Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 22-01-2007, 10.59.28   #1
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Talking domanda alla gigi marzullo (attori nella commedia della vita per scelta?)

secondo voi...siamo noi a recitare una parte,che ci piaccia oppure no,nella commedia della vita o e' la vita che ci induce a recitare una parte?
acquario69 is offline  
Vecchio 22-01-2007, 12.11.50   #2
sangarre
Ospite abituale
 
L'avatar di sangarre
 
Data registrazione: 10-01-2007
Messaggi: 58
Wink Riferimento: domanda alla gigi marzullo (attori nella commedia della vita per scelta?)

Siamo attori di un copione già scritto antecedentemente, e, mentre recitiamo, scriviamo inconsapevolmente il copione prossimo venturo...
Troppo marzulliana, la riposta?
sangarre is offline  
Vecchio 22-01-2007, 14.54.55   #3
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Riferimento: domanda alla gigi marzullo (attori nella commedia della vita per scelta?)

Citazione:
Originalmente inviato da sangarre
Siamo attori di un copione già scritto antecedentemente, e, mentre recitiamo, scriviamo inconsapevolmente il copione prossimo venturo...
Troppo marzulliana, la riposta?
Noto una contraddizione nella tua risposta: se siamo attori che recitano un copione già scritto antecedentemente (e sono d'accordo) come possiamo dar luogo ad un copione prossimo venturo?

In altre parole: il copione prossimo venturo o è già scritto anch'esso o comunque sarà scritto in modo....diciamo automatico. Indipendente insomma dalla nostra volontà.
freedom is offline  
Vecchio 22-01-2007, 16.38.06   #4
sangarre
Ospite abituale
 
L'avatar di sangarre
 
Data registrazione: 10-01-2007
Messaggi: 58
Red face Riferimento: domanda alla gigi marzullo (attori nella commedia della vita per scelta?)

Sostanzialmente d'accordo: la scrittura è più o meno automatica, rispondente alla legge di causa-effetto. Diventarne, ad un certo punto, eventualmente consapevoli, non cambia di molto le cose, dato che agiamo in preda ad automatismi generati dalla nostra personalità (determinata), al nostro carattere (anch'esso predeterminato da eredità genetiche ed altro), e dalle nostre esperienze pregresse, che a loro volta ci determinano, in una concatenazione infinita ed inesorabile.
Marzullo sarebbe già stramazzato a terra, a questo punto, credo....
sangarre is offline  
Vecchio 22-01-2007, 17.47.15   #5
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: domanda alla gigi marzullo (attori nella commedia della vita per scelta?)

Diciamo che c'è un canovaccio già steso dalla storia recente su cui recitare "a soggetto" per tessere il canovaccio per i giorni prossimi a venire?
Lucio Musto is offline  
Vecchio 22-01-2007, 20.08.14   #6
amidar
Ospite abituale
 
L'avatar di amidar
 
Data registrazione: 13-03-2006
Messaggi: 239
Riferimento: domanda alla gigi marzullo (attori nella commedia della vita per scelta?)

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
secondo voi...siamo noi a recitare una parte,che ci piaccia oppure no,nella commedia della vita o e' la vita che ci induce a recitare una parte?

Secondo me è la vita che prima ci porta a recitare una parte...solo che poi ci identifichiamo talmente tanto nel personaggio che perdiamo di vista chi siamo veramente.
amidar is offline  
Vecchio 23-01-2007, 02.48.55   #7
ricox
Ospite
 
Data registrazione: 23-01-2007
Messaggi: 6
Riferimento: domanda alla gigi marzullo (attori nella commedia della vita per scelta?

secondo me la prima risposta di sangarre è giustissima in tutto e per tutto........
cioè viviamo un copione scritto antecedentemente ma allo stesso tempo ne scriviamo uno prossimo venturo non per noi........ ma per chi non siamo stati e avremmo voluto essere cioè i nostri figli........ in teoria dovrebbe filare questa tesi....
ricox is offline  
Vecchio 26-01-2007, 18.31.51   #8
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Riferimento: domanda alla gigi marzullo (attori nella commedia della vita per scelta?)

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
secondo voi...siamo noi a recitare una parte,che ci piaccia oppure no,nella commedia della vita o e' la vita che ci induce a recitare una parte?



Questa domanda me la sono posta molte volte.
Per esperienza sono portata a dire che è la vita che ci propone un determinato copione da recitare.
Parlare di "vita" è un po' vago; sono le nostre radici, la nostra eredità generazionale, le aspettativa dei nostri genitroi, il tessuto sociale in cui vivamo che questo copione l'hanno scritto, giorno per giorno, ancora prima che venissimo al mondo noi stessi.
Abbiamo la nostra parte da recitare prima ancora di nascere.
Ed è importante scoprire di quale parte esattamente si tratti; quale sia il ruolo che inconsapevolmente, sotto il peso di copioni vecchi di generazioni, stiamo recitando.
Una volta decifrato (per quanto possibile) il nostro personale copione, possiamo anche scegliere di continuare a recitarlo; almeno però gran parte delle cose che riempiono la nostra vita acquisteranno un "perchè", un "da quando" e un "da dove"; non è poco.

Rompere invece il copione, smettere di recitare la parte (per iniziare dopo un breve momento di libertà a recitarne un'altra) significa correre il rischio di far saltare tutta la scena; può venir giù l'intero teatro per una cosa del genere. Rotto un copione, automaticamente si sflaldano tutti i copioni che sono a questo attinenti e vicini; tutti gli attori infatti sono coinvolti in una scena unitaria, fluida, una totalità. Se casca un pezzo, tutta la scena muta. Abbiamo una grande responsabilità/possibilità in quanto attori.
odissea is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it