Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 05-04-2008, 20.22.05   #1
marco25
Ospite
 
Data registrazione: 19-04-2007
Messaggi: 4
Disperato per aver perso via l'occasione della mia vita...come tornare felice?

Ciao a tutti, è la prima volta che scrivo su questo forum...Sono un ragazzo di 25 anni, vorrei raccontare quello che mi è successo per ascoltare le opinioni
di alte persone, soprattutto ragazze...Non è la solita storia d'amore finita, è molto diverso...Un giorno forse mi sentirò ridicolo
a rileggere queste parole, ma certe situazioni tirano fuori la parte più nascosta e sensibile di noi e fanno vedere tutto in modo differente.
Fino all'anno scorso non ho mai avuto una ragazza. Sono un ragazzo fisicamente normale, ho una vita normalissima, ho da poco finito l'università, conosco molte persone, pratico sport, ho diversi interessi...Il mio problema di fondo è stato, da sempre, la timidezza. Credo che molto sia dovuto alla famiglia in cui sono cresciuto, che è sempre stata molto protettiva, e forse ho avuto la sfortuna di non avere mai una compagnia in cui fossero presenti molte ragazze. Conosco diversi ragazzi nella mia situazione, e anche su questo forum mi sembra di aver letto di persone con lo stesso problema. A molti sembrerà incredibile, ma questa è la realtà...In fondo, mica è detto che per tutti sia facile...Comunque, questa solitudine mi ha fatto soffrire molto ma non mi sono mai disperato, ho continuato a vivere la mia vita sperando che in futuro qualcosa cambiasse. Dicono che l'amore arriva quando meno te l'aspetti, e che più si cerca con insistenza meno facile è trovarlo.
Beh, per me è stato così. E' arrivato quando meno me l'aspettavo, dalla persona da cui non mi sarei mai aspettato nulla fino al giorno prima. Ma anche forse l'unica ragazza con cui le cose non sarebbero state facili.
Lei (L) è stata fidanzata per 5 anni con un mio grande amico (P). Si sono
lasciati 2 anni fa, in parte per colpa di entrambi, anche se si può dire che sia lei ad aver lasciato lui. Quando erano insieme io e altri amici uscivamo
molto con loro, abbiamo fatto una sacco di cose insieme...eravamo proprio un bel gruppo. Dopo un po' hanno ripreso a rivedersi, solo come amici, perché lei, come poi mi ha raccontato, non aveva alcuna intenzione di rimettersi con lui. Anche io e gli altri amici siamo tornati ad uscire con loro. Lui però ci sperava ancora, e da quando si sono lasciati mi ha confidato un sacco di cose...la sua solitudine, le sue paure, le sue
speranze di tornare con lei...io gli sono stato vicino e l'ho aiutato a riprendersi. Molte volte, da quando abbiamo ripreso ad uscire tutti insieme, P mi ha chiesto come mi sembrava il comportamento di L, se la vedevo come sempre, se secondo me avevano ancora speranze...e mi ha confidato che se l'avesse vista con un altro ragazzo per lui sarebbe stata una tragedia. Insomma...questo fatto ci aveva uniti molto, e mi aveva fatto piacere che lui avesse deciso di aprirsi così tanto con me.
Con lei mi sono sempre trovato bene, ma in tanti anni non ho mai fatto un solo pensiero su di lei...Sia perchè (ovviamente) era insieme al mio amico, ma anche perchè mi è sempre sembrata troppo diversa da me...Per anni, anche se non ho mai combinato nulla con nessuna, sono sempre stato attratto dalle ragazze semplici, dolci...mentre lei è molto ambiziosa, a volte le piace mettersi in mostra...forse anche perchè è davvero una bella ragazza. Insomma, l'ho sempre vista come una amica ma nulla di più.
A maggio dello scorso anno, poi, è successo quello che non mi sarei mai aspettato...
Un giorno, improvvisamente, L ha iniziato a mostrarmi che provava qualcosa per me. Da quel momento, non so cosa sia successo nella mia testa.
All'inizio non sapevo cosa fare, ero combattuto come non mai...da un lato ero felicissimo, dopo tanti anni avrei avuto anch'io una ragazza, una persona con cui condividere tanti momenti, con cui essere felice...Dopo tanti anni di
attesa e di sogni, finalmente era arrivato il mio momento. Dall'altro ero frenato da un sacco di dubbi...avrei sicuramente rotto la bella amicizia con il mio amico, forse mi sarei sentito in colpa...e temevo che con lei non sarei riuscito nemmeno ad essere felice quanto avrei voluto, pensando a tutto quello che aveva fatto con il mio amico e alle cose che lui mi aveva raccontato su di lei...e poi, in fondo, mi sentivo quasi in colpa perchè temevo che mi sarei messo con lei solo a causa della mia situazione, senza provare in realtà nulla nei suoi confronti, e questo mi faceva pensare che magari a parte un periodo iniziale fantastico non sarebbe potuta durare.
Tra l'altro lei, come poi mi ha raccontato, passava le giornate
chiusa in casa a piangere, perchè le uniche sue amicizie eravamo noi, e quando non uscivamo si trovava completamente sola.
Le cose sono andate così...Non sono riuscito a dirle di no, anche perchè l'avrei fatta soffrire troppo, ma ho voluto essere sincero con lei...le ho espresso la mia insicurezza e i miei dubbi, facendole presente anche la difficile situazione in cui mi aveva messo. Così, e forse qui ho sbagliato, abbiamo deciso di restare per il momento amici e di continuare a sentirci ogni tanto. Era maggio 2007...e lei qualche giorno dopo doveva partire per andare con i suoi in vacanza, per poi tornare a settembre. In fondo, almeno all'inizio, non facevamo nulla di male...continuavamo a sentirci con sms e al telefono da amici, e loro comunque non erano più insieme. E poi, vista anche la mia situazione, non potevo permettermi di buttare via così l'unica occasione che mi era capitata, da sempre. Così per tutta l'estate abbiamo continuato a scriverci e a sentirci...
Col tempo, però i miei rapporti con L stavano cambiando...a forza di sentirla tutti i miei dubbi e le mie paure stavano scomparendo, anche perchè con lei
avevo scoperto di avere una sintonia perfetta, parlavamo di ogni argomento con estrema naturalezza e senza annoiarci mai. Così, per tutta l'estate ci siamo mandati un sacco di messaggi e ci siamo sentiti al telefono, sempre di nascosto. Poi è arrivato settembre...gli ultimi giorni, prima che tornasse, io ero sempre più convinto, anche se ogni tanto i miei dubbi e le miei paure tornavano...e quando lei è tornata abbiamo iniziato a vederci...fino a febbraio. Per tutti questi mesi andavo da lei 2-3 volte alla settimana, senza dirlo a nessuno...Siamo stati da
lei a vedere dei film, siamo andati a cena fuori sperando di non incontrare nessuno, abbiamo scherzato e passato dei momenti molto belli insieme. Non ci siamo mai lasciati andare oltre...ma qualche bacio c'è stato. Ormai eravamo più che amici...ma non si poteva dire che stessimo insieme. Io non so cosa sia successo nella mia testa...La vedevo sempre molto volentieri, ma quando lei era lì, davanti a me, non riuscivo a provare alcuna emozione...Non capisco perchè...forse perchè vedendola mi veniva ogni volta in mente il mio amico e tutto quello che avevano fatto insieme...o forse inconsciamente temevo che non sarebbe potuta durare perchè in fondo lei era molto diversa da me...o forse perchè la conoscevo da troppi anni ed era difficile dopo tanto tempo riuscire a provare certe emozioni vedendola...Insomma, forse non la amavo davvero...anche quando siamo arrivati a baciarci, ricordo che mi sentivo trattenuto, che non riuscivo a lasciarmi andare, non riuscivo ad essere felice. Lei ovviamente se ne è accorta. Così abbiamo pensato di continuare a vederci come amici, anche perchè ormai avevamo una confidenza bellissima...sperando che con il tempo sarei riuscito a sbloccarmi. Ma intanto i mesi passavano...
Poi, all'inizio di febbraio, è successo l'episodio che mi ha sconvolto. Un giorno mi scrive..."è meglio se non ci vediamo più, amo un altro ragazzo ora". Da
quel momento, all'improvviso, sono caduto in uno stato di depressione sconvolgente...Di colpo ho sentito quanto ci tenessi a lei, quanto era grande quello che provavo nei suoi confronti...Forse ero trattenuto solo a causa delle mie paure di rompere l'amicizia con il mio amico, dalla mia stupida insicurezza...E tutto questo mi nascondeva quello che provavo realmente. Se per mesi ho continuato a parlarle, se sono uscito con lei, se sono arrivato a baciarla, vuol dire che la amavo veramente...Ora mi manca in un modo incredibile...Sono passati ormai due mesi da quel giorno e non riesco riprendermi...
Non capisco che cosa mi annebbiasse la mente prima, che cosa ci fosse che non andava...Non mi ero mai reso conto di quanto stessi bene con lei...Forse a quest'età, anche se non riuscivo a provare certe emozioni, l'amore vero è semplicemente questo, trovarsi bene con una persona...Forse ero così felice che non me ne accorgevo nemmeno, ed ero così sicuro che i suoi sentimenti non sarebbero cambiati che stavo ad aspettare che succedesse chissà cosa...Ora mi sento terribilmente in colpa...Mi sembra di aver perso l'occasione della mia vita...E soprattutto sento ancora di più la mancanza di una persona da amare...in questi giorni sto cercando di uscire quasi ogni sera, di fare un sacco di cose...ma mi prendono dei momenti in cui sento una solitudine opprimente, che mi fa vedere ogni cosa in negativo. Ho perso completamente la fiducia in me stesso...ho paura di non riuscire ad innamorarmi più...e all'improvviso tutti i dubbi che avevo su di lei, sulle differenze tra noi mi sembrano solo schiocchezze. Da quel giorno dormo pochissimo, non riesco più a divertirmi...ogni istante penso a lei e a quello che potremmo fare insieme...e poi la immagino con il suo ragazzo e questo mi fa soffrire terribilmente...Ero a due passi dal sogno della mia vita, che ho atteso per anni...e per colpa mia è finito tutto.
Non so proprio cosa pensar per tirarmi su...ne sto parlando con molti amici e questo mi è servito a riprendermi per poco tempo, ma in alcuni momenti,
soprattutto di notte e al mattino, l'angoscia e il senso di vuoto tornano a farsi sentire...Come posso fare a riprendermi e a ritrovare la voglia di vivere?
Spero che ascoltare il parere e i consigli di qualche ragazzo, e soprattutto di qualche ragazza in questo forum mi aiuti a farmi coraggio...
marco25 is offline  
Vecchio 06-04-2008, 12.22.31   #2
vagabondo del dharma
a sud di nessun nord
 
Data registrazione: 28-08-2006
Messaggi: 245
Riferimento: Disperato per aver perso via l'occasione della mia vita...come tornare felice?

Ciao Marco,

benvenuto nel forum.


Leggendo la tua lettera non ho capito quanti anni hai, ma posso dire che sei una persona molto matura e affatto superficiale.

Non voglio darti consigli, anche perchè non è proprio il caso, voglio solo dire la mia in merito ad alcune cose che ti sono capitate.

Partiamo dal nocciolo della questione: hai perso l'unica occasione della tua vita? Ma non dirlo nemmeno per scherzo. Diciamo che hai perso la prima, ce ne saranno tante altre nel corso della tua vita.

Leggendo il tuo post, la dinamica della tua storia diciamo che è una dinamica classica, accaduta a tantissime altre persone. Sia tu che lei siete entrati nella relazione con troppi pregiudizi e condizionamenti: lei forse allettata dal fatto che tu eri uno dei migliori amici del suo ex, tu, alla tua prima storia e condizionato dal fatto che fosse l'ex del tuo amico, non sei riuscito ad essere pienamente te stesso e a vivere a pieno la situazione.

Quello che ti posso dire è questo: il fatto che tu non riuscissi ad essere pienamente fluido in quella storia può anche darsi che fosse dovuto effettivamente al fatto che tu non ne eri innamorato e te la sei fatta piacere (idealizzandola) in quanto rappresentava la prima opportunità di relazione con l'altro sesso.

E allora, tutto il dolore che provo a cosa è dovuto, mi dirai?

Non è detto sia dovuto all'amore che provavi per lei. L'essere lasciati, abbandonati, può aprire una ferita che è dovuta solo in parte alla storia che abbiamo appena vissuto. Diciamo che il perderla ha acuito in te la sensazione di solitudine irrimediabile, ma non è detto sia tutta dovuta a lei.

Hai una grande capacità di autoanalisi e di autosservazione e devi trovare la forza per capire che quello che ti sta accadendo può essere anche una buona opportunità per crescere realmente e per lasciarti alle spalle tutte le titubanze che hai avuto per il passato.

Se riesci ad accettarla questa sofferenza, senza opporti, vedrai che essa cambierà, passerà e si trasformerà in forza interiore. Non è facile, ma vedo che hai tutte le risorse per poterla superare questa crisi.

Ci sono migliaia di opportunità là fuori, vattene a prendere qualcuna che ti spetta di diritto.
vagabondo del dharma is offline  
Vecchio 06-04-2008, 23.42.20   #3
vagabondo del dharma
a sud di nessun nord
 
Data registrazione: 28-08-2006
Messaggi: 245
Riferimento: Disperato per aver perso via l'occasione della mia vita...come tornare felice?

Citazione:
Originalmente inviato da marco25
Ciao a tutti, è la prima volta che scrivo su questo forum...Sono un ragazzo di 25 anni, ...


errata corrige:

Ce l'hai scritta pure nel nick, l'età, per di più l'hai scritto ancora e ho avuto il coraggio di dire che dal tuo intervento non si capisce la tua età.



pardon.
vagabondo del dharma is offline  
Vecchio 07-04-2008, 23.56.09   #4
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Disperato per aver perso via l'occasione della mia vita...come tornare felice?

Questo è il dolore per aver smarrito un sogno, niente altro.

Non hai perso nulla, ma proprio nulla.

Potresti essere mio figlio, non temere l'amore non è una piuma che il vento porta via. L'amore, quello vero, non evapora nel nulla, nè si costruisce a comando.

Poteva esserci una attrazione, questo sì. E magari la ragazza cercava come te qualcuno con cui rompere la solitudine, ne ha trovato uno più movimentato e non è poi detto che resti con il tizio per sempre. Magari dopo un po' potrebbe accorgersi che si sta ancora annoiando.
L'amore non si spegne, neppure con i pompieri!

Non hai perso l'amore ma solo una ragazza che ti teneva compagnia.

Quando l'amore ti travolgerà (mi auguro presto) non potrai non accorgertene, e se sarai riamato non ci sarà gioia più grande che tu possa provare.

E anche se non dovesse arrivare l'amore travolgente è molto probabile che arrivi la ragazza che riuscirà a farti sentire bene senza nessun senso di colpa.

Non so se conosci questo detto "il sesso non vuole pensieri" se non ti senti libero dai pensieri negativi e dalle preoccupazioni il sesso ottimale e l'amore buono scappano via.

Sii felice di essere libero e di poter incontrare la ragazza che ti vuole veramente bene.

E poi le sofferenze d'amore anche quello illusorio (io ne ho patite tante!) sono sempre una ricchezza, temprano l'animo e lo risvegliano dal torpore.

Sii felice anche nell'infelicità, vivi pienamente la tua vita che è e sarà il dono più bello che ti sia stato fatto.

ciao
mary
Mary is offline  
Vecchio 08-04-2008, 00.11.24   #5
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Disperato per aver perso via l'occasione della mia vita...come tornare felice?

Benvenuto.

Citazione:
Originalmente inviato da marco25
Ero frenato da un sacco di dubbi...
Avrei sicuramente rotto la bella amicizia con il mio amico, forse mi sarei sentito in colpa...
Avresti forse potuto andare da lui dicendo come stavano le cose, e chiedergli il suo permesso, o meglio fare decidere a lui:
"Se per te non va bene la smetto di vederla, in caso contrario mi farebbe piacere provare ad avere una relazione con lei, ma essendo tu mio amico, e visto che ci tengo molto a te, chiedo il tuo parere, e se non vuoi che la veda, allora non la vedrò più (o solo come amica)".

In questo modo il problema forse saresti riuscito a risolverlo, o comunque la tua posizione sarabbe stata onesta e sincera. E le tue probabilità di ricevere un lascia passare dal tuo amico non credo che sarebbero state pari a zero.

Certo, il rischio sarebbe stato di rimanere senza ragazza.

Ma voglio dire, meglio senza ragazza (con la speranza però di ricevere un sì dal tuo amico), che una storia...

Citazione:
Originalmente inviato da Marco
sempre di nascosto
[...]
senza dirlo a nessuno

Non mi stupisce insomma il fatto che ti sentissi in un qualche modo in colpa. La coscienza non l'avevi di certo apposto.

Perché non hai mai chiarito le cose bene fin dall'inizio? L'errore base è stato a mio modo di vedere proprio questo.

È meglio lasciar perdere che fare qualcosa di nascosto, oppure, appunto, si osa a chiedere all'amico (dove o la va o la spacca), ma almeno hai dopo l'anima in pace (se è lui a dirti che è ok, di cosa vuoi preoccuarti ancora?!).

Citazione:
Originalmente inviato da Marco
E poi, in fondo, mi sentivo quasi in colpa perché temevo che mi sarei messo con lei solo a causa della mia situazione, senza provare in realtà nulla nei suoi confronti, e questo mi faceva pensare che magari a parte un periodo iniziale fantastico non sarebbe potuta durare.
Questo è dovuto in parte immagino al tuo non sapere cosa vuoi.

Il fatto che tu non abbia bene in chiaro cosa vuoi lo si può notare anche dal tuo sentirti sempre in ogni caso in colpa, come anche per il fatto che sei insicuro. Perché sei insicuro? Perché non sai cosa vuoi.
Quindi uno dei compiti che dovresti prefissarti è quello di stabilire cosa vuoi nella tua vita. Tutti hanno il diritto a volere qualcosa dalla vita.
Tu cosa vuoi?

Una volta stabilito, allora forse sarai in grado anche di assumerti le responsabilità delle scelte che farai.

Prima di allora la sensazione di insicurezza e di rimorso per quello che non hai fatto e che magari avresti dovuto fare saranno sempre presenti nella tua vita.
Perché?
Perché non hai appunto mai stabilito i tuoi veri bisogni e i tuoi desideri per cui lottare - uguale come va a finire.

Così almeno la vedo io - leggendo il tuo post.

Citazione:
Originalmente inviato da Marco
La vedevo sempre molto volentieri, ma quando lei era lì, davanti a me, non riuscivo a provare alcuna emozione... Non capisco perchè...
[...]
forse non la amavo davvero...
[...]
non riuscivo ad essere felice.
Un amore che si basa sul mentire al proprio amico (se ho capito bene), e che si basa anche poi sulla solitudine (il bisogno di non essere soli), non penso effettivamente che fosse vero amore (anche se il mio giudizio è tutt'altro che sicuro).

Utilizzando parole di Erich Fromm:

L'amore immaturo dice: ti amo perché ho bisogno di te. L'amore maturo dice: ho bisogno di te perché ti amo.
(da L'arte di amare)

Citazione:
Originalmente inviato da Marco
Di colpo ho sentito quanto ci tenessi a lei, quanto era grande quello che provavo nei suoi confronti...
O hai sentito la solitudine?
Hai sentito amore o vuoto? Non sono proprio la stessa cosa.

Citazione:
Originalmente inviato da Marco
Se per mesi ho continuato a parlarle, se sono uscito con lei, se sono arrivato a baciarla, vuol dire che la amavo veramente... Ora mi manca in un modo incredibile... Sono passati ormai due mesi da quel giorno e non riesco riprendermi...
Forse ti può consolare che...

"Il terzo errore che porta alla convinzione che non vi sia nulla da imparare in materia d'amore è la confusione tra l'esperienza iniziale d'innamorarsi e lo stato permanente di essere innamorati. Se due persone che erano estranee lasciano improvvisamente cadere la parete che le divideva, e si sentono vicine, unite, questo attimo di unione è una delle emozioni più eccitanti della vita. È ancora più meravigliosa e miracolosa per chi è vissuto solo, isolato, senza affetti. Il miracolo di questa intimità improvvisa è spesso facilitato se coincide, o se inizia, con l'attrazione sessuale. Tuttavia, questo tipo di amore è per la sua stessa natura un amore non duraturo. Via via che due soggetti diventano bene affiatati, la loro intimità perde sempre più il suo carattere miracoloso, finché il loro antagonismo, i loro screzi, la reciproca sopportazione uccidono ciò che resta dell'eccitamento iniziale. Eppure, all'inizio, essi non lo sanno; scambiano l'intensità dell'infatuazione, il folle amore che li lega, per la prova dell'intensità del loro sentimento, mentre potrebbe solo provare l'intensità della loro solitudine."
(da L'arte di amare)

Si può anche non concordare con Fromm, ma il fatto che tu non vedessi in lei una possibile partner (almeno in principio), il fatto che tu eri solo come lei, dovrebbe farti riflettere sulla natura della vostra relazione.
Era veramente amore?

Citazione:
Originalmente inviato da Marco
Non capisco che cosa mi annebbiasse la mente prima, che cosa ci fosse che non andava... Non mi ero mai reso conto di quanto stessi bene con lei...
Non avevi in chiaro cosa volevi.
Dovevi ancora raccontare le cose al tuo amico.
Lei credo proprio che ti amasse, perché avesse bisogno di te (= amore immaturo). Tu, non saprei, ma visto che lei non ti sembrava il tuo tipo, credo che sia avvenuta un po' la stessa cosa.

Citazione:
Originalmente inviato da Marco
Forse a quest'età, anche se non riuscivo a provare certe emozioni, l'amore vero è semplicemente questo, trovarsi bene con una persona... Forse ero così felice che non me ne accorgevo nemmeno, ed ero così sicuro che i suoi sentimenti non sarebbero cambiati che stavo ad aspettare che succedesse chissà cosa...

Ora mi sento terribilmente in colpa... Mi sembra di aver perso l'occasione della mia vita... E soprattutto sento ancora di più la mancanza di una persona da amare...
Su cosa sia l'amore, quello vero, non saprei che dirti. Come non saprei dirti se sia più un'arte da imparare (come sostiene Erich Fromm), o sia qualcosa che cada semplicemente dal cielo.

Il tuo sentirti in colpa è dovuto immagino in parte al fatto che non sai cosa vuoi.
Se tu ci tenessi veramente a quella ragazza, allora andresti adesso da lei e lotteresti per lei, chiedendole di scegliere tra il ragazzo attuale e te. Ma dubito che tu sia veramente convinto del fatto che lei sia una ragazza adatta a te.

Citazione:
Originalmente inviato da Marco
Ho perso completamente la fiducia in me stesso...
[...]
Come posso fare a riprendermi e a ritrovare la voglia di vivere?
Se pensi di avere bisogno di un aiuto consistente, potresti provare ad andare da uno psicoterapeuta. Non c'è nulla di strano nel voler chiedere aiuto nel momento del bisogno a qualcuno di specializzato.

Basta solo osare.

Elijah is offline  
Vecchio 08-04-2008, 09.33.45   #6
marco25
Ospite
 
Data registrazione: 19-04-2007
Messaggi: 4
Riferimento: Disperato per aver perso via l'occasione della mia vita...come tornare f

Vi ringrazio davvero, ho visto che avete letto con attenzione tutto quello che ho scritto, non pensavo che avrei avuto delle risposte così profonde. Mi hanno fatto davvero molto piacere. Vorrei rispondere a tutti ma in questi giorni ho proprio poco tempo, cerco di farlo il prima possibile
marco25 is offline  
Vecchio 09-04-2008, 17.04.06   #7
Cravo&Canela
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-04-2007
Messaggi: 73
Riferimento: Disperato per aver perso via l'occasione della mia vita...come tornare felice?

Ciao Marco, ti capisco benissimo...devo dire la verità...questa ragazza ti ha solo sfruttato per tenerti compagnia per poi buttarti via quando ha trovato un altro. Secondo me, non dovresti abbatterti...so che è difficile, soprattutto se sei alla prima esperienza, ma cerca una persona non superficiale come questa, bensì che ti ami davvero e non ti molli per il primo che capita. Penso che questa ragazza pronunci la parola "amore" un po' troppo facilmente.
Sembra che ami i ragazzi per appuntamento.
Cravo&Canela is offline  
Vecchio 12-04-2008, 10.33.48   #8
marco25
Ospite
 
Data registrazione: 19-04-2007
Messaggi: 4
Riferimento: Disperato per aver perso via l'occasione della mia vita...come tornare felice?

Eccomi qui, grazie ancora delle vostre risposte. In alcuni momenti va un po' meglio...Ne ho parlato con alcuni cari amici, e anche questo è servito molto a tirarmi su. Molti pensieri poi mi aiutano a farmi vedere le cose in modo positivo...Il fatto che sono ancora giovane...che in fondo mi sento male per una "storia" di pochi mesi, mentre molte coppie si lasciano dopo diversi anni...che ci sono cose ben peggiori nella vita...e soprattutto la speranza, la speranza che presto cambi qualcosa.
Però bastano pochi pensieri, pochi istanti perchè tutto torni come prima e la tristezza e l'angoscia tornino a farsi sentire. Ogni tanto mi sembra che tutto quello che mi fa tornare sereno sia solo un'illusione...Ho paura che per troppo tempo avrò il rimpianto di non aver sfruttato questa occasione, e temo che sia sempre più difficile da sopportare. Prima che questa ragazza iniziasse a farsi sentire ho sofferto moltissimo per la mia solitudine, ma riuscivo ugualmente a distrarmi, a divertirmi con gli amici, a dedicarmi a tante attività...Ora invece sento troppo la differenza rispetto ai mesi precedenti.
Ora non riesco a capire come sia riuscito a restare da solo per tanti anni, e soprattutto negli anni più belli di tutta la vita...A me quello che è successo ha fatto vedere molte cose in modo differente...Anche solo abbracciare quella ragazza, sentirla così vicina, sentire il suo respiro, il profumo della sua pelle mi ha cambiato dentro, mi ha fatto provare emozioni incredibili...Sono emozioni che fanno crescere, che danno una consapevolezza particolare, che fanno vedere la gente che ci circonda in modo diverso...Ora mi sento quasi un alieno ad averle provate solo ora, e se penso a tutti quelli che hanno avuto le prime storie al liceo mi sento ancora più male...
E' per questo che mi sento ancora più in colpa con me stesso...Quella ragazza mi ha dato un'opportunità enorme...Forse verso di lei non c'era vero amore...sempre se questo esiste sul serio...Quando la vedevo ero felice ma non provavo particolari emozioni...la vedevo quasi come la amica che conoscevo da 7-8 anni. Qualche anno fa invece per diversi mesi avevo provato un sentimento molto forte per un'altra ragazza, con cui credo mi sarei trovato benissimo...Un giorno ho trovato il coraggio di parlarle, ma ho scoperto che era già fidanzata, senza che lo sapessi. Forse verso di lei sì che era vero amore...
Non so, forse è questo che ho sbagliato. Forse con L mi mancavano certe emozioni, forse ho sbagliato e desideravo troppo. Nella mia situazione, dovevo sforzarmi di vedere le cose da un altro punto di vista...dovevo amarla anche solo per il fatto di essersi innamorata di me, di avermi apprezzato per quello che sono, di avermi dato un'occasione unica. Mi avrebbe fatto crescere, mi avrebbe fatto dimenticare tutta la sofferenza che ho provato in passato... E forse la mia insicurezza mi ha anche impedito di capire quanto in realtà fossi felice con lei...in fondo, soprattutto gli ultimi mesi, lei era diventata una delle persone con cui avevo più confidenza, con cui parlavo più volentieri...Più i giorni passano più mi rendo conto di quanto con lei mi trovassi davvero bene...Forse, almeno all'inizio, non sarebbe stato un amore basato sui sentimenti, almeno da parte mia...ma quanti hanno la fortuna di incontrare una persona che faccia provare certe emozioni? Ora mi sembra impossibile riuscire a raggiungere con un'altra ragazza quella confidenza, quella sintonia...Ora sarò forse troppo condizionato da quello che è successo, ma in alcuni momenti la vedo quasi come la ragazza che ho sempre sognato, ogni giorno mi rendo conto sempre più di quanto mi manchi...E poi, anche se questo è meno importante, lei è davvero bella...sarà difficile dimenticare quel viso, quei lineamenti...
E in ogni caso, se ora sto così male e sento sempre più la sua mancanza, credo che in fondo mi stessi innamorando davvero di lei. Forse se mi fossi lasciato andare anche solo una volta, dimenticando per un istante tutti i miei dubbi, sarei riuscito a vederla con occhi diversi...
Ora cerco di guardare avanti, cerco di essere ottimista, di pensare a nuove occasioni...Ma la realtà non è così facile. Prima di tutto devo riuscire a dimenticare lei...poi riuscire a conoscere ragazze nuove, sperare che tra loro ce ne sia una con cui mi trovi bene, che non sia fidanzata, aver la possibilità di vederla ogni tanto e di parlarle, e soprattutto piacerle...sperando che intanto non ci sia un altro ragazzo che stia facendo lo stesso. Per molti tutto questo forse è facile...ma a me sembra che debba succedere una serie di coincidenze incredibili perchè possa accadere. E il fatto di non avere avuto esperienze in passato fa sembrare tutto ancora più difficile.
Se mi fossi messo insieme a lei chissà, magari non sarebbe durata a lungo...ma almeno sarebbe finita per un preciso motivo, e con il tempo mi sarei ripreso. Ora invece più passano i giorni e più sento la sua mancanza...passo le giornate a pensare a come sarebbe cambiata la mia vita se non fossi stato così insicuro...E il tempo invece che aiutarmi a superare tutto non fa che crescere il rimpianto di aver buttato via un'occasione simile...Alla fine, nonostante tutto, meglio con lei che da solo come ora...Avrei dovuto accettare subito, e vedere come andava...Non mi sembra possibile che ora la mia vita sia tornata quella di prima...adesso mi sembra così vuota, così inutile...Non riesco più a divertirmi, non mi interessa più nulla, sento un vuoto incredibile...
Scusate per la confusione, ma scrivendo è scesa di nuova la tristezza, e ho buttato giù i pensieri così come mi venivano
marco25 is offline  
Vecchio 12-04-2008, 10.47.31   #9
marco25
Ospite
 
Data registrazione: 19-04-2007
Messaggi: 4
Riferimento: Disperato per aver perso via l'occasione della mia vita...come tornare felice?

Citazione:
Originalmente inviato da Cravo&Canela
Ciao Marco, ti capisco benissimo...devo dire la verità...questa ragazza ti ha solo sfruttato per tenerti compagnia per poi buttarti via quando ha trovato un altro. Secondo me, non dovresti abbatterti...so che è difficile, soprattutto se sei alla prima esperienza, ma cerca una persona non superficiale come questa, bensì che ti ami davvero e non ti molli per il primo che capita. Penso che questa ragazza pronunci la parola "amore" un po' troppo facilmente.
Sembra che ami i ragazzi per appuntamento.

Ciao Cravo&Canela...guarda, ti dirò che quando mi ha detto che aveva un altro ragazzo, preso dalla rabbia ho pensato esattamente la stessa cosa. Però non so se le cose stanno davvero così...Da quando ha iniziato a cercarmi mi ha scritto e detto delle cose bellissime...e ha continuato per mesi e mesi nonostante le mie insicurezze. Io ho paura che quella ragazza si fosse davvero innamorata di me...Poi in fondo è normale che si sia stufata vedendo che continuavo a mostrarmi trattenuto. Sento proprio che la colpa è solo mia...alla fine non avrei fatto nulla di male a dirle di sì, con il mio amico non era più insieme da 2 anni...Mi sento proprio a terra, non mi sembra vero che le cose siano potute andare così
marco25 is offline  
Vecchio 12-04-2008, 12.51.51   #10
Cravo&Canela
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-04-2007
Messaggi: 73
Riferimento: Disperato per aver perso via l'occasione della mia vita...come tornare felice?

Citazione:
Originalmente inviato da marco25
Da quando ha iniziato a cercarmi mi ha scritto e detto delle cose bellissime...e ha continuato per mesi e mesi nonostante le mie insicurezze.
Si anch'io ho avuto un ragazzo che mi diceva cose bellissime...pure mia madre ci era cascata...dopo tanti ragazzi che avevo avuto prima che mi avevano soltanto maltrattata.
Ebbene le sue cose bellissime sono sfumate nel nulla quando mi ha mollata senza motivo. E quando sono andata a chiedergli: "perchè mi dicevi tutte quelle cose bellissime?" lui mi ha risposto con molta freddezza: " perchè mi andava così in quel momento"...tranne le tue conclusioni...adesso per me le parole non valgono niente..voglio i fatti! Anche tu, guarda i fatti marco.
Se ti amava veramente cercava di aiutarti nelle tue insicurezze, cercare di capire cosa non andava in te e cercare di chiarire le cose..
Cravo&Canela is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it