Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 09-08-2006, 14.52.32   #11
schebi
Ospite
 
Data registrazione: 23-07-2006
Messaggi: 17
Riferimento: cattivi per scelta o per ignoranza?

ok, tutto giusto, tutto vero ma, ci chiediamo cosa è buono e cosa è cattivo? Non penso assolutamente c'entri l'ignoranza o la saggezza e non sono d'accordo sul fatto che ignoranza e consapevolezza siano inversamente proporzionali, forse sì l'ignoranza ha una buona parte solo se intesa come limite, un limite evidente a non poter guardare al di fuori, a non avere gli elementi per paragonare il tuo concetto di giusto e sbagliato a quello degli altri. Perchè solo qui, secondo me, sta il vero nesso della situazione. Vi ricordate la discussione sulla normalità e la follia, quanto tutto sia relativo se inserito nel contesto socio-culturale, ebbene in questo caso credo sia una situazione analoga. Prendete ad esempio la più grande organizzazione criminale mai esistita: la mafia. Perfettamente organizzata esattamente come una grande azienda di tutto rispetto con un codice etico e deontologico all'interno, ebbene, provate a chiedere ad un mafioso il suo concetto di fare bene o fare male, il nostro "fare male" per lui è fare giustizia, dare una lezione, obbedire a degli ordini ben precisi e non è certo ignoranza, non è neppure inconsapevolezza, è solo ed unicamente educazione. Si io credo che ci sia in ognuno di noi un' educazione al bene e al male , tutto dipende dove nasci e dove cresci. Quindi io rispondo, salvo casi disperati di disturbi psichici, schizofrenia, dissociazione, raptus che dovrebbero essere spiegati scavando ben più in fondo, che non si è mai cattivi per scelta, anzi dal punto di vista dei cattivi, probabilmente non lo si è mai e basta!
schebi is offline  
Vecchio 09-08-2006, 20.43.58   #12
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
Riferimento: Re: Re: cattivi per scelta o per ignoranza?

Citazione:
Originalmente inviato da gyta
Non la conoscenza intellettuale,
non l'essere coscienti, l'aver il cervello inserito..
ma quel conoscere che è risultato di unione.

Ed io sento perfettamente ragione
nell'asserzione che compiere il male non è che
azione per profonda inconsapevolezza.. di noi nell'altro,
dell'altro in noi, di noi in noi stessi.



Gyta


Condivido pienamente.
Qui si sta confondendo il conoscere intellettuale con la Conoscenza metafisica e Spirituale.

Mirror is offline  
Vecchio 10-08-2006, 10.11.23   #13
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Lightbulb Riferimento: cattivi per scelta o per ignoranza?

in Dio e il problema dell'Inferno
c'è una bella poesia del mio amico Mauro
che parla di consapevolezza e ignoranza...... che ho appena inserito
paperapersa is offline  
Vecchio 10-08-2006, 11.04.53   #14
quadrante
Ospite
 
Data registrazione: 16-02-2005
Messaggi: 6
Riferimento: cattivi per scelta o per ignoranza?

Penso che cattivi si sia sempre per ignoranza, anche quando lo si scelga.
quadrante is offline  
Vecchio 10-08-2006, 11.49.59   #15
giogio14
Ospite
 
Data registrazione: 18-07-2006
Messaggi: 3
Riferimento: cattivi per scelta o per ignoranza?

Secondo me nessuno sceglie di essere cattivo a prescindere, tutte le azioni umane (tranne quelle dettate dalla follia) sono volte alla ricerca di un tornaconto personale sia questo il denaro per chi ruba, l'appagamento dei propri istinti per chi usa violenza etc.
La questione sta in cosa una persona e' disposta a fare e quali mezzi sono leciti pur di raggiungere i propri scopi.
Cio' che per qualcuno puo' sembrare un atto orribile o "cattivo" per altri e' considerato un atto giustificato e necessario per raggiungere i propri obiettivi e nella scelta non c'entra l'ignoranza ma una serie di valori, alcuni innati, altri dovuti alla propria famiglia altri all'ambiente in cui siamo cresciuti, che sono il nostro mezzo di paragano per le scelte di ogni giorno.

Gio
giogio14 is offline  
Vecchio 10-08-2006, 17.19.53   #16
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: cattivi per scelta o per ignoranza?

Citazione:
Originalmente inviato da giogio14
Secondo me nessuno sceglie di essere cattivo a prescindere, tutte le azioni umane (tranne quelle dettate dalla follia) sono volte alla ricerca di un tornaconto personale sia questo il denaro per chi ruba, l'appagamento dei propri istinti per chi usa violenza etc.
La questione sta in cosa una persona e' disposta a fare e quali mezzi sono leciti pur di raggiungere i propri scopi.
Cio' che per qualcuno puo' sembrare un atto orribile o "cattivo" per altri e' considerato un atto giustificato e necessario per raggiungere i propri obiettivi e nella scelta non c'entra l'ignoranza ma una serie di valori, alcuni innati, altri dovuti alla propria famiglia altri all'ambiente in cui siamo cresciuti, che sono il nostro mezzo di paragano per le scelte di ogni giorno.

Gio
Sì ma nel momento in cui scegli il tuo tornaconto personale a prescindere dal rispetto dell'altro non c'è giustificazione....
infatti il metro di giudizio di un atto è se lo faresti a te stesso
nel momento in cui la risposta è no, scegli di fare qualcosa di ingiusto
che non ha niente a che vedere con il raggiungimento di un obiettivo ( il fine non giustifica i mezzi ,mio caro principe!)
paperapersa is offline  
Vecchio 10-08-2006, 19.53.49   #17
giogio14
Ospite
 
Data registrazione: 18-07-2006
Messaggi: 3
Riferimento: cattivi per scelta o per ignoranza?

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Sì ma nel momento in cui scegli il tuo tornaconto personale a prescindere dal rispetto dell'altro non c'è giustificazione....
infatti il metro di giudizio di un atto è se lo faresti a te stesso
nel momento in cui la risposta è no, scegli di fare qualcosa di ingiusto
che non ha niente a che vedere con il raggiungimento di un obiettivo ( il fine non giustifica i mezzi ,mio caro principe!)

Il mio commento non voleva essere una giustificazione o un giudizio morale. La domanda era se si e' cattivi per scelta o ignoranza la mia conclusione e' che si agisce per raggiungere i propri obiettivi ed il giudizio "azione cattiva" viene coniato da chi giudica tali azioni in base al proprio sistema di valori che varia da persona a persona.

Gio
giogio14 is offline  
Vecchio 11-08-2006, 18.56.49   #18
quadrante
Ospite
 
Data registrazione: 16-02-2005
Messaggi: 6
Riferimento: cattivi per scelta o per ignoranza?

Dopo la risposta di paperapersa, che io condivido, ti dico ancora che la tua analisi è in qualche modo un modo per poter fare delle cattive azioni dicendo che non erano cattive (non ti interessa giudicarle), ma erano semplicemente particolari azioni per raggiungere un obbiettivo prefissato, magari buono.
Io penso invece che noi siamo giudici di noi stessi prima degli altri, e sappiamo benissimo quando ciò che stiamo facendo è una buona o una cattiva azione. E spesso, pur giudicandola cattiva, scegliamo di farla, credendo così di appagare il nostro io, di vendicare un torto, ecc. (i motivi possono essere tanti).
E qui si collega la seconda parte della mia opinione, e cioè che anche chi sceglie di fare una cattiveria è ignorante. Penso che costui sia ignorante perchè ignora che l'esperienza umana insegna che mai una cattiveria ha raggiunto il suo scopo, e, se lo ha raggiunto, ha portato con sè un amaro in bocca, una magra soddisfazione. Questo è tanto più vero quanto più l'individuo è cosciente di sè.
Ma, ritornando al tuo discorso, se tu non scegli mai coscientemente di fare una cattiva azione, forse dovresti chiederti, ogni volta che persegui un obbiettivo, se stai facendo o no una cattiva azione.
quadrante is offline  
Vecchio 21-08-2006, 18.54.48   #19
Alexndro
Ospite
 
Data registrazione: 20-08-2006
Messaggi: 4
Riferimento: cattivi per scelta o per ignoranza?

Ciao
io credo che il male derivi dalla paura
Alexndro is offline  
Vecchio 22-08-2006, 08.46.50   #20
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: cattivi per scelta o per ignoranza?

Citazione:
Originalmente inviato da Alexndro
Ciao
io credo che il male derivi dalla paura

purtroppo anche il bene a volte!!!
quante volte ci hanno ricattati
fai il bravo altrimenti mamma e papà non ti vogliono più
e il nostro bambino non capiva e obbediva
per non perdere lìamore di mamma e papà!
paperapersa is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it