Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 31-07-2007, 09.01.49   #1
catoblepa
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2006
Messaggi: 282
Cosa vuol dire veramente "stare bene con se stessi"?

E' una frase molto pronunciata...
...stare bene con se stessi....ma cosa vuol dire nella pratica quotidiana?
Guardarsi allo specchio e piacersi?
Avere un dialogo interiore, e se si, come effettivamente avviene? Riflettendo su di una argomento, una situazione?
Poter fare a meno degli altri? (vedi topic sulla solitudine)
Io trovo che il concetto di stare bene con se stessi sia molto sfuggente, e allora chiedo a voi forumisti:
riempiamo di un significato compiuto la frase "stare bene con se stessi"

Dite la vostra

Ultima modifica di catoblepa : 31-07-2007 alle ore 09.31.43.
catoblepa is offline  
Vecchio 31-07-2007, 09.42.00   #2
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
Riferimento: Cosa vuol dire veramente "stare bene con se stessi"?

Citazione:
Originalmente inviato da catoblepa
E' una frase molto pronunciata...
...stare bene con se stessi....ma cosa vuol dire nella pratica quotidiana?
Guardarsi allo specchio e piacersi?
Avere un dialogo interiore, e se si, come effettivamente avviene? Riflettendo su di una argomento, una situazione?
Poter fare a meno degli altri? (vedi topic sulla solitudine)
Io trovo che il concetto di stare bene con se stessi sia molto sfuggente, e allora chiedo a voi forumisti:
riempiamo di un significato compiuto la frase "stare bene con se stessi"

Dite la vostra


Secondo me star bene con se stessi e' la capacita' di trovare soddisfazione in occupazioni che non esigono la cooperazione di altri.
E' pure la disponibilita' a risolvere problemi personali ,senza cercare di ignorarli fuggendo da se stessi in cerca di stimoli che aiutino a rimuoverli.
Se osserviamo bambini piccoli possiamo vedere gia' da allora la tendenza a star bene con se stessi.
hava is offline  
Vecchio 31-07-2007, 09.42.00   #3
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
Riferimento: Cosa vuol dire veramente "stare bene con se stessi"?

Stare bene con se stessi significa..

per me

stare in silenzio assoluto ,sentire i pensieri interni...sentire il bene e il male che
combattono e riuscire a equilibrare tutti i momenti di desequilibrio.
Stare bene con se stessi e sentire di stare soli e non avere paura della
solitudine..

La solitudine è la nostra anima gemella..ogni tanto le dobbiamo dare la mano!

Guardarsi allo specchio e ogni tanto guardarsi negli occhi,parlare da soli con noi stessi
e vedere che siamo da soli
nel mondo
e che se stiamo bene con noi stessi, se percepiamo una serenità possiamo
dire
che abbiamo conquistato "un nuovo terreno interno"...

Non è facile sentire che "stiamo bene con noi stessi"..

"Bisogna non pensare,ma sentire...."
klee is offline  
Vecchio 31-07-2007, 09.42.03   #4
falbala48
Ospite abituale
 
L'avatar di falbala48
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 110
Riferimento: Cosa vuol dire veramente "stare bene con se stessi"?

Non so cosa vuol dire stare bene con se stessi, me lo chiedo anch'io, ma ancora mi sfugge, personalmente quando stavo da sola, parlavo da sola, mi guardavo allo specchio e mi facevo domande, oppure mentre pulivo parlavo con me stessa, la sera andavo a letto e mi parlavo a voce alta, ma non è che mi facesse stare bene più di tanto anzi a volte mi sentivo pazza, uscivo da sola, andavo al mare da sola, guardavo un film carino e mi dicevo che carino ti è piaciuto? mi cucinavo, mi apparecchiavo per bene, mi curavo tantissimo, ma non sono mai stata bene con me stessa credo perchè non era una situazione voluta spontaneamente ma scaturita da un cambiamento radicale della mia vita e conseguentemente di me , ma non voluto , subito. C'è da dire che sono un animale socievole, facile ai rapporti interpersonali, ho bisogno di rapportarmi continuamente agli altri, mi piace la compagnia, la condivisione, e soprattutto mi piace sceglier i momenti di solitudine autonoma e non subirli cosa che invece è successo, io non stavo bene con me per scelta ma per imposizione di una situazione,non so se ho reso, oggi come direbbe marco sono fuori come un balcone.
falbala48 is offline  
Vecchio 31-07-2007, 12.37.04   #5
individuo
Ospite abituale
 
L'avatar di individuo
 
Data registrazione: 09-09-2006
Messaggi: 184
Riferimento: Cosa vuol dire veramente "stare bene con se stessi"?

Significa porre fine a tutti i conflitti che ci logorano.

In fondo quando stiamo male con noi stessi è perchè abbiamo degli ideali delle speranze dei bisogni che si scontrano con la vita e con vita intendo " realtà ".

Se per esempio non sei bello esteticamente e il tuo idealo di bellezza è quello di una modella è ovvio che soffrirai parecchio.

Se hai degli ideali su come dovrebbero essere i rapporti con le persone, e poi questi ideali non si realizzassero perchè le persone che frequenti non si comportano come vorresti?

E questi non sono che pochi esempi ed anche dei più facili da capire.

Questo ovviamente non significa diventare amorfi e lasciare che le cose siano come siano, ma se vogliamo avere almeno una speranza di agire correttamente prima bisogna avere il coraggio di vedere le cose come stanno...e qui iniziano i problemi visto che i nostri bisogni le nostre esigenze ci fanno spesso vedere le cose in maniera egocentrica portandoci al conflitto con ciò che ci circonda e con cui ci relazioniamo.

Se per esempio ti vuoi buttare dal ponte con l'elastico solo per dimostrare ai tuoi amici che sei coraggioso ma in realtà hai una paura fottuta, dovrai fare i conti con il tuo orgoglio e vedere dove ti stà portando.

Se per esempio ti piace-vuoi tantissimo una persona perchè ne sei per un qualsiasi motivo terrbilmente attratto, ma questo ti porta a non essere te stesso...vai in conflitto...e allora cosa fai cerchi di capire, ne vale la pena o è più importante la libertà per una crescita davvero autentica?

Ultima modifica di individuo : 31-07-2007 alle ore 14.24.20.
individuo is offline  
Vecchio 31-07-2007, 14.33.48   #6
sentieroluminoso
Ospite abituale
 
L'avatar di sentieroluminoso
 
Data registrazione: 18-04-2007
Messaggi: 60
Sono abbastanza?

Secondo me stare bene con se stessi equivale a poter sopperire in proprio a tutte le necessità del vivere sereno, prendersi cura di se stessi nell'accezione più ampia del termine, essere per se stessi abbastanza. Raggiunto questo obiettivo molto ambizioso, la vita di relazione si arricchisce di percezioni e sfumature che prima non si riconoscevano, ed in base alla vasta gamma di "soddisfazioni personali" già immagazzinate si colgono i particolari originali del prossimo e non quanto potrebbe concorrere al nostro completamento, che invece è ottenuto autonoma-mente. Una volta in uno dei miei sfagiolamenti mentali provai a buttare giù una tecnica per isolare le singole componenti del bastare a se stessi, un giochino che mi inventai per calcolare il mio punteggio singola-mente. Se riuscite a seguire i miei sfagiolamenti e volete provare a calcolare il vostro score, accomodatevi pure, è un giochino per assurdo, semiserio, una sorta di fantascienza troppo teorica, che però mi fu utile per ridere delle gestazioni e conseguenti parti della mia testolina bacata e per focalizzare una tecnica.

Quanto sei? fase a
Il giochino ha due fasi e livelli di difficoltà: livello principiante, nell’impossibilità di portare a termine l’intera partita può utilizzare qualche spunto come take away dell’autostima; livello esperto, dopo un po’ di pratica può provare a condurre un game intero.

Regole e punteggi:

totalizza 1 punto chi compie un’azione che crea a se stesso beneficio (soggetto ed oggetto dell’azione è sempre se stessi), sensazione di soddisfazione, di completezza, di aggiunta, sia di breve che di media durata.
Totalizza 5 punti chi compie un’azione con le modalità sopra esposte e che nel compierla mette in luce qualcosa di sorprendente, che non pensava di possedere (inclinazioni, talenti, capacità), o che si era quasi sicuri di non possedere affatto.
Totalizza un punto jolly chi compie un’azione da 5 punti e che per compierla mette in opera uno sforzo tangibile (organizzativo, di volontà o di tempo).
Dopo 100 punti semplici 20 da 5 e 25 jolly si può passare alla fase b.

Quanto sei? fase b
Fare una lista precisissima e particolareggiata di ogni caratteristica, componente, virtù che vi piacerebbe possedesse il compagno ideale. Ora prendete questa lista e armate di sana obiettività ed un pizzico di cinismo provate ad esprimere con una percentuale la quantità di ogni singola caratteristica presente in voi (di ogni caratteristica che vi piacerebbe trovare nell’altro, quanto voi già ne avete). Se è il caso scomponete in moduli base ad esempio: fascino esteriore ( (belelzza- cura di se- eleganza - gentilezza - moderazione ecc. ecc.) doti intellettuali ( intelligenza - apertura mentale - acutezza - gentilezza ecc. ecc.) ed anche per esse esprimete una percentuale riferita a voi. Alla fine di questo lavoraccio (oltre a vincere il premio calamaio d'oro), avrete una lista approssimativa (ed assolutamente empirica, ma strambamente plausibile) di quello che ora vi manca, la famosa mezza mela che prova a fare l'intero (attenzione ai vermi però!! ). Con lo stesso principio dei punteggi, potrete se vorrete tentare di approvvigionarvene in proprio.

Ultima modifica di sentieroluminoso : 31-07-2007 alle ore 15.19.54.
sentieroluminoso is offline  
Vecchio 31-07-2007, 22.31.48   #7
Niky
Ospite
 
L'avatar di Niky
 
Data registrazione: 31-07-2007
Messaggi: 12
Smile Riferimento: Cosa vuol dire veramente "stare bene con se stessi"?

Citazione:
Originalmente inviato da catoblepa
E' una frase molto pronunciata...
...stare bene con se stessi....ma cosa vuol dire nella pratica quotidiana?
Guardarsi allo specchio e piacersi?
Avere un dialogo interiore, e se si, come effettivamente avviene? Riflettendo su di una argomento, una situazione?
Poter fare a meno degli altri? (vedi topic sulla solitudine)
Io trovo che il concetto di stare bene con se stessi sia molto sfuggente, e allora chiedo a voi forumisti:
riempiamo di un significato compiuto la frase "stare bene con se stessi"

Dite la vostra
Secondo me lo star bene con se stessi si identifica con il concetto di autostima.. Quanto ci vogliamo bene? Quanto ci piaciamo? Quanto siamo sicuri? Tutto rientra in questo cerchio.. Penso, inoltre, che nessuno al mondo riesce a star bene con se stesso facendo a meno degli altri.. Solo attraverso il confronto, la relazione, riusciamo a migliorare e a capire il nostro io e di conseguenza a star bene con noi stessi
Niky is offline  
Vecchio 01-08-2007, 00.28.54   #8
Flow
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2006
Messaggi: 317
Riferimento: Cosa vuol dire veramente "stare bene con se stessi"?

Citazione:
Originalmente inviato da catoblepa
E' una frase molto pronunciata...
...stare bene con se stessi....ma cosa vuol dire nella pratica quotidiana?
Guardarsi allo specchio e piacersi?
Avere un dialogo interiore, e se si, come effettivamente avviene? Riflettendo su di una argomento, una situazione?
Poter fare a meno degli altri?

Stare bene con se stessi non significa niente,
non c'e' nessun rapporto con se stessi.
Flow is offline  
Vecchio 01-08-2007, 10.15.32   #9
individuo
Ospite abituale
 
L'avatar di individuo
 
Data registrazione: 09-09-2006
Messaggi: 184
Riferimento: Cosa vuol dire veramente "stare bene con se stessi"?

Citazione:
Originalmente inviato da Flow
Stare bene con se stessi non significa niente,
non c'e' nessun rapporto con se stessi.

Non vorrei dire, ma secondo me cosi come hai rrisposto l'hai presa un pò troppo alla lettera...che non era l'intento di chi ha aperto il thread....e ora magari ti ho preso troppo io alla lettera
individuo is offline  
Vecchio 01-08-2007, 11.43.48   #10
-Ivan-
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-03-2007
Messaggi: 49
Riferimento: Cosa vuol dire veramente "stare bene con se stessi"?

Pe me significa sostanzialmente riuscire a gioire della vita in ogni situazione, dalla più bella alla più brutta, senza perdersi nella perversione della propria mente.
Riuscire a godere di qualsiasi cosa, dalla vista di un albero a situazioni più complesse come la compagnia di una persona.
Significa non soffrire di solitudine quando si è soli e non soffrire di noia quando non si ha nulla da fare, significa creare da soli gli stimoli necessari alla propria felicità, o meglio godere di quegli stimoli che di solito ignoriamo e che vengono dal nostro corpo e dalla nostra mente quando non ne sono presenti altri.
Quando si riesce a godere di questo tutto il resto verrà apprezzato maggiormente, sarà un di più che saremo pronti a cogliere ed a vivere in pieno e nel presente.
-Ivan- is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it