Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 30-08-2007, 13.16.26   #1
disincanto1
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 29-08-2007
Messaggi: 1
chi si riconosce in me... [un alieno fra gli alieni]

Quello che cerco è attenzione e condivisione, almeno un pò...
ecco il mio sfogo sincero:

Avete presente un marziano?
Bene.
Riuscite a percepire come possa sentirsi un marziano, catapultato direttamente sulla Terra?
"un alieno fra gli alieni"

BENE, anzi MALE

così, talvolta mi sento io: UN ALIENO, anzi UN'ALIENA.

Mi sento avulsa, sconclusionata, particolare, diversa dalla massa...

- ALIENA - all'interno di un mondo - o meglio - di una società che non mi combacia più, che avverto distante, sconosciuta, di cui diffidare...
***INSIDIOSA*** , UNA SOCIETà INSIDIOSA, DI CUI HO ***p a u r a ***

una società **INSIDIOSA**

Trascorso il tempo dei miei 20 anni, da un bel pezzo...
ho vissuto, ho creato, edificato...
edificato in termini di "FAMIGLIA", l'unica cosa - forse - nella quale ho realmente creduto.

Esperienze? Tante, tantissime, ma esperienze indirette, attraverso la disciplinata conduzione di una famiglia, la crescita dei miei figli e poi i nipoti...nel campo professionale, quasi zero, non mi sono realizzata...SALVO "ADESSO" che mi sono ricatapultata nel campo lavorativo ed è un riscatto, ne sono gratificata...

le numerosissime letture (saggistica a tema filo-psicologico)mi hanno erudito, emancipato mentalmente,aiutato a capire e sublimato i miei naturali sensi percettivi, intuitivi...

e poi il lavoro, il Santo LAVORO che non ho ancora abbandonato, come prima accennato, e che mi aiuta a completarmi come persona in ambito sociale ed a mettermi ancora in gioco, 'brillantemente' in gioco perchè ho canalizzato tutte le mie nergie, le mie risorse, in ambito professionale.

TUTTAVIA...

SONO DELUSA, DISINCANTATA, OSEREI DIRE "SCHIFATA"...
su come vanno le cose - in generale - e, in ambito privato, vivo con parecchi tarli rimosse, vuoti esistenziali e ferite mai rimarginate...

DIFFIDO di questa società per una Giustuzia ingiusta
per una Politica mafiosa altrettanto lurida
stupefatta per la VIOLENZA e LA CRUDELTA' dell'essere umano
PAURA per il clima di terrore, di insicurezza in cui ci troviamo a vivere... ed ancora per la mancanza di prospettive future, soprattutto nei giovani e ne sono sensibilizzata perchè sono una MAMMA.

SONO ANNICHILITA PER IL PROFONDO DEGRADO E L'ABBATTIMENTO DEI VALORI, di quei "pilastri" che hanno - per secoli - rappresentato la base, il filo conduttore della società stessa, delle interazioni umane...non mi ci riconosco più.

E ANCORA E ANCORA...

Credo di essere invecchiata di colpo, di aver perso la tolleranza, il gusto della vita, E QUESTO E' GRAVE!!

SI - invecchiata ... ***anche se non si vede all'esterno, non trapela niente *** MA QUI DENTRO LO POSSO DIRE, MI POSSO LIBERARE: MI SENTO VECCHIA, ARRIVATA AL CAPOLINEA, PROSPETTIVE FUTURE: ***ZERO***

e tutto questo, nonostante la mia lucidità, la verve reattiva della mia personalità ed un aspetto intrigante e giovanilissimo che non combacia con l'età anagrafica...
del quale non mi compiaccio affatto, perchè dentro di me si è stabilizzato un concetto inamovibile: ****ORMAI****

Mi percepisco "VECCHIA" (quando mi ritrovo sola con i miei pensieri mi sento un rottame) o meglio "UN'ALIENA", ma questo l'ho detto già, MA SOPRATTUTTO PERCHE' HO VISSUTO E VIVO ACCANTO A UN UOMO PRECOCEMENTE INVECCHIATO, SVUOTATO CHE MI DEPRIME E CHE NON AMO PIU' DA TEMPO IMMEMORE, MA CHE, INCONGRUENZA BESTIALE: VOGLIO UN BENE ENORME E DI CUI HO BISOGNO, QUALE ALTERNATIVE ALLA MIA SOLITUDINE ****TOTALE**** !!!!!

E CONTINUO OSTINATAMENTE AD INDOSSARE LA MASCHERA...
CONTINUO IMPERTERRITA NELLA MIA RECITA QUOTIDIANA, LA MIA FINZIONE (per non soccombere)
attraverso una sapiente recita da prima attrice, in cui NULLA lascia trasparire di quanto ho esternato in questo monitor, nell'anonimato di una donna come tante che porta avanti il cadaverino di se stessa, in una vita irreprensibile, perfettina.

UNA DONNA

che in questa insulsa giornata di agosto, ha voluto liberare una parte di se stessa, denudandosi dell'usuale abitino della festa...

NON CERCO GIUDIZI, PAROLINE DI CIRCOSTANZA, CONSIGLI OVVI E SCONTATI...
VORREI INTERFACCIARMI CON *QUALCUNA* SIMILE A ME, CHE STA VIVENDO UNA ANALOGA REALTA' E CHE - SOPRATTUTTO - VIVA SULLA PELLE UNA SOLITUDINE ESISTENZIALE DEVASTANTE.
(io cerco di esorcizzarla, di mascherarla, di rimuoverla...e di questo sono fiera perchè riesco a SOPRAVVIVERE)
***Disincanto***
disincanto1 is offline  
Vecchio 01-09-2007, 20.27.56   #2
Lillà
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-03-2005
Messaggi: 0
Riferimento: chi si riconosce in me... [un alieno fra gli alieni]

Ho letto tutto d'un fiato la tua dichiarazione accorata di essere un' aliena e così... tutta d'un fiato, ti rispondo.
Nooooooo, non sei assolutamente diversa da tante altre donne che dopo aver dedicato tutta la loro vita alla famiglia, dopo aver investito tanto sugli altri, si ritrovano vuote e si rendono conto di aver peccato in una sola "piccola insignificante" (lo dico con ironia!) dimenticanza: aver voluto anche bene a se stesse.
Sono stata anch'io un'aliena come te e per questo capisco; lo sono stata fin tanto che ho deciso di abbandonare il mondo in cui non mi riconoscevo più e, presa "coraggiosamente ma molto, molto faticosamante" la decisione di riprendere in mano la mia astronave, ho gettato la mia maschera ed ho spiccato il volo...
Nooooo, non sei vecchia....! hai solo bisogno di chiarirti con te stessa, mettere sulla bilancia passato, presente e futuro e con serenità scegliere se continuare il viaggio che stai facendo o cambiare rotta.
Io ero arrivata al punto che il vivere era insopportabile anche se avevo una enorme voglia di vivere.... E' stata dura, eccome se è stata dura! ma ora l'aliena è una donna molto serena (volevo azzardarmi a dire felice.... perchè lo sono...ma è una parola di cui ho un grande rispetto...)
Ho scritto in fretta e sintetizzando tanti concetti...forse ovvi...ma veri!
Auguri!
Lillà is offline  
Vecchio 02-09-2007, 14.02.17   #3
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: chi si riconosce in me... [un alieno fra gli alieni]

Beh... io mi riconosco parecchio in alcuni tuoi apici di desolazione...

Eppure serenamente possono dire che - almeno sino ad ora - il percorso da me sempre seguito è stato quello tracciato da M.Antonia.
E , sia per indole che per formazione, devo ammettere che non avrei avuto la capacità di ossequiare nessun dovere, se non avessi avuto prima l'altra e basilare capacità di rintracciarne l'aspetto gratificante e giocoso. Insomma: mi risulta di essere vissuta dal prossimo come capace e perfezionista... ma io so che c'è stata un'accurata quanto istintiva selezione delle cose di cui occuparsi, solo guidata dal senso del piacere.... da rintracciarsi obbligatoriamente (per me) in qualunque "dovere"... pena il NON potersene AFFATTO occupare.

Quindi: niente sacrifici da eccesso di abnegazione... ma quel senso di desolazione lo provo e lo capisco.

Credo anch'io sia comune a tante. No: io direi a tantI.

E pensa che ho amici (maschi), anche con vite oggettivamente privilegiate sotto molti profili, che lo provano identicamente... e fino al punto di addirittura chiedersi se .... se molto non derivi loro dalla MANCANZA di quella griglia di "doveri" che incasella la vita al femminile... tra figli-compagno-casa-lavoro!!!!

E dunque?
Certo non sono nessuno per tentare spiegazioni, però ti partecipo volentieri qualche mia riflessione.

Guardo me ed i miei amici.
Abbiamo tutti più di quarant'anni, e ancora, in comune: una buona cultura di base ed il desiderio che ci accompagna da sempre di approfondirla sempre e comunque, vite sociali apprezzabili, vite personali non di rado privilegiate, e in cui anche i divorzi producono solo gradevoli famiglie allargate.

Poi, sempre in comune, abbiamo: ideali socio-politici di gioventù che, alimentati da Padri e Maestri e Studi e Letture... restano QUOTIDIANAMENTE annichiliti, derisi, calpestati, massacrati e infine sepolti dalla semplice preponderanza DI FATTO di una regia che a livello MONDO è l'apoteosi della Confraternita dei Gaglioffi, quella che con la SEMPLICE filosofia del proprio Crasso Tornaconto, rende ridicolo tutto quello in cui e per cui sei cresciuto.

Se ci pensi: ti pare niente VERIFICARE in ogni momento di ogni giorno (dalla notizia al TG e sino all'impatto con qualunque ufficio pubblico... e poi... pure privato, perchè no?)... VERIFICARE che i tuoi punti cardinali, quelli che ti avevano indicato, che avevi individuato, che avevi insegnato ai tuoi figli.... quelli che erano le TUE certezze.... VERIFICARE che "chi conta" ci ride? E quando li "usa" lo fa solo per prenderti in giro, insieme ai tuoi figli e a chi prima di te, ci credette e fece una vita che oggi si direbbe solo "da fesso" per il suo sogno di fare di te una Bella Persona?

Prova a combinare tutto questo, SOLO questo, con quella parte di naturale disillusione che, in conseguenza della "maturità", la natura stessa ha comunque scritto nel dover essere della fisiologia umana.

Qualcuno potrebbe uscire indenne e NON desolato dalla consumazione obligata di questo cocktail? (Sì, certo, chi non dispone del primo ingrediente, o addirittura può sostituirlo con l'aver solo e sempre vissuto in funzione del proprio stomaco, beh, sì, quello c'ha solo il gioco dell'ormone. Molto molto più gestibile. Con un buon portafoglio, poi, è gestibilissimo: se lo scopo era la "bella vita" del proprio stomaco e immediati dintorni.... con un bel portafoglio c'è "carne fresca" in libera vendita per rafforzare l'idea di essere "grande" e "aver visto giusto" anche per l'ottantacinquenne con pannolone per incontinenza e bava alla bocca...).

E quasi diventa ultimo e più perfido ingrediente il "continuare a leggere saggistica a tema filo-psicologico".... Non può che rafforzarti le Belle Cose in cui credevi, ti conferma che è così, che non sei sbagliato tu o il tuo punto di vista.
Dunque?
Ti conferma che sei nel posto sbagliato.
Solo.
Con i tuoi libri.

Bene: se in qualcosa ci avessi "preso"... aggiungo soltanto che a me fa moltissimo bene seguire la politica (non certo attraverso i TG o le tribune teatrino col timer). La rete pullula di informazione DIVERSA di cui non è traccia in quella ufficiale (il caso V-day di Beppe Grillo comincio a trovarlo ancora più allucinante di tutto quanto visto sino ad oggi: esiste SOLO in rete e con partenza dal suo blog!!!!!!!!!!!!).

Lo trovo un bel leggere, e può ben facilmente diventare un Bel partecipare.

Quando vado per questi lidi.... io non mi sento più affatto aliena, e scopro con gioia centinaia di migliaia di Persone che mi piacciono davvero e alle quali può essere solo benefico unire le proprie forze (intellettive e non), con lo stesso entusiasmo di vent'anni fa, e con molta più foga generata dal vissuto reale.

Sperando di non averti oppressa nè annoiata, mi permetti due parole su tuo marito?
Hai detto di lui la cosa più bella che Donna possa dire! (Fossi in te lo inviterei a leggerti).

Dalla congrega delle divorziate convinte (ti fidi?): se sapessi COSA agognano i single (di cui non conosco alcuno come divorziato convinto) dopo i cinquanta... bruceresti di fervido riscoperto Amore per un Uomo (sì, ok, qualche volta palloso, ma chi non lo è?) con cui hai diviso q.b. per farti parlare come parli!!!!

In bocca al lupo!
donella is offline  
Vecchio 02-09-2007, 14.30.32   #4
Virginia
Ospite abituale
 
L'avatar di Virginia
 
Data registrazione: 18-08-2007
Messaggi: 54
Riferimento: chi si riconosce in me... [un alieno fra gli alieni]

Ciao disincanto1
Citazione:
TUTTAVIA...

SONO DELUSA, DISINCANTATA, OSEREI DIRE "SCHIFATA"...
su come vanno le cose - in generale - e, in ambito privato, vivo con parecchi tarli rimosse, vuoti esistenziali e ferite mai rimarginate...

DIFFIDO di questa società per una Giustuzia ingiusta
per una Politica mafiosa altrettanto lurida
stupefatta per la VIOLENZA e LA CRUDELTA' dell'essere umano
PAURA per il clima di terrore, di insicurezza in cui ci troviamo a vivere... ed ancora per la mancanza di prospettive future, soprattutto nei giovani e ne sono sensibilizzata perchè sono una MAMMA.

SONO ANNICHILITA PER IL PROFONDO DEGRADO E L'ABBATTIMENTO DEI VALORI, di quei "pilastri" che hanno - per secoli - rappresentato la base, il filo conduttore della società stessa, delle interazioni umane...non mi ci riconosco più.

Come darti torto?
Ieri pomeriggio sono andata a fare una passeggiata nella via principale della mia città e guardando in giro ho visto tante persone poi mi sono specchiata in una vetrina e ho visto riflessa qualcuna "me stessa" e mi sono detta "cavolo come sei diversa....dove sei capitata...in quale mondo in quale vita.... e mentre lo dicevo una ragazzina dall'altra parte della strada urlava...ad un suo coetaneo a gran voce "sei un pezzo di m.....e altre paroli indicibili." come fosse stato il complimento più bello di questo mondo......una ragazzina tutta perfetta truccata avrà avuto 15 anni...valori? delicatezza? educazione?
io non sono ancora mamma e a volte mi trovo a dire "per fortuna" perchè in questa gabbia di leoni che è diventata la nostra società...come si fa a mandare a scuola un figlio che magari durante la pausa, mentre fà merenda, si ritrova con i compagnetti di banco impegnati in un qualche giochetto sessuale ripreso con il cellulare e diffuso su internet...
A volte penso...accidenti anni e anni di evoluzione ....progressi incredibili eppure stiamo assistendo ad una vera involuzione..un ritorno allo stato animalesco...all'uomo preistorico, ma circondato da palmari e videocamere pronti a riprendere tutto questo degrado!

Citazione:
MA SOPRATTUTTO PERCHE' HO VISSUTO E VIVO ACCANTO A UN UOMO PRECOCEMENTE INVECCHIATO, SVUOTATO CHE MI DEPRIME E CHE NON AMO PIU' DA TEMPO IMMEMORE, MA CHE, INCONGRUENZA BESTIALE: VOGLIO UN BENE ENORME E DI CUI HO BISOGNO, QUALE ALTERNATIVE ALLA MIA SOLITUDINE ****TOTALE**** !!!!!

Non sei sola...non dimenticare mai che nessuno può riempire la nostra solitudine e meno che mai un UN UOMO PRECOCEMENTE INVECCHIATO, SVUOTATO...tu hai te stessa...ricordo che mio nonno prima di morire mi disse "ricordati che nasciamo soli e muoriamo soli...e nel percorso di vita incontriamo altri esseri soli che per un po' ci fanno compagnia...non cercare mai la tua forza negli altri, ma solo in te stessa perchè se c'è qualcuno che veramente ti accompagna per tutta la vita, quel qualcuno sei "te stessa"

Citazione:
E CONTINUO OSTINATAMENTE AD INDOSSARE LA MASCHERA...
CONTINUO IMPERTERRITA NELLA MIA RECITA QUOTIDIANA, LA MIA FINZIONE (per non soccombere)
attraverso una sapiente recita da prima attrice, in cui NULLA lascia trasparire di quanto ho esternato in questo monitor, nell'anonimato di una donna come tante che porta avanti il cadaverino di se stessa, in una vita irreprensibile, perfettina.

MA quale cadaverino di te stessa....tu hai tanta vita dentro! getta la maschera...concediti una vita forse meno irreprensibile e perfettina, ma più vera...fallo per te...magari all'inizio sarà dura forse dovrai lottare con tante tue credenze e convinzioni e forse anche con gli altri..., ma libera il tuo cuore che hai chiuso nella scatola e regalagli ciò che si merita: una vita!

Un abbraccio forte forte
Virginia is offline  
Vecchio 06-09-2007, 14.02.19   #5
feng qi
Ospite abituale
 
L'avatar di feng qi
 
Data registrazione: 15-10-2005
Messaggi: 560
Riferimento: chi si riconosce in me... [un alieno fra gli alieni]

Citazione:
Originalmente inviato da disincanto1
Quello che cerco è attenzione e condivisione, almeno un pò...
..come tante che porta avanti il cadaverino di se stessa, in una vita irreprensibile, perfettina.

UNA DONNA


Eh, sì! Ogni tanto fa bene una bella sfogatina! Si dà aria al cuore.
Io ti capisco perché ci sono passata, anche se in età piuttosto giovane perché purtroppo questi conti vengono alle mani quando meno te lo spetti.

Ho portato il mio cadaverino fin da ragazza e poi come ha detto M.antonia dei negri, mi sono come risvegliata dall'incubo della mia esistenza.
quello che ho visto non era per niente bello, vero. Ma c'erano cose buone.

Da quello che scrivi ho letto tanta sofferenza e rimpianti, ma anche tante traguardi raggiunti, cose fatte bene e cose fatte e basta.
Una vita discreta vissuta con coraggio, con forza, anche quando pensavi di non averne più. La capacità di rimetterti in gioco in ambito lavorativo ti sembra cosa da poco.

Ma come antonia dei negri devo dirti che traspare platealmente che tutto tu hai fatto tranne che ricordarti come si fa ad essere felici.

Dov'é, cara amica, dov'é finita la tua gioia e quando é finita.

Ma soprattutto: cosa era la tua gioia, dove la trovavi?

Visto che hai dato tanto, ora DATTI qualcosa: un po' di tempo per rimparare a provare sentimenti che un tempo hai conosciuto. E se li conoscevi da piccola, allora usa il tuo grande coraggio e vai indietro a cercare quella bambina, una pace lontana, e vedi se puoi ancora e se vuoi ritrovare in te le prospettive di una pace futura che può diventare gioia.

Sul fatto del marito cui vuoi un sacco di bene...ma che non ami più ma di cui sicuramente ti prendi cura con pazienza anche se ti tarpa le ali col suo cupismo...puoi spiccare ugualmente il volo se stai bene in te stessa e magari dare un po' d'aria alle sue ali spente.

Piano piano. La vita é un viaggio. Non conta l'arrivo, ma solo il viaggio.

un abbraccio

feng qi
feng qi is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it