Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 12-12-2007, 18.38.19   #1
sirmione
Ospite
 
Data registrazione: 11-12-2007
Messaggi: 24
Riesci ad esprimere la tua rabbia o la reprimi?

Per 'educazione' si fanno tante cose, persino evitare di esprimere la propria arrabbiatura e questo è molto mooolto deleterio. Non poter esternare il proprio disaccordo fa proprio male alla salute (...sangue amaro). Il problema è che anche la semplice disapprovazione viene, molte volte, repressa.
Paura di ferire? Paura di non sapersi contenere? Paura di ritorsioni? Paura di essere se stessi per un'istante? Timidezza? ma perchè non ci esprimiamo come sentiamo?...forse non ne abbiamo ricevuto l'educazione...
sirmione is offline  
Vecchio 13-12-2007, 06.35.13   #2
elair85
frequentatore
 
L'avatar di elair85
 
Data registrazione: 30-04-2006
Messaggi: 144
Riferimento: Riesci ad esprimere la tua rabbia o la reprimi?

Citazione:
Originalmente inviato da sirmione
Per 'educazione' si fanno tante cose, persino evitare di esprimere la propria arrabbiatura e questo è molto mooolto deleterio. Non poter esternare il proprio disaccordo fa proprio male alla salute (...sangue amaro). Il problema è che anche la semplice disapprovazione viene, molte volte, repressa.
Paura di ferire? Paura di non sapersi contenere? Paura di ritorsioni? Paura di essere se stessi per un'istante? Timidezza? ma perchè non ci esprimiamo come sentiamo?...forse non ne abbiamo ricevuto l'educazione...

Io ho il problema contrario invece: la esterno fin troppo, vorrei essere più contenuta e calma ma la rabbia è come un demone che mi sega via le mie "facoltà umane" quali il buon senso e la razionalità...
elair85 is offline  
Vecchio 13-12-2007, 17.41.45   #3
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: Riesci ad esprimere la tua rabbia o la reprimi?

Salve!
leggo saltuariamente il forum di psicologia... quando leggo
Non poter esternare il proprio disaccordo fa proprio male alla salute non posso che essere daccordo ...sono in disaccordo sul fatto che questo debba essere accompagnato dalla rabbia è inutile e non costruttivo; è da molto tempo che non provo questo sentimento, dispiacere si per non essermi spiegato o non capito, ma poi, riflettendo, se fossimo sempre perfettamente daccordo, non sai che p...e claudio
fallible is offline  
Vecchio 13-12-2007, 18.35.03   #4
dalmatina7
Ospite abituale
 
L'avatar di dalmatina7
 
Data registrazione: 09-06-2006
Messaggi: 134
Riferimento: Riesci ad esprimere la tua rabbia o la reprimi?

Io è solo da poco tempo che riesco ad esprimere il mio disaccordo o la mia rabbia. Ma non con tutti, necessito di un certo grado di confidenza. E quando non riesco mi sento veramente frustrata.
dalmatina7 is offline  
Vecchio 14-12-2007, 08.54.48   #5
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Smile Riferimento: Riesci ad esprimere la tua rabbia o la reprimi?

Tempo fà, per sentirmi accettata dagli altri, tenevo le mie idee per me (ma non per educazione ma soltanto per voler meritare amore... non sapevo che l'amore vero è dono, e non ha bisogno di essere meritato), e avevo un'atteggiamento di "inesistenza", se così posso dire... ero una di quelle persone sempre disponibili, che non contrariano mai il prossimo, etc...
questo però mi portava a trattenere la mia personalità e a farla "scoppiare" all'improvviso quando magari mi trovavo con le persone che mi erano più vicine o con quelle più sensibili, travolgendoli nella mia irruenza... e non andava bene questa cosa, mi sentivo divisa a metà...
Da un pò di tempo ho capito che per non sentire più questa contraddizione in me, e per avere un buon rapporto con tutti, devo restare me stessa sempre... e dire sempre quel che realmente penso (sempre che abbia qualcosa da dire)... ho capito che per far ciò basta essere gentili e avere rispetto del pensiero degli altri... se la gentilezza diventa nostra compagna nel dialogo con il prossimo, possiamo dire tutto ciò che vogliamo senza reprimerci... e senza offendere nessuno... anche la rabbia scompare quando diventiamo "portatori sani di gentilezza"...
Certo all'inizio non è facile, e possiamo anche dare un apparenza di persone deboli... ma secondo me, per quel che ho imparato dalla mia esperienza, la persona veramente forte non è sempre quella che lo sembra...

Basta un pò di "allenamento" e pian piano possiamo riuscire tranquillamente ad esprimerci senza obbligatoriamente arrabbiarci!

Buona giornata a tutti!
veraluce is offline  
Vecchio 14-12-2007, 23.03.28   #6
marco gallione
Utente bannato
 
Data registrazione: 22-05-2007
Messaggi: 363
Riferimento: Riesci ad esprimere la tua rabbia o la reprimi?

Citazione:
Originalmente inviato da sirmione
Per 'educazione' si fanno tante cose, persino evitare di esprimere la propria arrabbiatura e questo è molto mooolto deleterio. Non poter esternare il proprio disaccordo fa proprio male alla salute (...sangue amaro). Il problema è che anche la semplice disapprovazione viene, molte volte, repressa.
Paura di ferire? Paura di non sapersi contenere? Paura di ritorsioni? Paura di essere se stessi per un'istante? Timidezza? ma perchè non ci esprimiamo come sentiamo?...forse non ne abbiamo ricevuto l'educazione...

Credi che il tuo schema moderno possa essere di ausilio anche per quei ragazzoni che stanno in curva, allo stadio?
O forse loro possono già dirsi evoluti, in quanto privi delle paure evocate sopra?
Magari hanno ricevuto l'educazione... Chissà.
marco gallione is offline  
Vecchio 15-12-2007, 02.05.56   #7
Reginadicuori
Ospite
 
Data registrazione: 28-03-2007
Messaggi: 9
Riferimento: Riesci ad esprimere la tua rabbia o la reprimi?

Anche Io Non Riesco Ad Esternare La Mia Rabbia.
Adotto Quello Che In Psicologia Si Denomina :evitamento Del Conflitto.ma Lo Faccio Per Quieto Vivere .naturalmente Se E' Qualcosa Di Importante ,il Discorso Cambia Ma Cmq Razionalizzo E Controllo Le Mie Reazioni.ma Con Il Tempo Ho Imparato Il Controllo.
Reginadicuori is offline  
Vecchio 18-12-2007, 14.01.34   #8
rainbow84
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 23-04-2007
Messaggi: 2
Riferimento: Riesci ad esprimere la tua rabbia o la reprimi?

Citazione:
Originalmente inviato da veraluce
Tempo fà, per sentirmi accettata dagli altri, tenevo le mie idee per me (ma non per educazione ma soltanto per voler meritare amore... non sapevo che l'amore vero è dono, e non ha bisogno di essere meritato), e avevo un'atteggiamento di "inesistenza", se così posso dire... ero una di quelle persone sempre disponibili, che non contrariano mai il prossimo, etc...
questo però mi portava a trattenere la mia personalità e a farla "scoppiare" all'improvviso quando magari mi trovavo con le persone che mi erano più vicine o con quelle più sensibili, travolgendoli nella mia irruenza... e non andava bene questa cosa, mi sentivo divisa a metà...
Da un pò di tempo ho capito che per non sentire più questa contraddizione in me, e per avere un buon rapporto con tutti, devo restare me stessa sempre... e dire sempre quel che realmente penso (sempre che abbia qualcosa da dire)... ho capito che per far ciò basta essere gentili e avere rispetto del pensiero degli altri... se la gentilezza diventa nostra compagna nel dialogo con il prossimo, possiamo dire tutto ciò che vogliamo senza reprimerci... e senza offendere nessuno... anche la rabbia scompare quando diventiamo "portatori sani di gentilezza"...
Certo all'inizio non è facile, e possiamo anche dare un apparenza di persone deboli... ma secondo me, per quel che ho imparato dalla mia esperienza, la persona veramente forte non è sempre quella che lo sembra...

Basta un pò di "allenamento" e pian piano possiamo riuscire tranquillamente ad esprimerci senza obbligatoriamente arrabbiarci!

Buona giornata a tutti!

ciao a tutti!!
ed un ciao speciale a vera luce perchè vorrei veramente riusciere ad essere già come te!!!oltrepassare le barriere ed essere già sul punto di potermi aprire
senza nessun problema...invece sono in quella fase in cui ho capito di essere sempre me stessa di nn recitare piu però è veramente difficile è una cosa nuova e spesso stò zitta e sembro timida cosa che nn sono affatto....
ci riuscirò...voglio essere sempre me stessa lo devo fare per me e per le persone care che ho vicino.....
rainbow84 is offline  
Vecchio 18-12-2007, 23.22.52   #9
sentieroluminoso
Ospite abituale
 
L'avatar di sentieroluminoso
 
Data registrazione: 18-04-2007
Messaggi: 60
Riferimento: Riesci ad esprimere la tua rabbia o la reprimi?

La rabbia ha in se una grande energia, che se canalizzata bene può essere utile, io la provo di rado e se posso la sfrutto. Nei momenti di rabbia ad esempio riesco a fare tanti piccoli lavoretti che solitamente non mi va di fare, con precisione. Se sono arrabbiata un modo di scaricare la tensione è cucinare o rassettare o fare lavori manuali, con velocità e attenzione. Tempo fa avevo anche un altro metodo utilissimo per lasciar sfogare i nervosismi, il tennis, uno sport pieno di scatti e di saltellini in loco, che con i suoi movimenti ampi consente di allentare bene la tensione. Non credo che lasciare comandare le nostre azioni o reazioni dalla rabbia sia espressione compiuta e fedele di se stessi. Si dicono e si fanno in quei momenti cose che non si sottoscriverebbero in tempo di pace, senza tener conto delle azioni davvero nefaste che si compiono colti da raptus di rabbia, di cui sono pieni i giornali. La disapprovazione se ragionata può essere espressa meglio, capirne le origini, argomentarne le fasi ed esprimerla con compiutezza è per me il modo migliore per lasciar passare il messaggio base, comunicare.

Farlo rabbiosamente non aiuta affatto anzi spesso guasta anche quello che davvero non si vorrebbe intaccare. Qualche volta non si riesce a farne a meno però e non credo sia questione di educazione, quanto piuttosto di emozioni forti, di stimoli ripetuti e di soglia di sopportazione, in quei casi è come una pentola a pressione senza valvola di sicurezza, si dicono le prime fesserie che capitano per la zucca, salvo poi pentirsene 20 secondi dopo e lavorare nei 20 giorni successivi, per porvi rimedio. Di recente ho scoperto l'acqua calda, come dice un'amica lascio che gli estrogeni facciano ogni tanto il loro lavoro, piango, è davvero rarissimo che pianga e lo faccio da sola sennò mi si spaventano tutti, è liberatorio ed autoconsolatorio, il buon vecchio frignone terapeutico!! Qualunque sia la scissione della rabbia che riesco ad operare, cerco comunque di dare corso ai miei pensieri, di liberarmi dei fardelli e dire quel che penso, dopo un'ora, dopo un giorno o dopo un mese.
sentieroluminoso is offline  
Vecchio 19-12-2007, 15.13.12   #10
kore
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-07-2007
Messaggi: 343
Riferimento: Riesci ad esprimere la tua rabbia o la reprimi?

Sono d'accordo con Sentiero, un conto è dire o fare cose quando sei in "sequestro emozionale", ovvero talmente arrabbiato che l'unica cosa che riesci a fare è sganciare una bomba atomica su tutto il pianeta. In quel caso è meglio evitare per il momento qualsiasi reazione, sforzarsi di tacere, uscire, fare altro, calmarsi in qualche maniera e riflettere.
In un secondo momento, se lo si reputa giusto, si può affrontare il discorso con fermezza e chiarire.
Ma esiste un'altra maniera di esprimere la rabbia senza offendere l'interlocutore, basta dirigerla sul comportamento che ci ha feriti e offesi e mettere in chiaro che abbiamo certi valori e ci sono comportamenti che non possono essere tollerati.
In questo caso non c'entra niente l'educazione o la maleducazione ma, come dice Dalmatina, si esprime il proprio disaccordo su un comportamento, senza bisogno di svalutare la persona che ci sta di fronte, giudicandola e spostando la questione sul piano personale.
L'interlocutore non si sentirà vittima di un'aggressione perché ciò che viene messo in discussione e "aggredito" è il comportamento, di conseguenza la rabbia vienne indirizzata correttamente.
Un conto è dire: QUESTA COSA mi fa arrabbiare. Un conto è dire: TU mi fai arrabbiare, perché tu sei così o cosà (seguono parolacce immonde e lancio di oggetti contundenti...)
Siamo noi i principali responsabili delle nostre emozioni, non gli altri.
In questo senso si può essere "portatori sani" di gentilezza, che non significa passare per fessi ma acquisire la capacità di difendere i propri confini e valori senza necessariamente aggredire chi li viola.
Riflettendo su questo sono migliorata nelle mie esternazioni, ora riesco ad arrabbiarmi meglio.
kore is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it