Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum Ŕ in modalitÓ solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 25-10-2007, 22.58.28   #1
aile
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-04-2007
Messaggi: 169
Fidanzato a tutti i costi?

In seguito a quello che ho letto in un altro 3d,mi chiedo:

ma che significa fare rinunce grandi e sofferte,e rimuginare su ci˛ che Ŕ giusto e ingiusto,su quello che il fidanzato ci lascia fare o non fare..
Ma che senso ha essere fidanzati "a tutti i costi"?

Non credete che ci si debba fidanzare,quando l'altro ci riempie e ci appassiona cosý tanto,che ci migliora la vita?

Altrimenti a che pro?
Lo so che i problemi ci sono e saranno sempre,ma ha senso
in giovane etÓ,modellarsi su una persona che la pensa profondamente in maniera diversa da noi?
Ha senso mettersi in una relazione che giÓ all'inizio,
non ci appaga?

Sono troppo razionale,
o in giro c'Ŕ troppo bisogno di avere qualcuno
"purchŔ ci sia"?

Affrontare i problemi di coppia Ŕ qualcosa di diverso,secondo me.
Un ragazzo che ci vieta qualcosa,o che ci controlla,
non Ŕ un problema di coppia,
Ŕ un problema di coppia sbagliata!!


NB il discorso vale perfettamente a specchio per situazioni di sesso opposto
aile is offline  
Vecchio 28-10-2007, 18.43.03   #2
damayantii
Ospite
 
Data registrazione: 02-08-2007
Messaggi: 15
Riferimento: Fidanzato a tutti i costi?

...condivido il tuo pensiero... non si pu˛ unire...fidanzare..sposare o quello che vuoi a tutti i costi... la famiglia da cui proveniamo non la possiamo scegliere gli amici e un compagno per la nostra vita sý..
Forse su questo argomento sono "cattiva/o" in quanto nn sopporto chi fa del vittimismo quando l'altra parte della coppia fa soffrire...distrugge.. insomma rende la vita impossibile... noi decidiamo per la nostra vita e nn possiamo veramente scegliere a chi dare il nostro amore, il nostro compagno di vita?
Secondo me alla fine la nostra nn Ŕ cattiveria Ŕ un modo per vedere la realtÓ delle cose... se non ho male interpretato la tua posizione
... nella coppia ci saranno sempre scontri siamo esseri umani purchŔ siano costruttivi e non distruttivi della coppia...

un abbraccio
damayantii is offline  
Vecchio 29-10-2007, 21.27.38   #3
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Fidanzato a tutti i costi?

Prima di mettersi veramente nella situazione della coppia che arricchisce dobbiamo prima fare i conti con noi stessi, con la nostra immaturitÓ, con i bisogni che vogliamo colmare.

Se lo facciamo per noia, per necessitÓ, per bisogno, per un motivo qualsiasi vuol dire che vogliamo solo una stampella a cui appoggiarci oppure siamo una stampella (caso meno frequente) e vogliamo far appoggiare qualcuno.

Alternare i partner trovo sia positivo nella misura in cui riusciamo ad imparare a capire noi stessi per chi siamo e cosa stiamo cercando e comprendere gli altri o l'altro.

Mi auguro tanto che in un prossimo futuro vi sia una legge che garantisca il matrimonio a termine (con la scomparsa del lavoro a termine).

Un tot di anni da scegliere fra diverse proposte tre - cinque - sette ecc.
Ovviamente con un minimo garantito nel caso si vogliano avere figli.

Una coppia ideale in cui vi Ŕ condivisione, collaborazione, amore, ascolto e nessuna imposizione, nessuna pretesa, nientre restrizione di libertÓ.

ChissÓ che in questo modo non si arrivi al matrimonio ..... finchŔ morte non vi separi.
Mary is offline  
Vecchio 29-10-2007, 22.51.46   #4
nemesies
Ospite
 
L'avatar di nemesies
 
Data registrazione: 29-10-2007
Messaggi: 14
Riferimento: Fidanzato a tutti i costi?

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Prima di mettersi veramente nella situazione della coppia che arricchisce dobbiamo prima fare i conti con noi stessi, con la nostra immaturitÓ, con i bisogni che vogliamo colmare.

Se lo facciamo per noia, per necessitÓ, per bisogno, per un motivo qualsiasi vuol dire che vogliamo solo una stampella a cui appoggiarci oppure siamo una stampella (caso meno frequente) e vogliamo far appoggiare qualcuno.

Alternare i partner trovo sia positivo nella misura in cui riusciamo ad imparare a capire noi stessi per chi siamo e cosa stiamo cercando e comprendere gli altri o l'altro.

Mi auguro tanto che in un prossimo futuro vi sia una legge che garantisca il matrimonio a termine (con la scomparsa del lavoro a termine).

Un tot di anni da scegliere fra diverse proposte tre - cinque - sette ecc.
Ovviamente con un minimo garantito nel caso si vogliano avere figli.

Una coppia ideale in cui vi Ŕ condivisione, collaborazione, amore, ascolto e nessuna imposizione, nessuna pretesa, nientre restrizione di libertÓ.

ChissÓ che in questo modo non si arrivi al matrimonio ..... finchŔ morte non vi separi.


ma dove e' finito il sentimento..quello puro..irrazionale;che ti fa pensare fare e dire cose che non faresti mai se nn per quella persona ke seppur tanto diversa da te e' semplicemente la persona ke vorresti al tuo fianco,la parte di te piu' dolce;comprensiva;innamorata;s ensuale; la nuova te con il pezzetto mancante..
noi (e ne sono quasi convinta) non scegliamo la nostra famiglia...nn scegliamo di innamorarci..nn scegliamo di disinnamorarci..nn scegliamo il figlio che avremo..non scegliamo NULLA!!!!
solo una cosa fa la differenza: i nostri principi,la maniera di affrontare le sfide, legioie e i dolori che la vita ci propina quotidianamente e senza tutta la logica che noi useremmo per chiederci il perche'.

visto che parliamo di scelte,sceglieresti tu di essere figlia di una coppia unita da un mero contratto a termine?
nemesies is offline  
Vecchio 30-10-2007, 13.12.19   #5
damayantii
Ospite
 
Data registrazione: 02-08-2007
Messaggi: 15
Riferimento: Fidanzato a tutti i costi?

noi (e ne sono quasi convinta) non scegliamo la nostra famiglia...nn scegliamo di innamorarci..nn scegliamo di disinnamorarci..nn scegliamo il figlio che avremo..non scegliamo NULLA!!!!
solo una cosa fa la differenza: i nostri principi,la maniera di affrontare le sfide, legioie e i dolori che la vita ci propina quotidianamente e senza tutta la logica che noi useremmo per chiederci il perche'.

visto che parliamo di scelte,sceglieresti tu di essere figlia di una coppia unita da un mero contratto a termine?[/quote]


....i sentimenti??? ma quello alla base di tutto.... ci mancherebbe altrimenti dove andiamo a finire... i sentimenti sono la cosa + importante...
Che non scegliamo proprio nulla, non sono tanto sicura di qs affermazione ,xche' comunque in parte siamo molto responsabili delle ns scelte e del ns futuro... viviamo, ci trasformiamo, cambiamo, e scegliamo di prendere una strada piuttosto che un altra e nel nostro cammino incotriamo una possibilita' come affrontiamo quello che ci troviamo di fronte...
un amore a tutti costi e' una nostra scelta.... innamorarsi e' bellissimo e tutte le meravigliose emozioni e sentimenti che arrivano sono impagabili.... ma se la persona che scegliamo, a cui decidiamo d'offrire i ns sentimenti ci fa soffrire e ci distrugge, mi dispiace ma tu scegli nel bene e nel male... io m'innamoro ogni giorno della persona con cui vivo xche' sono costantemente appagata... parlo per esperienza personale e nn per sentito dire e per parlare di cose astratte... non riesco a rinnovare il mio amore verso una persona che non mi rispetta...
Scusa non vuole essere una critica, ma l'amore a tutti i costi non fa per me.

un abbraccio
damayantii is offline  
Vecchio 30-10-2007, 17.24.09   #6
LST
Ospite
 
L'avatar di LST
 
Data registrazione: 29-10-2007
Messaggi: 14
Riferimento: Fidanzato a tutti i costi?

Citazione:
Originalmente inviato da aile
In seguito a quello che ho letto in un altro 3d,mi chiedo:

ma che significa fare rinunce grandi e sofferte,e rimuginare su ci˛ che Ŕ giusto e ingiusto,su quello che il fidanzato ci lascia fare o non fare..
Ma che senso ha essere fidanzati "a tutti i costi"?

Non credete che ci si debba fidanzare,quando l'altro ci riempie e ci appassiona cosý tanto,che ci migliora la vita?

Altrimenti a che pro?
Lo so che i problemi ci sono e saranno sempre,ma ha senso
in giovane etÓ,modellarsi su una persona che la pensa profondamente in maniera diversa da noi?
Ha senso mettersi in una relazione che giÓ all'inizio,
non ci appaga?

Sono troppo razionale,
o in giro c'Ŕ troppo bisogno di avere qualcuno
"purchŔ ci sia"?

Affrontare i problemi di coppia Ŕ qualcosa di diverso,secondo me.
Un ragazzo che ci vieta qualcosa,o che ci controlla,
non Ŕ un problema di coppia,
Ŕ un problema di coppia sbagliata!!

credo che perˇ le cose siano un pˇ pi˙ complicate di cosÝ .
avere qualcuno certe volte puˇ diventare pi˙ importante di chi hai a fianco.

non ho pretese di essere esaustivo ma tanto per fare alcuni esempi:
Alcune persone non riescono a stare sole e devono sentire che hanno qualcuno accanto. per motivi che possono essere molto diversi.
puˇ cominciare come una storia idilliaca che poi perde il suo significato originario, e malgrado ciˇ continua a trascinarsi avanti tra problemi e incomprensioni di ogni tipo perchÚ le persone coinvolte hanno paura di non riuscire a trovare qualcun altro (magari questo avviene di pi˙ sopra i 30/40 anni), o pi˙ semplicemente perchÚ ritornare a vivere soli vorrebbe dire dover affrontare difficoltß economiche che in due si riesce ad ammortizzare, o senza complicare le cose semplicemente per inerzia, o paura dei cambiamenti che non si sa mai che cosa portano con se.
"meglio qualcosa che giß conosci nel bene e nel male, no? almeno sai cosa aspettarti"; e cose del genere.

certe volte delle storie possono anche magari cominciare giß con un fine prettamente utilitaristico: mi fidanzo/sposo per avere pi˙ sicurezza economica, perchÚ voglio avere un figlio e da sola/o potrebbe non essere facile. In casi come questi non Ú la persona ideale di cui si va in cerca, Ú la persona pi˙ adatta allo scopo che ci si prefigge. suona cinico. ma succede. anche se difficilmente si dice ad alta voce.

ma calcoli macchiavellici a parte credo che non si dovrebbe sottovalutare la paura di rimanere soli. di vivere senza un motivo ben chiaro. certe volte anche dover assecondare una persona che si odia o per cui non si prova nulla, e magari poi poterlo raccontare ad amici o chi per loro, puˇ riempire delle giornate che altrimenti sarebbero pericolosamente vuote e afasiche.

ci sono anche persone che riescono a stare da sole, intendendo senza un partner, e che non ne sentono la mancanza. Altre che sono costrette a farlo perchÚ non trovano la persona giusta, e perchÚ con altre non riuscirebbero a scendere a compromessi, o magari perchÚ pensano che non ne varrebbe la pena.

in ogni caso il confine tra quello che a senso e quello che non ce l ha sbiadisce.

sono situazioni molto diverse, dolori diversi. semplicemente credo che alcuni sopportino meglio la solitudine, altri i cambiamenti, altri gli esseri umani.
questione di gusti, o di abitudine, chissa..

alla fine l unica cosa che si puˇ dire Ú che, come dice dayamantii, in un modo o nell altro per un motivo o per un altro sei tu a scegliere.

@Mary: non esisterß il matrimonio a termine, ma con il divorzio ci vai vicino, e hai anche pi˙ flessibilitß. immagina di fare un contratto triennale per scoprire dopo un anno che non ci sei proprio portata... peggio delle scuole dell obbligo...
LST is offline  
Vecchio 30-10-2007, 19.17.32   #7
aile
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-04-2007
Messaggi: 169
Riferimento: Fidanzato a tutti i costi?

Citazione:
Originalmente inviato da LST
credo che perˇ le cose siano un pˇ pi˙ complicate di cosÝ .
avere qualcuno certe volte puˇ diventare pi˙ importante di chi hai a fianco.

non ho pretese di essere esaustivo ma tanto per fare alcuni esempi:
Alcune persone non riescono a stare sole e devono sentire che hanno qualcuno accanto. per motivi che possono essere molto diversi.
puˇ cominciare come una storia idilliaca che poi perde il suo significato originario, e malgrado ciˇ continua a trascinarsi avanti tra problemi e incomprensioni di ogni tipo perchÚ le persone coinvolte hanno paura di non riuscire a trovare qualcun altro (magari questo avviene di pi˙ sopra i 30/40 anni), o pi˙ semplicemente perchÚ ritornare a vivere soli vorrebbe dire dover affrontare difficoltß economiche che in due si riesce ad ammortizzare, o senza complicare le cose semplicemente per inerzia, o paura dei cambiamenti che non si sa mai che cosa portano con se.
"meglio qualcosa che giß conosci nel bene e nel male, no? almeno sai cosa aspettarti"; e cose del genere.

certe volte delle storie possono anche magari cominciare giß con un fine prettamente utilitaristico: mi fidanzo/sposo per avere pi˙ sicurezza economica, perchÚ voglio avere un figlio e da sola/o potrebbe non essere facile. In casi come questi non Ú la persona ideale di cui si va in cerca, Ú la persona pi˙ adatta allo scopo che ci si prefigge. suona cinico. ma succede. anche se difficilmente si dice ad alta voce.

ma calcoli macchiavellici a parte credo che non si dovrebbe sottovalutare la paura di rimanere soli. di vivere senza un motivo ben chiaro. certe volte anche dover assecondare una persona che si odia o per cui non si prova nulla, e magari poi poterlo raccontare ad amici o chi per loro, puˇ riempire delle giornate che altrimenti sarebbero pericolosamente vuote e afasiche.

ci sono anche persone che riescono a stare da sole, intendendo senza un partner, e che non ne sentono la mancanza. Altre che sono costrette a farlo perchÚ non trovano la persona giusta, e perchÚ con altre non riuscirebbero a scendere a compromessi, o magari perchÚ pensano che non ne varrebbe la pena.

in ogni caso il confine tra quello che a senso e quello che non ce l ha sbiadisce.

sono situazioni molto diverse, dolori diversi. semplicemente credo che alcuni sopportino meglio la solitudine, altri i cambiamenti, altri gli esseri umani.
questione di gusti, o di abitudine, chissa..

alla fine l unica cosa che si puˇ dire Ú che, come dice dayamantii, in un modo o nell altro per un motivo o per un altro sei tu a scegliere.

@Mary: non esisterß il matrimonio a termine, ma con il divorzio ci vai vicino, e hai anche pi˙ flessibilitß. immagina di fare un contratto triennale per scoprire dopo un anno che non ci sei proprio portata... peggio delle scuole dell obbligo...



sý,lo so,molte volte diventa quasi come un impiego.parlare del partner come si parla del datore di lavoro.
Mi chiedo se ha senso perchŔ poi spesso questo amore "tanto per" porta a grandi sofferenze,di tutti,non solo della coppia.magari di figli,o delle famiglie.Non Ŕ che sia l'unica causa possibile,ma di certo ha tutti i presupposti per portare dopo qualche anno a grandi difficoltÓ di sopportazione.
tutto per che cosa?
per avere qualcosa da fare?

mi sembra decisamente cinico,sý,ma anche triste.
menomale che c'Ŕ il matrimonio cattolico,altrimenti chi se lo sentirebbe questo obbligo morale di sposare qualcun'altro??

altrimenti che faremmo tra i 25 e 35 anni?
bo,forse ci annoieremmo.



e non c'Ŕ bisogno di smuovere la legge,gli incartamenti,i parenti per sentirsi meno soli..basta farsi degli amici,o degli amici particolari.
aile is offline  
Vecchio 01-11-2007, 18.55.34   #8
LST
Ospite
 
L'avatar di LST
 
Data registrazione: 29-10-2007
Messaggi: 14
Riferimento: Fidanzato a tutti i costi?

che sia un brutto presagio Ú poco ma sicuro, perˇ potrebbe anche essere il male minore. non tanto per avere qualcosa da fare, piu per avere delle sicurezze o per avere uno scopo di un qualche tipo.
e farsi degli amici certe volte Ú piu difficile di trovarsi un fidanzato/a. oltre che di solito decisamente non Ú la stessa cosa.

sai credo che il fatto sia anche che Ú difficile mettersi nelle scarpe degli altri, e quindi certe scelte che ad una persona possono sembrare le migliori, ad altri possono apparire come follie o cose insensate, questo perchÚ non si conosce tutto ciˇ che ha portato la persona a quella scelta.
poi non Ú detto che non siano scelte davvero sbagliate, ma non sottovalutare la paura, certe volte puˇ spingere a fare scelte alquanto autodistruttive. tipo chiudersi dentro il forno acceso a 180 per paura di morire di freddo. gran brutta idea, ma se la paura del freddo Ú abbastanza forte...
non Ú un gran che come metafora ma forse rende l idea...
LST is offline  
Vecchio 01-11-2007, 19.30.29   #9
aile
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-04-2007
Messaggi: 169
Riferimento: Fidanzato a tutti i costi?

Citazione:
Originalmente inviato da LST
che sia un brutto presagio Ú poco ma sicuro, perˇ potrebbe anche essere il male minore. non tanto per avere qualcosa da fare, piu per avere delle sicurezze o per avere uno scopo di un qualche tipo.
e farsi degli amici certe volte Ú piu difficile di trovarsi un fidanzato/a. oltre che di solito decisamente non Ú la stessa cosa.

sai credo che il fatto sia anche che Ú difficile mettersi nelle scarpe degli altri, e quindi certe scelte che ad una persona possono sembrare le migliori, ad altri possono apparire come follie o cose insensate, questo perchÚ non si conosce tutto ciˇ che ha portato la persona a quella scelta.
poi non Ú detto che non siano scelte davvero sbagliate, ma non sottovalutare la paura, certe volte puˇ spingere a fare scelte alquanto autodistruttive. tipo chiudersi dentro il forno acceso a 180 per paura di morire di freddo. gran brutta idea, ma se la paura del freddo Ú abbastanza forte...
non Ú un gran che come metafora ma forse rende l idea...



Si,non credo che sia uno dei mali peggiori della societÓ..semplicemente vedo come spesso venga frainteso.Mai sentito parlare della frase "matrimonio distrutto?".Io non lo riesco neanche a immaginare il dolore che si prova,cosý come non riesco a immaginare il dolore che si prova decidendo di rimanere con una persona,e sposarla,pur sapendo che non si Ŕ sicuri e sereni.
Quindi quello che trovo ancora pi¨ assurdo..Ŕ il passo precedente.Il matrimonio pu˛ avere tante cause dietro di sŔ,ad esmpio,il voler formare una famiglia.Con tutti i buoni propositi.Ovviamente tante persone non hanno neanche la fortuna di innamorarsi alla follia,ed Ŕ ovvio che prendano decisioni un po' pi¨ di sapore "calcolatore".Ma non Ŕ questo il punto.

Io mi chiedo come si possa essere intrappolati in quest'idea di coppia..anche quando non ci porta nessun beneficio!!
Non sarebbe meglio ,in generale,rivalutare la persona singola?
Si ha paura di stare da soli,perchŔ?Io ,personalmente,soffro di pi¨ all'idea di stare con uno tanto per starci.Ovviamente ognuno fa come vuole!!

Ma come si pu˛ prendere di stare bene,con una persona che non ci piace?Fargli richieste,su richieste,cercare di assecondarla..
Io mi sento male,e molte volte vedo coi miei occhi che il desiderio di coppia Ŕ pi¨ dettato dal conformismo che da un sano desiderio,o come dici tu,dall'avere paura della solitudine.

QUindi la metafora del forno funziona,ma ..credo ci siano altre persone che
pur di sentirsi "a posto",pur di non essere viste come "senza nessuno"(che,attenzione,Ŕ ben diverso dal sentirsi soli),si adattino un po' alla meno peggio.

La mia domanda per te Ŕ: perchŔ Ŕ pi¨ facile trovare un fidanzato che degli amici?Per me Ŕ molto pi¨ difficile (saranno le mie pretese..)
e poi intendevo ,con amici speciali,che si pu˛ stare con qualcuno,magari convivere o condividere i tempi senza necessariamente legalizzare,ed evitare quindi molte grane e molti traffici di soldi in caso di rottura.

O forse sono proprio queste trafile monetarie che allettano qualcuno/qualcuna??

aile is offline  
Vecchio 01-11-2007, 19.41.31   #10
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Fidanzato a tutti i costi?

Citazione:
Originalmente inviato da nemesies
ma dove e' finito il sentimento..quello puro..irrazionale;che ti fa pensare fare e dire cose che non faresti mai se nn per quella persona ke seppur tanto diversa da te e' semplicemente la persona ke vorresti al tuo fianco,la parte di te piu' dolce;comprensiva;innamorata;s ensuale; la nuova te con il pezzetto mancante..
noi (e ne sono quasi convinta) non scegliamo la nostra famiglia...nn scegliamo di innamorarci..nn scegliamo di disinnamorarci..nn scegliamo il figlio che avremo..non scegliamo NULLA!!!!
solo una cosa fa la differenza: i nostri principi,la maniera di affrontare le sfide, legioie e i dolori che la vita ci propina quotidianamente e senza tutta la logica che noi useremmo per chiederci il perche'.

visto che parliamo di scelte,sceglieresti tu di essere figlia di una coppia unita da un mero contratto a termine?

Sý sceglierei di nascere da una coppia unita con un contratto a termine, non avrei visto soffrire per tanto tempo i miei genitori. All'epoca c'era solo la separazione legale, e la morale corrente era contraria ad ogni tipo di separazione. I preti dicevano: bisogna avere pazienza, sopportare. (rivolti, ovviamente, a mia madre.
Ho avuto genitori straordinari, meravigliosi come individui separati, come marito e moglie erano l'inferno sulla terra.

Io non sono contraria al matrimonio attuale per ariditÓ di cuore, anzi esattamente per la ragione contraria.

Il sogno del mio matrimonio era: amore, condivisione, piacere di stare insieme, collaborazione, tollerenza, rispetto, accettazione ecc.
Il guaio Ŕ che nessuno mi aveva detto che nel matrimonio queste cose venivano richieste e desiderate solo dalla donna.

Quando sentivo parlare di "doveri coniugali" mi veniva da ridere perchŔ pensavo che facesse parte di un retaggio ormai superato.

Non potevano esserci doveri dove risiedeva il piacere.

Era un piacere il sesso, ma anche cucinare, stirare, fare la spesa insieme.

Con il tempo mi sono accorta che non eravamo in due a volere le stesse cose. Lui chiedeva e pretendeva soltanto, senza dare.

Solo molto tempo dopo mi sono resa conto che i maschi (parlo in generale) vogliono prestazioni sessuali e una donna che li accudisca e che possono dominare senza obiezioni.

Per questo dico sempre che qualsiasi cosa noi, voi, loro vogliono deve essere sempre desiderata e cercata in due.

Il matrimonio per me era quel che poi non Ŕ stato.

Non ho divorziato per i figli, il loro benessere valeva molto di pi¨ dei miei desideri. Li avevo messi al mondo e dovevano avere il meglio possibile.

Ora sono adulti, ma ora non mi importa pi¨ dei miei sogni svaniti nel nulla.
Ora ci sono altre cose, come il cammino spirituale che sono divenute pi¨ importanti per la mia vita.
Mary is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright ę Riflessioni.it