Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 11-04-2007, 15.39.13   #21
linger
Ospite
 
Data registrazione: 26-01-2005
Messaggi: 5
Riferimento: La difficoltà di esprimere i propri sentimenti

Ciao Actarus,
volevo dirti che sei la mia identica fotocopia. Quasi credevo di aver scritto quel tuo post sotto diverso pseudonimo durante una crisi di incoscienza.

Dovrei aggiungere alla tua analisi una, non tanto insicurezza, quanto INADEGUATEZZA fisica. Potessi cambiarmi in toto la parte al di sopra del mio collo lo farei volentieri. Manterrei però il cervello. Anche io sono stato definito (stavolta proprio dalla tipa di mio interesse) in gamba ed affidabile. Solo che questa è universalmente riconosciuta come "bella". Purtroppo poi ha sviluppato anche un carattere molto affine al mio. Neanche dire che è stronza, mah, sto andando alla deriva.

A tal proposito mi sono chiesto se sono affetto anche da Dismorfofobia.
Come te infatti non ho assoluto problema nello stare "al centro" nel caso ce ne fosse bisogno. Riesco benissimo a scherzare o ad essere "serio" con delle sconosciute, ma esternare sentimenti proprio no. Come fossi un computer giocatore di scacchi prevedo mosse e contromosse, situazioni scaturenti eccetera in una catena infinita.

Un mio amico invece è tutto l'opposto. NON nel senso che fa il cretino e lo "sciupafemmine", tuttaltro. E' molto spirituale. Devo però dire che è oggettivamente un bel ragazzo. Ride raccontandoci dei suoi "due di picche", ha anche una certa ingenuità. Si auto prende in giro in maniera tutt'altro che sarcastica. Insomma ha un bell'equilibrio. Però è un bel ragazzo. Secondo me il nodo è tutto la. Come dire di avere un BMW ed andare su un rettilineo a 90Km all'ora. Ok, è piacevole. C'è un bel panorama, c'è tempo per parlare con il passeggero, ti rilassi ascoltando una canzone dalla radio ... ma se per caso ci fosse il bisogno di andare ai 140, bastano pochi centimetri di acceleratore.

Se invece sono una vecchia 500... magari a 90 all'ora ci vado.. il problema è quando voglio raggiungere i 140!

Diciamo che si sta facendo notte, la strada non è illuminata ed io ho i fari rotti. Vorrei tornare a casa prima del tramonto. La BMW accellera e va ... la 500 invece?


CIAO!!!
linger is offline  
Vecchio 22-04-2007, 23.18.49   #22
marin
Ospite
 
L'avatar di marin
 
Data registrazione: 21-04-2007
Messaggi: 10
Riferimento: La difficoltà di esprimere i propri sentimenti

Salve amico
nn posso fare a meno di risponderti... e rispondere in parte a chi già ti ha fornito di una "risposta"...allora leggendo l' intervento non posso far altro che provare gran simpatia nei tuoi confronti,tuttavia se sono qui ,se mi consenti, è perchè non "sopporto" questa "stupida" campana di vetro che ti sei creato e che soprattutto credo che in sostanza vuoi inconsciamente continui ad esistere, poichè credo che tu in fondo sia un "pigro" nella mente di conseguenza nel corpo agente.
Dare tempo al tempo? ma siamo pazzi? qualcuno ha detto ognuno ha i suoi tempi...ma fino a che punto? Nemmeno per sogno... e per quale infima e degradata ragione... la vita ci dona del tempo... nn bisogna sciuparlo
Qual'è il tuo problema?...non sei un malato di timidezza cronico o almeno ricorda se credi di esserlo non lo sei;sei uno riflessivo,che sia un bene o un male importa a pochi ma nn a tutti;tuttavia l'essere riflessivi senza l'ESPERIENZA non serve a una emerita m******;ed è proprio questo che cerchi...o meglio da te chiamata fase due...io di sicuro nn posso trovarti una girl...tuttavia...
tu "osservi"...senza muoverti..."ti senti come una farfalla che nn sa volare..."; male perchè se è così significa che tu fino ad ora hai "visto" hai assistito solo e solamente l'esperienza di altri, ma non l'hai vissuta,non sai cosa sia: si può dire quasi che tu compia la stessa empia azione di quelle matrone dalle braccia grasse e sformate che si azzeccano a canale 5 x vedere uomini e donne ,capisci;non c'e' differenza alcuna:guardate altri,mentre voi state li;
indifferenti stralunati e curiosi allo stesso tempo castigati dalla frustazione e dalla vergogna di non saper agire di voler non saper agire... e poi forte rimorso di quello che ti brucia lo stomaco fino a fartelo scoppiare....mi chiedo perchè?
punirsi... e poi cercare aiuto in un forum... l'ultima beffa... sentirsi dire quello che già ti aspettavi di sentir dire ...consolazione tolleranza comprensione... l'unico "vero" conforto...
...E invece ti dico no!
No perchè è la risposta meno semplice... andare avanti cosi significa forse diventare un moderno dante alighieri, cioe' un cacasotto senzapalle che x 9 anni pensava a una che chissà in quanti si tenevano,magari un giorno ,xchè no,scriverai le tue cose riguardo un tuo viaggio immagginoso nell'iperuranio divagando sulla ragazza che ami ,che pensi di amare...ma questa è un'altra storia...perchè se tu non sei un dante forse nn viaggerai nel paradiso, ma di sicuro resterai nell'"inferno" dei tuoi anni buttati al vento che neanche la morfina potrà farti scordare...
marin is offline  
Vecchio 23-04-2007, 01.01.14   #23
abracadabra
Ospite
 
Data registrazione: 22-03-2007
Messaggi: 4
Riferimento: La difficoltà di esprimere i propri sentimenti

Citazione:
Originalmente inviato da Actarus
Ciao a tutti,vi leggo da qualche tempo e trovo questo forum interessantissimo...
Quello che sto per dirvi forse potrà sembrarvi un po' strano,o forse no,del resto non credo di essere proprio l'unico in queste condizioni...
Ho 28 anni e non ho quasi mai trovato il coraggio di dire a una donna che provo attrazione per lei. Non mi riferisco a una donna in particolare,ma al genere femminile in generale.
Parto sempre dal presupposto che non le interesso,che probabilmente fallirò...lo so che è assurdo e sbagliato ragionare in questo modo,che non ha senso arrendersi senza aver combattuto,che finchè non ci provi non puoi sapere se avrai successo o meno. Tutto questo razionalmente lo so benissimo,eppure quando mi trovo in quel frangente mi sembra un'impresa disperata e quasi sempre lascio perdere,oppure faccio tentativi timidissimi.
E' dura confessare queste cose,perchè alla mia età comincia a diventare veramente pesante una simile situazione.
Eppure la gente che mi conosce dice di trovarmi interessante e spiritoso (parole loro,non mie),forse dovrei partire da questa considerazione per avere più fiducia in me stesso e trovare il coraggio di costruirmi una vita migliore,cioè una vita nella quale non mi autocostringo assurdamente a reprimere i miei sentimenti in continuazione...però credetemi non è affatto facile,anche perchè in un certo senso mi sono abituato a vivere (anzi,a sopravvivere) in questo modo,e non è facile uscirne...
E' come essere prigioniero di me stesso,è esattamente così che mi sento...e queso pensiero avvelena i miei giorni,anche nei momenti di ilarità e felicità è presente in sordina,si fa sentire in qualche modo...
Forse certe esperienze non le ho fatte quand'ero adolescente,e adesso ne pago il prezzo...mi riferisco a quella palestra emozionale alla quale vanno di solito incontro le persone nel momento in cui gli ormoni cominciano a circolare...ed è difficilissimo recuperare adesso (recuperare,che termine orrendo!),però non ho ancora perso del tutto la speranza di vivere una normale vita affettiva,ammesso che ce ne sia una,e sessuale,ammesso che ce ne sia una.
Mi sento come una farfalla che per troppo tempo è rimasta nel bozzolo,e adesso non sa come volare...
Scusate se mi sono dilungato,e se vi sono sembrato lamentoso,vi assicuro che di persona non sono così noioso o lamentoso come posso essere apparso qui,però ho deciso lo stesso di parlarne con qualcuno non solo di persona,ma anche in forma semianonima (semianonima perchè secondo me,ogni volta che uno scrive su un qualsiasi argomento,non può fare a meno di raccontare sè stesso,il prorpio io,e così facendo si apre agli altri e si fa conoscere,diventando sempre meno un estraneo)su un forum di Internet,e ho scelto voi perchè mi sembrate tutti persone intelligenti ed assennate,anche perchè penso che parlare di un problema sia un passo importante per risolverlo.


Un saluto a chiunque mi abbia letto e a chi vorrà rispondermi.

Devo confessarti che mi è piaciuto quello che ti ha scritto Mary nel suo primo post che si aggancia a quello che volevo dirti. Guarda che non sei obbligato a dire niente a nessuno tanto se una ragazza ti piace lo vedono anche i muri, fidati!!! E poi se soffri di mancanza di autostima è inutile che pensi di farti non sò quale violenza per convincerti all'improvviso che sei diventato un supermacho soprattutto se la paura di un no non farebbe altro che aumentare la tua sensazione di nullità. Certo, il fatto di non esporti lo rimpiangerai più avanti negli anni ma solo perchè non hai avuto l'entusiasmo di buttarti per delle motivazioni che troverai sciocche ma che adesso sono un muro. Il problema però mi sembra un altro e cioè ammettere a te stesso che una persona possa piacerti profondamente perchè è questo che ti rende veramente vulnerabile non il fatto di dirle che la trovi attraente. perchè quello lo si vede comunque. Non sò se riesco a spiegarmi! Il fatto di non dichiararsi è come una scusa perchè in realtà tu hai paura che una ragazza possa capire che lei ti piace e allora è probabile che tu tenga il rapporto in modo superficiale im modo simpatico e divertente, pensando che sia il dichiararti che lo possa approfondire e invece non è vero. Boh, forse non si è capito niente ma non è facile da scrivere, almeno per me.
Con tanta comprensione Abracadabra
abracadabra is offline  
Vecchio 23-04-2007, 13.33.41   #24
linger
Ospite
 
Data registrazione: 26-01-2005
Messaggi: 5
Riferimento: La difficoltà di esprimere i propri sentimenti

Attenzione. Qui la situazione è un po differente. Qui è come essere una farfalla nata senza ali, per uno strano scherzo di geni. (prendetelo come una metafora).
Non è la "paura" di non saper volare. E' soltanto impossibilità oggettiva di volare.
Ora non mi tirate fuori la storia di Bell (se non erro) che un calabrone per com'è fatto non può volare ed invece vola. Eccezioni. Se mi capitasse l'eccezione la sfrutterei alla grandissima.

Il punto è anche questo. NON E' IL RIFUGIARSI quello che si fa scrivendo in un forum. E' semplicemente un'altra delle tante cose inutili che si fanno. Punto. Uno sfogo. La vita è fatta d'altro.

Eppure .. per quello che riguarda le mie esperienze..

L'andare in giro per locali è una cosa che aiuta molto più di un forum
Andare a ballare/imparare a ballare è una cosa che aiuta molto più di un forum
Frequentare nuovi ambienti è una cosa che aiuta molto più di un forum
Conoscere nuova gente è una cosa che aiuta molto più di un forum
Conoscere nuova gente che poi possa anche OGGETTIVAMENTE DARTI UNA MANO è una cosa che aiuta molto più di un forum

Ma in sostanza il problema persiste. Perchè? Io ho accettato queste nuove situazioni e queste nuove situazioni hanno accettato me, eppure il problema di fondo, per il quale mi sono tanto mosso non è stato risolto. Perchè?

"Se una ragazza ci piace, se ne accorgeranno anche i muri". Affermazione corretta. Ma il problema quale sarebbe? Anzi, meglio! Così la ragazza in questione può mandare segnali più o meno incoraggianti.

Ad ogni modo credo sia facile parlare quando non si sentono gli stessi tipi di disagi. Riprendendo infine la metafora con la farfalla vorrei dire.

(premettendo, o forse ricordando, che qui si sta parlando di DIFETTI o di DISAGI dovuti all'estetica, all'aspetto)

Immaginate di essere una farfalla, ma con ali difettose e di poter volare a 3 metri d'altezza. Incontrerete altre farfalle difettose, è vero. Le farfalle però volano tutte due metri più su di voi! E voi vorreste proprio una di quelle. Quanto è probabile che quella farfallina a 5 metri scenda di due per accettarvi? Paradossalmente si potrebbe contestare il fatto di fare lo stesso gioco delle farfalle che volano più in alto. Ci si lamenta di chi guarda all'aspetto e si ignorano le altre farfalle alla stessa altezza o addirittura più in basso. In questo caso sarebbe ACCONTENTARSI, ed è una cosa piuttosto immorale, crudele (perchè almeno una delle due parti è coinvolta in maniera maggiore) e anche ... beh un po contro la propria persona. Sarebbe una resa.

Certo se alla fine si trova "l'amore" la farfalla si fidanza con una che vola alla stessa altezza. Si fidanza anche con lo stercoraro.... ma se purtroppo il cuore (e gli occhi) sono rimasti a quei cinque metri anche se il cervello e fino e saggio.. vivere è davvero dura.

Ciao
linger is offline  
Vecchio 24-04-2007, 15.38.50   #25
abracadabra
Ospite
 
Data registrazione: 22-03-2007
Messaggi: 4
Riferimento: La difficoltà di esprimere i propri sentimenti

Citazione:
L'andare in giro per locali è una cosa che aiuta molto più di un forum
Andare a ballare/imparare a ballare è una cosa che aiuta molto più di un forum
Frequentare nuovi ambienti è una cosa che aiuta molto più di un forum
Conoscere nuova gente è una cosa che aiuta molto più di un forum
Conoscere nuova gente che poi possa anche OGGETTIVAMENTE DARTI UNA MANO è una cosa che aiuta molto più di un forum

Sono d'accordo con te ma o tu conosci qualcuno che OGGETTIVAMENTE POSSA DARTI UNA MANO o ti devi accontentare di quello che persone come me possono dirti. E' comunque vero che la tendenza degli esseri umani è calarsi poco nelle braghe degli altri ma almeno c'è uno spirito di affetto che non fa mai male.
Ma veniamo alle cose più interessanti.

Citazione:
Ma in sostanza il problema persiste. Perchè? Io ho accettato queste nuove situazioni e queste nuove situazioni hanno accettato me, eppure il problema di fondo, per il quale mi sono tanto mosso non è stato risolto. Perchè?

"Se una ragazza ci piace, se ne accorgeranno anche i muri". Affermazione corretta. Ma il problema quale sarebbe? Anzi, meglio! Così la ragazza in questione può mandare segnali più o meno incoraggianti.


Citazione:
Immaginate di essere una farfalla, ma con ali difettose e di poter volare a 3 metri d'altezza. Incontrerete altre farfalle difettose, è vero. Le farfalle però volano tutte due metri più su di voi! E voi vorreste proprio una di quelle. Quanto è probabile che quella farfallina a 5 metri scenda di due per accettarvi? Paradossalmente si potrebbe contestare il fatto di fare lo stesso gioco delle farfalle che volano più in alto. Ci si lamenta di chi guarda all'aspetto e si ignorano le altre farfalle alla stessa altezza o addirittura più in basso. In questo caso sarebbe ACCONTENTARSI, ed è una cosa piuttosto immorale, crudele (perchè almeno una delle due parti è coinvolta in maniera maggiore) e anche ... beh un po contro la propria persona. Sarebbe una resa
.

Qui è IL SUCCO DEL TUO PROBLEMA!!! L'hai centrato perfettamente.
Mio fratello ha adottato la stessa tattica e oltre a farsi venire il torcicollo a guardare in su le farfalle svolazzare a 5 metri è rimasto solo tutta la vita.
Perfetto: solo, con il torcicollo. Il fatto che tu stesso fai notare di fare lo stesso gioco delle farfalle che volano più in alto è sì paradossale ma per adesso è l'unica possibilità che hai vedere che vivi in un modo diciamo contradditorio.


Certo se alla fine si trova "l'amore" la farfalla si fidanza con una che vola alla stessa altezza. Si fidanza anche con lo stercoraro.... ma se purtroppo il cuore (e gli occhi) sono rimasti a quei cinque metri anche se il cervello e fino e saggio.. vivere è davvero dura.

Se il cervello fosse veramente fino e saggio, smetterebbe di cercare come fai tu con gli occhi e comincerebbe ad usare il CUORE. Poi la farfalla potresti trovarla a 7 metri o anche a uno solo ma non entrerebbe MAI il discorso di accontentarti. Tutto questo è accettabile anche se deleterio finchè hai un tot di età (tu non scrivi quanti anni hai) ma se sei una persona che arriva a scrivere su un forum vuol dire che comunque in qualche modo stai notando che pur accettando le nuove situazioni, come hai scritto tu, il problema persiste. Non ti dico di non guardarti intorno ma comincia "a tempo perso" a frequentare il genere femminile anche da un punto di vista diverso dove il polo d'attrazione non sia più la sua bellezza o la tua simpatia e spigliatezza, ma una semlice sensazione di benessere.
Mi sembra che tu ne abbia bisogno come tutti noi esseri umani.
Tentar non nuoce ( e con un mio amico molto più giovane stranamente ha funzionato).
In bocca al lupo Abracadabra
abracadabra is offline  
Vecchio 24-04-2007, 23.16.56   #26
luce84
Ospite
 
Data registrazione: 18-04-2007
Messaggi: 3
Riferimento: La difficoltà di esprimere i propri sentimenti

ciao Actarus!!ho letto con molta attenzione il tuo post...che dire il tuo è un problema che hanno molte persone..anche io sono una persona molto timida...fino a quando avevo 17 anni nn mi rapportavo all'altro sesso se non per ridere e scherzare ma se si trattava di andare oltre, fuggivo per paura..di cosa nn si sa...paura di non essere accettata,di non piacere...può essere..è una paura che abbiamo noi tutti in fondo..però poi con il tempo ho capito che se avessi continuato a vivere così non avrei mai "vissuto"davvero..si tratta di osare actarus!!!osa!!!se non si osa non si vive..e chissà magari potresti scoprire che osare è un bene...e se dovesse andare male...forse non era la persona giusta..ma se poi analizzi la situazione potresti renderti conto per esempio delle cose in cui devi migliorare tu nell'approccio...il mio consiglio???"forzati"un pò..nel senso se ti piace una persona...prova con i mezzzi a te disponibili a farglielo capire...se già la conosci..internet..un messaggio...sarebbe un buon modo per iniziare..e vedere come l'altro reagisce...fino a quando nn sarai pronto per il faccia a faccia..però provaci..anche perchè se non ci provi nn ti permetti di vivere delle esperienze che poi ti mancano..per me è stato così!ad un certo punto capii che ero io stessa il motivo della mia sofferenza!perchè per paura non mi concedevo di"vivere"...in bocca al lupo..sono sicura che ce la farai...la consapevolezza è il primo passo per migliorarsi..
un abbraccio!
Luce
luce84 is offline  
Vecchio 25-04-2007, 14.34.22   #27
Actarus
Ospite
 
Data registrazione: 12-03-2007
Messaggi: 7
Riferimento: La difficoltà di esprimere i propri sentimenti

Ho letto tutte le vostre risposte,e ho deciso di farne tesoro...e ho osato,come giustamente dite voi.
Sono andato a ballare (sono un appssionato di salsa) e finalmente ho conosciuto una ragazza con la quale ho scherzato,ho parlato,l'ho fatta ridere...e sapete cos'è successo? Mi ha chiesto il numero! Io non ci potevo credere...la prima volta che mi costringo a provare ad andare un po' oltre,e guardate cosa succede...Poi,ancora più temerario,le ho chiesto se le andava di uscire...e mi ha detto di sì.
La cosa più ridicola è che dopo esserci messi d'accordo su dove e quando trovarci,ha cambiato idea,e non si è più fatta sentire...boh,avrò sbagliato qualcosa,non so,del resto non ho esperienza,o forse è lei che è un po' lunatica...ma quello che conta per me è che sono riuscito a farmi forza e a chiederle di uscire,e,indipendentemente da come è andata,per uno come me già questo,che forse per un altro è una cosa normale,è un fatto enorme...e la cosa più strana è che da qualche giorno mi vedo in modo un pochino diverso,più sereno,perchè sento che mi sono dato una mano.
Devo credere in me stesso,perchè se non lo faccio io per primo,non posso aspettarmi che lo facciano gli altri,ma soprattutto le altre.
Forse avevo solo bisogno id una parola finale d'incoraggiamento,non so...ma credetemi,ho ripensato parecchio alle vostre parole,e mi avete dato un grosso sostegno...
non ci conosciamo,non ci siamo mai visti e non so come vi chiamiate in realtà e che faccia abbiate,ma vi considero come degli amici,perchè mi state dando una mano nel momento del bisogno...
Ora so che posso cambiare,e non ho nessuna voglia di tornare indietro...
La vita è un dono troppo prezioso per sprecarlo nell'apatia e nella paura...
Sento che questa è la strada giusta,che il primo passo è stato fatto.

Tra parentesi,dopo ho raccolto anche qualche altro numero di telefono di simpatiche ragazze...non è che uno debba per forza provarci,sarebbe tristissimo e non è mia intenzione,però fa miracoli per l'autostima...
Actarus is offline  
Vecchio 26-04-2007, 08.50.12   #28
catoblepa
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2006
Messaggi: 282
Riferimento: La difficoltà di esprimere i propri sentimenti

Citazione:
Originalmente inviato da Actarus
Ho letto tutte le vostre risposte,e ho deciso di farne tesoro...e ho osato,come giustamente dite voi.
Sono andato a ballare (sono un appssionato di salsa) e finalmente ho conosciuto una ragazza con la quale ho scherzato,ho parlato,l'ho fatta ridere...e sapete cos'è successo? Mi ha chiesto il numero! Io non ci potevo credere...la prima volta che mi costringo a provare ad andare un po' oltre,e guardate cosa succede...Poi,ancora più temerario,le ho chiesto se le andava di uscire...e mi ha detto di sì.
La cosa più ridicola è che dopo esserci messi d'accordo su dove e quando trovarci,ha cambiato idea,e non si è più fatta sentire...boh,avrò sbagliato qualcosa,non so,del resto non ho esperienza,o forse è lei che è un po' lunatica...ma quello che conta per me è che sono riuscito a farmi forza e a chiederle di uscire,e,indipendentemente da come è andata,per uno come me già questo,che forse per un altro è una cosa normale,è un fatto enorme...e la cosa più strana è che da qualche giorno mi vedo in modo un pochino diverso,più sereno,perchè sento che mi sono dato una mano.
Devo credere in me stesso,perchè se non lo faccio io per primo,non posso aspettarmi che lo facciano gli altri,ma soprattutto le altre.
Forse avevo solo bisogno id una parola finale d'incoraggiamento,non so...ma credetemi,ho ripensato parecchio alle vostre parole,e mi avete dato un grosso sostegno...
non ci conosciamo,non ci siamo mai visti e non so come vi chiamiate in realtà e che faccia abbiate,ma vi considero come degli amici,perchè mi state dando una mano nel momento del bisogno...
Ora so che posso cambiare,e non ho nessuna voglia di tornare indietro...
La vita è un dono troppo prezioso per sprecarlo nell'apatia e nella paura...
Sento che questa è la strada giusta,che il primo passo è stato fatto.

Tra parentesi,dopo ho raccolto anche qualche altro numero di telefono di simpatiche ragazze...non è che uno debba per forza provarci,sarebbe tristissimo e non è mia intenzione,però fa miracoli per l'autostima...

Bravvissimo Actarus! la strada giusta è proprio questa: fare di tutto per sbloccarsi e stare a vedere che succede....dopo che ti sei sblaoccato anche forzatamente e in maniera non spontanea, però ti si apre una breccia, e la prossima volta che vorrai "osare" sarai meno titubante, e la volta dopo meno ancora e così via....

Vai allora Actarus...trasformati in un astromissile con circuiti di mille valvole (ossia scopri il nuovo te stesso) distruggi gli invasori di Vega (le timidezze che ti frenano) e vola a raggiungere la tua Venusia (trova l'amore).
catoblepa is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it