Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 22-04-2008, 12.33.11   #1
arsenio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2004
Messaggi: 1,006
Eclissi della donna?

Eclissi della donna?

Tra sociologi, sessuologi, psicanalisti, ecc. si sta osservando come l'erotismo stia diventando un fatto biologico e non più mentale; è un ritorno alla pura genitalità, dove non avviene più l'incontro della psiche tra due persone. Sarebbe finito qull' aspetto di sconfinamento tra istinto e pensiero che caratterizzò l'amore nella sua più alta concezione.
Secondo la psicoanalista Simona Argentieri l'amore “ sta collassando nel concreto”, a favore di un modo rozzo d'intendere la sessualità e il rapporto. La malafede ha invaso anche il linguaggio delle passioni.
E' pure il concetto dell' ”amore liquido” di Zygmunt Bauman, di cui ho già parlato. Al desiderio si è sostituita la “voglia” da soddisfare in stile shopping. Solo la sessualità esibita costituisce il segno dell'identità. La pura prestazione senza alcun simbolismo, per la nuova scissione tra mente e soma.
L'aspetto “culturale” dell'eros è decaduto anche per la popolazione postfemminista?
Oppure giochi e fantasie scenografiche sessuali avranno prima o poi una loro rivalsa?
La società tecnologica ha escluso veramente la capacità di vivere un sessualità compiuta e con persone incarne ed ossa?


“Spesso le donne sono le più violente nell'esigere l'uguaglianza con gli uomini e la neutralizzazione dell'identità e dell'ideale femminile” (Luce Irigaray).


Le donne in via d'estinzione.

La donna non ha solo un sesso,ma ne ha molti; gode un po' dappertutto. La sua sessualità è più complessa,ricca, sfumata, vaginale e clitoridea: oggi si fotografa pure il punto “G”. E' articolata in molte zone erogene.
L'amore al femminile inoltre è arricchito dall'affettività. Come ben rappresentano le famose amanti di ogni tempo: Eloisa, Isotta, Fedra, Karenina. Le mistiche si coinvolsero totalmente, sfidando pure il destino. L'amore-passione appartiene alle donne (Stendhal, “L'amore”)
La loro sessualità è vitale, totale, affettiva,di fruizione e non di possesso. La donna comprende non solo l”episteme”, ma anche la “pietas” conoscitiva, priva di dominio con cui si rapporta al mondo con una propria soggettività. Le donne hanno una diversa sensibilità lessicale-sintattica; maggior plasticità, intuizione, non assumono come loro irrinunciabile valore la dimostratività ad ogni costo, come il maschio. E' comprensione contrapposta al Logos -dominio. Si contrappone ai contro modelli univoci, non flessibili, autoritari e assolutistici. Il logos astratto metafisico è maschile, ma è insufficiente per la conoscenza totale del mondo, nei suoi aspetti di sapere emozionale.
Oggi la linea pedagogica prevalente vorrebbe ricuperare questa diversità femminile, censurata da un'opposizione tradizionalista.

E' questa la peculiarità femminile che viene contrastata oggi dalla prevalenza delle donne a favore di un'assimilazione maschilista, come pure si avverte nei forum virtuali che sono pur specchio, in qualche misura della società?
arsenio is offline  
Vecchio 22-04-2008, 14.50.17   #2
Sùmina
Ospite abituale
 
L'avatar di Sùmina
 
Data registrazione: 23-05-2006
Messaggi: 143
Riferimento: Eclissi della donna?

Gentile Arsenio,

condivido parzialmente questo tuo post, come altri, perchè a me pare che tu voglia mostrare una verità che non è del tutto completa.

Il titolo del topic richiama il libro della M. Terragni "La scomparsa delle donne", anche quello un saggio parziale, dove la verità risiede piu' nelle omissioni che in cio' che viene detto, e allora, perchè non diciamo le cose come stanno?

Non è la donna che si eclissa/scompare, ma è la femmina, e sono due cose ben diverse.

Rileggi ad es. il tuo post, riferendoti ai "generi" hai usato questi termini:

donna
uomini

maschile
femminile

postfemminista
maschilista

maschio
.....

E manca proprio il termine femmina!

La grande rimossa , è la femmina, non la donna!

Suona male, è quasi una parolaccia, se lo si dice ad una donna, si teme di insultarla, eppure tutte le donne sono femmine.

Certo, ci dicono, ma non solo femmine.....e per questo, il termine viene eclissato, e quando si deve propri usare, si usa "femminile" .

Ora, e questà è la vera domanda, perche il termine femmina è stato rimosso?
Sùmina is offline  
Vecchio 23-04-2008, 15.31.30   #3
bluab
Ospite
 
L'avatar di bluab
 
Data registrazione: 18-03-2008
Messaggi: 15
Riferimento: Eclissi della donna?

non è scomparsa la donna ma tutto il mondo maschile dei media e della comunicazione che la sta facendo scomparire, sostituendola con lo stereotipo della bambola non pensante arrivista aggressiva e sessualmente conquistatrice che soggioga l'uomo con sgurdi ammaliatori o perversi e ambigui solo per avere il potere di nin fare niente perchè non è niente.
La donna, quella vera, quella che ti guarda e capisce, quella che se amata è attiva e seduttiva, quella che il cervello loeusa nelle mille gestioni quotidiane della sua vita, quella che odia l'uomo se la sottovaluta, ha fatto un corso di sopravvivenza accellerato e si nasconde adeguandosi alla società, complice anche le donne stupidine e veline e vallettine e soubrettine o grandefratelline, che loro il cervello lo usano per altri scopi e non per evolvere la specie.
Ma io mi chiedo: e l'uomo che fine ha fatto? Quello che la donna la sognava, la cantava, la ascoltava e la amava e la portava in mano delicatamente?
quello che la faceva sentire donna e femmina?
bluab is offline  
Vecchio 24-04-2008, 13.50.58   #4
arsenio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2004
Messaggi: 1,006
Riferimento: Eclissi della donna?

Citazione:
Originalmente inviato da bluab
non è scomparsa la donna ma tutto il mondo maschile dei media e della comunicazione che la sta facendo scomparire, sostituendola con lo stereotipo della bambola non pensante arrivista aggressiva e sessualmente conquistatrice che soggioga l'uomo con sgurdi ammaliatori o perversi e ambigui solo per avere il potere di nin fare niente perchè non è niente.
La donna, quella vera, quella che ti guarda e capisce, quella che se amata è attiva e seduttiva, quella che il cervello loeusa nelle mille gestioni quotidiane della sua vita, quella che odia l'uomo se la sottovaluta, ha fatto un corso di sopravvivenza accellerato e si nasconde adeguandosi alla società, complice anche le donne stupidine e veline e vallettine e soubrettine o grandefratelline, che loro il cervello lo usano per altri scopi e non per evolvere la specie.
Ma io mi chiedo: e l'uomo che fine ha fatto? Quello che la donna la sognava, la cantava, la ascoltava e la amava e la portava in mano delicatamente?
quello che la faceva sentire donna e femmina?

Tale maschio, cara bluab è finito ,annientato dalla mentalità femmino-maschilista, disprezzato perchè non possiede quel sano maschilismo aggressivo e foriero d' incomprensioni e violenza, che tuttavia non hanno mai finito di rincorrere (salvo eccezioni. Non ho mai generalizzato, parlo di tendenze di costume!). Non lo dico certo io ma tutte le veterofemministe che hanno contribuito alle conquiste femminili rivendicate a partire dal '68. Le veline& affini sono a misura delle richieste dell'uomo. Prova che malgrado l'emancipazione le donne sono rimaste sempre tributarie delle richieste maschiliste.
arsenio is offline  
Vecchio 24-04-2008, 15.03.02   #5
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: Eclissi della donna?

[quote=arsenio]Eclissi della donna?

Citazione:
Tra sociologi, sessuologi, psicanalisti, ecc. si sta osservando come l'erotismo stia diventando un fatto biologico e non più mentale; è un ritorno alla pura genitalità, dove non avviene più l'incontro della psiche tra due persone.
Potrebbe eventualmente sparire l'erotismo, ma esso è ciò che è per definizione.
Citazione:
Sarebbe finito qull' aspetto di sconfinamento tra istinto e pensiero che caratterizzò l'amore nella sua più alta concezione.
Non è finito, se non si prova lo si mette in dubbio, l'ho fatto pure io.

Citazione:
Secondo la psicoanalista Simona Argentieri l'amore “ sta collassando nel concreto”, a favore di un modo rozzo d'intendere la sessualità e il rapporto. La malafede ha invaso anche il linguaggio delle passioni.
E' pure il concetto dell' ”amore liquido” di Zygmunt Bauman, di cui ho già parlato. Al desiderio si è sostituita la “voglia” da soddisfare in stile shopping. Solo la sessualità esibita costituisce il segno dell'identità. La pura prestazione senza alcun simbolismo, per la nuova scissione tra mente e soma.
Fromm lo avrebbe forse definito "avere"sesso, e non essere le sensazioni legate al sesso. Non espressione della propria sessualità, ma mostra della sessualità che si ritiene socialmente desiderabile.
Citazione:
L'aspetto “culturale” dell'eros è decaduto anche per la popolazione postfemminista?
Oppure giochi e fantasie scenografiche sessuali avranno prima o poi una loro rivalsa?
La società tecnologica ha escluso veramente la capacità di vivere un sessualità compiuta e con persone incarne ed ossa?
“Spesso le donne sono le più violente nell'esigere l'uguaglianza con gli uomini e la neutralizzazione dell'identità e dell'ideale femminile” (Luce Irigaray).

A mio avviso bisognerebbe essere prima esseri umani, e poi vivere la propria appartenenza sessuale, immaginandosi oltre i confini temporali e spaziali.
Citazione:
Le donne in via d'estinzione.
Temo l'umanità in estinzione.

Citazione:
La donna non ha solo un sesso,ma ne ha molti; gode un po' dappertutto. La sua sessualità è più complessa,ricca, sfumata, vaginale e clitoridea: oggi si fotografa pure il punto “G”. E' articolata in molte zone erogene.
L'amore al femminile inoltre è arricchito dall'affettività. Come ben rappresentano le famose amanti di ogni tempo: Eloisa, Isotta, Fedra, Karenina. Le mistiche si coinvolsero totalmente, sfidando pure il destino. L'amore-passione appartiene alle donne (Stendhal, “L'amore”)
La loro sessualità è vitale, totale, affettiva,di fruizione e non di possesso. La donna comprende non solo l”episteme”, ma anche la “pietas” conoscitiva, priva di dominio con cui si rapporta al mondo con una propria soggettività. Le donne hanno una diversa sensibilità lessicale-sintattica; maggior plasticità, intuizione, non assumono come loro irrinunciabile valore la dimostratività ad ogni costo, come il maschio.
Che dire grazie
Citazione:
E' comprensione contrapposta al Logos -dominio. Si contrappone ai contro modelli univoci, non flessibili, autoritari e assolutistici. Il logos astratto metafisico è maschile, ma è insufficiente per la conoscenza totale del mondo, nei suoi aspetti di sapere emozionale.
Oggi la linea pedagogica prevalente vorrebbe ricuperare questa diversità femminile, censurata da un'opposizione tradizionalista.

E' questa la peculiarità femminile che viene contrastata oggi dalla prevalenza delle donne a favore di un'assimilazione maschilista, come pure si avverte nei forum virtuali che sono pur specchio, in qualche misura della società?
Quando gli esseri umani proveranno rispetto l'un l'altro, oltre alla capacità di meritare e ottenere rispetto, continueremo a parlare di maschio e femmine, senza mai essere liberi completamente di Essere.
ornella is offline  
Vecchio 24-04-2008, 18.56.13   #6
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Eclissi della donna?

Citazione:
Da Arsenio:
La donna comprende non solo l”episteme”, ma anche la “pietas” conoscitiva, priva di dominio con cui si rapporta al mondo con una propria soggettività. Le donne hanno una diversa sensibilità lessicale-sintattica; maggior plasticità, intuizione, non assumono come loro irrinunciabile valore la dimostratività ad ogni costo, come il maschio. E' comprensione contrapposta al Logos -dominio. Si contrappone ai contro modelli univoci, non flessibili, autoritari e assolutistici. Il logos astratto metafisico è maschile, ma è insufficiente per la conoscenza totale del mondo, nei suoi aspetti di sapere emozionale.

Infatti caro Arsenio , come dissi già una volta per me "comprensione" è una parolina magica... in un certo senso mi fa pensare alla capacità di incanalare in me stessa, nella mia visione "globale" delle cose che mi circondano" anche la visione altrui senza dover obbligatoriamente distanziarmi da quella mia personale... non so se mi sono spiegata... io credo che se si vuole dominare una cosa, un punto di vista altrui etc, vuol dire che un pò si ha timore, paura di quella cosa, di quel punto di vista etc... "comprendere" vuol dire essere liberi dalla paura di ciò che è diverso da noi... soltanto la comprensione ci permette di andare verso l'altro... maschio o femmina, uomo o donna,etc che sia... senza pregiudizi...

Citazione:
Da Sùmina:
Non è la donna che si eclissa/scompare, ma è la femmina, e sono due cose ben diverse.

Veramente al paese mio la donna è la "femmina adulta" dell'essere umano...e anche da dizionario è definita così.. per cui tanto diverse non dovrebbero essere..

...ma se al paese tuo dicono invece un'altra cosa, a me farebbe piacere saperlo.. così amplio i miei limitati orizzonti... femminili...
veraluce is offline  
Vecchio 25-04-2008, 05.09.49   #7
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Eclissi della donna?

bluab
Non è scomparsa la donna ma tutto il mondo maschile dei media e della comunicazione che la sta facendo scomparire, sostituendola con lo stereotipo della bambola non pensante arrivista aggressiva e sessualmente conquistatrice che soggioga l'uomo con sgurdi ammaliatori o perversi e ambigui solo per avere il potere di non fare niente perchè non è niente.
La donna, quella vera, quella che ti guarda e capisce, quella che se amata è attiva e seduttiva, quella che il cervello lo usa nelle mille gestioni quotidiane della sua vita, quella che odia l'uomo se la sottovaluta, ha fatto un corso di sopravvivenza accellerato e si nasconde adeguandosi alla società, complice anche le donne stupidine e veline e vallettine e soubrettine o grandefratelline, che loro il cervello lo usano per altri scopi e non per evolvere la specie.

katerpillar
bluab, hai descritto perfettamente quelle che io, in una mia poesia, definisco: Le donne nascoste, che sono l'esatto opposto di quelle in carta velina o patinata. Bene! Ora sappiamo che esistono, sta a noi andarle a scovare tramite la nostra sensibilità, per continurare quel meraviglioso percorso che si può attuare solo stando a fianco di una vera "Femmina".

Saluti.
Giancarlo.
katerpillar is offline  
Vecchio 26-04-2008, 14.09.15   #8
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Eclissi della donna?

Citazione:
Originalmente inviato da Sùmina
La grande rimossa , è la femmina, non la donna!

Suona male, è quasi una parolaccia, se lo si dice ad una donna, si teme di insultarla, eppure tutte le donne sono femmine.

Certo, ci dicono, ma non solo femmine.....e per questo, il termine viene eclissato, e quando si deve propri usare, si usa "femminile" .

Ora, e questà è la vera domanda, perche il termine femmina è stato rimosso?

La "vera domanda" mi sembra interessantissima.
Poi mi sembra anche che , appena due frasi prima, ci sia la risposta.
Ok, capisco: la vera domanda è quella che non si interroga sui perchè di quella risposta.

Qualcuno trova quel perchè nei media.
Però.... riflettendo... i media .... condizionanti quanto vogliamo.... sono a propria volta condizionati : eserciti di professionisti in psciologia delle comunicazioni..... alla fine artatamente possono - più che "seminare" - concimare ad libitum il seminato.... In concreto : alla consolle di una qualunque TV.... se voglio audience mando veline e scemastre belloidi... perchè se mando Suor Germana o Montalcini ....rimangono in quindici a non cambiare canale. O no?

Per cui (riservandomi di rifletterci meglio).... se penso ai media mi vien spontaneo pensare anche a ciò che i media sanno voluto dal pubblico.

E allora, al pubblico degli uomini-maschi, mi verrebbe da chiedere: ma non sarà che il "femmina" è diventato offensivo perchè in molti l'usate come "contrario" di donna? Proprio nel senso: non è che (i più, di solito) vedete la "femmina" DOVE non c'è la donna.... e la "donna" .... dove non RIUSCITE a vedere la femmina?

Immagino che non ci siamo capiti. E allora faccio uno di quegli esempi "per tutti" che piacciono a me.

Quanti brillanti interlocutori , per esempio, hanno mai sospettato la "femmina" in .... sempre per esempio..... una Donna ..... come Rosy Bindi?????????????

Attenzione: IO personalmente sono certissima che ci sia , in Lei, la Femmina, e anche di primo livello!!!!!!!!!!
donella is offline  
Vecchio 26-04-2008, 14.43.30   #9
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Eclissi della donna?

Citazione:
Originalmente inviato da donella
Ok, capisco: la vera domanda è quella che non si interroga sui perchè di quella risposta.


Chiedo scusa: quel "non" non ci doveva essere... è proprio un mio errore di battitura.
donella is offline  
Vecchio 26-04-2008, 15.00.03   #10
Sùmina
Ospite abituale
 
L'avatar di Sùmina
 
Data registrazione: 23-05-2006
Messaggi: 143
Riferimento: Eclissi della donna?

Citazione:
Originalmente inviato da donella
La "vera domanda" mi sembra interessantissima.
Poi mi sembra anche che , appena due frasi prima, ci sia la risposta.
Ok, capisco: la vera domanda è quella che non si interroga sui perchè di quella risposta.

Qualcuno trova quel perchè nei media.
Però.... riflettendo... i media .... condizionanti quanto vogliamo.... sono a propria volta condizionati : eserciti di professionisti in psciologia delle comunicazioni..... alla fine artatamente possono - più che "seminare" - concimare ad libitum il seminato.... In concreto : alla consolle di una qualunque TV.... se voglio audience mando veline e scemastre belloidi... perchè se mando Suor Germana o Montalcini ....rimangono in quindici a non cambiare canale. O no?

Per cui (riservandomi di rifletterci meglio).... se penso ai media mi vien spontaneo pensare anche a ciò che i media sanno voluto dal pubblico.

E allora, al pubblico degli uomini-maschi, mi verrebbe da chiedere: ma non sarà che il "femmina" è diventato offensivo perchè in molti l'usate come "contrario" di donna? Proprio nel senso: non è che (i più, di solito) vedete la "femmina" DOVE non c'è la donna.... e la "donna" .... dove non RIUSCITE a vedere la femmina?

Immagino che non ci siamo capiti. E allora faccio uno di quegli esempi "per tutti" che piacciono a me.

Quanti brillanti interlocutori , per esempio, hanno mai sospettato la "femmina" in .... sempre per esempio..... una Donna ..... come Rosy Bindi?????????????

Attenzione: IO personalmente sono certissima che ci sia , in Lei, la Femmina, e anche di primo livello!!!!!!!!!!

Ciao Donella,
Bisogna risalire agli anni '70, la femmina è inizata a "eclissarsi" lì.

Non siamo solo un utero, ricordi?

C'era uno slogan che calza a pennello.

Seppure femmine siamo, non solo un utero siamo.

E' stato il femminismo a cancellare il termine femmina, perche la femmina implica anche il maschio, invece la donna no.

Se leggi i testi femministi vedrai che il termine femmina non esiste........

Cmq ormai si dice, donne e maschietti, ed è ovvio, senza femmina anche il termine maschio suona improprio.
Cosa ci sta a fare il maschio se non c'e' la femmina?

Poi Arsenio, come la Terragni , preferisce parlare di scomparsa delle donne, "non accorgendosi" che a loro volta parlano di cio' di cui già si parla e continuano ad eclissare quello che è già eclissato......

Ciao
Sùmina is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it