Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 19-04-2007, 09.35.35   #1
falbala48
Ospite abituale
 
L'avatar di falbala48
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 110
Del Matrimonio E Altri Demoni

(Titolo vero del libro dell’amore e altri demoni)

Nulla a che vedere col vero romanzo, ma penso che il matrimonio sia tanto quanto l’amore una cosa complessa e travagliata, discorso scontato? Forse ma mille domande mi vengono alla mente per esempio cosa c’entra l’amore col matrimonio? Perché abbiamo tutti o quasi l’urgenza del matrimonio , questo bisogno di chiudere, imprigionare, regolarizzare un amore? L’amore è irrazionale, libero,ingovernabile, quanti matrimoni conoscete che funzionano veramente e che non si trascinano nel tempo per tutta una serie di circostanze che tutti noi conosciamo bene vedi i figli, la paura di restare soli, la paura di ritrovarsi a gestire le proprie paure senza poter incolpare l’altro dei nostri fallimenti, delle nostre delusioni, la gente, la chiesa, i conti che non tornano mai in due figurarsi da soli. Allora siamo tutti vigliacchi? Ipocriti? Prigionieri delle nostre assurde convenzioni sociali o che?
E’ ovvio e scontato che mi piacerebbe leggere il vostro pensiero
falbala48 is offline  
Vecchio 19-04-2007, 10.36.48   #2
Disat
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 10-03-2007
Messaggi: 40
Riferimento: Del Matrimonio E Altri Demoni

Non mi sono mai trovata d'accordo con chi afferma che il matrimonio è una cosa scontata, che serve per imprigionare l'amore.
Io personalmente ne ho un'idea altissima. Sono cattolica praticante, ma non è stato questo il motivo principale per cui mi sono sposata in Chiesa, ma perché credo che il matrimonio sia il giusto coronamento di un sogno d'amore, una promessa solenne fatta alla persona che si ama. L'inizio di una nuova vita in due. Con il matrimonio non si è più soli, ma si è coppia.
Per me è una cosa bellissima. Personalmente non avrei mai potuto immaginare la mia vita come "eterna fidanzat, o peggio come "single".
Disat is offline  
Vecchio 19-04-2007, 11.19.58   #3
catoblepa
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2006
Messaggi: 282
Riferimento: Del Matrimonio E Altri Demoni

Citazione:
Originalmente inviato da falbala48
(Titolo vero del libro dell’amore e altri demoni)

Nulla a che vedere col vero romanzo, ma penso che il matrimonio sia tanto quanto l’amore una cosa complessa e travagliata, discorso scontato? Forse ma mille domande mi vengono alla mente per esempio cosa c’entra l’amore col matrimonio? Perché abbiamo tutti o quasi l’urgenza del matrimonio , questo bisogno di chiudere, imprigionare, regolarizzare un amore? L’amore è irrazionale, libero,ingovernabile, quanti matrimoni conoscete che funzionano veramente e che non si trascinano nel tempo per tutta una serie di circostanze che tutti noi conosciamo bene vedi i figli, la paura di restare soli, la paura di ritrovarsi a gestire le proprie paure senza poter incolpare l’altro dei nostri fallimenti, delle nostre delusioni, la gente, la chiesa, i conti che non tornano mai in due figurarsi da soli. Allora siamo tutti vigliacchi? Ipocriti? Prigionieri delle nostre assurde convenzioni sociali o che?
E’ ovvio e scontato che mi piacerebbe leggere il vostro pensiero

La cosa curiosa è che per il diritto canonico il matrimonio è un contratto mentre per il diritto civile no....
Il matrimonio nasce come strumento sociale (ed economico) di regolamentazione della discendenza (sapere chi è figlio di chi) e del patrimonio dei coniugi (e delle doti portate dalle famigile di origine).
Il matrimonio come sacramento è un'invenzione della chiesa, legittima ma pur sempre invenzione.
I sentimenti non sono contrattualizzabili purtroppo, e cercare di assicurarsi un futuro stabile con il matrimonio è equivalente ad una scommessa...può andare bene come male...solo che non esiste alcun calcolo delle porbabilità a sostenerti.....
anche io sogno un rapporto di lunga durata, ma so già che l'amore eterno non esiste, e cercare di assicurarselo con una promessa davanti ad un prete o ad un sindaco è pura follia....ma l'essere umano ha bisogno anche di sogni per sopravvivere.
catoblepa is offline  
Vecchio 19-04-2007, 11.32.57   #4
falbala48
Ospite abituale
 
L'avatar di falbala48
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 110
Riferimento: Del Matrimonio E Altri Demoni

Citazione:
Originalmente inviato da Rejoice
Non mi sono mai trovata d'accordo con chi afferma che il matrimonio è una cosa scontata, che serve per imprigionare l'amore.
Io personalmente ne ho un'idea altissima. Sono cattolica praticante, ma non è stato questo il motivo principale per cui mi sono sposata in Chiesa, ma perché credo che il matrimonio sia il giusto coronamento di un sogno d'amore, una promessa solenne fatta alla persona che si ama. L'inizio di una nuova vita in due. Con il matrimonio non si è più soli, ma si è coppia.
Per me è una cosa bellissima. Personalmente non avrei mai potuto immaginare la mia vita come "eterna fidanzat, o peggio come "single".

ho scritto che il matrimonio è una cosa travagliata e complessa, non scontata, la mia domanda è quanto costa mantenere questa promessa solenne di cui tu parli e soprattutto come si fa, proprio perchè si è in coppia non dipende soltanto da uno....
falbala48 is offline  
Vecchio 19-04-2007, 15.20.50   #5
Disat
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 10-03-2007
Messaggi: 40
Riferimento: Del Matrimonio E Altri Demoni

Citazione:
Originalmente inviato da falbala48
ho scritto che il matrimonio è una cosa travagliata e complessa, non scontata, la mia domanda è quanto costa mantenere questa promessa solenne di cui tu parli e soprattutto come si fa, proprio perchè si è in coppia non dipende soltanto da uno....


Hai ragione. Il matrimonio è una cosa complessa, ma travagliata no, o almeno non dovrebbe esserlo se c'è un sincero impegno da parte di entrambi i coniugi a costruire una vita a due insieme, basata sull'amore, il sostegno reciproco e la solidarietà. Io ovviamente parlo per la mia esperienza personale.
Per mantenere questa promessa solenne ci vuole l'impegno di entrambi i coniugi; se viene a mancare uno solo, si finisce con il divorziare, o stare insieme solo per i figli e per mantenere una certa sicurezza che comunque il matrimonio dà.
Tu mi chiedi come si fa. Non so risponderti. Una cosa è certa però: se c'è l'amore il matrimonio diventa una passeggiata e io sono convinta che insieme si possa superare qualunque ostacolo.

Non sono invece d'accordo con l'utente che ha scritto che il matrimonio davanti al prete e la promessa di amore eterno è pura follia, perché la gente ha bisogno di sognare. Niente di più falso. Per i cattolici, il matrimonio in Chiesa ha un significato che va ben al di là di un semplice sogno o di una semplice invenzione ecclesiastica. E poi, comunque, ricordo che il matrimonio l'ha voluto Dio, fin dall'inizio dei tempi.
Disat is offline  
Vecchio 19-04-2007, 17.29.00   #6
catoblepa
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2006
Messaggi: 282
Riferimento: Del Matrimonio E Altri Demoni

Citazione:
Originalmente inviato da Rejoice

Non sono invece d'accordo con l'utente che ha scritto che il matrimonio davanti al prete e la promessa di amore eterno è pura follia, perché la gente ha bisogno di sognare. Niente di più falso. Per i cattolici, il matrimonio in Chiesa ha un significato che va ben al di là di un semplice sogno o di una semplice invenzione ecclesiastica. E poi, comunque, ricordo che il matrimonio l'ha voluto Dio, fin dall'inizio dei tempi.

L' "utente" , che sarei io, ha scritto quello che ha scritto pensando anche e soprattutto ai milioni di cattolici che si sono separati, o sono arrivati al divorzio.....e che evidentemente non davano al matrimonio lo stesso significato che tu senti di potergli dare.
Il matrimonio è nato per le ragioni che ho scritto, anche se a te fa comodo pensare diversamente; le religioni se ne sono appropriate, e su questo non ho nulla da ridire, non è questo che mi turba.
Il fatto poi che il matrimonio sia stato voluto da Dio fin dalla notte dei tempi è facilmente contestabile: Adamo ed Eva non erano sposati.
catoblepa is offline  
Vecchio 19-04-2007, 22.26.30   #7
sentieroluminoso
Ospite abituale
 
L'avatar di sentieroluminoso
 
Data registrazione: 18-04-2007
Messaggi: 60
Riferimento: Del Matrimonio E Altri Demoni

Buonasera, mi chiamo Annalisa, sono stata sposata, ora non lo sono più. Il matrimonio come qualunque altra forma di unione tra due persone legate da sentimenti d'amore è una scelta, a volte consapevole a volte inconsapevole. Per tutti coloro che l'hanno operata c'è una motivazione, ascrivibile a uno o più fattori, personali, culturali, religiosi. Decisi di sposarmi perchè ritenevo di amare profondamente il padre di mio figlio e desideravo condividere con lui la mia vita. Chiudere, imprigionare e regolarizzare un amore, all'epoca della mia scelta si traducevano nel desiderio di forte appartenenza ad un nucleo formalmente ed intimamente riconosciuto. Io desideravo, retaggio sicuramente di qualche vecchio senso di estraneità, essere all'interno della coppia, della casa, della famiglia, del matrimonio.

Come premettevo non funzionò, per una serie di motivi, che però non sono strettamente legati all'istituzione del matrimonio, anche se avessi convissuto o avessi frequentato il mio ex vivendo in abitazioni separate, la soluzione del rapporto si sarebbe comunque verificata. In ogni unione, come si diceva anche altrove, si scommette sul proprio futuro e le probabilità di successo dipendono dalla quantità e dalla qualità dei tratti d'unione. Ci sono caratteristiche intime per la costituzione di una coppia che sono scontatamente indispensabili, provare sentimenti d'amore reciproci ad esempio, ma altrettanto fondamentale è amare se stessi tanto da essere sicuri di poter e voler trascendere da se in favore di un' altra persona. Sarebbe infatti importante riuscire ad arrivare al desiderio di formare una famiglia (con o senza matrimonio) avendo una percezione abbastanza realistica di dove, come e perchè si è.

Sarebbe auspicabile aver già compiuto un discreto cammino di crescita, interiore e di relazione, aver localizzato eventuali "buchi neri" nel proprio percorso, che possano in qualche modo aver ostacolato la crescita lasciandola cristallizzare su dinamiche poco costruttive. Tutto questo perchè poi anche la coppia possa avere un percorso evolutivo armonico ed autonomo, che non subisca condizionamenti antichi, che comprometterebbero già da subito molto. In estrema sintesi ritengo che per far funzionare una coppia, ci voglia preparazione. Bisognerebbe aver già lavorato intimamente con impegno e amore prima di desiderare di condividere se stessi, ed il proprio bagaglio con un altro, c'è bisogno che questo bagaglio contenga semi fertili e non zavorre.
sentieroluminoso is offline  
Vecchio 20-04-2007, 08.38.30   #8
Disat
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 10-03-2007
Messaggi: 40
Riferimento: Del Matrimonio E Altri Demoni

Citazione:
Originalmente inviato da catoblepa
L' "utente" , che sarei io, ha scritto quello che ha scritto pensando anche e soprattutto ai milioni di cattolici che si sono separati, o sono arrivati al divorzio.....e che evidentemente non davano al matrimonio lo stesso significato che tu senti di potergli dare.
Il matrimonio è nato per le ragioni che ho scritto, anche se a te fa comodo pensare diversamente; le religioni se ne sono appropriate, e su questo non ho nulla da ridire, non è questo che mi turba.
Il fatto poi che il matrimonio sia stato voluto da Dio fin dalla notte dei tempi è facilmente contestabile: Adamo ed Eva non erano sposati.

A me non fa comodo proprio un bel niente... forse non le sta bene il fatto che ogni tanto si legga, in un forum, qualche buona parola spesa per il matrimonio?
Non capisco questo suo tono ingiustificato nei miei confronti. Ad ogni modo sono convinta che prima di affrontare, in un luogo pubblico, un argomento di cui non si conosce bene, è meglio pensarci prima tre volte, oppure rimanere in silenzio ad ascoltare. Questo vale anche e soprattutto per gli argomenti religiosi. Se lei avesse letto con attenzione le prime pagine della Bibbia, adesso non affermerebbe che Adamo ed Eva non erano sposati.
Disat is offline  
Vecchio 20-04-2007, 11.13.42   #9
Raffa
Ospite
 
Data registrazione: 27-03-2007
Messaggi: 8
Riferimento: Del Matrimonio E Altri Demoni

A mio avviso ,purtroppo, quelli che si sposano in Chiesa per convincimento cattolico sono davvero in minoranza.....
Non fraintendetemi...io ci credo e mi piacerebbe se potessi sposarmi in Chiesa (n.d.r. altro mio topic) ma, attualmente, come il Santo Natale e la Pasqua...anche il Matrimonio è diventato un affare commerciale....così puoi farti vedere col vestito nuovo...così puoi sdebitarti di favori ed inviti altrui....così puoi fare una gran festa...ed ostentare...etc....

Io avverto questo....per esempio domani saro' ad un matrimonio, in Chiesa, 120 invitati....regali non al di sotto dei 400euro...etc....
CASPITERINA...IL MIO MATRIMONIO DA CATTOLICA IO LO IOMMAGINAVO CON MASSIMO 15 INVITATI E UN PRANZETTO SEMPLICE...NON PERCHè MI MANCHINO LE POSSIBILITà ECONOMICHE ...MA PER EVITARE DI DARE QUEL SIGNIFICATO "PACCHIANO" AD UNA CERIMONIA CHE DOVREBBE ESSERE DAVVERO "SENTITA"....
Spero di essermi spiegata al meglio...in caso contrario...fughero' ogni dubbio.

Un abbraccio a tutte le forummiste ed i forummisti!
Raffa is offline  
Vecchio 20-04-2007, 12.13.02   #10
falbala48
Ospite abituale
 
L'avatar di falbala48
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 110
Riferimento: Del Matrimonio E Altri Demoni

In estrema sintesi ritengo che per far funzionare una coppia, ci voglia preparazione. Bisognerebbe aver già lavorato intimamente con impegno e amore prima di desiderare di condividere se stessi, ed il proprio bagaglio con un altro, c'è bisogno che questo bagaglio contenga semi fertili e non zavorre.[/quote]
esatto sono completamente d'accordo,ma purtroppo arriviamo a ciò soltanto dopo aver passato determinate peripezie oserei dire dopo aver tanto sofferto, ma soprattutto dopo che gli stravolgimenti ci costringono a mettere a nudo la nostra anima. Penso spesso a ciò che si è scritto in altri 3d ma chi è che quando tutto fila liscio pensa ad analizzarsi? cerca di capire perchè si è in un modo piuttosto che in un altro? si chiede dove ha sbagliato e perchè, per fare un esempio terra terra se c'è il sole, siamo in estate io manco lontanamete mi sogno di prendere l'ombrello ...per chissà
dovesse piovere....
buona giornata
falbala48 is offline  

 

« chat | VORREI avere »


Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it