Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 21-10-2007, 17.42.05   #1
ginevra
Ospite
 
Data registrazione: 03-10-2007
Messaggi: 14
che cosa vorrebbe 1 figlio da una mamma?

Si, che cosa vorrebbe 1 figlio ventenne da una mamma?
Come vorresti che fosse vostra madre nei vostri confronti?
A volte io mi trovo 1 po in difficoltà con i miei figli (ne ho 3 dai 20 ai 24 anni) perchè anche se mi trovo e si trovano abbastanza bene con me e c'è abbastanza confidenza non so mai a che punto posso arrivare per continuare a dar loro 1 educazione. A volte non capisco se sono persone responsabili o meno, non so se stringere le briglie o allentarle. Non so come e se faccio bene a lasciarli vivere la loro vita pur nelle difficoltà.Se lasciargli seguire le loro passioni ( musica nel loro caso) che non gli da da vivere, oppure dissuaderli e fargli fare 1 lavoro che potrebbe dargli 1 po più di sicurezza.A volte mi prende l'ansia per il loro futuro economico . Aiutatemi ragazzi.......Parla 1 mamma che cerca di essere mamma....
ginevra is offline  
Vecchio 21-10-2007, 20.34.47   #2
cielosereno52
Ospite abituale
 
L'avatar di cielosereno52
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Riferimento: che cosa vorrebbe 1 figlio da una mamma?

Citazione:
Originalmente inviato da ginevra
Si, che cosa vorrebbe 1 figlio ventenne da una mamma?
Come vorresti che fosse vostra madre nei vostri confronti?
A volte io mi trovo 1 po in difficoltà con i miei figli (ne ho 3 dai 20 ai 24 anni) perchè anche se mi trovo e si trovano abbastanza bene con me e c'è abbastanza confidenza non so mai a che punto posso arrivare per continuare a dar loro 1 educazione. A volte non capisco se sono persone responsabili o meno, non so se stringere le briglie o allentarle. Non so come e se faccio bene a lasciarli vivere la loro vita pur nelle difficoltà.Se lasciargli seguire le loro passioni ( musica nel loro caso) che non gli da da vivere, oppure dissuaderli e fargli fare 1 lavoro che potrebbe dargli 1 po più di sicurezza.A volte mi prende l'ansia per il loro futuro economico . Aiutatemi ragazzi.......Parla 1 mamma che cerca di essere mamma....

Cara Ginevra.. di anni ne ho moti di più di venti..( porcacciamiseraccia...)
ma mi sento di esprimere un parere lo stesso..
Mettersi nei panni del figlio e chiedersi che cosa vorrebbe..mi sembra poco salutate per la sua autonomia, per la sua crescita.
Nè sono in grado di lavarti la coscienza dicendo
cosa è giusto tu faccia..dove un consiglio saggio di seguire una sicurezza economica invece che la propria passione..dificilmente si sposa con l'imporre
una strada obbligata.
Dagli gli strumenti per decidere loro..forse è il compito più importante..
e..mi rendo perfettamente conto ..il più difficile..
cielosereno52 is offline  
Vecchio 22-10-2007, 03.29.35   #3
marco gallione
Utente bannato
 
Data registrazione: 22-05-2007
Messaggi: 363
Riferimento: che cosa vorrebbe 1 figlio da una mamma?

I tuoi figli somigliano a me alla loro età, per quanto c'è nel tuo post (e non in generale ovviamente).
Passavo le mie giornata a suonare. Per anni, invece che studiare. Nemmeno so come abbia fatto a laurearmi poi: un mistero.
Ora sono tutt'altro che un musicista. Sono un signore posato, (e molto attraente; questo non c'entra niente, ma ho ritenuto giusto buttarla lì, per spezzare il ritmo del post).
Insomma studente musicista un po' perdigiorno prima; posato professionista poi.
E mia madre? (che peraltro era sola a reggere l'educazione dei propri figli...).
Anni dopo mi son chiesto quale fatica possa essere mai stata seguirmi, e misurarare l'incisività del suo intervento educativo.
Penso che mia madre sia stata una buona madre perchè secondo me si sarà fatta le stesse domande che ti fai tu...
Secondo me sei già sulla strada giusta, quale che sia la strada giusta.
In bocca al lupo.
marco gallione is offline  
Vecchio 22-10-2007, 08.48.08   #4
pallina
...il rumore del mare...
 
Data registrazione: 15-01-2007
Messaggi: 279
Riferimento: che cosa vorrebbe 1 figlio da una mamma?

Citazione:
Originalmente inviato da ginevra
Si, che cosa vorrebbe 1 figlio ventenne da una mamma?
Come vorresti che fosse vostra madre nei vostri confronti?
A volte io mi trovo 1 po in difficoltà con i miei figli (ne ho 3 dai 20 ai 24 anni) perchè anche se mi trovo e si trovano abbastanza bene con me e c'è abbastanza confidenza non so mai a che punto posso arrivare per continuare a dar loro 1 educazione. A volte non capisco se sono persone responsabili o meno, non so se stringere le briglie o allentarle. Non so come e se faccio bene a lasciarli vivere la loro vita pur nelle difficoltà.Se lasciargli seguire le loro passioni ( musica nel loro caso) che non gli da da vivere, oppure dissuaderli e fargli fare 1 lavoro che potrebbe dargli 1 po più di sicurezza.A volte mi prende l'ansia per il loro futuro economico . Aiutatemi ragazzi.......Parla 1 mamma che cerca di essere mamma....

Ciao Ginevra,

penso che essere in apprensione, di questi tempi, sia normale ma sono dell'idea che per quanto noi li si possa ritenere responsabili o no, dobbiamo fare in modo che siano loro a prendere le decisioni. Non possiamo essere noi a decidere, scegliere, quale vita debbano vivere, quale lavoro debbano fare. Tu avresti accettato alla loro età di fare quello che volevano i tuoi genitori? Ognuno di noi la propria strada la deve trovare da sè.
Inoltre Ginevra, penso che a ventanni e più l'educazione sia già stata data....
A questo punto si può solo stare ad osservarli, dialogare se loro accettano di farlo e condividere le situazioni, le emozioni quando loro decidono di rendercene partecipi. E poi dobbiamo esssere sinceri con noi stessi: per quanto noi possiamo essere armati di buone intenzioni i discorsi che facciamo sono per il loro bene ma anche, egoisticamente, per il nostro e per la nostra tranquillità ( e loro, questo, lo sanno... eccome se lo sanno....).
E per quanto noi si possa avere un buon rapporto con i nostri figli, loro, giustamente, tenderanno a far valere le loro idee. E poi, non dimentichiamoci che è giusto che si mettano alla prova e che non abbiano paura di sbagliare....

Un abbraccio.
pallina is offline  
Vecchio 22-10-2007, 11.30.54   #5
falbala48
Ospite abituale
 
L'avatar di falbala48
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 110
Riferimento: che cosa vorrebbe 1 figlio da una mamma?

Citazione:
Originalmente inviato da ginevra
Si, che cosa vorrebbe 1 figlio ventenne da una mamma?
Come vorresti che fosse vostra madre nei vostri confronti?
A volte io mi trovo 1 po in difficoltà con i miei figli (ne ho 3 dai 20 ai 24 anni) perchè anche se mi trovo e si trovano abbastanza bene con me e c'è abbastanza confidenza non so mai a che punto posso arrivare per continuare a dar loro 1 educazione. A volte non capisco se sono persone responsabili o meno, non so se stringere le briglie o allentarle. Non so come e se faccio bene a lasciarli vivere la loro vita pur nelle difficoltà.Se lasciargli seguire le loro passioni ( musica nel loro caso) che non gli da da vivere, oppure dissuaderli e fargli fare 1 lavoro che potrebbe dargli 1 po più di sicurezza.A volte mi prende l'ansia per il loro futuro economico . Aiutatemi ragazzi.......Parla 1 mamma che cerca di essere mamma....

un figlio a 20 come a 1 a 10 a12etc... vuole....AMORE....quando una mamma ama può anche permettersi di sbagliare, anche se non dovrebbe sbagliare...ma è così difficile!!!vuole essere stimato, rispettato, ma soprattutto accettato per quello che è. i figli vogliono fiducia, e se tu hai fatto ,come credo che sia, un buon lavoro con loro da piccoli, non avrai problemi, certo, io sono mamma e riconosco che le angoscie le paure per le loro vite sono tante, ma come ho detto prima sarà il tuo amore per loro a guidarti e a dare loro la certezza di avere il mondo in mano, anche quando sbagliano la certezza di trovarti lì per loro sarà fondamentale, so sono amati da grandi saranno capaci di dare amore e di crearsi con consapevolezza il loro futuro, ci saranno gli scivoloni a volte anche pesanti, ma l'importante è sempre che tu sia lì pronta con il tuo...amore... e che soprattutto le tue paure restino tue... in bocca al lupo!!!
falbala48 is offline  
Vecchio 23-10-2007, 09.58.33   #6
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
Riferimento: che cosa vorrebbe 1 figlio da una mamma?

Penso che la cosa più importante che si possa dare sia "la voce dentro", che rimane anche quando un genitore è assente.
E sì, come dicono le altre mamme sopra, più esperte (ma lo sei anche tu), parte dall'amore che hai nei confronti di un figlio, perchè le cose autentiche sono quelle che vengono passate anche attraverso la fatica di comprendere, di esserci veramente.

Quella voce, se c'è stata, non cessa, e non ha assolutamente a che fare con gli elenchi delle cose da fare o non fare, o con le raccomandazioni che vengono in seguito ascoltate con compassionevole riconoscenza.

E' un sostegno fatto di affetto autentico che permette poi di camminare davvero con le proprie gambe.
cannella is offline  
Vecchio 23-10-2007, 13.10.54   #7
crepuscolo
viandante
 
Data registrazione: 19-11-2006
Messaggi: 199
Riferimento: che cosa vorrebbe 1 figlio da una mamma?

Citazione:
Originalmente inviato da ginevra
Si, che cosa vorrebbe 1 figlio ventenne da una mamma?
Come vorresti che fosse vostra madre nei vostri confronti?
A volte io mi trovo 1 po in difficoltà con i miei figli (ne ho 3 dai 20 ai 24 anni) perchè anche se mi trovo e si trovano abbastanza bene con me e c'è abbastanza confidenza non so mai a che punto posso arrivare per continuare a dar loro 1 educazione. A volte non capisco se sono persone responsabili o meno, non so se stringere le briglie o allentarle. Non so come e se faccio bene a lasciarli vivere la loro vita pur nelle difficoltà.Se lasciargli seguire le loro passioni ( musica nel loro caso) che non gli da da vivere, oppure dissuaderli e fargli fare 1 lavoro che potrebbe dargli 1 po più di sicurezza.A volte mi prende l'ansia per il loro futuro economico . Aiutatemi ragazzi.......Parla 1 mamma che cerca di essere mamma....

Sono madre, la mia esperienza assomiglia alla tua,anche se diversa...un giorno per caso ho ascoltato una conversazione di mio figlio ventenne con alcune persone. Una sorpresa , era un uomo, parlava con conoscenza e serietà. Io lo vedevo un "bamboccione" che aveva sempre bisogno di mamma e papà. Da quel momento ho mollato la presa e da quel momento lui ha fatto da solo le sue scelte. Si è laureato, ha trovato lavoro ed è andato a vivere da solo. Sono felice di aver capito, nel giusto momento...forse anche il tuo ora è il giusto momento
crepuscolo is offline  
Vecchio 23-10-2007, 16.31.46   #8
Pantera Rosa
Ospite abituale
 
 
Data registrazione: 08-03-2006
Messaggi: 290
Riferimento: che cosa vorrebbe 1 figlio da una mamma?

Citazione:
Originalmente inviato da ginevra
Si, che cosa vorrebbe 1 figlio ventenne da una mamma?
Come vorresti che fosse vostra madre nei vostri confronti?
A volte io mi trovo 1 po in difficoltà con i miei figli (ne ho 3 dai 20 ai 24 anni) perchè anche se mi trovo e si trovano abbastanza bene con me e c'è abbastanza confidenza non so mai a che punto posso arrivare per continuare a dar loro 1 educazione. A volte non capisco se sono persone responsabili o meno, non so se stringere le briglie o allentarle. Non so come e se faccio bene a lasciarli vivere la loro vita pur nelle difficoltà.Se lasciargli seguire le loro passioni ( musica nel loro caso) che non gli da da vivere, oppure dissuaderli e fargli fare 1 lavoro che potrebbe dargli 1 po più di sicurezza.A volte mi prende l'ansia per il loro futuro economico . Aiutatemi ragazzi.......Parla 1 mamma che cerca di essere mamma....

Ciao ginevra,
non ho ancora figli ventenni, ma sono dell'idea che a quell'età loro possiedano già quelle capacità di giudizio e di scelta che mancano magari ad un'adolescente, quindi quello che chiedono,forse, è di essere riconosciuti
come individui "altri" da noi genitori.

Anche se a noi sembrano sempre piccoli, a 20 a 30... , in realtà hanno già buone dosi di responsabilità e hanno voglia di viversi le loro esperienze, senza essere troppo vincolati dalle nostre ansie e le nostre paure...

Davanti a sè hanno la loro strada, ed è tutta loro, noi possiamo accompagnarli
per un pò, ma poi la dovranno percorrere da soli !

ps: sostienili se puoi nelle loro passioni, è una gran bella cosa

un
Pantera Rosa is offline  
Vecchio 24-10-2007, 00.16.28   #9
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: che cosa vorrebbe 1 figlio da una mamma?

Ho 22 anni, vivo da 2 anni (o sono 3? ) lontano da casa (a 300 km di distanza?), vedo/sento mia madre qualche volta al mese, e tutto va bene.

Mia madre mi ha indicato la via - ha cercato di farlo nel miglior modo possibile -, ed ora non spetta che a me percorrerla. Nessuno può farlo al mio posto. Nemmeno lei.
Personalmente sono del parere che se dopo i 20 anni una persona non sa ancora arrangiarsi, assumersi le responsabilità delle scelte che prende, camminare da solo sulle sue gambe, allora lì, in quel caso, forse i genitori in qualcosa hanno mancato nell'educazione dei loro figli. Insomma, prendere un po' di distacco, dopo che i figli hanno raggiunto una certa età, trovo che sia la cosa più giusta - parere personale.
Questo non vieta comunque di dare consigli, una volta ogni tanto, o quando vengono richiesti.

Bisogna essere in grado di vivere, come pure lasciar vivere.

Elijah is offline  
Vecchio 25-10-2007, 00.10.54   #10
sentieroluminoso
Ospite abituale
 
L'avatar di sentieroluminoso
 
Data registrazione: 18-04-2007
Messaggi: 60
Riferimento: che cosa vorrebbe 1 figlio da una mamma?

La madre ed il padre secondo me, come secondo anche altri, espletata la loro funzione strettamente tutoriale, dovrebbero poter dismettere il ruolo educativo classico per adottarne una variabile, che poi rimarrà costante per tutto il resto della vita dei loro figli. Mio nonno mi raccontava che quando in guerra la sua nave affondò, nell'oscurità, al freddo, pur non potendo scorgere nulla udiva le grida degli altri naufraghi, si sentivano tante voci, non invocavano Dio, come una nenia consolatrice molti ripetevano una sola parola: mamma. Il papà e la mamma sono gli unici che dovrebbero poter attuare in maniera più o meno manifesta (maggiore in età adulta e calibrata nell'adolescenza ed infanzia), una pratica formidabile, l'indulgenza. Fanno il tifo per te, perchè sei carne della loro carne, perchè il sangue ribolle e si ribella se qualcosa non va proprio come se si trattasse di se stessi, è il legame più potente che gli esseri umani posseggono. Amare ed amare bene è la condicio sine qua non, c'è bisogno però di incanalare il proprio amore efficacemente perchè apporti dei benefici tangibili, raggiunta l'età adulta lo si può fare in maniera più ampia. L'accettazione è uno degli step fondamentali anche se, accettazione non è comprensione. Quanti, pur certi dell'amore materno e paterno si sono spesso ritrovati al banco degli imputati?

Dopo la fase degli insegnamenti, della costruzione dei valori, della guida attenta e puntuale, dopo che tutto questo investimento ha fruttato degli utili tangibili si può amare con approvazione, bonarietà, pazienza, tolleranza, in una sola parola indulgenza. Io non ne sono stata testimone purtroppo, ma nei miei (tortuosi) percorsi mentali ho sviluppato una tecnica, che mi è servita per capire il meccanismo dell'accettazione - comprensione - indulgenza. Ho stilato una lista dei miei difetti, tutti quelli che trovavo, dai più gravi a quelli comuni e le carenze veniali, è stato difficile scovarli ma alla fine leggendomi sapevo che era un quadro preciso e l'ho accettato per quello che era, la fotografia di un momento, come il resoconto dei costi di un'azienda. Per ogni mio difetto ho trovato un pensiero positivo, molti comportamenti negativi racchiudono delle variabili positive che apportano a chi li attua un beneficio, come i ricavi di una società. A volte sono pigra e mi godo il poco tempo che ho con me stessa fino all'ultimo istante, quando sono in mia compagnia mi compiaccio di ciondolare e ciabattare nullafacente di gironzolo domestico, pigrizia=godimento, compiacimento, benessere. Prova Ginevra, a guardare dietro i difetti dei tuoi figli e trova gli assunti positivi, dai un'occhiata alle variabili generate da quel che ti sembra una insufficienza, prova così a comprendere e se puoi ad indulgere un po', i tuoi ragazzi trarranno da questo una forza potente, che li aiuterà ad evitare l'inflessibilità che è uno degli ostacoli veri per la realizzazione di se.
sentieroluminoso is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it