Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 16-10-2006, 13.18.28   #1
sergio
yoga non si fa, yoga si è
 
Data registrazione: 05-04-2005
Messaggi: 149
C O N T E N T A M E N T O ...

IL PESCATORE SODDISFATTO
(di Anthony De Mello, tratto da "Il canto degli uccelli")

Il ricco industriale del nord rimase inorridito
trovando il pescatore del sud
pigramente sdraiato accanto alla sua barca
a fumare la pipa.

"Perchè non sei in mare a pescare?",
gli chiese l'industriale.

"Perchè ho preso abbastanza pesce per oggi",
disse il pescatore.

"Perchè non ne prendi più di quanto te ne serve?"
chiese l'industriale.

"Cosa ne dovrei fare?", domandò il pescatore.

"Potresti guadagnare più soldi", fu la risposta.
"Così potresti dotare la tua barca di un motore.
Allora potresti spingerti in acque più profonde
e prendere più pesce. Allora avresti abbastanza soldi
per comprare reti di nylon. Queste ti frutterebbero
più pesce e più soldi. Ben presto avresti
abbastanza denaro per possedere due barche...
magari un'intera flotta di barche.
Allora saresti un uomo ricco come me".

"Cosa farei allora?", chiese
il pescatore.

"Allora potresti sederti e goderti la vita",
rispose l'industriale.

"Cosa pensi che stia facendo
in questo preciso momento?",
disse il pescatore soddisfatto.

^^^

Buona Vita a tutti,

s
sergio is offline  
Vecchio 16-10-2006, 14.19.25   #2
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: C O N T E N T A M E N T O ...

Citazione:
Originalmente inviato da sergio
IL PESCATORE SODDISFATTO
(di Anthony De Mello, tratto da "Il canto degli uccelli")

Il ricco industriale del nord rimase inorridito
trovando il pescatore del sud
pigramente sdraiato accanto alla sua barca
a fumare la pipa.

"Perchè non sei in mare a pescare?",
gli chiese l'industriale.

"Perchè ho preso abbastanza pesce per oggi",
disse il pescatore.

"Perchè non ne prendi più di quanto te ne serve?"
chiese l'industriale.

"Cosa ne dovrei fare?", domandò il pescatore.

"Potresti guadagnare più soldi", fu la risposta.
"Così potresti dotare la tua barca di un motore.
Allora potresti spingerti in acque più profonde
e prendere più pesce. Allora avresti abbastanza soldi
per comprare reti di nylon. Queste ti frutterebbero
più pesce e più soldi. Ben presto avresti
abbastanza denaro per possedere due barche...
magari un'intera flotta di barche.
Allora saresti un uomo ricco come me".

"Cosa farei allora?", chiese
il pescatore.

"Allora potresti sederti e goderti la vita",
rispose l'industriale.

"Cosa pensi che stia facendo
in questo preciso momento?",
disse il pescatore soddisfatto.

^^^

Buona Vita a tutti,

s

Da questa storiella evinco che l’obiettivo comune di entrambi, l’industriale ed il pescatore, è quello di:
“Potersi sedere e godere la vita”.

Il pescatore, nella sua povertà, è seduto e si sta godendo la vita…
…ma anche l’industriale è seduto e si sta godendo la vita, nell’ipotesi futura di diventare molto più ricco e…
…potersi sedere e godere la vita.
Nessuno dei due sta sbagliando; entrambi stanno vivendo la loro vita. Ognuno a modo suo e non si scambierebbero mai i ruoli.

L’errore non risiede nemmeno nella persona che erge a maestro di vita uno dei due in quanto significa che a costui, la qualità di allievo, gli permette di essere seduto e godersi la vita.

Brutt'affare diventa quando ad un certo punto ci si accorge che abbiamo sempre condotto una vita da industriali pur essendo dei pescatori...e viceversa.

Tutti siamo un po’ pescatori, tutti siamo un po’ industriali.
maxim is offline  
Vecchio 17-10-2006, 17.25.15   #3
sergio
yoga non si fa, yoga si è
 
Data registrazione: 05-04-2005
Messaggi: 149
Riferimento: C O N T E N T A M E N T O ...

bravo !

sì...

ognuno di noi è in parte industriale ( e non necessariamente perchè mosso dal proprio ego...) ed in parte pescatore ( enon perchè mosso dal suo lassismo...)...

BENE...

che fare allora se non accettare ogni componente di se stesso ????
sergio is offline  
Vecchio 18-10-2006, 01.36.11   #4
Weyl
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 23-02-2005
Messaggi: 728
Riferimento: C O N T E N T A M E N T O ...

Citazione:
Originalmente inviato da sergio
IL PESCATORE SODDISFATTO
(di Anthony De Mello, tratto da "Il canto degli uccelli")

Il ricco industriale del nord rimase inorridito
trovando il pescatore del sud
pigramente sdraiato accanto alla sua barca
a fumare la pipa.

"Perchè non sei in mare a pescare?",
gli chiese l'industriale.

"Perchè ho preso abbastanza pesce per oggi",
disse il pescatore.

"Perchè non ne prendi più di quanto te ne serve?"
chiese l'industriale.

"Cosa ne dovrei fare?", domandò il pescatore.

"Potresti guadagnare più soldi", fu la risposta.
"Così potresti dotare la tua barca di un motore.
Allora potresti spingerti in acque più profonde
e prendere più pesce. Allora avresti abbastanza soldi
per comprare reti di nylon. Queste ti frutterebbero
più pesce e più soldi. Ben presto avresti
abbastanza denaro per possedere due barche...
magari un'intera flotta di barche.
Allora saresti un uomo ricco come me".

"Cosa farei allora?", chiese
il pescatore.

"Allora potresti sederti e goderti la vita",
rispose l'industriale.

"Cosa pensi che stia facendo
in questo preciso momento?",
disse il pescatore soddisfatto.

^^^

Buona Vita a tutti,

s

"E cosa farai, domani?"
Concluse l'industriale, ma il pescatore dormiva.
Weyl is offline  
Vecchio 18-10-2006, 08.29.16   #5
sergio
yoga non si fa, yoga si è
 
Data registrazione: 05-04-2005
Messaggi: 149
Riferimento: C O N T E N T A M E N T O ...

come se il domani dovesse per forza esserci,
come se fosse così scontato che ad oggi debba seguire un domani...

mi vengono allora in mente le storie di quelle morti improvvise, non "annunciate"...

e se vai a vedere ognuna di queste persone stava facendo le cose di ogni giorni, si stava impegnando per le cose di domani...

allora come sarebbe meglio comportarsi se non tentando di godersi il momento che si sta vivendo???
sergio is offline  
Vecchio 19-10-2006, 03.06.41   #6
Weyl
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 23-02-2005
Messaggi: 728
Riferimento: C O N T E N T A M E N T O ...

Citazione:
Originalmente inviato da sergio
come se il domani dovesse per forza esserci,
come se fosse così scontato che ad oggi debba seguire un domani...

mi vengono allora in mente le storie di quelle morti improvvise, non "annunciate"...

e se vai a vedere ognuna di queste persone stava facendo le cose di ogni giorni, si stava impegnando per le cose di domani...

allora come sarebbe meglio comportarsi se non tentando di godersi il momento che si sta vivendo???

E come ci si abbandona al sonno?
Come... se non concependo, con fiducia, il sentimento di un risveglio?
Ricorda, caro amico, che se il racconto di De Mello voleva parafrasare lo scritto evangelico per cui "ogni giorno ha la sua croce" e, dunque, eccessivo il nostro vivere in funzione del domani...
Beh..., vivere "per" il dopo è sbagliato.
Ma è sbagliato anche il vivere "come se" il dopo non ci fosse.
Ricorda la parabola dei talenti.
De Mello se l'era scordata.
Weyl is offline  
Vecchio 19-10-2006, 18.12.49   #7
S.B.
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-04-2006
Messaggi: 486
Riferimento: C O N T E N T A M E N T O ...

Citazione:
Originalmente inviato da sergio
come se il domani dovesse per forza esserci,
come se fosse così scontato che ad oggi debba seguire un domani...

mi vengono allora in mente le storie di quelle morti improvvise, non "annunciate"...

e se vai a vedere ognuna di queste persone stava facendo le cose di ogni giorni, si stava impegnando per le cose di domani...

allora come sarebbe meglio comportarsi se non tentando di godersi il momento che si sta vivendo???

Però per dire questo devi partire da almeno due presupposti non del tutto scontati:
1.Che l'industriale non stia già vivendo al meglio, o almeno per quello che la sua persona ritiene essere il meglio, la sua vita.
Cioè il suo "vivere" potrebbe identificarsi con la strada/lo sviluppo verso una condizione di arrivo/compimento della propria vita che in realtà è solo un, per dirla in termini filosofici, motore immobile verso cui tutto l'uomo tende, pur essendo irraggiungibile.

2.Che tutti gli uomini provino felicità, o almeno siano soddisfatti, nello stesso modo, delle stesse cose.

Bella favola comunque!
S.B. is offline  
Vecchio 19-10-2006, 21.49.43   #8
Lucy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 212
Riferimento: C O N T E N T A M E N T O ...

Buona sera, signori.

Una piccola complicazione, se posso:

il pescatore e l´índustriale si godano la vita e un giorno arriva un tsunami e distrugge tutte le barche.

Il pescatore diventa un poveraccio e non può più godersi la vita. Diventa un mendicante.

L´industriale compra una nuova barca e continua di godersi la vita.
Pero non è una bestia. Quando vede il pescatore gli da 10 euro con un sorriso gentile, senza ironia nessuna.
Lucy is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it