Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 10-10-2003, 18.11.22   #11
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
non ho letto bene i post per cui potrei ripetere cose gia dette....





vediamo penso che in amore non esiste chi e sfruttato ,secondo me esiste chi ama e chi non ama ,ogni persona poi lo fa alla sua maniera ovviamente , per cui quando si forma una coppia dove due persone si amano penso che sia sbagliato pensare di essere sfruttati ,al massimio si ci puo lamentare di non essere amati ,penso anche che se uno si sente sfruttato/a vuol dire che ce qualcosa che non va nella coppia nel caso poi ,
o quello che si sente sfruttato non e amato dal altra persona o lei stessa non apprezza quello che l altro puo darle ,ed in questocaso penso si debba vedere realmente come sono i propri sentimenti per l altra persona .
bomber is offline  
Vecchio 12-10-2003, 02.46.25   #12
af.rugiada
Ospite
 
Data registrazione: 11-10-2003
Messaggi: 27
sono d'accordo con tutto quello che ha detto Fragola....
io credo anche che molto spesso ciò che "frega" nel rapporto siano proprio le aspettative ....sia nei confronti del rapporto stesso che dell'altra persona....se solo riuscissimo ad osservare l'altro senza giudizio alcuno e senza sentirci giudicati, se solo riuscissimo a cogliere quante e quali differenze ci dividono nell'unirci, quale sia la modalità di comunicazione che troppo spesso diviene o è fin dal principio unilaterale....come se amare implicasse per forza dover ricevere tanto quanto hai dato, ma soprattutto in proporzione a quanto hai investito.....
io credo che Investire significhi mettersi in gioco....e mettersi in gioco sul serio , in maniera profonda totale.....non è affatto semplice.....a volte forse bisognerebbe osservare se stessi con più attenzione e osservare l'altro con più compassione.....

un abbraccio ad Irene e a Fragola

rugiada
af.rugiada is offline  
Vecchio 15-10-2003, 02.18.56   #13
irene
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-11-2002
Messaggi: 474
Ciao a tutti e grazie per i vostri interventi.

Non sono intervenuta perchè quello che il thread sottindeva è stato superato dagli eventi.

Rugiada, ricambio l'abbraccio...E un saluto speciale a Fragola e Attilio
irene is offline  
Vecchio 15-10-2003, 03.21.18   #14
Sté-detonator
SiamoUniciPezzi di N.. :D
 
L'avatar di Sté-detonator
 
Data registrazione: 23-08-2003
Messaggi: 426
Lightbulb

Ciao irene, rispondo solo a te perché non ho tempo di leggere tutti gli altri. Dove percepisci nel corpo questo senso di 'essere usata', di 'essere oggetto' di sfruttamento? Ti sei chiesta prima se l'altro vuole davvero quello che dai, che magari vedi come 'io do di più e lui meno', e glielo hai fatto presente questo fatto? C'è prima di tutto dentro di te un equilibrio e un sentirti serena quando ti permetti di rispettare le tue voglie? Lo vivi bene questo con te stessa, o già sei conflittuale dentro di te appena il corpo magari chiede qualcosa e la mente la censura? Purtroppo la base dei rapporti oggi è questa: Cosa tiro fuori dalla relazione, quale remunerazione? Finché due sono in reciproco scambio, vuoi per interessi comuni o sintonie varie (energie del corpo, sensazioni comuni...) la relazione sta in piedi, altrimenti si deteriora. Non siamo ipocriti più di quello che siamo, lo sappiamo che è così. Tutto l'ambaradan romantico che dipinge quadretti idilliaci non esiste così come ce lo ha passato la nostra cultura. è un trucco di questa per mantenere il suo status quo. Ma sotto sotto ci stiamo perché siamo egoisti di fondo, e alla fine non ci mettiamo nulla a fare 'chiodo scaccia chiodo' appena si intravedono possibilità migliori da un altra parte. Scambiamo questo menefreghismo e freddezza come un rispetto di noi stessi, ma il rispetto di noi stessi è ben diverso dalle più spettacolari e ingegnose fughe dalle sofferenze inevitabili, alleviate solo a discapito della sofferenza altrui. Daltronde la sopravvivenza e la scelta del male minore per come siamo messi oggi non ci lascia altre chanches. Il fatto è che se affondiamo nell'amore amoroso, non possiamo far altro poi che odiare odiando, i due sono la stessa cosa fasulla messaci in testa dalla cultura. L'energia di due esseri in armonia con se stessi e quindi sensibili l'uno con l'altro potrebbe benissimo fare a meno di tirare in ballo non solo le 'parole pericolose (mielose)', ma anche i pensieri e le emozioni conseguenti a queste legate. Il rischio è solo di crepacuore e 'dolce sofferenza' (che assurdità) nel durante, di malessere totale e problemi fisici dopo, per non citare il suicidio. Quindi il senso di sfruttamento dove ci si sente frantumati e senza via d'uscita è solo dove non c'è incontro e accettazione di se e l'altro. Se non ci riesce pigliàcci per come siamo, figuriamoci se ci riesce trattare l'altro come essere e non come oggetto. Due esseri in pace con se stessi si trovano in sintonia e si scambiano naturalmente la Vita, questo è tutto, questa la serenità e la leggerezza sgravata dai condizionamenti della cultura che se non possiamo affatto scacciare, possiamo almeno così non sentirne il peso.
Sté-detonator is offline  
Vecchio 15-10-2003, 03.46.02   #15
irene
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-11-2002
Messaggi: 474
"Due esseri in pace con sè stessi si trovano in sintonia e si scambiano naturalmente la vita".

Ecco, questa è proprio l'essenza di un amore autentico.
In cui cioè non esista continua e nevrotica contrattazione del proprio ruolo di potere...e di correlativo asservimento...nè esista l'interscambio del copione tra carnefice e vittima...

L'amore è per chi odia il potere.
Per chi odia sia esercitarlo che sottomettervisi....
irene is offline  
Vecchio 15-10-2003, 21.23.48   #16
Attilio
Ospite abituale
 
L'avatar di Attilio
 
Data registrazione: 07-08-2002
Messaggi: 375
L'amore è per chi odia il potere.
Per chi odia sia esercitarlo che sottomettervisi....
[/quote]

Quello vero è proprio così!
Ciao.
Attilio is offline  
Vecchio 16-10-2003, 23.25.33   #17
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
condivido quello che ha scritto Sté-detonator

aggiungo solo questo. Quando in un rapporto di coppia c'è qualcosa che non va la causa va ricercata in entrambi.

Se io ho accettato di essere "sfruttata" o "usata" non posso incolpare l'altro per questo. In verità queste unioni servono a portare alla luce i problemi che sono nascosti. E' un aiuto reciproco che pochi scoprono. In genere, si scaricano sull'altro o sull'altra le responsabilità del fallimento e si ricomincia. Salvo poi ad accorgersi che i problemi si ripresentano e allora la colpa si attribuisce alla sfortuna.

Tutto quello che ci accade ha un senso, se impariamo a comprendere ed utilizzare ogni evento della nostra vita il cammino è di certo più facile.
Io ci ho messo anni ed anni ed anni. Ed ora mi do della stupida per non aver imparato prima, per non aver "visto" prima.

Il vero guaio è che è facilissimo e chiarissimo quello che si sa e difficilissimo e oscuro quel che non si sa.
Per uno del liceo 2+2 fa 4, e si offende pure se glielo chiedete. Ma uno della scuola materna non sa neppure cosa sia 2+2 !

Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 16-10-2003, 23.35.23   #18
Sté-detonator
SiamoUniciPezzi di N.. :D
 
L'avatar di Sté-detonator
 
Data registrazione: 23-08-2003
Messaggi: 426
Thumbs up

eh già, eh già...la Vita è bella, siamo noi che si fa schifo!
Sté-detonator is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it