Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 22-09-2007, 15.30.23   #1
Danae
Ospite
 
Data registrazione: 22-09-2007
Messaggi: 4
Question Due quesiti [amore e odio]

Buongiorno..non mi sarei mai aspettata di arrivare a scrivere qui. In genere sono una ragazza dal carattere forte, che spesso e volentieri preferisce risolvere i propri problemi da sola. Ma mi trovo oggi a non riuscire a venire a capo di certe questioni..avrei bisogno di dare delle risposte a domande che mi pongo di continuo.
Sono figlia di due genitori separati, dal carattere completamente indifferente. Mia mamma è superattiva, non è avvezza alle cose dolci, ne mi ha mai dato la carica per andare avanti nelle mie cose, nel momento io cui vacillavo. Probabilmente il mio carattere apparentemente forte l'ho proprio preso da lei. Mio padre è invece una persona estremamente calma, che di fronte ai problemi lascia scorrere, nella speranza che si risolvano da soli. Anche lui poco propenso alle manifestazioni d'affetto ecclatanti..non ho mai ricevuto un abbraccio da parte sua, non è nel suo carattere..ma a piccoli, piccolissimi gesti mi rendo conto che anche lui, a modo suo, mi vuole bene.
Diciamo che non sono una campionessa di sicurezza, anzi, spesso e volentieri sono più concentrata sui miei difetti che sui pregi. (li ho?)
Studio, lavoro, cerco di mantenermi da sola..non bevo, l'unico vizio che possiedo è il fumo, non vado a ballare, non mi diverto in maniera smodata come i miei coetanei perchè non lo ritengo sempre salutare.

Dopo tutta questa premessa, quali sono i miei problemi?
1) ho una storia di ormai un anno con un ragazzo che amo..ma a volte mi sento più una mamma che una donna effettiva, bisognosa di attenzioni. Mi ritrovo a fargli regali che vorrei venissero fatti a me, ad organizzare viaggi quando vorrei che fosse lui stesso a farlo di sua spontanea volontà. E' un po viziato..me ne accorgo dall'aria che gira in casa sua, dove ahimè, ancora non mi sento a mio agio..ho paura dei giudizi, sento il bisogno di essere accettata spesso, nonostante i suoi siano persone gentilissime. Purtroppo non è nel suo carattere sprecarsi in bigliettini, rose, canzoni, sorprese..cose che io, da falsa cinica, vorrei tanto ricevere. Spesso mi rendo conto di voler soffocare il mio romanticismo perchè lo considero troppo eccessivo. Spesso sono io quella che coccola, che cerca il contatto con lui..ma lo sa Dio, quanto vorrei io essere l'oggetto dell'attenzione..come posso affrontare questa cosa? con lui ne ho parlato miriadi di volte eppure la situazione non cambia.le sorprese che tenta di farmi in fondo non sono che indiritte mie richieste. Io sono innamorata..ma mi rendo conto di non ottenere sempre quello che vorrei dal mio rapporto.

2) un ex che tormenta la mia psiche. Una storia finita ormai da 2 anni, con lui mi limito al ciao. Eppure, mi accorgo di odiarlo, di provare astio nei suoi confronti, che mi ha lasciato per un'altra che diceva di non sopportare più (ossia, tornare con la sua ex con la quale ci è stato 3 anni). Ma quando lo vedo, sento un sussulto tutte le volte, aumenta la mia palpitazione..e non mi piace. Vorrei solo provare indifferenza per lui, vorrei non poterlo rivedere mai più, poichè lo ritengo la persona più disgustosa del mondo per tutto il male che mi ha fatto e per come mi ha illuso. La nostra storia è durata solo pochi mesi. Ora io mi chiedo: perchè dopo due anni, dopo che mi sono innamorata ancora, ancora quel maledetto sussulto che mi fa sentire "in esame" davanti a lui? Perchè non riesco a vederlo come vorrei? E perchè divento gelosa se fa il mieloso con la sua ragazza, quando vorrei che si lasciassero?

Mi spiace molto per la lunghezza del testo..vorrei solo cercare di trovare una risposta alle mie domande.

Buona giornata a tutti e grazie.
Danae is offline  
Vecchio 22-09-2007, 22.40.09   #2
marco gallione
Utente bannato
 
Data registrazione: 22-05-2007
Messaggi: 363
Riferimento: Due quesiti [amore e odio]

Ciao Danae.
Sembri proprio una persona per bene.
Le mie risposte alle tue due domande:

1) Esistono storie come la tua. Io spesso sono stato come il tuo lui.
Storie così possono avere senso. Le mancanze che avverti potrebbero essere poco significative. In tal caso, ci vuole indulgenza, e accettazione rispetto a un menage di coppia che forse era destino che dovesse funzionare così.
Poi - intendiamoci - le cose possono andare a rotoli in qualunque momento. Attenzioni e bigliettini a parte.
C'est la vie.

2) Non ho risposte. Salvo apprezzare la tua sensibilità, che è migliore delle disattenzioni del tuo lui attuale, e delle delusioni sofferte in passato.

Non commento i possibili legami tra i due quesiti, e le due situazioni.
Sarebbe scontato.
marco gallione is offline  
Vecchio 23-09-2007, 12.28.58   #3
Virginia
Ospite abituale
 
L'avatar di Virginia
 
Data registrazione: 18-08-2007
Messaggi: 54
Riferimento: Due quesiti [amore e odio]

Ciao Danae e benvenuta

Tu sicuramente sei una ragazza forte e determinata...ma la tua forza è uno scudo in primo luogo nei confronti dei tuoi genitori...i quali non riescono a trasmettere l'emozione che solo un abbraccio, dei baci possono trasmettere...
Si parla sempre del voler bene senza trasmettere con gesti tangibili e ci si nasconde dietro la freddezza che magari è a sua volta una forma di scudo (abbracciare qualcuno, dirle ti voglio bene significa mettersi nella condizione di sentirsi totalmente in balia dell'altro) ed evidentemente i tuoi genitori a livello inconscio provano questa sensazione.

I due punti da te prospettati ovviamente non sono del tutto scissi dalla situazione familiare che ti ha sempre circondata...

Citazione:
1) ho una storia di ormai un anno con un ragazzo che amo..ma a volte mi sento più una mamma che una donna effettiva, bisognosa di attenzioni. Mi ritrovo a fargli regali che vorrei venissero fatti a me, ad organizzare viaggi quando vorrei che fosse lui stesso a farlo di sua spontanea volontà. E' un po viziato..me ne accorgo dall'aria che gira in casa sua, dove ahimè, ancora non mi sento a mio agio..ho paura dei giudizi, sento il bisogno di essere accettata spesso, nonostante i suoi siano persone gentilissime. Purtroppo non è nel suo carattere sprecarsi in bigliettini, rose, canzoni, sorprese..cose che io, da falsa cinica, vorrei tanto ricevere. Spesso mi rendo conto di voler soffocare il mio romanticismo perchè lo considero troppo eccessivo. Spesso sono io quella che coccola, che cerca il contatto con lui..ma lo sa Dio, quanto vorrei io essere l'oggetto dell'attenzione..come posso affrontare questa cosa? con lui ne ho parlato miriadi di volte eppure la situazione non cambia.le sorprese che tenta di farmi in fondo non sono che indiritte mie richieste. Io sono innamorata..ma mi rendo conto di non ottenere sempre quello che vorrei dal mio rapporto.

Ho evidenziato le parole chiave del tuo discorso quelle che dovrebbero aiutarti a riflettere sulla situazione che stai vivendo...hai bisogno di affetto, è un tuo diritto sacrosanto perchè mai dovresti soffocare ciò che senti? Questo ragazzo a cui ti sei legata non corrisponde per niente a ciò che vorresti, però evidentemente è qualcuno che in questo momento ti sta dando qualcosa, è una alternativa alla solitudine e al vuoto che ha lasciato il tuo ex...ma non è amore...scusa se sono così cruda...
Allora cosa fai? Dai a lui tutto quello che vorresti ricevere tu e così non va bene...stai chiedendo amore e attenzioni che non sono per niente banali...si dicono tanti bla bla bla sulla manifestazione dell'amore....ebbene accetta il fatto che lui non lo manifesta come vorresti...lui magari è adatto a un altro tipo di ragazza, meno propensa alle manifestazioni dirette...quella ragazza non sei tu ...Tu meriti ciò che desideri( perchè non stai chiedendo la luna) non dimenticarlo mai e soprattutto non soffocarlo dietro l'apparente forza... sarebbe del tutto fuori luogo...

Per quanto riguarda il secondo punto:
benvenuta nel "Club degli amori impossibili"
E' chiaro che ti tormenta...tu lo ami...ti emoziona...ti crea palpitazione...l'amore non realizzato...l'amore che non è stato del tutto vissuto...non si è concluso! Certo che lo odi ...non potrebbe essere diversamente... si chiama istintoo di sopravvivenza! Devi lottare contro questo amore perchè non ha alcuna logica (ti ha lasciato per una ex, ti ha mentito, ha tradito le tue aspettative proprio quando, avevi trovato qualcuno che ti dava tutte quelle manifestazioni che desideri...e dopo? Cosa ha fatto dopo?)

Citazione:
perchè dopo due anni, dopo che mi sono innamorata ancora, ancora quel maledetto sussulto che mi fa sentire "in esame" davanti a lui? Perchè non riesco a vederlo come vorrei? E perchè divento gelosa se fa il mieloso con la sua ragazza, quando vorrei che si lasciassero?

Esatto fa il "mieloso" ed è esattamente ciò che tu vuoi avere per te stessa!
Ti sei convinta, per una qualche strana ragione (che poi è l'istinto di sopravvivenza), che probabilmente è meglio avere qualcuno "meno mieloso", ma concreto, come il tuo attuale ragazzo, piuttosto che un "mieloso" che poi alla fine è pronto a voltarti le spalle! Il risultato lo conosci già...adesso spetta a te fare chiarezza e decidere...Io posso solo dirti che quando troverai la persona che riesce a colmare quel vuoto, coccolarti e darti le attenzioni che desideri...ti garantisco che quando passerai davanti all'ex non proverai più quel sussulto e neanche gelosia

Pertanto ti auguro di trovarlo presto
Virginia is offline  
Vecchio 23-09-2007, 21.44.27   #4
Danae
Ospite
 
Data registrazione: 22-09-2007
Messaggi: 4
Riferimento: Due quesiti [amore e odio]

Già vi ringrazio per le risposte che ho ottenuto, vi ringrazio tanto
Volevo specificare due cosette..Ci ho riflettuto su ciò che mi sta succedendo e sui pensieri che ho nei confronti del mio attuale ragazzo e del mio ex. Il primo è che io sono CERTA di essere innamorata di lui..ci sono moltissime cose che amo di lui, sia in pregi che in difetti..è solo questa sua parentesi (chiamiamola cosi), questo suo non eccessivo romanticismo nei miei confronti che potrei definire uno dei pochi nei del nostro rapporto. Non mi sono messa con lui per caso, ci siamo messi insieme dopo 15 gg che l'ho conosciuto perchè ho avuto un colpo di fulmine assurdo, lasciando un'altra persona con la quale stavo l'anno scorso. E lungi da me era l'idea di dover rimpiazzare qualcuno o qualche ricordo di un qualche ex. E capisco che lo amo quando dorme accanto al mio fianco e passo le ore a guardarlo mentre si accuccia. Credo che però in una storia di amore occorre venirsi incontro e non pretendere per forza la storia del Principe Azzurro. Lo accetto cosi com'è, anche se mi accorgo che a volte un pensiero inaspettato DA PARTE SUA mi colmerebbe di gioia.
Punto due: l'ex. Ci ho riflettutto su..io credo sia più la necessità di chiarire alcune cose, ottenere delle risposte a domande che mi sono posta e che per troppo tempo ho soffocato con la rabbia. So che è stato una persona viscida ed insensibile..ma quando eravamo amici non era cosi. E allora mi sono chiesta:
- perchè mi parlava male della sua ex mentre stava con me?
- perchè se partecipo ad una cena con lui e altre persone, si lamenta perchè sono troppo evasiva?
- perchè mi ha detto che voleva stare solo mentre in realtà il suo obbiettivo era tornare con la sua ex? (che per altro lo assillava con telefonate e messaggi mentre stava con me >.<)
- perchè ha scelto di seguire la strada più facile ritrovando un rapporto che aveva già vissuto, invece di affrontare i primi problemi insieme a me e porre delle basi per qualcosa di futuro?
Il problema è che io l'avevo idealizzato..e anche di tanto .
E forse questo comportamento che ho quando lo vedo è solo rabbia che nasce, una rabbia che ha soffocato un mucchio di domande che mi sono posta.

Se mi trovassi ad un bivio e dovessi scegliere tra il mio ex e il mio attuale ragazzo, non esiterei nemmeno per un secondo a scegliere quest'ultimo.

Che ne pensate? Ad ogni modo, grazie ancora! ^_*
Danae is offline  
Vecchio 24-09-2007, 11.33.56   #5
Virginia
Ospite abituale
 
L'avatar di Virginia
 
Data registrazione: 18-08-2007
Messaggi: 54
Riferimento: Due quesiti [amore e odio]

Ciao Danae

Dal momento che hai chiarito dentro di te il tuo sentimento per il tuo attuale ragazzo...non riesco a comprendere perchè ti poni delle domande su una vicenda passata e su un ragazzo che ormai appartiene al passato...
Cmq lui ti parlava male della ex perchè evidentemente aveva litigato con lei e ha aperto una parentesi con te...poi si è riappacificato con lei e ha scelto lei perchè era interessato più a lei.

Io nel precedente post ho risposto ai quesiti così come li hai posti e che facevano desumere tutt'altro che un grande amore per il tuo ragazzo attuale...insomma mica si possono avere sussulti per ogni ex che si incontra! Tu hai detto che sei gelosa se fa il mieloso...ma non sarà che vuoi tutti gli uomini ai tuoi piedi? Insomma hai un nuovo amore non ti basta?

Citazione:
E allora mi sono chiesta:
- perchè mi parlava male della sua ex mentre stava con me?
- perchè se partecipo ad una cena con lui e altre persone, si lamenta perchè sono troppo evasiva?
- perchè mi ha detto che voleva stare solo mentre in realtà il suo obbiettivo era tornare con la sua ex? (che per altro lo assillava con telefonate e messaggi mentre stava con me >.<)
- perchè ha scelto di seguire la strada più facile ritrovando un rapporto che aveva già vissuto, invece di affrontare i primi problemi insieme a me e porre delle basi per qualcosa di futuro?
Il problema è che io l'avevo idealizzato..e anche di tanto .

Queste sono le tipiche domande che si pone chi è stato abbandonato ed è ancora innamorato...sinceramente è difficile dare un parere a qualcuno che si pone domande da innamorata e dice di essere innamorata di un altro (il tuo attuale ragazzo)
Penso che si tratti di una forma di egocentrismo Rifletti! Che senso ha porsi dei "perchè" su qualcuno che non ti interessa minimamente? Che si faccia la sua vita e tu la tua no?

Virginia is offline  
Vecchio 24-09-2007, 11.56.25   #6
Danae
Ospite
 
Data registrazione: 22-09-2007
Messaggi: 4
Riferimento: Due quesiti [amore e odio]

In effetti, Virginia, sono egocentrissima..

Spero mi passi con il tempo..
Grazie ad ogni modo!
Danae is offline  
Vecchio 28-09-2007, 22.27.53   #7
semiseria
Ospite abituale
 
L'avatar di semiseria
 
Data registrazione: 03-09-2007
Messaggi: 40
Riferimento: Due quesiti [amore e odio]

Forse il tuo ex rappresenta per te una sconfitta che non accetti; se è così, è a causa della tua insicurezza che tu non accetti il trattamento che ti ha riservato; il problema è dentro di te: non sei sicura di quello che vali, pensi di non avere pregi, allora cerchi conferme esterne, e ti dà rabbia il comportamento di lui proprio perchè conferma i tuoi timori, la stima forse scarsa che hai di te stessa. Ribadisco i forse. Cerca sicurezza in te stessa, non all'esterno...
Ciao
semiseria is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it