Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 07-10-2007, 14.30.35   #1
ginevra
Ospite
 
Data registrazione: 03-10-2007
Messaggi: 14
c'è uno psicologo fra voi?

chi di voi è psicologo o psicoterapeuta?
è una domanda interessata in quanto io sono stata sposata a uno psicologo e vi assicuro che non è facile sentirsi ed essere sempre sotto la lampada o quantomeno sotto la bacchetta del maestro che non ti parla mai alla pari ma sempre con quel occhio di analizzatore che ti fa saltare i nervi. 1 bacio a tutti
ginevra is offline  
Vecchio 07-10-2007, 15.13.01   #2
Mr.Chakra
Ospite abituale
 
L'avatar di Mr.Chakra
 
Data registrazione: 27-09-2006
Messaggi: 64
Riferimento: c'è uno psicologo fra voi?

Io non sono uno psicologo, solo che se il tuo partner era sempre ad analizzarti, è chiaro che ti senti una cavia... conosco uno psicanalista e sempre mi dice che "essere psicologi non vuol dire esercitare una professione, si è psicologi a casa, con i propri cari, mentre dormiamo e mentre vegliamo, insomma sempre..."
Ecco, e questo posso dire che è vero, a forza di esercitare alla fine prende la mano e vien naturale "analizzare" chiunque... ma, e sottolino, ma il bravo psicologo dovrebbe lasciare il lavoro a casa, per il bene della famiglia, figli, amici ecc... nessuno vuole in un bel rapporto sentirsi l'oggetto di discussione... risaltando talvolta cose personali...
Io azzarderei a dire una cosa, secondo me come psicologo il tuo ex marito non era un gran che.... io che non lo sono so che prima di incominciare ad analizzare i pazianti bisogna analizzare noi stessi... in quanto si rischia di interpretare qualsiasi cosa del paziente in chiave personale, cioè in poche parola " di metterci del nostro"... e poi secondo me il tuo ex doveva aver un enorma complesso di inferiorità, cercando di compensarlo con l'analizzare chiunque...
Ripeto... ho azzardato a dire queste cose... ma non posso mettere in dubbio che non sia un ottimo psicologo...
Mr.Chakra is offline  
Vecchio 07-10-2007, 16.21.14   #3
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
Riferimento: c'è uno psicologo fra voi?

Citazione:
Originalmente inviato da ginevra
chi di voi è psicologo o psicoterapeuta?
è una domanda interessata in quanto io sono stata sposata a uno psicologo e vi assicuro che non è facile sentirsi ed essere sempre sotto la lampada o quantomeno sotto la bacchetta del maestro che non ti parla mai alla pari ma sempre con quel occhio di analizzatore che ti fa saltare i nervi. 1 bacio a tutti


Cara Ginevra, non mi sembra giusto di attribuire a tutti i psicologi l'atteggiamento del tuo ex- marito.
Secondo questa logica tutti i medici stanno ad osservare le reazioni fisiche della moglie e diagnosticarle, ed il prof. di matematica ad esaminarne le facolta'intellettuali.
Secondo me il comportamento del tuo ex e' collegato al suo carattere, e probabilmente si sarebbe comportato in modo simile anche se fosse stato cameriere.
hava is offline  
Vecchio 07-10-2007, 17.49.47   #4
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: c'è uno psicologo fra voi?

Ciao Ginevra.
Non sono psicologa, ma ho un caro amico la cui famiglia d'origine (tutti i componenti sono adulti e maturi, quindi nessuno in enfasi post-laurea) è infastidita dall'incombenza di un fratello psicologo che ha atteggiamenti simili a quelli del tuo ex marito. Mentre analizza da postazione superiore l'universo intero... questo fratello non sembra affatto avvedersi di proprie sfaccettature caratteriali di prima grandezza, tra le quali emergono una anaffettività non comune ed un attaccamento al denaro di proporzioni patologiche.

Non che il mio amico gioisca, di avere un fratello così, però si è efficacemente immunizzato dalla sua incombenza... istintivamente concentrandosi su un "fondamentale" che Karl Kraus ha sintetizzato davvero bene, e cioè: "Il mio inconscio sa del conscio dello psicologo.... molto più di quanto il suo conscio sappia del mio inconscio"...

Adoro , sia ben chiaro, la Psicologia.
Poi, però, come avviene per tutte le professioni intellettuali... sono davvero convinta che lauree e master siano solo una parte dello "strumentario"... che va sprecato o addirittura fa danno quando manca LO strumeno per eccellenza... che ritengo sia (per tutte le Professioni, ma ancor più per questa) in un Intelletto Vivace, capace di "osare" puntellandosi soltanto su Sensibilità ed Intuito (e questa triade... o c'è o non c'è: non è inclusa in nessuna laurea, purtroppo)....

Un caro saluto
donella is offline  
Vecchio 07-10-2007, 19.58.04   #5
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: c'è uno psicologo fra voi?

C'è sempre un po' di deformazione professionale in tutti noi.

Non si possono mettere via ore e ore di lavoro come se niente fosse.

Un buon autista sarà sempre un autista anche quando se ne va a passeggio.

Un avvocato sarà sempre un avvocato quando qualcuno lo vuole fregare.

Io non sono psicologa ma da quando ho imparato a conoscere meglio me stessa è inevitabile che conosca di più gli altri.

Non posso farne a meno. E' come aprire gli occhi e vedere. Non è a propria discrezione, o chiudi gli occhi o li tieni aperti.

Ciò che cambia è l'uso che se ne fa. Io non me ne vado in giro a dire a Tizio e a Caio quello che ho compreso di lui o di lei.

Quando poi si tratta di matrimonio ci incamminiamo su un terreno difficile da praticare. L'Amore dovrebbe essere alla base, comprensione, attenzione, gentilezza. Ma forse stiamo parlando di Marte o Saturno.

Non è stato il marito psicologo a darti problemi ma un marito e basta.

Ho un amico cuoco (cuoco di professione) ed un giorno gli ho chiesto se a sua moglie dava le sue ricette o le insegnava a cucinare. Mi ha guardata in modo strano e poi ha risposto: "scherzi!? ma per carità! lei non vuole neppure che mi avvicini alla cucina!"
Io avrei dato chissà che cosa per aver un cuoco istruttore e ho chiesto ancora: ma come cucina? ti piace quel che cucina?
risposta: "cucina. Mi va bene quel che prepara. Quello è un suo compito ed io non mi intrometto e tantomeno mi permetto di criticarla!"

Sono rimasta allibita, ma ho compreso che erano marito e moglie e non cuoco e casalinga!
Mary is offline  
Vecchio 09-10-2007, 11.39.54   #6
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
Riferimento: c'è uno psicologo fra voi?

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
C'è sempre un po' di deformazione professionale in tutti noi.

Non si possono mettere via ore e ore di lavoro come se niente fosse.

Un buon autista sarà sempre un autista anche quando se ne va a passeggio.

Un avvocato sarà sempre un avvocato quando qualcuno lo vuole fregare.

Io non sono psicologa ma da quando ho imparato a conoscere meglio me stessa è inevitabile che conosca di più gli altri.

Non posso farne a meno. E' come aprire gli occhi e vedere. Non è a propria discrezione, o chiudi gli occhi o li tieni aperti.

Ciò che cambia è l'uso che se ne fa. Io non me ne vado in giro a dire a Tizio e a Caio quello che ho compreso di lui o di lei.

Quando poi si tratta di matrimonio ci incamminiamo su un terreno difficile da praticare. L'Amore dovrebbe essere alla base, comprensione, attenzione, gentilezza. Ma forse stiamo parlando di Marte o Saturno.

Non è stato il marito psicologo a darti problemi ma un marito e basta.

Ho un amico cuoco (cuoco di professione) ed un giorno gli ho chiesto se a sua moglie dava le sue ricette o le insegnava a cucinare. Mi ha guardata in modo strano e poi ha risposto: "scherzi!? ma per carità! lei non vuole neppure che mi avvicini alla cucina!"
Io avrei dato chissà che cosa per aver un cuoco istruttore e ho chiesto ancora: ma come cucina? ti piace quel che cucina?
risposta: "cucina. Mi va bene quel che prepara. Quello è un suo compito ed io non mi intrometto e tantomeno mi permetto di criticarla!"

Sono rimasta allibita, ma ho compreso che erano marito e moglie e non cuoco e casalinga!
Quoto Mary: paradossalmente tra l'altro, fra tutte le interazioni possibili quella dello psicologo sarebbe anche vantaggiosa.
Già una persona che ha gli strumenti per comprendere è una cosa rara, anche se capisco che l'esagerazione può diventare irritante.
Ma come dice Mary dipende dall'incapacità di deporre il camice appena varcata la soglia di casa, quindi questo vale a prescindere alla professione.
cannella is offline  
Vecchio 09-10-2007, 14.01.23   #7
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: c'è uno psicologo fra voi?

Ginevra
Citazione:
e vi assicuro che non è facile sentirsi ed essere sempre sotto la lampada o quantomeno sotto la bacchetta del maestro che non ti parla mai alla pari ma sempre con quel occhio di analizzatore che ti fa saltare i nervi. 1 bacio a tutti
katerpillar

Per sana curiosità: ma quantro hai resistito? In ogni modo il bacio lo hai mandato
ed io me lo sono preso, mentre non capisco il desiderio di parlare ancora di psicologia, dopo certi fatti da terapia intensiva. Auguri Ginevra; resetta tutto e rincomincia da tre...che è meglio.
katerpillar is offline  
Vecchio 10-10-2007, 08.43.53   #8
animastrana
Ospite
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 8
Riferimento: c'è uno psicologo fra voi?

Citazione:
Originalmente inviato da ginevra
chi di voi è psicologo o psicoterapeuta?
è una domanda interessata in quanto io sono stata sposata a uno psicologo e vi assicuro che non è facile sentirsi ed essere sempre sotto la lampada o quantomeno sotto la bacchetta del maestro che non ti parla mai alla pari ma sempre con quel occhio di analizzatore che ti fa saltare i nervi. 1 bacio a tutti


ciao! ti assicuro, che quello che per te è un disagio, per me, sarebbe una manna. Sono anni che ho a che fare con psichiatri e psicologi, per un mio innato bisogno di trovare qualcuno che riesca a capirmi, ed a farmi comprendere chi sono... mio marito è un rappresentante, un marito dolcissimo, ma di poche parole quando torna a casa... Io lo capisco, tutto il giorno a sbattersi e parlare parlare parlare... alla sera, quando arriva, anche se gli parlo, risponde quasi assente. quindi, cerca di vedere il lato positivo della cosa. infondo, hai un uomo, che cerca di leggerti dentro perchè ti ama! ...il tuo fastidio, forse potrebbere essere dovuto al fatto che, hai qualcosa che non vuoi che emerga...? ciao, da animastrana.
animastrana is offline  
Vecchio 10-10-2007, 22.48.38   #9
Golem
Ospite
 
L'avatar di Golem
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 10
Riferimento: c'è uno psicologo fra voi?

Citazione:
Originalmente inviato da ginevra
chi di voi è psicologo o psicoterapeuta?
è una domanda interessata in quanto io sono stata sposata a uno psicologo e vi assicuro che non è facile sentirsi ed essere sempre sotto la lampada o quantomeno sotto la bacchetta del maestro che non ti parla mai alla pari ma sempre con quel occhio di analizzatore che ti fa saltare i nervi. 1 bacio a tutti

Gentile Ginevra...

Innanzitutto permettimi di non rivelare se chi ti sta in questo momento rispondendo è uno psicologo o meno, spero ti basti e risulti inequivocabile il mio interesse in materia.
La mia personale opinione in merito è che essere psicologi non sia di per sé assolutamente sufficiente per mettere al riparo dalla stupidaggine né tanto meno possa assicurare un posto garantito nell'Olimpo delle persone sane (che tra l'altro immagino come un posto poco affollato).
Intendo rincarare la dose affermando che al di là dall'essere una caricatura molto diffusa e ben sfruttata dal cinema, quella dello psicologo rappresentato come un individuo ben più problematico della media della popolazione è in genere una sacrosanta verità. Perché si sarebbe dovuto interessare tanto alla salute psichica, altrimenti? Spesso alcune persone sono talmente autarchiche, maniache del fai-da-te da non potersi assolutamente fidare di uno specialista, e decidere perciò di intraprendere studi di psicologia! Questo modestissimo traguardo formativo è però assolutamente insufficiente, a tutti gli effetti costituisce solo un secondo punto di partenza di un percorso psicoterapeutico che deve proseguire per venire a capo delle proprie meschinità.
Esercitare un qualsivoglia atteggiamento presuntuoso di superiorità, come quelli in cui ti sentivi sempre sotto indagine, è la palese dimostrazione di aver fatto un percorso ancora molto lacunoso, e di come i suoi difettosi strumenti di comprensione fossero usati solo per gratificare un falso-sè megalomanico, arroccandosi in quella posizione in cui doveva risultare palese che sono gli altri che devono essere posti sotto il suo sguardo indagatore e, in fin dei conti, rifiutante.
Se tu sei giunta alla decisione di interrompere il rapporto, evidentemente era proprio questo a essere per te assolutamente impossibile da sostenere, e questa è un ulteriore indizio a riprova più della sua inettitudine che della tua sorprendente (forse solo per lui) reazione.
Vado oltre. Non conosco la vostra età, ma suppongo che lui non fosse ancora uno psicologo affermato, certamente non riesco a figurarmelo come psicoterapeuta, altrimenti avrebbe saturato il suo bisogno di indagare e di giocare a fare lo psicologo nel setting terapeutico, e ti avrebbe risparmiata un po' la sua aggressiva invasione.
Mi permetto inoltre di aggiungere che la tematica del vedere ed essere visti, in particolare da uno psicologo, è molto articolata e sottende tanti vissuti personali che richiedono una lunga elaborazione. Al suo sguardo, sadicamente invasivo, faceva da secondo lato della medaglia la tua reazione ansiosa che ti faceva “saltare i nervi” e che ti metteva in posizione di inferiorità, almeno fino a quando non hai interrotto il matrimonio.
So che alla lunga è una situazione difficile da sostenere, e che quanto sto per domandarti è certamente fuori luogo, ma ti sei chiesta come mai ti dava tanto fastidio essere vista? O ti era impossibile sopportare qualcuno che probabilmente si difende dai suoi personali sentimenti di inadeguatezza giocando a impersonare il ruolo di chi è esentato dalle critiche per grazia (o laurea) ricevuta?
Quel tuo cercare un altro psicologo mi fa però pensare che non potendo accettare, metabolizzare quel rapporto insostenibile, tu sia purtroppo predisposta a ricreare coattivamente una nuova relazione in cui il tuo partner, (che sia o meno psicologo non ha importanza fondamentale) ti faccia rivivere la sensazione di essere più piccola di lui, forse incapace di sostenere nella quotidianità le tue legittime rivendicazioni e le richieste di avere con lui una comunicazione accettabile, per poi arrivare ad un atto finale di ribellione, tanto comprensibile e condivisibile quanto inevitabile.
Ti auguro che questo mio timore non sia fondato.

(questa faccina mi sembra proprio indicata alla situazione!)
Golem is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it