Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 11-12-2014, 17.00.02   #1
Ilaria_03
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 11-12-2014
Messaggi: 1
Accogliere finalmente l'amore

Salve a tutti,
Sono una ragazza di 23 anni follemente innamorata di un 40enne. L'ho conosciuto quest'estate durante un'esperienza di lavoro come animatrice. Inizialmente pensavo si trattasse solo di una questione sessuale e che al ritorno a casa sarebbe finito tutto (considerando che abitiamo a dalla parte opposta dell'Italia)..In realtà è da settembre che ci sentiamo tutti i giorni e ci chiamiamo 2 volte al giorno. Ad ottobre sono partita per andare a vivere in Francia...a novembre ci siamo rivisti qualche giorno e a Gennaio vuole partire per venire a vivere qui insieme a me. A me tutto questo riempie di gioia e al contempo d'ansia. Sono sempre stata una ragazza indipendente che non ha mai voluto un uomo al proprio fianco..più che indipendenza direi incapacità di amare..ho vissuto un infanzia povera d'amore genitoriale e questo si è ripercosso sulle mie relazioni sentimentali. Inoltre non riesco ancora a svincolarmi completamente dal giudizio dei miei genitori nonostante sia consapevole che non è giusto essere vincolati da qualcuno che non mi ha mai dato quello di cui avevo bisogno (affetto, amore..). Anche per questo sono partita in Francia. Per liberarmi dal continuo giudizio e controllo dei miei. Qualsiasi cosa faccia non và mai bene.
Il problema è che così rischio di perdere una persona fantastica che mi ama in un modo che non immaginavo possibile. Vivo in questo perenne limbo che fa male a me e a lui (perchè un giorno gli dico una cosa e l'altro un'altra..un continuo tira e molla..devastante per entrambi). Credo di meritarmi un po' di amore..Credo sia giunta l'ora di accogliere il calore dell'amore in questo cuore indurito dal troppo male ricevuto.
Sarei lieta di sapere che ne pensate.
Ilaria_03 is offline  
Vecchio 11-12-2014, 22.16.20   #2
nikelise
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 28-05-2012
Messaggi: 198
Riferimento: Accogliere finalmente l'amore

Citazione:
Originalmente inviato da Ilaria_03
Salve a tutti,
Sono una ragazza di 23 anni follemente innamorata di un 40enne. L'ho conosciuto quest'estate durante un'esperienza di lavoro come animatrice. Inizialmente pensavo si trattasse solo di una questione sessuale e che al ritorno a casa sarebbe finito tutto (considerando che abitiamo a dalla parte opposta dell'Italia)..In realtà è da settembre che ci sentiamo tutti i giorni e ci chiamiamo 2 volte al giorno. Ad ottobre sono partita per andare a vivere in Francia...a novembre ci siamo rivisti qualche giorno e a Gennaio vuole partire per venire a vivere qui insieme a me. A me tutto questo riempie di gioia e al contempo d'ansia. Sono sempre stata una ragazza indipendente che non ha mai voluto un uomo al proprio fianco..più che indipendenza direi incapacità di amare..ho vissuto un infanzia povera d'amore genitoriale e questo si è ripercosso sulle mie relazioni sentimentali. Inoltre non riesco ancora a svincolarmi completamente dal giudizio dei miei genitori nonostante sia consapevole che non è giusto essere vincolati da qualcuno che non mi ha mai dato quello di cui avevo bisogno (affetto, amore..). Anche per questo sono partita in Francia. Per liberarmi dal continuo giudizio e controllo dei miei. Qualsiasi cosa faccia non và mai bene.
Il problema è che così rischio di perdere una persona fantastica che mi ama in un modo che non immaginavo possibile. Vivo in questo perenne limbo che fa male a me e a lui (perchè un giorno gli dico una cosa e l'altro un'altra..un continuo tira e molla..devastante per entrambi). Credo di meritarmi un po' di amore..Credo sia giunta l'ora di accogliere il calore dell'amore in questo cuore indurito dal troppo male ricevuto.
Sarei lieta di sapere che ne pensate.
Che i genitori fanno disastri , che il danno più grosso che ti hanno fatto e' che , come in una maledizione , rischi di ripetere quell'incapacita' d'amare dei tuoi genitori .........sebbene tu li contesti e te ne vuoi allontanare . Questa e' la tua sfida : rompere queste catene di destini legati dalla stessa mancanza , dallo stessi errore . Non sarà' facile per te ma se avrai chiaro l'obiettivo dovresti farcela : imparare ad amare senza paura costi quel che costi . Allora sarai libera di non sembrare indipendente , come ti sei descritta , libera dallla stretta di quelle catene di incapacità' d'amare.
nikelise is offline  
Vecchio 12-12-2014, 09.58.34   #3
nikelise
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 28-05-2012
Messaggi: 198
Riferimento: Accogliere finalmente l'amore

Fossi in te leggerei un libro su questo particolare tema di Cristobal Jodorwski figlio del piu' noto Alejandro .
Cristobal ha avuto l'onere ed il merito di dover superare i pesi che un tale padre gli impose ed ha scritto un libro a meta' tra il romanzo della sua vita ed il trattato di psicologia e sciamanesimo con richiami interessanti ai maestri della psicanalisi ed alla cultura sciamanica del centroamerica .
Ma su basi un po' piu' scientifiche dei libri del padre , inventore proprio di questo psicogenealogia cioe' dello studio delle eredita' psichiche tra generazioni.....eredita' inesorabili sempre uguali trasmesse di padri /madri in figli senza che si riesca ad interromperle .

Ed e' anche divertente .
nikelise is offline  
Vecchio 12-12-2014, 13.02.01   #4
marionne
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 04-12-2014
Messaggi: 8
Riferimento: Accogliere finalmente l'amore

Buongiorno, io vedo altre perplessità nell'accogliere serenamente questa esperienza di vita. Forse è la differenza di età che spaventa. Inoltre penso che 23 anni sia un'età in cui si maturano esperienze per poi decidere come si vuole vivere la propria esistenza nei vari settori di vita. Indipendentemente dalla propria vita familiare ritengo giuste le sue perplessità, non patologiche. Penso che sia piuttosto la paura di impegnarsi troppo presto con questa persona in modo serio che la spaventi. E mi sembra da valutare bene questo, non altro.E soprattutto la paura di perdere la libertà da così poco acquisita che la spaventa. C'è da notare poi che in ognuno di noi ci sono delle aspettative di amore che l'amore stesso non può mai dare: che sia per sempre. Finchè non accettiamo questa realtà non accoglieremo mai il vivere serenamente il presente. Il lavoro più grande da fare con noi stessi è accettare l'amore senza certezze, perchè finchè continuiamo a studiarlo con la ragione, finiremo col rinunciarci. L'amore, quello bello come sembrerebbe essere il suo, andrebbe vissuto con la consapevolezza del presente e la saggezza della serenità.
Citazione:
Originalmente inviato da nikelise
Che i genitori fanno disastri , che il danno più grosso che ti hanno fatto e' che , come in una maledizione , rischi di ripetere quell'incapacita' d'amare dei tuoi genitori .........sebbene tu li contesti e te ne vuoi allontanare . Questa e' la tua sfida : rompere queste catene di destini legati dalla stessa mancanza , dallo stessi errore . Non sarà' facile per te ma se avrai chiaro l'obiettivo dovresti farcela : imparare ad amare senza paura costi quel che costi . Allora sarai libera di non sembrare indipendente , come ti sei descritta , libera dallla stretta di quelle catene di incapacità' d'amare.
marionne is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it