Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 03-04-2007, 16.43.40   #11
devil
Ospite
 
L'avatar di devil
 
Data registrazione: 31-01-2007
Messaggi: 20
Riferimento: La difficoltà di esprimere i propri sentimenti

Ciao Actarus, io credo che dovresti darti forza e trovare più fiducia in te stesso proprio quando dici che ci sono persone, donne in particolare, che ti trovano interessante e spiritoso; probabilmente ce ne saranno altre che vanno anche oltre a questo e vedono qualcosa di più. L'importante è che tu sia te stesso, con qualche certezza in più, lasciandoti andare a certe sensazioni ed agendo di conseguenza e se dovesse andarti male non sentirti necessariamente sconfitto, trasforma un pò alla volta i tuoi tentativi timidissimi in approcci più consistenti, sicuramente troverai una donna con cui condividere ciò che desideri e non sarà mai troppo tardi, in bocca al lupo
devil is offline  
Vecchio 03-04-2007, 22.44.18   #12
paolo di abramo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 20-03-2007
Messaggi: 162
Riferimento: La difficoltà di esprimere i propri sentimenti

Io sono peggiore di come ti sei descritto o almeno mi reputo tale.Ho 4 anni meno di te e sono stato con una ragazza durando un anno(comportandomi scioccamente).Però sia prima che dopo quella relazione mi sentivo e mi sento in imbarazzo davanti alle donne .Un duro colpo però lo subivo a 16 anni quando mi sentivo per la prima volta attratto da quelli del mio stesso sesso e ciò durava tutti i giorni e da come la vedo io era l'influenza maligna ,perchè penso che col bene e con l'aiuto di Dio si superano certe cose.Cerco l'aiuto di Dio per trovare la donna giusta,ma non mi faccio avanti alle donne e vado camminando con l'idea del sesso quando stò davanti ad esse,cosa che mi allontana da esse.Qualcuno ,per favore ,dia un consiglio anche a me.
pace
paolo di abramo is offline  
Vecchio 04-04-2007, 11.13.02   #13
lunadanzante
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-12-2006
Messaggi: 62
Riferimento: La difficoltà di esprimere i propri sentimenti

Citazione:
Originalmente inviato da Actarus
Ciao a tutti,vi leggo da qualche tempo e trovo questo forum interessantissimo...
Quello che sto per dirvi forse potrà sembrarvi un po' strano,o forse no,del resto non credo di essere proprio l'unico in queste condizioni...
Ho 28 anni e non ho quasi mai trovato il coraggio di dire a una donna che provo attrazione per lei. Non mi riferisco a una donna in particolare,ma al genere femminile in generale.
Parto sempre dal presupposto che non le interesso,che probabilmente fallirò...lo so che è assurdo e sbagliato ragionare in questo modo,che non ha senso arrendersi senza aver combattuto,che finchè non ci provi non puoi sapere se avrai successo o meno. Tutto questo razionalmente lo so benissimo,eppure quando mi trovo in quel frangente mi sembra un'impresa disperata e quasi sempre lascio perdere,oppure faccio tentativi timidissimi.
E' dura confessare queste cose,perchè alla mia età comincia a diventare veramente pesante una simile situazione.
Eppure la gente che mi conosce dice di trovarmi interessante e spiritoso (parole loro,non mie),forse dovrei partire da questa considerazione per avere più fiducia in me stesso e trovare il coraggio di costruirmi una vita migliore,cioè una vita nella quale non mi autocostringo assurdamente a reprimere i miei sentimenti in continuazione...però credetemi non è affatto facile,anche perchè in un certo senso mi sono abituato a vivere (anzi,a sopravvivere) in questo modo,e non è facile uscirne...
E' come essere prigioniero di me stesso,è esattamente così che mi sento...e queso pensiero avvelena i miei giorni,anche nei momenti di ilarità e felicità è presente in sordina,si fa sentire in qualche modo...
Forse certe esperienze non le ho fatte quand'ero adolescente,e adesso ne pago il prezzo...mi riferisco a quella palestra emozionale alla quale vanno di solito incontro le persone nel momento in cui gli ormoni cominciano a circolare...ed è difficilissimo recuperare adesso (recuperare,che termine orrendo!),però non ho ancora perso del tutto la speranza di vivere una normale vita affettiva,ammesso che ce ne sia una,e sessuale,ammesso che ce ne sia una.
Mi sento come una farfalla che per troppo tempo è rimasta nel bozzolo,e adesso non sa come volare...
Scusate se mi sono dilungato,e se vi sono sembrato lamentoso,vi assicuro che di persona non sono così noioso o lamentoso come posso essere apparso qui,però ho deciso lo stesso di parlarne con qualcuno non solo di persona,ma anche in forma semianonima (semianonima perchè secondo me,ogni volta che uno scrive su un qualsiasi argomento,non può fare a meno di raccontare sè stesso,il prorpio io,e così facendo si apre agli altri e si fa conoscere,diventando sempre meno un estraneo)su un forum di Internet,e ho scelto voi perchè mi sembrate tutti persone intelligenti ed assennate,anche perchè penso che parlare di un problema sia un passo importante per risolverlo.


Un saluto a chiunque mi abbia letto e a chi vorrà rispondermi.

Ciao Actarus,
credo che il tuo problema sia, in realtà, un non problema, continua a vivere la tua vita, senza farti prendere dall’ansia di “avere una ragazza”, non c’è un’età precisa per innamorarsi o per vivere una storia affettiva, anche se oggi sembra che tutto debba avvenire in fretta per rientrare nella cosiddetta normalità, in realtà non è così, ognuno ha i suoi tempi, tu hai i tuoi. Probabilmente devi solo imparare ad amarti un po' di più, ad avere una maggiore fiducia in te, nella persona che sei, vedrai che tutto il resto verrà di conseguenza.

Un saluto.
lunadanzante is offline  
Vecchio 04-04-2007, 12.14.57   #14
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Riferimento: La difficoltà di esprimere i propri sentimenti

Citazione:
Originalmente inviato da Actarus
Ciao a tutti,vi leggo da qualche tempo e trovo questo forum interessantissimo...
Quello che sto per dirvi forse potrà sembrarvi un po' strano,o forse no,del resto non credo di essere proprio l'unico in queste condizioni...
Ho 28 anni e non ho quasi mai trovato il coraggio di dire a una donna che provo attrazione per lei. Non mi riferisco a una donna in particolare,ma al genere femminile in generale.
Parto sempre dal presupposto che non le interesso,che probabilmente fallirò...lo so che è assurdo e sbagliato ragionare in questo modo,che non ha senso arrendersi senza aver combattuto,che finchè non ci provi non puoi sapere se avrai successo o meno. Tutto questo razionalmente lo so benissimo,eppure quando mi trovo in quel frangente mi sembra un'impresa disperata e quasi sempre lascio perdere,oppure faccio tentativi timidissimi.
E' dura confessare queste cose,perchè alla mia età comincia a diventare veramente pesante una simile situazione.
Eppure la gente che mi conosce dice di trovarmi interessante e spiritoso (parole loro,non mie),forse dovrei partire da questa considerazione per avere più fiducia in me stesso e trovare il coraggio di costruirmi una vita migliore,cioè una vita nella quale non mi autocostringo assurdamente a reprimere i miei sentimenti in continuazione...però credetemi non è affatto facile,anche perchè in un certo senso mi sono abituato a vivere (anzi,a sopravvivere) in questo modo,e non è facile uscirne...
E' come essere prigioniero di me stesso,è esattamente così che mi sento...e queso pensiero avvelena i miei giorni,anche nei momenti di ilarità e felicità è presente in sordina,si fa sentire in qualche modo...
Forse certe esperienze non le ho fatte quand'ero adolescente,e adesso ne pago il prezzo...mi riferisco a quella palestra emozionale alla quale vanno di solito incontro le persone nel momento in cui gli ormoni cominciano a circolare...ed è difficilissimo recuperare adesso (recuperare,che termine orrendo!),però non ho ancora perso del tutto la speranza di vivere una normale vita affettiva,ammesso che ce ne sia una,e sessuale,ammesso che ce ne sia una.
Mi sento come una farfalla che per troppo tempo è rimasta nel bozzolo,e adesso non sa come volare...
Scusate se mi sono dilungato,e se vi sono sembrato lamentoso,vi assicuro che di persona non sono così noioso o lamentoso come posso essere apparso qui,però ho deciso lo stesso di parlarne con qualcuno non solo di persona,ma anche in forma semianonima (semianonima perchè secondo me,ogni volta che uno scrive su un qualsiasi argomento,non può fare a meno di raccontare sè stesso,il prorpio io,e così facendo si apre agli altri e si fa conoscere,diventando sempre meno un estraneo)su un forum di Internet,e ho scelto voi perchè mi sembrate tutti persone intelligenti ed assennate,anche perchè penso che parlare di un problema sia un passo importante per risolverlo.


Un saluto a chiunque mi abbia letto e a chi vorrà rispondermi.

Ciao,

secondo me per esprimere i nostri sentimenti, prima di tutto, dobbiamo riconoscerli.
E' importante capire cosa stai provando mentre lo stai provando.
Per esprimere i nostri sentimenti dobbiamo prima accettarli, dopo aver capito cosa provi devi accettare cosa stai provando, poniamo per una donna.
Quando avrai accettato quel sentimento, o emozione, come facente parte di te, non sarà più un problema esprimerlo perché cesserà di avere importanza la risposta dell'altro...
Questo è molto importante. E' inutile dire a qualcuno "sono innamorato di te" anziché "provo attrazione fisica per te", il messaggio non veritiero se percepito da chi lo riceve, può portare all'insuccesso...
nevealsole is offline  
Vecchio 04-04-2007, 16.21.44   #15
Jade_de_Montaigne
Ospite abituale
 
Data registrazione: 21-02-2007
Messaggi: 131
Riferimento: La difficoltà di esprimere i propri sentimenti

Ciao Actarus e scusa se non ti ho dato il benvenuto!

Ciao anche a Paolo e spero che quanto sto per dire possa essere di aiuto anche a te.

Come ho detto nel mio precedente post, ritengo che non tutti abbiamo gli stessi tempi e non è giusto sentirci inadeguati se ancora non siamo riusciti (o non abbiamo voluto) fare una determinata cosa.
Quando facevo il liceo, arrivata al terzo anno, ero l'unica ragazza della mia classe che ancora non aveva dato il suo primo bacio, eppure non mi sentivo a disagio, perchè credevo in me e perchè sapevo che non dipendeva dal fatto che a me non piacessero i ragazzi o che io non piacessi a loro.
Si tratta di STIMA nei propri confronti.
Spesso sbagliamo nell'idealizzare chi ci sta di fronte, tu stesso Actarus hai detto che nella maggior parte delle occasioni dimentichi che noi donne siamo dei semplici esseri umani e non certo dei tribunali dell'Inquisizione pronte a giudicare e, se anche fosse, ti assicuro che la maggior parte delle volte ci sbagliamo!
Sai? Un paio di anni fa mi è capitato di trovarmi in un negozio all'estero e lì c'era no dei ragazzi più belli che io abbia mai visto nella mia vita. Ero imbarazzata dal fatto che mi fissasse, mi sentivo in soggezione e, come te, pensavo che magari mi stesse giudicando o che mi trovasse strana. Poi dopo un paio di giorni ho capito come stavano le cose: mi trovava molto carina e, nonostante non sia successo nulla perchè avevo il ragazzo, la cosa mi lusingò enormemente.

Quindi non vedere il bicchiere sempre mezzo vuoto, vedrai che anche gli altri ti guarderanno con occhi diversi
Jade_de_Montaigne is offline  
Vecchio 04-04-2007, 17.18.38   #16
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: La difficoltà di esprimere i propri sentimenti

Citazione:
Originalmente inviato da Actarus
Il problema è quando devo passare alla "fase due", è lì che viene fuori la mia insicurezza... e non è facile credere in se stessi, quando non hai mai avuto successo. Non basta dire "adesso cambio", probabilmente bisogna fare un lungo lavoro sulla visione che si ha di se stessi.
Hola

Magari la seguente lettura ti può interessare (anche il libro in sé di Michele Giannantonio potrebbe darti un qualche imput):
Autostima e assertività, 2, 3, 4, 5.


Però vedi un po' te...

In ogni caso, non mi pare che tu abbia problemi insuperabili o relativamente gravi. (Questo non significa che non siano importanti e da affrontare). Credo di conseguenza che con un po' di impegno ce la puoi fare a raggiungere gli obiettivi che vorresti raggiungere - almeno questa è stata la mia impressione leggendo quel poco che hai scritto.
Devi solo capire un po' come agire, come fare... e la lettura che ti progongo sopra ti potrebbe aiutare proprio in questo. Di più non dico - per il momento.

Hasta luego
Elijah is offline  
Vecchio 06-04-2007, 01.09.47   #17
Ile
Ospite
 
L'avatar di Ile
 
Data registrazione: 05-04-2007
Messaggi: 18
Riferimento: La difficoltà di esprimere i propri sentimenti

Ciao Actarus!
trovo molto interessanti tutti gli interventi dei nostri "colleghi", ma secondo me prima dovresti capire una cosa:
DIFFICOLTA' DI DIALOGO = INSICUREZZA
INSICUREZZA = PAURA
PAURA = IGNORANZA

Bada bene: non ti sto dando dell'ignorante... non mi permetterei mai!!!
Intendo dire che la tua difficoltà di dialogo con il gentil sesso deriva da una sorta di insicurezza che a sua volta genera dalla paura... io sono del parere che tutti gli esseri viventi hanno paura di ciò che non conoscono; da quì ne deriva che probabilmente tu non conosci bene le donne dal punto di vista "sentimentale".

Consiglio: cerca di conoscere più a fondo una donna prima di buttarti... (non ti corre dietro nessuno) automaticamente capirai se è davvero la donna con cui vorresti instaurare un rapporto che non sia d'amicizia e le parole verranno da se!

Baci!
Ile is offline  
Vecchio 06-04-2007, 15.52.02   #18
Actarus
Ospite
 
Data registrazione: 12-03-2007
Messaggi: 7
Riferimento: La difficoltà di esprimere i propri sentimenti

Guarda Ile,sono d'accordo con te,ma forse è il caso di ampliare il discorso..probabilmente più che ignoranza delle donne (che c'è,sono il primo a dirlo),c'è un'ignoranza di me stesso...di capire bene cosa provo e cosa voglio fare quando ho di fronte una persona che potrebbe interessarmi...
Ma quello che mi sembra più assurdo,credetemi,e che mi da più fastidio,è che se mi guardo,non dico fisicamente,ma come persona intesa globalmente,è la consapevolezza che non mi manca niente per piacere...non nel senso che sono chissà chi,tutt'altro,penso di essere una persona normalissima,ma voglio dire che non vedo in me difetti insormontabili per poter essere apprezzato da una donna.
E' incredibile,no? Razionalmente sono sicuro di me stesso,ma a quanto pare a livello inconscio c'è qualcosa che mi blocca (ma forse è una contraddizione,perchè se fosse inconscio non me ne renderei conto),probabilmente dovrei partire da questa considerazione per cambiare un po'.
O forse dovrei solo smettere di vivere immerso in questi pensieri e paranoie e darmi una svegliata,non so...
Grazie per condividere questi pensieri con me,già il fatto di parlarne con qualcuno mi fa sentire meglio.
Actarus is offline  
Vecchio 07-04-2007, 01.17.13   #19
Jade_de_Montaigne
Ospite abituale
 
Data registrazione: 21-02-2007
Messaggi: 131
Riferimento: La difficoltà di esprimere i propri sentimenti

Hey Actarus,

leggendoti mi è venuta in mente l'espressione che dice sempre un mio amico di facoltà,,,, AGISCI!!!
Credo che a bloccarti, a questo punto, siano i mille problemi che ti poni; ritengo che se passassimo meno tempo a riflettere, sarebbe meglio. 'E vero quello che diceva Giordano Bruno, ossia che non esiste azione senza contemplazione e non esiste contemplazione senza azione, ma ci deve essere una proporzione tra le due cose.
Sei una persona matura, non lasciare che il timore di ciò che potrebbe accadere ti impedisca di fare ciò che vorresti.

Un abbraccio,

Jade
Jade_de_Montaigne is offline  
Vecchio 07-04-2007, 08.03.45   #20
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: La difficoltà di esprimere i propri sentimenti

Citazione:
Originalmente inviato da Actarus
.....,penso di essere una persona normalissima,ma voglio dire che non vedo in me difetti insormontabili per poter essere apprezzato da una donna.
E' incredibile,no? Razionalmente sono sicuro di me stesso,ma a quanto pare a livello inconscio c'è qualcosa che mi blocca (ma forse è una contraddizione,perchè se fosse inconscio non me ne renderei conto),probabilmente dovrei partire da questa considerazione per cambiare un po'.
O forse dovrei solo smettere di vivere immerso in questi pensieri e paranoie e darmi una svegliata,non so...
Grazie per condividere questi pensieri con me,già il fatto di parlarne con qualcuno mi fa sentire meglio.

Ma stai cercando una donna che ti ami o una che ti apprezza?

Apprezzare è come dare un valore, classificare, catalogare, fare una lista.

Voler bene non contempla il termine apprezzare. Amare, voler bene, vuol dire VEDERE l'altro per quello che è, così come è, e accettarlo.

Io ho passato una vita a cercare di ..... farmi amare. Ma è quanto di più stupido e insulso possa esserci a questo mondo. Uno spreco di energie che rasenta la follia.

Nessuno può fare nulla per essere amato. Puoi ricevere riconoscenza, affetto, spesso anche il loro opposto, ma non puoi essere amato facendo questo o quello, diventando così e cosà.

Sii te stesso, cosa difficilissima, lo so molto bene. Ma il tuo sforzo, il tuo impegno volgilo ad essere quel che sei non quello che gli altri si aspettano che tu sia o quello che tu pensi di dover essere.

Ci saranno alcuni che ti .... apprezzeranno ed altri che ti rifiuteranno, è questa la vita.
Quando avrai compreso che la diversità di ciascuno di noi è una immensa ricchezza, diventerai l'uomo più saldo e forte di questo mondo, l'uomo più libero che sa riconoscere ed accettare tutte le difficoltà della vita, compreso se stesso con tutti i difetti e i pregi.

Quando si riesce ad accettare se stessi si apre una nuova vita, un nuovo mondo e allora la persona che ti ama se ne accorgerà e andarle incontro sarà la cosa più naturale di questo mondo.

Ma se tu stai cercando una semplice compagnia, una Tizia che fa la parte dell'amica, fidanzata, moglie, amante allora il discorso cambia un pochino, solo un pochino. In questo caso devi trovare ogni sistema per farti apprezzare, ogni sistema per apparire, e questo è molto più semplice.
Mary is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it