Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 10-02-2008, 03.41.02   #11
marco cossu
Ospite abituale
 
L'avatar di marco cossu
 
Data registrazione: 30-01-2008
Messaggi: 92
Riferimento: Sfogo [il mio rapporto con gli altri]

Citazione:
Originalmente inviato da Socrate78
Apro questo thread per esporre alcuni miei problemi legati al mio rapporto con gli altri e per avere alcuni consigli su come eventualmente affrontarli.
Il mio carattere è introverso e ciò è un'eredità delle mie esperienze passate, legate soprattutto all'età infantile e scolare. Durante tutta l'età dell'infanzia e della prima adolescenza i miei coetanei tendevano ad isolarmi e a prendermi spesso in giro, soprattutto a causa del mio aspetto fisico; ero infatti piccolo, troppo magro ed ho una mano (la sinistra ) che purtroppo non si è completamente sviluppata per problemi di atrofia congenita.
Questi problemi mi hanno causato un'adolescenza piuttosto difficile, sono cresciuto con pochissimi amici e, inoltre, nell'età scolare tendevo ad assumere un atteggiamento anche ribelle nei confronti delle regole scolastiche (per compensare il mio disagio ), ma ciò mi isolava ancora di più e peggiorava non di poco la situazione.
La mia vita sentimentale ne ha risentito moltissimo e adesso ho quasi 30 anni e non ho mai avuto nessuna seria storia sentimentale, forse anche a causa del mio carattere difficile, introverso e, a volte (lo ammetto) piuttosto acido e diffidente.
I rapporti con i miei colleghi di lavoro e con i miei alunni (sono un insegnante ) sono superficiali, spesso formali ;insomma, mi sembra di toccare solo la "superficie" delle persone e di approfondire ben poco.
Come posso fare per cercare pian piano di modificare e migliorare sempre di più la mia vita affettiva? Vorrei tanto avere una ragazza, più amici e, soprattutto, far in modo che gli altri finiscano per provare un autentico interesse nei miei confronti.


se tu non apprezzi te stesso, come puoi pensare che qualcuno possa apprezzarti?

sei diffidente con gli altri perchè non accetti te stesso ed hai paura che qualcuno ti ferisca ponendoti davanti ai tuoi difetti a cui tu non vuoi pensare.

se ti accettassi non avresti paura di uscire allo scoperto, esprimerti per ciò che sei nel bene e nel male (che non esistono).

hai rapporti superficiali perchè non vuoi uscire allo scoperto e tu sai che conoscere una persona implica il farsi conoscere.

affronta le tue paure, buttati nelle situazioni che ti coinvolgono emotivamente le prime volte la paura non ti permetterà di esprimerti ma pian piano la paura svanisce perchè ti rendi conto che non si muore per una figuraccia.

non hai nulla da perdere, fai vedere come sei e scopri chi sei.

devi esprimerti, hai troppa energia chiusa dentro di te apriti o prima o poi esploderai.

ciao a presto.
marco cossu is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it