla fine sia quella più oscura, che non viene fuori con tutti e in ogni situazione. e che neanche noi a volte conosciamo davvero.

ciò che siamo lo manifestiamo nelle relazioni con gli altri e affrontando le diverse situazioni. e siamo diversi nel rapportarci con le diverse persone e situazioni. si può dire che gli altri fungono da catalizzatore dei nostri differenti aspetti, ognuno in modo esclusivo.

io sono sempre me stessa, ma X mi tira fuori delle reazioni che Y non riesce a provocarmi. e viceversa. e quando parlo di reazioni, parlo di ciò che riusciamo a esplicitare di noi.

siamo come gli elementi che si sposano tra loro e formano diverse sostanze a seconda di chi sposano... e poi scindono i legami e ne creano altri, dando vita a qualcosa di sempre nuovo.
Zolushka is offline  
Vecchio 17-12-2002, 09.47.40   #12
david
Ospite abituale
 
L'avatar di david
 
Data registrazione: 09-10-2002
Messaggi: 143
Exclamation POVERO SOCRATE !

Il "Daimon" che parlava a Socrate non era la voce che parla ai folli, caro Cat ( non estendere quello che capita a te a tutto il mondo, dai... ) ma era il manifestarsi della Coscienza; fino a quel tempo l'uomo ha vissuto in uno stadio che potremmo paragonare a quello dei bambini, incosciente sotto moltissimi punti di vista.

L'irrompere della Coscienza si manifesta con una voce, una voce interiore che ti fa vedere le cose sotto un nuovo punto di vista che fino ad allora non avevi preso in considerazione.

Se cerchiamo di richiamare alla mente il nostro primo ricordo in assoluto che abbiamo riguardante la nostra infanzia possiamo farcene un'idea di questo "irrompere " della Coscienza dentro di noi.

Se facciamo silenzio in noi stessi qualche... vocina riusciamo anche noi a sentirla, se non siamo sordi , però, come uomini moderni, dotati di una coscienza ancora più complessa, di "vocine " possiamo sentirne parecchie: quella del nostro IO superiore per esempio, che ci permette di capire meglio come funziona il mondo, ma anche il nostro "doppio", con la propria voglia sfrenata di soddisfare gli istinti e le passioni.

Non c'è Male. Non c'è Bene.

C'è l'Uomo.


david is offline  
Vecchio 17-12-2002, 14.49.59   #13
Angelo&Demone
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-12-2002
Messaggi: 93
Riferimento
Credo invece che una manifestazione di noi stessi in relazione agli altri, le "matriosche" escano tutte allo scoperto, interscambiandosi di posizione e grandezza, così come i nostri difetti ed i nostri pregi.
E in questa fase le sinapsi sono tutte all'opera né "angelo" né "demone" , semplicemente una girandola, assolutamente non dicotomica, ma quanto più multicolore possibile, una girandola, dicevo, di emozioni, sensazioni giochi di forza angelici e demoniaci, appunto.
Ma se nell'interesse dello scambio umano,, credetemi non è retorica, ci fosse, innanzitutto l'amore per il prossimo e un utilitarismo non egoistico, ma teso al benessere di ogni parte incausa, angeli e demoni cadrebbero, perché temo quelli che quelli che intendi tu non siano frutti "animici", ma corporali, della mente.
Ma la MENTE, dal latino MENS - MENTIS, ha la stessa radice di MENTIRE: è abituata a non dire il vero, ad asservirsi al vantaggio.
Quindi, è il caso di usarla come strumento asservendola ad un fine più alto, asservendola all'anima, appunto.







Presumo, che sussistano pochi contesti, in cui riusciamo ad essere noi stessi al cento per cento in qualsiasi circostanza. Spesso non riesci ad esternare i lati tuoi più reconditi, vuoi per timore, vergogna, timidezza, o semplicemente, perché qualcosa di noi, giustamente, desideriamo che non sia di pubblico dominio.
Talvolta ci riusciamo ma perchè forse ci siamo bevuti un bicchiere più del solito:-)

Nb Molto lieto del tuo saluto, felice di conoscerti:-)
Angelo&Demone is offline  
Vecchio 17-12-2002, 14.56.16   #14
Angelo&Demone
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-12-2002
Messaggi: 93
Re: Agathodemone e kacodemone si scontrano in me...parappapappà...

Citazione:
Messaggio originale inviato da Catharsis
Dal mio punto di vista gli angioletti e i diavoletti sono solo metafore di stati d'animo UMANI.Non c'è nessun Daimon che ci parla,è solo la nostra coscienza!E' Socrate che era un pazzo e sentiva le voci!


Ehehehhe vorrei essere 'strampalato' come Socrate, anche perché i "pazzi" sono quelli che nel bene o nel male hanno modificato il mondo, i cosidetti 'ordinari' lo distruggono:-)
Angelo&Demone is offline  
Vecchio 17-12-2002, 15.17.40   #15
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Citazione:
Messaggio originale inviato da Angelo&Demone
Riferimento
Credo invece che una manifestazione di noi stessi in relazione agli altri, le "matriosche" escano tutte allo scoperto, interscambiandosi di posizione e grandezza, così come i nostri difetti ed i nostri pregi.
E in questa fase le sinapsi sono tutte all'opera né "angelo" né "demone" , semplicemente una girandola, assolutamente non dicotomica, ma quanto più multicolore possibile, una girandola, dicevo, di emozioni, sensazioni giochi di forza angelici e demoniaci, appunto.
Ma se nell'interesse dello scambio umano,, credetemi non è retorica, ci fosse, innanzitutto l'amore per il prossimo e un utilitarismo non egoistico, ma teso al benessere di ogni parte incausa, angeli e demoni cadrebbero, perché temo quelli che quelli che intendi tu non siano frutti "animici", ma corporali, della mente.
Ma la MENTE, dal latino MENS - MENTIS, ha la stessa radice di MENTIRE: è abituata a non dire il vero, ad asservirsi al vantaggio.
Quindi, è il caso di usarla come strumento asservendola ad un fine più alto, asservendola all'anima, appunto.
Presumo, che sussistano pochi contesti, in cui riusciamo ad essere noi stessi al cento per cento in qualsiasi circostanza. Spesso non riesci ad esternare i lati tuoi più reconditi, vuoi per timore, vergogna, timidezza, o semplicemente, perché qualcosa di noi, giustamente, desideriamo che non sia di pubblico dominio.
Talvolta ci riusciamo ma perchè forse ci siamo bevuti un bicchiere più del solito:-)

Nb Molto lieto del tuo saluto, felice di conoscerti:-)

sai...la mente umana è cosi complicata, soggetta a mille percezioni esterne che ne influenzano l'evoluzione in ogni istante, l'anima dell'uomo dovrebbe fungere da filtro e la razionalità soppesare e ponderare al fine di una giusta e coerente espressione pratica di ciò che l'uomo è..... in realtà non è cosi, l'uomo agisce mediante l'istinto...dopo usando la razionalità...trovo sbagliato stabilire a priori che la mente sia solita "mentire"....noi siamo la nostra mente, noi dovremmo avere la forza e la capacità di controllarla...ma per far questo occorre molta conoscenza di se stessi...e non è da tutti..io in primis....
Le tue famose matrioske mi fanno pensare...ma allo stesso tempo mi portano a vederre l'uomo come un insieme di mille colori..mille sfumature diverse che a seconda della luce esterna sotto la quale vengono poste..variano....

Mi balza in mente una famosa citazione "noi creiamo i nostri vampiri e dobbiamo nutrirli col nostro sangue e la nostra intelligenza"...noi creaiamo i nostri demoni, i nostri mostri...chiamali come vuoi, noi li nutriamo, li alleviamo...li curiamo fino a quando essi stessi non s'impadroniranno e divoreranno la loro stessa madre.....

Conoscere questi lati....osservarli semplicemente limitandosi al non giudizio..credo..e presumo sia la soluzione migliore...magari sbaglio....

un abbraccio
deirdre is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it