Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 28-06-2007, 07.48.56   #11
querelle
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 18-04-2007
Messaggi: 48
Riferimento: Il nido del cuculo.

Citazione:
Originalmente inviato da Cally89
Se fossi pazzo la gente me lo avrebbe detto. La mia è una domanda nata riflettendo ma non per questo devo essere pazzo. Io parlo di pazzia e tu per questo mi consideri pazzo??
Tra l'altro come vedi ci sono state risposte sensate quindi questa è una discussione che può esistere e che non è insensata.
Se proprio devo risponderti diciamo "qualcosa visto in TV", ovvero la mia domanda viene fuori perchè magari ho visto qualche film di persone con problemi mentali. La domanda è venuta fuori così, ma senza motivo.
Ora che me ne accorgo mi sono risposto da solo: la prima cosa che ho scritto è "se fossi pazzo la gente me lo avrebbe detto".
Ecco come si fa a capire se si è pazzi. Sempre che la malattia permetta di comprendere ciò che la gente dice.^^

Pensa che a me dei matti hanno detto che sono normale ed io nel pieno delle mie (non loro) facoltà, ci ho creduto.
querelle is offline  
Vecchio 29-06-2007, 00.07.45   #12
lordalbert
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-02-2006
Messaggi: 54
Riferimento: Il nido del cuculo.

Citazione:
Originalmente inviato da Cally89
Se fossi pazzo la gente me lo avrebbe detto. La mia è una domanda nata riflettendo ma non per questo devo essere pazzo. Io parlo di pazzia e tu per questo mi consideri pazzo??
Tra l'altro come vedi ci sono state risposte sensate quindi questa è una discussione che può esistere e che non è insensata.
Se proprio devo risponderti diciamo "qualcosa visto in TV", ovvero la mia domanda viene fuori perchè magari ho visto qualche film di persone con problemi mentali. La domanda è venuta fuori così, ma senza motivo.
Ora che me ne accorgo mi sono risposto da solo: la prima cosa che ho scritto è "se fossi pazzo la gente me lo avrebbe detto".
Ecco come si fa a capire se si è pazzi. Sempre che la malattia permetta di comprendere ciò che la gente dice.^^


sei sicuro che la gente parli? Se vedi una persona senza una gamba, oppure anoressica (esempio a caso) tu vai a dirle "quarda, ti manca una gamba" oppure "lo sai che sei anoressica?" ... non credo lo faresti.
lordalbert is offline  
Vecchio 29-06-2007, 07.55.10   #13
daria
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-06-2007
Messaggi: 78
Riferimento: Capire se si è pazzi

approvo quello che ha scritto URANIO, sto frequentando un corso sui disturbi mentali e svolto un tirocinio in psichiatria, è un mondo che mi affascina, mi incuriosisce.
le malattie mentali si suddividono in due grandi gruppi: disturbi nevrotici (la realtà non viene meno, si è coscienti del disturbo; disturbi psicotici ( la realtà percepita, non corrisponde alla realtà vera, es. una casa può diventare per lo psicotico un albero, lui non vede la casa ma vede un albero)
L'argomento è molto vasto e impegnativo, non credo che si possa riassumere in poche righe.
per capire se si è pazzi o no a volte c'è bisogno di un esperto, è molto difficile da soli.
l'uomo è composto da tre sfere, fisica-psichica-sociale, se queste sono in equilibrio tra loro, dovremmo essere "sani". la malattia si presenta quando subentra un fatto che non riusciamo ad affrontare con le nostre difese sia arcaiche che evolute, che in qualche modo squilibri la persona. così il male può prendere due strade, o fisica, o psichica. un buon equilibrio è dato dalla maturità della persona e dal suo modo di risolvere i problemi.
il temperamento è dovuto all'ereditarietà di fattori familiari, la personalità da come abbiamo vissuto in famiglia, dall'educazione.ecc.ecc.
cmq. bell'argomento, come già detto sopra, troppo vasto per parlarne in poche righe.

un saluto
daria
daria is offline  
Vecchio 29-06-2007, 22.22.03   #14
paolo di abramo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 20-03-2007
Messaggi: 162
Riferimento: Capire se si è pazzi

Io sono in cura da uno psichiatra per aver avuto un unico episodio di schizofrenia due anni fà e mi sento tremendamente solo e giudicato sono passato da uno stile di vita socialmente ben impostato ad uno stile di morte dei rapporti umani.La famiglia che si fà timoniere della mia vita in realtà non fà nulla per colmare il mio cuore.
paolo di abramo is offline  
Vecchio 30-06-2007, 08.44.02   #15
daria
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-06-2007
Messaggi: 78
Riferimento: Capire se si è pazzi

x paolo di abramo.
buongiorno paolo, ho letto attentamente le tue parole, e ho capito quanto si può sbagliare.
"Io sono in cura da uno psichiatra per aver avuto un unico episodio di schizofrenia due anni fà e mi sento tremendamente solo e giudicato sono passato da uno stile di vita socialmente ben impostato ad uno stile di morte dei rapporti umani.La famiglia che si fà timoniere della mia vita in realtà non fà nulla per colmare il mio cuore."
è una cosa che fa star male sentirsi giudicati. ti capisco.
anche la famiglia ha bisogno di aiuto, per poterti aiutare.
non ci si può improvvisare, è un percorso lungo che si deve fare, insieme, con competenza.
l'amore che i genitori conoscono per i figli si scontra con un bisogno di protezione che a volte soffoca chi ha bisogno di aiuto.
si prova un senso di colpa che in qualche modo bisogna riscattare, è un errore.
non c'è colpa, c'è la non conoscenza.
la scelta dello specialista è essenziale per accompagnare. ci sono specialisti meravigliosi, altri solo specialisti.
è vero che il senso che si prova è una sensazione di lutto, ha bisogno di tutte le fasi di elaborazione per superarlo. non è facile, ci vuole tempo.
rispetto profondamente ciò che provi e ti auguro di ritrovare il senso della vita il più presto possibile, nel frattempo puoi contare per quello che posso sul mio sostegno morale. coraggio. non arrenderti mai.

un saluto daria
daria is offline  
Vecchio 02-07-2007, 20.43.14   #16
uranio
Ospite abituale
 
L'avatar di uranio
 
Data registrazione: 22-10-2004
Messaggi: 470
Riferimento: Capire se si è pazzi

Citazione:
Originalmente inviato da paolo di abramo
Io sono in cura da uno psichiatra per aver avuto un unico episodio di schizofrenia due anni fà e mi sento tremendamente solo e giudicato sono passato da uno stile di vita socialmente ben impostato ad uno stile di morte dei rapporti umani.La famiglia che si fà timoniere della mia vita in realtà non fà nulla per colmare il mio cuore.
Questo gesto lo devono fare tutte quelle persone che considerano ancora il psicanalista come medico dei pazzi. Bisogna mettersi in testa che è uno SPECIALISTA come il cardiologo, angiologo, otorino ecc.ecc.
I tuoi genitori ti devono aiutare in modo diverso non devono considerarti sempre un malato, ti sei curato e sei guarito quindi devi aver fiducia in te stesso fregandoti di cosa pensano le persone di te. Ritrova i tuoi piaceri ed inizia a vivere come si deve, perchè hai ancora tante capacità, riscatta la tua vita non farti sotterrare dall'altro, fai vedere che sei ancora una persona viva, fai sentire la tua presenza anche se ciò comporta a scontrarti con l'altro
uranio is offline  
Vecchio 04-07-2007, 17.53.43   #17
paolo di abramo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 20-03-2007
Messaggi: 162
Riferimento: Capire se si è pazzi

Citazione:
Originalmente inviato da uranio
Questo gesto lo devono fare tutte quelle persone che considerano ancora il psicanalista come medico dei pazzi. Bisogna mettersi in testa che è uno SPECIALISTA come il cardiologo, angiologo, otorino ecc.ecc.
I tuoi genitori ti devono aiutare in modo diverso non devono considerarti sempre un malato, ti sei curato e sei guarito quindi devi aver fiducia in te stesso fregandoti di cosa pensano le persone di te. Ritrova i tuoi piaceri ed inizia a vivere come si deve, perchè hai ancora tante capacità, riscatta la tua vita non farti sotterrare dall'altro, fai vedere che sei ancora una persona viva, fai sentire la tua presenza anche se ciò comporta a scontrarti con l'altro

Nel corso di questi anni invece che curarmi,se non coi farmaci,ho sviluppato pensieri negativi come se io non ce la faccia o non mi realizzassi in futuro ,non ho più fiducia negli altri,.......poi l'invidia che ho nutrito verso chi ha una famiglia,mio grande sogno.........mi ha lacerato;dentro di me spesso urlo ed ho già tentato il suicidio,anni fà perchè temevo d'esser gay.Insomma se non conto il periodo in cui ero tutt'uno con Dio,quando la gente si preoccupava alle mie spalle perchè vivevo come un mendicante nella stessa città dei miei.....un matto ,periodo conclusosi con lo stereotipare il mio Dio "unendomi" ai testimoni di Geova e successivamente urlando pubblicamente contro lo stesso Dio,credo che la mia vita sia un fuggire,fuggire,fuggire.
paolo di abramo is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it