Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 16-07-2007, 11.13.10   #11
visir
autobannato per protesta
 
L'avatar di visir
 
Data registrazione: 02-05-2002
Messaggi: 436
L'arte della guerra.

Nel suo mirabile trattato "l'arte della guerra", Sun Tzu scrisse: Il generale vittorioso prevede gli eventi prima che accadano.

La nostra mente sonnecchiante non è mai pronta al combattimento nè tanto meno a morire.
Forse nel neolitico... magari nel medioevo, quando qualunque soldataglia di passaggio poteva estinguere la vita in un baleno, ma ora? Pochi vivono con questa presenza di spirito.
Il prezzo che si paga oggi alla sicurezza è il sospetto, un prezzo alto, ma tant'è.

Ci facciamo ipnotizzare dalle favole credendo di vivere in un mondo "civile", mentre in realtà basterebbero trenta giorni senza petrolio per precipitarci nella barbarie più abbietta.
Quanto sia vicino un momento del genere non è dato di saperlo.

Non vorrei sembrare un samurai da manga, o del menga, ma alcune riflessioni vanno fatte.

Pretendere che un percorso psicologico possa da solo sistemare una realtà di fatto (come quella subita dalla nostra) è come mangiare con la mano sinistra, ci nutre, ma è scomodo e insufficiente.
Daria studia psicologia ed è già sulla buona strada di essere una stimata professionista (non è inteso solo come complimento).

La realtà a cui non vogliamo fare attenzione è che la vita è solo una preparazione alla morte, forse anche viceversa, ma di quest'ultima considerazione non sono certo.

Ora, esistono due Vie per essere presenti a questo dato reale.

Una è la Via del monaco, l'altra è la Via del guerriero.

La prima sviluppa il cuore, la seconda il fegato (secondo un certo pensiero orientale).
Il punto di arrivo (di partenza?) è la saggezza.
La saggezza è quella sanità mentale che ci permette di vedere la cosa vera e di accettare con serena contemplazione la nostra fine in qualunque forma arrivi.
Tutti vogliono essere saggi oggigiorno, ma prima bisogna essere veri guerrieri o veri monaci.
E' un discorso lungo e facile da fraintendere se non si è fatta esperienza diretta, parlerò a mio rischio (come mio costume).

Io non sono certo un monaco, quindi non parlo della via del cuore.
Parlo della Via del guerriero che richiede grande sacrificio e disciplina.
Chi vuole vivere tranquillo e guardare la televisione morirà senza combattere in balia del fato, ma peggio ancora vivrà in tal stato.
Io mi addestro in ogni momento.
Ogni occasione mi è propizia per rinforzare lo spirito, la mente e il corpo.
Ci vuole tempo, sacrificio e non è per tutti.

Tuttavia la nostra amica ha un problema reale, con due sole alternative: fuggire o combattere.
Non necessariamente deve passare il suo tempo con un calibro 12 sotto il bancone e di converso affidarsi alla misericordia del Signore è molto bello, ma anche il Papa ha il suo servizio di sicurezza armato, forse bisogna trovare fra gli opposti una certa armonia.

Per questo la nostra protetta può fare di una sventura una benedizione.
Un'occasione di dare una svolta significativa alla sua vita.
Fare di uno choc un satori.
Vedere la morte in volto è sempre illuminante.
Ora deve scegliere: monaco o guerriero, insieme non si può essere o uno o l'altro, seguendo la propria indole.

Il prezzo della non scelta è sempre la paura.
La TUA vita è ora nelle tue mani, non può più dire "non sapevo", questo non grazie alle mie parole, ma alla tua esperienza vissuta.
Puoi cercare un Maestro e allenarti duramente, puoi meditare nel loto completo di fronte ad un cimitero, alla fine comunque le strade si congiungono.

Nonostante io sia sempre pronto alla mia fine e cerchi uno stato continuo di attenzione presente, sopra ogni cosa ricordo la mia nonna che mi diceva: Le preoccupazioni e le porte chiuse non fermano la mano del destino.
Che splendida guerriera era la mia nonna!

Ultima modifica di visir : 16-07-2007 alle ore 13.33.16.
visir is offline  
Vecchio 16-07-2007, 16.17.46   #12
fxxx
Ospite
 
Data registrazione: 05-07-2007
Messaggi: 16
Riferimento: Come Tornare Alla Normalita?

vorrei consigliarti che non hai bisogno 'solo' di supporto psicologico..
hai bisogno di strumenti reali che possano prevenire ciò che ti è successo..

non so che negozio/attività hai... ma vaglia la possibilità di mettere un buttafuori, una telecamera, apertura controllata ... non so fatti consigliare anche da chi ha già un' attività e ha problemi come i tuoi .... i carbinieri cosa dicono?

scusami e scusatemi ma non è solo capendo le tue paure che risolvi un problema reale!!!
fxxx is offline  
Vecchio 17-07-2007, 07.30.40   #13
luce83
Ospite
 
Data registrazione: 12-07-2007
Messaggi: 4
Riferimento: La normalità non esiste.

[quote=daria]scusami, rispettando tutti gli interventi, mi sento però di dire:- siamo sicuri che difronte a un'aggressione abbiamo la lucidità e la freddezza di reagire? anch'io ho frequentato molti anni fa kung-fu, ma non posso esser sicura che la paura non mi paralizzi, non mi provochi panico e quant'altro, a volte reagire è molto pericoloso


pe rme è stato così.. io la prima volta ho prima reagito ma alla vista di un coltello non ci sono più riuscita, ero bloccata e impietrita... non riuscivo neanche a parlare.... non è così facile reagire
luce83 is offline  
Vecchio 17-07-2007, 07.35.05   #14
luce83
Ospite
 
Data registrazione: 12-07-2007
Messaggi: 4
Riferimento: Come Tornare Alla Normalita?

Citazione:
Originalmente inviato da fxxx
vorrei consigliarti che non hai bisogno 'solo' di supporto psicologico..
hai bisogno di strumenti reali che possano prevenire ciò che ti è successo..

non so che negozio/attività hai... ma vaglia la possibilità di mettere un buttafuori, una telecamera, apertura controllata ... non so fatti consigliare anche da chi ha già un' attività e ha problemi come i tuoi .... i carbinieri cosa dicono?

scusami e scusatemi ma non è solo capendo le tue paure che risolvi un problema reale!!!


la sicurezza all'interno del locale la stiamo risolvendo con telecamere a circuito chiuso e collegamento con la questura.... ma questo non mi toglie la paura..... il fatto di sapere che da venerdì tutto quello che capita sarà registrato non cambia la situazione...... io ho paura, e questo mi fa lavorare male e non riesco più a lavorare con passione e con il sorriso.... forse sarà un discorso sciocco ma la paura è la cosa che mi frena di più nell'andare avanti..... non so!!!!!
luce83 is offline  
Vecchio 17-07-2007, 09.54.56   #15
visir
autobannato per protesta
 
L'avatar di visir
 
Data registrazione: 02-05-2002
Messaggi: 436
Noto che a te interessa tornare alla tua vita di prima come se nulla fosse.

Ti auguro di riuscirci....ammesso che sia umanamente possibile.

Buona fortuna
visir is offline  
Vecchio 17-07-2007, 11.37.09   #16
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Come Tornare Alla Normalita?

Citazione:
Originalmente inviato da luce83
Ciao a tutti, sono nuova del forum
Benvenuta... (Scusami... Torno serio )

Citazione:
Ora vivo con la paura
Il motivo? Quello vero?

Alcune domande per capirlo (forse):
Hai paura di morire?
Hai paura di poter perdere tutto?
Credi che l'uomo in sé contenga sempre e comunque un lato positivo?

A dipendenza di come rispondi e vivi la cosa, la situazione è differente e anche parecchio.

Se tu infatti non hai timore di poter perdere tutto quello che hai da un momento all'altro, così all'improvviso, la gente che ti sta attorno lo percepisce, percepisce una tua certa sicurezza e pace, e tu non avresti paura. Di cosa infatti dovresti aver paura?

Se tu però invece hai paura, questa paura purtroppo viene anche in un qualche modo percepita dagli altri e c'è chi potrebbe approfittarne.

Non che comunque, se tu non avessi paura, tutti i tuoi problemi si risolverebbero così svanendo nel nulla, no, anzi, nessuno impedisce a qualcuno di continuare a venire a farti visita, per incassare.
Solo che il tutto avverrebbe in modo diverso.
Non hai mai immaginato di reagire in modo assolutamente inaspettato (ma non violento e brusco, ma a parole) di fronte a una situazione del genere, per scoprire poi la reazione del rapinatore? Chessò, magari dicendo con tono tranquillo:
Credi che i soldi diano la felicità? Oppure: Credi che io non abbia problemi come i tuoi? Guarda che siamo sulla stessa barca. Se ti va di parlarne. O anche: Calma, ti do tutto quello che desideri, solo prima dimmi, hai bisogno d'aiuto? Se vuoi ti posso dare un prestito, aiutarti ad uscire dalla situazione critica nella quale sei finito. Basta che mi parli, e una soluzione la possiamo trovare assieme, sempre che tu voglia. Ma non compiere azioni che ti mettono in brutta luce, perché non meriti di finire in prigione ecc. So che tu non sei la persona che farebbe cose simili, se non fosse in una situazione brutta.

Anche se il come si reagisce a certi eventi, lo si viene a scoprire solo dopo che sono accaduti, non prima.

Ma lo spiazzare l'avversario, è da sempre una mossa relativamente avvincente.

Quel fargli dire e realizzare:
Eh?!
Io vengo qua, come rapinatore, con intenti negativi, ma questa persona mi accoglie come se fossi una brava persona, e mi considera anche in questo modo.
C'è qualcosa che non quadra.
O cerca di fregarmi in un qualche modo, oppure lo crede veramente, e molto probabilmente ha anche ragione, forse dovrei solo chiedere aiuto a qualcuno e cercare una soluzione alternativa, piuttosto che compiere azioni illegali come questa.

Gandhi in tal senso è un maestro (nel dare fiducia nel proprio avversario, ma autentica fiducia), ma non è per nulla semplice essere un "satyagrahi", e mettere in pratica questo modo di agire.

Il satyagrahi non conosce la paura, e perciò non ha nemmeno paura di fidarsi del suo avversario. Se questi l'inganna venti volte, egli è pronto a fidarsi la ventunesima, poiché una fiducia implicita nella natura umana fa parte del suo credo.
(Mahatma Gandhi)

Di certo un uomo non comune, e molto difficile da "seguire", per non dire che è già solo molti difficile da "capire".

Ma l'agire in quel modo, non è assolutamente qualcosa che vieta al tuo prossimo di fregarti, anzi, c'è chi pure potrebbe approfittarne.

Però tu vedresti le cose in modo differente e senza più paura. (È impossibile diventare satyagrahi se si ha paura, nessun codardo ha possibilità di diventarlo. Solo chi ha coraggio può diventarlo. Tu ne hai? So che ne hai...)

Citazione:
Originalmente inviato da luce83
Sono una ragazza forte ma a volte gli eventi di distruggono...
Certo. È normale. È normale trovarsi in situazioni critiche, di paura, che vorremmo passassero il prima possibile.
Importante è cercare di elaborare l'accaduto, trovare una via per andare avanti, e - se possibile - vedere l'evento come un qualcosa di costruttivo.
Cosa purtroppo non sempre troppo semplice.

Mi auguro in ogni caso tu possa trovare presto di nuovo la pace andata persa. Nel frattempo non scoraggiarti, ma abbi fiducia.


Ultima modifica di Elijah : 17-07-2007 alle ore 12.22.25.
Elijah is offline  
Vecchio 17-07-2007, 17.35.51   #17
fxxx
Ospite
 
Data registrazione: 05-07-2007
Messaggi: 16
Riferimento: Come Tornare Alla Normalita?

Citazione:
Originalmente inviato da luce83
la sicurezza all'interno del locale la stiamo risolvendo con telecamere a circuito chiuso e collegamento con la questura.... ma questo non mi toglie la paura..... il fatto di sapere che da venerdì tutto quello che capita sarà registrato non cambia la situazione...... io ho paura, e questo mi fa lavorare male e non riesco più a lavorare con passione e con il sorriso.... forse sarà un discorso sciocco ma la paura è la cosa che mi frena di più nell'andare avanti..... non so!!!!!

non reprimere la tua paura.. la paura nel tuo caso vuole dirti che il mondo le persone non sono tutte buone e angeliche come vorrremmo fossero ..vuole dirti di non aver paura di fallire nella tua attività .. fallire come persona..la paura è di perdere la possibilità di vivere tramite la tua attività nel modo che avevi sognato... la paura ci dice chec'è un pericolo ne più e ne meno ..concentrati su come poter prevenire nel miglior modo e sicuro possibile... hai messo le telecamere metti cartelli da pertutto per segnalare questo.. (è un esemprio)... smetti di reprimere la tua paura prima che possa travolgerti, come tu ti stai accorgendo(hai perso il sorriso e l'entusiasmo nel lavoro), in una rovina totale!!
fxxx is offline  
Vecchio 17-07-2007, 19.26.09   #18
Aegritudo
Ospite
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 23
Riferimento: Come Tornare Alla Normalita?

La paura la devi superare. E' così. Per farlo credo sia importante non sentirti sola. Per un pò fatti stare vicino, la sera, nel locale, persone di cui ti fidi, amici. Sarebbe il caso, è vero, di avere un buttafuori, ma non so se puoi permettertelo.
E' brutta la paura. Nasce dal senso di impotenza. Ritrova fiducia in te stessa. E non farti portare via da dei vigliacchi il tuo sogno. Significherebbe farli vincere.
Aegritudo is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it