Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 03-04-2008, 18.50.45   #11
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: Il tradimento , questo sconosciuto .

Citazione:
Originalmente inviato da azzurra3
Ciao!

Stare l’uno accanto all’altro è quindi scelta quotidiana e consapevole in ogni forma di relazione, dall’amore all’amicizia,...uno ‘starsi accanto’ nel godimento reciproco del sentimento fino a quando permane vivo lo scambio.
In questa diversa ottica guardare al tradimento con il rancore e lo sdegno che si riservano a Giuda non è rendergli ragione ed è privarsi e temere l’ambivalenza delle cose e della vita. Sono le relazioni che ci permettono di conoscerci e l’accostarsi agli altri è fondamentale...camminarsi accanto e raccontare il nostro mondo ed ascoltare l’altrui mondo ci arricchisce, ed è questo genere di crescita che andrebbe ricercato sempre e se poi accade che ci si allontani non sarà allora un tradimento ma un modo per entrare ancora più a fondo in noi stessi aprendosi al nuovo...perchè, alla fine, la vera costante della vita siamo sempre noi stessi.
...ma è solo la mia visione delle cose, non la verità..

ciao
azzurra
Io non capisco questa logica, capisco chi si ama e si promette fedeltà, comprendo le coppie aperte, e le coppie scambiste, sono scelte il tradimento no
ornella is offline  
Vecchio 04-04-2008, 10.00.04   #12
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Il tradimento , questo sconosciuto .

Si dice (ma ci credo poco ) sia molto proficuo ricercare il lato positivo di ogni qualsivoglia questione. Se poi teniamo conto che il fenomeno assume proporzioni fantasmagoriche dalle quali io ne ho tratto che tutti noi teniamo le corna con la stessa certezza con la quale Freud affermava che siam solo sesso, mettiamocela via e andiamo alla ricerca di questi lati positivi che renderebbero piacevole, energizzante, rinvigorente il tradimento non solo per la persona che lo commette ma pure per il bene generale della coppia ufficiale.
Quindi, togliendo gli sporadici, quasi inesistenti casi ove i due, garantendosi inizialmente fedeltà eterna mantengono il patto, un po’ per paura d’esser sorpresi, un po’ per scarne qualità fisiche, un pò per vero amore, e le coppie aperte o scambiste per le quali è preclusa l’ebbrezza del tradimento quale pesante tributo da pagare per la loro filosofia di coppia, a voi, vengono in mente casi, o supponete possano esserci, ove l’adulterio ha offerto rivalutazioni del legame originale?

Poi volevo rivolgere una domanda a tutte le donne “oneste” del forum, categoria per la quale Nietzsche, non a torto secondo me, affermava che non ve n’è una che non sia stanca di questo ruolo , per comprendere ove la matematica, in questo caso, non ci viene in aiuto per svelare l’inghippo. Sembrerebbe fossero gli uomini a tradire di più pertanto io mi stavo chiedendo:
- ma se in un amplesso il rapporto, minimo minimo, è sempre 1 a 1, son per caso sbagliate le statistiche o nella maggior parte dei casi in quel rapporto la donna non è impegnata e l’uomo si?

Se sono sbagliate le statistiche, come io penso, le donne non avrebbero ragione di difendersi spudoratamente fra loro ma dovrebbero invece ammettere di possedere pari pari, lo stesso impulso maschile al tradimento; se invece prevale il secondo caso, la donna si macchierebbe di un misfatto ben più grave dell’adulterio ovverosia andrebbe ad affermare, rispetto all'uomo, una più marcata inclinazione all’”aggressività” e all’impulso di morte.

maxim is offline  
Vecchio 04-04-2008, 12.35.33   #13
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: Il tradimento , questo sconosciuto .

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Si dice (ma ci credo poco ) sia molto proficuo ricercare il lato positivo di ogni qualsivoglia questione. Se poi teniamo conto che il fenomeno assume proporzioni fantasmagoriche dalle quali io ne ho tratto che tutti noi teniamo le corna con la stessa certezza con la quale Freud affermava che siam solo sesso, mettiamocela via e andiamo alla ricerca di questi lati positivi che renderebbero piacevole, energizzante, rinvigorente il tradimento non solo per la persona che lo commette ma pure per il bene generale della coppia ufficiale.
Quindi, togliendo gli sporadici, quasi inesistenti casi ove i due, garantendosi inizialmente fedeltà eterna mantengono il patto, un po’ per paura d’esser sorpresi, un po’ per scarne qualità fisiche, un pò per vero amore, e le coppie aperte o scambiste per le quali è preclusa l’ebbrezza del tradimento quale pesante tributo da pagare per la loro filosofia di coppia, a voi, vengono in mente casi, o supponete possano esserci, ove l’adulterio ha offerto rivalutazioni del legame originale?

Poi volevo rivolgere una domanda a tutte le donne “oneste” del forum, categoria per la quale Nietzsche, non a torto secondo me, affermava che non ve n’è una che non sia stanca di questo ruolo , per comprendere ove la matematica, in questo caso, non ci viene in aiuto per svelare l’inghippo. Sembrerebbe fossero gli uomini a tradire di più pertanto io mi stavo chiedendo:
- ma se in un amplesso il rapporto, minimo minimo, è sempre 1 a 1, son per caso sbagliate le statistiche o nella maggior parte dei casi in quel rapporto la donna non è impegnata e l’uomo si?

Se sono sbagliate le statistiche, come io penso, le donne non avrebbero ragione di difendersi spudoratamente fra loro ma dovrebbero invece ammettere di possedere pari pari, lo stesso impulso maschile al tradimento; se invece prevale il secondo caso, la donna si macchierebbe di un misfatto ben più grave dell’adulterio ovverosia andrebbe ad affermare, rispetto all'uomo, una più marcata inclinazione all’”aggressività” e all’impulso di morte.

Maxim forse apparteniamo a due nature diverse, io non nego gli istinti e le maledette pulsioni, se chiudo gli occhi e una mano mi accarezza sapientemente potrebbe essere anche quella di un primate o una donna e io ne proverei piacere, come l'odore unico di ognuno di noi, non sarà certo solo quello del mio compagno a farmi inebriare? Ma che significa? Non voglio farne una questione di uomini e donne, a mio avviso non ha mai quasi senso. Un rapporto necessita di amore, fiducia e rispetto. Tolto uno dei tre elementi perde di senso, non ha senso rianimare un cadavere, e se è vivo, non ha senso mettere stampelle se si possono trovare le gambe. Non ha senso sempre materializzare tutte le nostre pulsioni, forse queste ci indicano un malessere, un bisogno, ma non è tradendo che aiuto un rapporto.
Per me la soluzione è dentro, per te è subito fuori di noi espressa e vissuta.
Può essere che abbiamo ragione entrambi, chissà?
ornella is offline  
Vecchio 04-04-2008, 16.25.23   #14
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Il tradimento , questo sconosciuto .

Citazione:
Originalmente inviato da ornella
Maxim forse apparteniamo a due nature diverse, io non nego gli istinti e le maledette pulsioni, se chiudo gli occhi e una mano mi accarezza sapientemente potrebbe essere anche quella di un primate o una donna e io ne proverei piacere, come l'odore unico di ognuno di noi, non sarà certo solo quello del mio compagno a farmi inebriare? Ma che significa? Non voglio farne una questione di uomini e donne, a mio avviso non ha mai quasi senso. Un rapporto necessita di amore, fiducia e rispetto. Tolto uno dei tre elementi perde di senso, non ha senso rianimare un cadavere, e se è vivo, non ha senso mettere stampelle se si possono trovare le gambe. Non ha senso sempre materializzare tutte le nostre pulsioni, forse queste ci indicano un malessere, un bisogno, ma non è tradendo che aiuto un rapporto.
Per me la soluzione è dentro, per te è subito fuori di noi espressa e vissuta.
Può essere che abbiamo ragione entrambi, chissà?

Questa mattina, dopo aver postato quella cosa, sono incappato casualmente sul sito di repubblica...vi posto il link di una delle tante statistiche sessuali con la differenza che questa sembrerebbe più sincera...se non altro perchè conferma ciò che dico io

Siamo tutti dei bugiardoni, incapaci di guardare la realtà che ci circonda e ci affidiamo molto più volentieri alle fantasie che sgorgano copiose dalla nostra mente...l'uomo è un bugiardo....la donna lo è due volte perchè prima di mentire al suo interlocutore, mente a se stessa!

http://www.repubblica.it/2008/04/sez...tner-vita.html

Buona lettura!

maxim is offline  
Vecchio 04-04-2008, 19.30.59   #15
pallina
...il rumore del mare...
 
Data registrazione: 15-01-2007
Messaggi: 279
Riferimento: Il tradimento , questo sconosciuto .

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Si dice (ma ci credo poco ) sia molto proficuo ricercare il lato positivo di ogni qualsivoglia questione. Se poi teniamo conto che il fenomeno assume proporzioni fantasmagoriche dalle quali io ne ho tratto che tutti noi teniamo le corna con la stessa certezza con la quale Freud affermava che siam solo sesso, mettiamocela via e andiamo alla ricerca di questi lati positivi che renderebbero piacevole, energizzante, rinvigorente il tradimento non solo per la persona che lo commette ma pure per il bene generale della coppia ufficiale.
Quindi, togliendo gli sporadici, quasi inesistenti casi ove i due, garantendosi inizialmente fedeltà eterna mantengono il patto, un po’ per paura d’esser sorpresi, un po’ per scarne qualità fisiche, un pò per vero amore, e le coppie aperte o scambiste per le quali è preclusa l’ebbrezza del tradimento quale pesante tributo da pagare per la loro filosofia di coppia, a voi, vengono in mente casi, o supponete possano esserci, ove l’adulterio ha offerto rivalutazioni del legame originale?

Poi volevo rivolgere una domanda a tutte le donne “oneste” del forum, categoria per la quale Nietzsche, non a torto secondo me, affermava che non ve n’è una che non sia stanca di questo ruolo , per comprendere ove la matematica, in questo caso, non ci viene in aiuto per svelare l’inghippo. Sembrerebbe fossero gli uomini a tradire di più pertanto io mi stavo chiedendo:
- ma se in un amplesso il rapporto, minimo minimo, è sempre 1 a 1, son per caso sbagliate le statistiche o nella maggior parte dei casi in quel rapporto la donna non è impegnata e l’uomo si?

Se sono sbagliate le statistiche, come io penso, le donne non avrebbero ragione di difendersi spudoratamente fra loro ma dovrebbero invece ammettere di possedere pari pari, lo stesso impulso maschile al tradimento; se invece prevale il secondo caso, la donna si macchierebbe di un misfatto ben più grave dell’adulterio ovverosia andrebbe ad affermare, rispetto all'uomo, una più marcata inclinazione all’”aggressività” e all’impulso di morte.


La butto per il momento sull'ironico e sul....... "personalissimo".....
La mia "metà" fà da una vita un lavoro che lo tiene intanto fuori di casa tutto il giorno per "almeno" dodici ore consecutive ma spesso anche per più giorni lontano da casa. Diciamo che, normalmente, lo vedo per cena...... e poi il weekend.....Giusto per la cronaca lui non ha mai conosciuto una maestra dei suoi figli, un professore, il pediatra, il dentista. Non li ha MAI accompagnati quando erano piccoli nè a scuola, nè in palestra o in piscina......
Le battutacce ironiche (ma quanto mi facevano arrabbiare ) dei comuni amici maschi, per anni sono state quelle classiche sul suo stare tanto tempo "da solo", su i pranzi e le cene di lavoro, su i dopocena passati nei locali.... ecc.ecc.....
La maggior parte delle amiche (tra le quali le consorti dei suddetti uomini) invece mi vedevano come una poveretta costretta a subire corna a non finire ...
A tutte queste persone (e ovviamente al diretto interessato) ho sempre fatto presente, molto tranquillamente una cosa soltanto: che se lui era solo da qualche parte, la sua "lei" (io) era sola da un'altra.. ..ovvero che le occasioni per tradire (che sono sicura difficilmente "si creano" da sole ma invece si ricercano) e l'impulso a tradire (che mi chiedo, ma dove nasce esattamente: a priori nella testa - della serie per lui "son lontano da casa ne approfitto e oggi me la spasso" e per lei " sono sola...idem come sopra" - o conseguentemente all'occasione che si manifesta????..ma alla quale comunque posso sempre rispondere con un si come con un no...) sono esattamente, statisticamente fifty-fifty...
A buon intenditor.....

pallina is offline  
Vecchio 08-04-2008, 18.37.26   #16
amarina
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 17-03-2008
Messaggi: 14
Riferimento: Il tradimento , questo sconosciuto .

La fedeltà , a mio avviso , non esiste perchè i rapporti d' "amore" sono fatti a strati, in alcuni prevale la componente fisca, in altri la complicità, la tenerezza
ecc.
Nessun rapporto d'amore può contenere tutte le componenti e quelle che mancano le "sentiamo" provenire da altre persone con le quali potremmo entrare in sintonia.
Il resto è moralismo
amarina is offline  
Vecchio 08-04-2008, 18.52.53   #17
pallina
...il rumore del mare...
 
Data registrazione: 15-01-2007
Messaggi: 279
Riferimento: Il tradimento , questo sconosciuto .

Citazione:
Originalmente inviato da amarina
La fedeltà , a mio avviso , non esiste perchè i rapporti d' "amore" sono fatti a strati, in alcuni prevale la componente fisca, in altri la complicità, la tenerezza
ecc.
Nessun rapporto d'amore può contenere tutte le componenti e quelle che mancano le "sentiamo" provenire da altre persone con le quali potremmo entrare in sintonia.
Il resto è moralismo

Il che vorrebbe dire che è possibile amare più persone contemporaneamente?
pallina is offline  
Vecchio 08-04-2008, 19.52.54   #18
amarina
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 17-03-2008
Messaggi: 14
Riferimento: Il tradimento , questo sconosciuto .

Citazione:
Originalmente inviato da pallina
Il che vorrebbe dire che è possibile amare più persone contemporaneamente?
Questo è anche possibile, ma quello che volevo dire io è che si può essere attratti da aspetti diversi di persone diverse.
Il fatto di concretizzare o meno un tradimento è un'altra cosa
amarina is offline  
Vecchio 09-04-2008, 08.38.50   #19
pallina
...il rumore del mare...
 
Data registrazione: 15-01-2007
Messaggi: 279
Riferimento: Il tradimento , questo sconosciuto .

Citazione:
Originalmente inviato da amarina
Questo è anche possibile, ma quello che volevo dire io è che si può essere attratti da aspetti diversi di persone diverse.
Il fatto di concretizzare o meno un tradimento è un'altra cosa

Davvero incusiosita chiedo: il tradimento "è altra cosa" rispetto a chi, rispetto a.... cosa, se la fedeltà non esiste?

Citazione:
Originalmente inviato da amarina
La fedeltà , a mio avviso , non esiste perchè i rapporti d' "amore" sono fatti a strati, in alcuni prevale la componente fisca, in altri la complicità, la tenerezza
ecc.
Nessun rapporto d'amore può contenere tutte le componenti e quelle che mancano le "sentiamo" provenire da altre persone con le quali potremmo entrare in sintonia.
Il resto è moralismo
pallina is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it