Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 30-04-2008, 19.39.41   #11
Mariantonietta
Ospite
 
Data registrazione: 24-04-2008
Messaggi: 13
Smile Riferimento: Il corpo sconosciuto

Gentile Arsenio, sei il primo che interloquisce con me: cominciavo a pensare di essere invisibile qua dentro.
Vado a vedere il post del quale mi accenni. Non giro tutti gli spazi di questo forum e devo essermi persa la risposta. Grazie per la pazienza!
Rispondo a quanto argomenti al rientro a casa.
Piacere di averti incrociato

Mariantonietta is offline  
Vecchio 02-05-2008, 13.02.29   #12
arsenio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2004
Messaggi: 1,006
Riferimento: Il corpo sconosciuto

Citazione:
Originalmente inviato da bluab
sono daccordo con Arsenio quando parla della perdita che stiamo attuando della componente mentale degli affetti e quindi dell'amore e delle sensazioni del corpo, che dalla mente sono spesso orientati.

La chimica del corpo, per carità, ha la sua importanza, ma la "consanguineità di spiriti" che Proust indica come unione, è la parte essenziale di quasi tutti i rapporti, soprattutto di quelli di amorosi sensi, e quella nasce con la comunicazione ( e quanti se ne scordano....) .

E allora via pc nascono affinità, grandi amicizie, intese e forse alle volte dipendenze emotive ma comunque, secondo me, tutte basate sull'attrazione mentale.

E il corpo sarà lì ad aspettare l'incontro con emozione ma comunque con la consapevolezza di avere di fronte una testa e i suoi pensieri, l'unica cosa importante veramente è essere se stessi, solo quello è il vero inganno e la vera delusione.


Gentile bluab, le reazioni biochimiche conseguono alle affettività (emozioni) suscitate da stimolazioni interiori o esterne; anche l'attrazione mentale reciproca può favorire la produzione di endorfine (gioia e affini) e renderci felici. Ma le relazioni virtuali seguono percorsi strani: qui ad esempio alcune ragazze trovano interessante ciò che dico, altre mi stroncano senza appello . Forte ... dis - attrazione mentale . spero tu rimarrai tra le prime.
se sei te stesso con te stesso, senza autoinganni, lo sarai pure con gli altri.

arsenio is offline  
Vecchio 07-05-2008, 13.06.57   #13
Virginia
Ospite abituale
 
L'avatar di Virginia
 
Data registrazione: 18-08-2007
Messaggi: 54
Riferimento: Il corpo sconosciuto

Citazione:
Originalmente inviato da bluab
sono daccordo con Arsenio quando parla della perdita che stiamo attuando della componente mentale degli affetti e quindi dell'amore e delle sensazioni del corpo, che dalla mente sono spesso orientati.

La chimica del corpo, per carità, ha la sua importanza, ma la "consanguineità di spiriti" che Proust indica come unione, è la parte essenziale di quasi tutti i rapporti, soprattutto di quelli di amorosi sensi, e quella nasce con la comunicazione ( e quanti se ne scordano....) .

E allora via pc nascono affinità, grandi amicizie, intese e forse alle volte dipendenze emotive ma comunque, secondo me, tutte basate sull'attrazione mentale.

E il corpo sarà lì ad aspettare l'incontro con emozione ma comunque con la consapevolezza di avere di fronte una testa e i suoi pensieri, l'unica cosa importante veramente è essere se stessi, solo quello è il vero inganno e la vera delusione.
Ciao sono d'accordissimo quando dici che tutto è basato sull'attrazione mentale...ma il problema è quando all'incontro quella particolare sensazione di intesa svanisce del tutto perchè il corpo prende il sopravvento. Siamo nell'era delle emozioni virtuali...ma tutto questo finirà per distruggerci perchè siamo esseri fisici, dove per fisicità non intendo solo il rapporto "amoroso-sessuale", ma intendo anche quello basato sullo sguardo, l'olfatto, la gestualità tutte cose che ci portano verso una persona al di là della sua interiorità. Si tratta di un istinto "animale" che non possiamo eliminare del tutto e con il quale la virtualità si scontra creando, a mio parere, un conflitto molto forte nella psiche dei partecipanti alle chat. Parlo per esperienza diretta, quando mi è capitato di chattare ho trovato persone che dopo molti mesi di conversazione hanno detto di "amarmi". Ebbene io non posso mettere in dubbio l'affinità intellettiva, ma addirittura amare al punto di dire "voglio stare con te" "tu sei la persona che ho sempre desiderato come compagna di vita" è qualcosa che mi ha sempre lasciata molto perplessa. E questa perplessità è aumentata quando dopo aver deciso di incontrare una persona della mia città, nonostante ci sia stata una simpatia anche fisica, lui voleva ridurre tutto a del banale sesso! Cosa completamente contraria ai miei principi e valori Che fine aveva fatto la nostra intesa sentimental virtuale, che fine aveva fatto il rispetto e tutto ciò che avevamo detto? Ho provato molto dolore e una solitudine profonda da quella esperienza... e ancora oggi a distanza di anni...in una parte della mia anima ritrovo ancora quella ferita...

Virginia is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it