Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 11-03-2007, 17.02.24   #1
sognolucido
Ospite
 
Data registrazione: 10-03-2007
Messaggi: 9
Quando la passione diventa un optional...

Ciao a tutti,sono nuova,e vorrei confrontarmi con voi su una situazione che sto vivendo. Ho 34 anni e convivo da alcuni anni con il mio compagno che amo e con cui sento di avere un rapporto davvero unico che non vorrei mai perdere.Tuttavia tra noi manca una componente che generalmente viene considerata indispensabile in un rapporto di coppia:ossia non c'è passione..non c'è desiderio a livello sessuale. So che stando insieme da tanti anni(prima della convivenza abbiamo avuto un lungo fidanzamento),e conoscendoci ormai alla perfezione,è normale che si attenui la passione,ma ciò che mi fa sentire più strana è che la cosa sembra preoccupare soltanto me. Ho cercato di parlarne più volte con lui,ho cercato di superare quel lato del mio carattere che mi spinge ad attendere qualcosa piuttosto che cercarla...ma sapendo bene che in una coppia è importante parlare anche delle cose che ci vengono più difficili,perchè il silenzio non fa che aumentare le distanze,ho cercato di farlo e di capire come lui stava vivendo tutto ciò. Ogni volta mi ha risposto che non c'era alcun problema,era solo molto stressato dal lavoro,ma il suo desiderio nei miei confronti non era cambiato. Solo che dopo è sempre tornato tutto come prima. Tanto che mi sono stancata...non gli dico più niente,ho in qualche modo gettato la spugna ,anche perchè pure io mi sento molto "spenta" da quel punto di vista,e avrei bisogno di un suo incoraggiamento...ma la sua reticenza anche solo nel parlarne mi smonta completamente. Mi sento di escludere la presenza di un altra donna perchè paradossalmente lo sento vicino come non mai in questo ultimo periodo.Abbiamo superato dei momenti difficilissimi e questo ha rafforzato la nostra unione.Tra noi c'è moltissimo affetto,sento il suo amore in ogni suo gesto e in ogni sua parola,e in certi momenti penso che non me ne frega niente di tutto il resto,ma poi in altri cado in confusione,perchè ho paura che questa cosa prima o poi ci metterà in crisi.Ci sono mille riviste che parlano di come è possibile far rinascere la passione in una coppia,ma è davvero possibile?soprattutto quando senti che all'altra persona forse non importa neanche?Parlandone qui non spero di trovare delle soluzioni,ma forse le vostre opinioni mi aiuteranno a guardare il tutto sotto un'altra luce e ad essere più obiettiva. Un grazie anticipato a chiunque vorra darmi un suo parere.
sognolucido is offline  
Vecchio 12-03-2007, 17.24.17   #2
individuo
Ospite abituale
 
L'avatar di individuo
 
Data registrazione: 09-09-2006
Messaggi: 184
Riferimento: Quando la passione diventa un optional...

In questo periodo della mia vita mi sono reso conto che la solitudine ha accentuato notevolmente il mio desiderio di intimità con le donne, intimità non solo a livello sessuale ma a tutti i livelli.

Mi è capitato di imbattermi nella situazione da te descritta e ti devo dire che ciò avveniva a causa di un mio errato comportamento...ovvero tendevo a dare per scontata la ragazza con cui stavo nonostante mi piacesse davvero tanto e questo affievoliva la mia gioia del solo starle accanto precludendo poi quel desiderio sessuale di cui parli, ma precludendo SOPRATTUTTO ripeto la gioia di stare con lei.

A causa del mio carattere e schiacciato dalla quotidianità avevo perso anch'io il desiderio.

Dire manca la passione o il desiderio sessuale, anche se state bene insieme e vi sentite sicuri significa secondo me dire che è già venuta a mancare intimità comunicativa ad un altro livello ed è li che bisogna guardare.



C'è una storiella orientale che narra:
Un uomo era in cura da un dottore perchè non provava più alcun desiderio sessuale per sua moglie. Il dottore gli diede dei " mantra " da ripetere prima di farlo con sua moglie. Rapidamente il desiderio nell'uomo cambiò, cosi un giorno la moglie di nascosto incuriosita dal miglioramento del marito si accostò alla porta per sentire quali mantra potesse mai ripetere il marito e udì: non è mia moglie... non è mia moglie...non è mia moglie...non è mia moglie...
( l'ho tagliata ma credo che il senso si capisca )

Ultima modifica di individuo : 12-03-2007 alle ore 18.47.29.
individuo is offline  
Vecchio 13-03-2007, 09.20.40   #3
pallina
...il rumore del mare...
 
Data registrazione: 15-01-2007
Messaggi: 279
Riferimento: Quando la passione diventa un optional...

Nelle coppie "datate" c'è la necessità di trovare, al proprio interno, man mano che il tempo passa, novità e cambiamento. La passione è cosa diversa dall'amore. E va vissuta prima di tutto con la testa.

Ha ragione Individuo quando scrive:

Dire manca la passione o il desiderio sessuale, anche se state bene insieme e vi sentite sicuri significa secondo me dire che è già venuta a mancare intimità comunicativa ad un altro livello ed è li che bisogna guardare.

perchè se è indubbio che è praticamente impossibile ricreare quella eccitante sensazione "di avere le farfalle nello stomaco" che tutti prima o poi hanno provato, è anche vero che dopo anni la passione può continuare ad esistere ma deve essere coltivata appunto "dentro la nostra testa".

Un esempio? Cercare di vedere il nostro uomo "spogliato" dai tanti abiti che ogni giorno indossa: quello di marito, padre, lavoratore, fuori, insomma, da ogni contesto conosciuto......e vederlo semplicemente come uomo capace ancora di stupirci, di emozionarci....Cercando anche noi (donne) di non essere mai scontate ai suoi occhi....Dovremmo introdurre ogni tanto nel rapporto un pò di mistero, un pizzico di incertezza e di curiosità. E penso che in quanto donne dovremmo essere capaci di farlo... ....Il desiderio non va d'accordo con l'abitudine, la monotonia.....L'erotismo vive di sorprese e di imprevisti. La passione si nutre di tutti e due.....di tutti e due ha bisogno.

Nel mio piccolo posso dire che se si è "caratterialmente" dei passionali lo si continua ad essere anche dopo tanto tempo. Se qualcosa viene a mancare è sempre bene capire perchè, ricordando a noi stessi in tutta sincerità che, soprattutto in amore, spesso vediamo solo ciò che vogliamo vedere e ciò che sopportiamo di vedere.....

pallina is offline  
Vecchio 13-03-2007, 13.13.10   #4
Disat
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 10-03-2007
Messaggi: 40
Riferimento: Quando la passione diventa un optional...

Ciao Sognolucido,

sono nuova del forum; ancora non ho ben chiaro come funziona. Comunque ho letto questa discussione (una delle prime che leggo) e l'ho trovata interessante.
Vorrei aggiungere un mio parere, se ti va.
Io credo che il desiderio sessuale e la seduzione vada coltivata sempre; anche dopo diversi anni di vita insieme (io sono sposata da 7 anni dopo 7 anni di fidanzamento) e ti posso affermare con assoluta certezza che la componente seduttiva non è una cosa che viene automatica, ma è un sentimento che va diminuendo con il tempo e che quindi ha bisogno sempre di nuovi stimoli per riaccendersi. Questo vale anche per il desiderio sessuale che non è sempre uguale nell'arco della vita.
Molte coppie invece, dopo gli entusiasmi iniziali, preferiscono adagiarsi sugli allori... ma è proprio lì che si sbaglia.
La fiamma della passione va tenuta accesa sempre, anche quando gli anni passano. Il desiderio va coltivato perché non è mai una cosa automatica. E' bello continuare a rendersi attraenti e sensuali agli occhi del partner, ne giova il rapporto di coppia stesso.
Se ciò non avviene si può correre il rischio di trasformare l'amore in affetto, magari e di perdere quella sensazione di "innamoramento" tipica dei primi periodi di vita insieme. La componente sessuale è soggetta a cambiamenti. Ad esempio, durante la gravidanza e l'allattamento non si prova tanto desiderio sessuale; durante i periodi di malinconia e di depressione. L'ansia e le preoccupazioni sono nemiche di una felice vita sessuale.
E bisogna prima di tutto abbattere il nemico prima di affermare di "aver perso il desiderio".
Se il partner tutto ad un tratto diventa indifferente alla seduzione, forse può dipendere dal fatto che non si è fatto nulla o si è fatto poco per coltivare la passione. Quindi, meglio non adagiarsi sugli allori e cercare sempre di "sorprendere" il partner, a qualunque età e in qualunque momento sia possibile.
Ma non solo curando l'aspetto fisico e mettendo le gonne, come si può pensare all'istante... la seduzione è fatta anche di sguardi, di intelligenza, di complicità reciproca. Se si tengono vive tutte queste cose, il rapporto stesso ci guadagna.
In definitiva, mai dare nulla per scontato. Continuare a scoprirsi invece è bellissimo e può essere un gioco intrigante. Da non confondere con l'eterno innamoramento, perché quello un po' passando gli anni, si perde.
E' inevitabile. Lascia poi lo spazio all'amore vero, quello solido, fatto anche di gioia e dolori e della vita quotidiana.
Un abbraccio!
Disat is offline  
Vecchio 13-03-2007, 16.16.01   #5
sognolucido
Ospite
 
Data registrazione: 10-03-2007
Messaggi: 9
Riferimento: Quando la passione diventa un optional...

Ciao..e grazie mille per il vostro parere. Capisco e condivido le cose che mi avete detto,e mi rendo conto che gli anni che passano,la quotidianità,e tutte quelle cose che naturalmente ci allontanano dal piacere della scoperta,fanno si che la passione si attenui notevolmente.Ho letto su una rivista che il principale errore che commettiamo è di credere di conoscere tutto della persona che abbiamo accanto,ma che in realtà ciò non sarà mai vero,dal momento che siamo sconosciuti persino a noi stessi.Io teoricamente credo di sapere alla perfezione tutte le cose che si devono fare per mantenere vivo un rapporto,e che giustamente mi avete ricordato anche voi,ma poi nella pratica mi rendo conto di essere come bloccata.Forse perchè ci sono dei momenti in cui io ho cercato di ricreare delle situazioni piacevoli tra noi,e le emozioni che ho provato sono state molto intense e condivise da lui.Per me quelle erano delle piccole conferme che il nostro rapporto non stava definitivamente diventando tipo fratello e sorella,e forse mi sarei aspettata che anche lui sentisse il desiderio di ricercare quei momenti,dal momento che non è più così facile aspettare che arrivino naturalmente,e invece così non è stato e la cosa mi ha delusa.Sicuramente avete ragione,da quel punto di vista non siamo più in grado di comunicare.E la cosa che mi rattrista di più è che io sto cercando di capire mentre vedo lui come se nemmeno si rendesse conto che qualcosa nel nostro rapporto manca.Forse sta solo cercando di nasconderlo anche a se stesso.Forse quello che gli manca lo sta cercando altrove come fa la maggior parte delle persone.Non lo so...sono molto confusa e abbastanza scoraggiata.
sognolucido is offline  
Vecchio 13-03-2007, 19.11.46   #6
individuo
Ospite abituale
 
L'avatar di individuo
 
Data registrazione: 09-09-2006
Messaggi: 184
Riferimento: Quando la passione diventa un optional...

Citazione:
Originalmente inviato da sognolucido
Ciao..e grazie mille per il vostro parere. Capisco e condivido le cose che mi avete detto,e mi rendo conto che gli anni che passano,la quotidianità,e tutte quelle cose che naturalmente ci allontanano dal piacere della scoperta,fanno si che la passione si attenui notevolmente.Ho letto su una rivista che il principale errore che commettiamo è di credere di conoscere tutto della persona che abbiamo accanto,ma che in realtà ciò non sarà mai vero,dal momento che siamo sconosciuti persino a noi stessi.Io teoricamente credo di sapere alla perfezione tutte le cose che si devono fare per mantenere vivo un rapporto,e che giustamente mi avete ricordato anche voi,ma poi nella pratica mi rendo conto di essere come bloccata.Forse perchè ci sono dei momenti in cui io ho cercato di ricreare delle situazioni piacevoli tra noi,e le emozioni che ho provato sono state molto intense e condivise da lui.Per me quelle erano delle piccole conferme che il nostro rapporto non stava definitivamente diventando tipo fratello e sorella,e forse mi sarei aspettata che anche lui sentisse il desiderio di ricercare quei momenti,dal momento che non è più così facile aspettare che arrivino naturalmente,e invece così non è stato e la cosa mi ha delusa.Sicuramente avete ragione,da quel punto di vista non siamo più in grado di comunicare.E la cosa che mi rattrista di più è che io sto cercando di capire mentre vedo lui come se nemmeno si rendesse conto che qualcosa nel nostro rapporto manca.Forse sta solo cercando di nasconderlo anche a se stesso.Forse quello che gli manca lo sta cercando altrove come fa la maggior parte delle persone.Non lo so...sono molto confusa e abbastanza scoraggiata.



" E la cosa che mi rattrista di più è che io sto cercando di capire mentre vedo lui come se nemmeno si rendesse conto che qualcosa nel nostro rapporto manca.Forse sta solo cercando di nasconderlo anche a se stesso.Forse quello che gli manca lo sta cercando altrove come fa la maggior parte delle persone.Non lo so...sono molto confusa e abbastanza scoraggiata. "

...il suo mi sembra un pò il tipico atteggiamento maschile.

...anch'io non credo nei rimedi delle gonne, o della lingerie sexy...almeno a lungo a termine...un rapporto è una cosa molto delicata, visto quanto già è delicato il rapporto con noi stessi...con questo voglio dire che magari il problema è che non si è arrestato solo il suo trasporto verso di te... potrebbe essersi " inceppato " qualcosa in lui ( potrebbe, non ne sono sicuro ) più in generale ( hai infatti parlato di suo stress )...occorre essere molto attenti a dove stà realmente il problema...e non vedere solo le conseguenze...certo è che il fatto che lui non veda o non voglia vedere è già un segno di qualcos'altro e qui forse occorrerebbe parlare con lui... non conosco il vostro rapporto ma fatto con il giusto tatto per non caricare tutto sulle tue spalle e sentirti ancora più sola in questa situazione, è sicuramente la cosa giusta...
mi rendo conto comunque che non è una cosa semplice...ma lo diventa ancor di più se da parte dell'altro non c'è nemmeno la consapevolezza di quello che sta succedendo...

Ultima modifica di individuo : 14-03-2007 alle ore 10.46.54.
individuo is offline  
Vecchio 13-03-2007, 20.17.05   #7
aurora
.
 
L'avatar di aurora
 
Data registrazione: 03-07-2006
Messaggi: 250
Riferimento: Quando la passione diventa un optional...

Citazione:
Originalmente inviato da sognolucido
. Ho 34 anni e convivo da alcuni anni con il mio compagno che amo e con cui sento di avere un rapporto davvero unico che non vorrei mai perdere.Tuttavia tra noi manca una componente che generalmente viene considerata indispensabile in un rapporto di coppia:ossia non c'è passione..non c'è desiderio a livello sessuale. .

Ciao,
mi ha molto colpita quello che tu dici. Nel passato non si avevano rapporti sessuali prima del matrimonio e questo facilitava la conoscenza caratteriale (in parte) ed aumentava la portata del sentimento, soprattutto nell'uomo che, cosa strana, ama di piu' se non c'è il sesso.Poi nel matrimonio si aveva il completamento.
oggi sta succedendo il contrario, come se si volesse riscoprire il lato sentimentale de rapporto o come se l'uomo volesse idealizzare la donna amata.
Io ti consiglio di affrontare la questione con il tuo uomo, perche' a 34 anni rinunciare al sesso mi sembra un po' prestino.
Non e' detto che un bel litigio non faccia riaffiorare la passionalita' spenta dalla troppa comprensione....non voglio mettere zizzania, beninteso!!
comunque se ti ama non aver paura di perderlo, l'amore e' l'unica vera catena tra gli esseri umani.
ciao
aurora is offline  
Vecchio 13-03-2007, 23.27.53   #8
Weyl
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 23-02-2005
Messaggi: 728
Riferimento: Quando la passione diventa un optional...

Citazione:
Originalmente inviato da sognolucido
Ciao..e grazie mille per il vostro parere. Capisco e condivido le cose che mi avete detto,e mi rendo conto che gli anni che passano,la quotidianità,e tutte quelle cose che naturalmente ci allontanano dal piacere della scoperta,fanno si che la passione si attenui notevolmente.Ho letto su una rivista che il principale errore che commettiamo è di credere di conoscere tutto della persona che abbiamo accanto,ma che in realtà ciò non sarà mai vero,dal momento che siamo sconosciuti persino a noi stessi.Io teoricamente credo di sapere alla perfezione tutte le cose che si devono fare per mantenere vivo un rapporto,e che giustamente mi avete ricordato anche voi,ma poi nella pratica mi rendo conto di essere come bloccata.Forse perchè ci sono dei momenti in cui io ho cercato di ricreare delle situazioni piacevoli tra noi,e le emozioni che ho provato sono state molto intense e condivise da lui.Per me quelle erano delle piccole conferme che il nostro rapporto non stava definitivamente diventando tipo fratello e sorella,e forse mi sarei aspettata che anche lui sentisse il desiderio di ricercare quei momenti,dal momento che non è più così facile aspettare che arrivino naturalmente,e invece così non è stato e la cosa mi ha delusa.Sicuramente avete ragione,da quel punto di vista non siamo più in grado di comunicare.E la cosa che mi rattrista di più è che io sto cercando di capire mentre vedo lui come se nemmeno si rendesse conto che qualcosa nel nostro rapporto manca.Forse sta solo cercando di nasconderlo anche a se stesso.Forse quello che gli manca lo sta cercando altrove come fa la maggior parte delle persone.Non lo so...sono molto confusa e abbastanza scoraggiata.

Per quel che può valere... ti darei un consiglio personale.
Non c'è nulla di strano, a parer mio, nel venir meno del desiderio sessuale in una coppia, dopo un certo tempo di convivenza.
Ciò accade quasi sempre al "lui" della coppia.
La "lei" tende quasi sempre a concludere che ciò dipenda dal fatto di essere divenuta "scontata" e "banale" agli occhi di "lui".
Così, accade (quasi sempre) che "lei" si faccia insicura, se non della fedeltà, del reale coinvolgimento affettivo di "lui" nel rapporto di coppia.
Con il tempo, superate le prime titubanze, lei comincia a farsi progressivamente più diffidente ed aggressiva, provocando, involontariamente, un crescente fastidio in lui.
Tale fastidio viene letto da lei come "conferma" dei suoi più intimi sospetti, ossia del fatto che lui ha perso interesse, coinvolgimento e passione.
A questo punto il gioco è fatto: salvo miracoli, si va dritti alla fine del rapporto.
L'aspetto più interessante di questo intero percorso è che esso ha inizio, quasi sempre, da una donna che, quasi sempre, non nutre poi tutto quell'interesse per l'atto sessuale in sè, e ne farebbe tranquillamente a meno.
Ed è assecondato da un uomo che, nel venir meno di quella passione attrattiva per il corpo della sua partner, percepisce, in realtà, una crescita ed un consolidamento sostanziale del rapporto.

Il fatto è che, se gli uomini poco capiscono delle donne, queste meno ancora comprendono della psicologia maschile.
Care ragazze, la fase del "corteggiamento" (sostenuta soprattutto da sublimazioni del desiderio sessuale nudo e crudo) vi illude della possibilità di un partner che veda in voi qualcosa di sovrumano: ma se osservate il comportamento di un uomo innamorato, e lo fate con un adeguato e critico distacco, vedrete solo un essere umano che si umilia e si mortifica, senza dignità, di fronte ad un altro essere umano.
In realtà, nè voi divenite delle dee, nè l'uomo (il maschio) vale così poco.
Non si tratta che di strategie finalizzate a consentire la vostra disponibilità sessuale.
La verità, vedete, è la seguente: solo quando avrete "intimamente" accettato il vostro partner dal punto di vista sessuale, solo allora conoscerete davvero l'uomo che avete accanto.
Ma ciò non coincide affatto con una "perdita" dell'intensità del rapporto: al contrario, la coppia solo a quel punto può aprirsi ad un rapporto equipotente ed all'autenticità delle proprie potenzialità progettuali.

Vedi, io credo che la sessualità nella coppia vada "demistificata": non è affatto il cardine intorno al quale ruota la relazione.
Il vero centro è la "progettualità", che significa amalgama di modi di essere e di sentire dentro una prospettiva ed un punto di vista unitario e nuovo, cui entrambi possano, in realtà, attingere.
La sessualità e la passione sono solo interlocutorie a questo.
Ed è un vero peccato che tante coppie si sfaldino proprio quando giungono alle soglie dell'autenticità.
Weyl is offline  
Vecchio 13-03-2007, 23.49.32   #9
Disat
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 10-03-2007
Messaggi: 40
Riferimento: Quando la passione diventa un optional...

Comunque ragazze...
bisogna stare attente a quando si comincia a perdere interesse e passione verso la persona amata.
Prima o poi, specialmente dopo tanti anni insieme, l'effetto novità-passione-innamoramento finisce (le classiche farfalle nello stomaco) per lasciare il posto all'amore maturo che deve essere alimentato sempre con la seduzione e la passione. Altrimenti si finisce con il tradire e quindi cercare altrove quello che ci manca, o per essere infelici tutta la vita.
Non allarmiamoci quando l'effetto magia si esaurisce; è la prassi, secondo me.
Per far durare una vita un matrimonio ci vuole ben altro, perché appunto si deve gioire e soffrire insieme.
Disat is offline  
Vecchio 14-03-2007, 00.51.00   #10
Jade_de_Montaigne
Ospite abituale
 
Data registrazione: 21-02-2007
Messaggi: 131
Riferimento: Quando la passione diventa un optional...

Bhè, al vostro confronto, sono ancora una bambina, si può dire, non posso certo vantare le vostre esperienze, però mi sento di spezzare ugualmente una lancia a favore di chi sostiene che lo stress e le circostanze esterne influiscano pesantemente sulla sfera dell'intimità.
Sono fidanzata da due anni con un coetaneo che adoro e che a sua volta mi ama tanto. 'E successo, in alcuni periodi particolari, come magari quello degli esami di maturità o dei primi esami universitari, che a me interessasse sentirlo vicino a me a livello emotivo e che, parimenti, mi sentissi totalmente demotivata da un punto di vista fisico. Lui credeva che non lo volessi più, che magari avevo conosciuto qualcun'altro, ma non era assolutamente così. A volte, per me, è nettamente più importante sentire il calore della persona che ami e la sua partecipazione emotiva ai tuoi momenti di difficoltà, piuttosto che il suo interesse sessuale! Lo dico perchè un domani, se avremo una famiglia, le difficoltà non saranno poche e non si risolveranno certo andando a letto, ma facendosi forza l'uno con l'altro e andando in contro ai problemi come se fossimo una persona sola.

Forse sogno troppo, ma, a dispetto delle apparenze, sono fortemente romantica e credo ancora all'amore vero, quello che aumenta e si fortifica giorno dopo giorno...

Chissà
Jade_de_Montaigne is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it