Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 23-03-2015, 13.48.25   #1
IlSennoDiPoi
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 23-10-2014
Messaggi: 9
L'ingratitudine

Ciao a tutti.
Volevo chiedervi se avete dei suggerimenti o delle esperienze su come superare momenti di forte sconforto e solitudine dovuti a profonda e incredibile ingratitudine.
Negli ultimi due mesi 3 mie cari amici ( che io ritenevo tali) mi hanno completamente abbandonato, senza nessuna spiegazione.
È veramente assurdo per me. Il rapporto è sempre stato di grande disponibilità da parte mia, talvolta anche rinunciando a qualcosa. Regali, compleanni, passaggi in macchina, proposte, persone coinvolte, confidenza, consigli per il lavoro.
Da u momento all'altro sono andata vie senza una spiegazione, senza più parlarmi e senza salutarmi per strada.
Ho tentato in varie occasioni il chiarimento ma il nulla.
Stesso di discorso per la mia ex ragazza. Dopo anni di grandissimi sacrifici specialmente da parte mia a causa di sue difficoltà fisiche dovute ad un incidente, è sparita da due settimane, senza lasciare traccia.
Ma è normale che la gente a cui credi di dare abbastanza sparisca con una non chiusura?
Come non pensarci e restarci male?
Grazie

Ultima modifica di IlSennoDiPoi : 23-03-2015 alle ore 14.24.11.
IlSennoDiPoi is offline  
Vecchio 24-03-2015, 03.15.20   #2
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: L'ingratitudine

Citazione:
Originalmente inviato da IlSennoDiPoi
Ciao a tutti.
Volevo chiedervi se avete dei suggerimenti o delle esperienze su come superare momenti di forte sconforto e solitudine dovuti a profonda e incredibile ingratitudine.
Negli ultimi due mesi 3 mie cari amici ( che io ritenevo tali) mi hanno completamente abbandonato, senza nessuna spiegazione.
È veramente assurdo per me. Il rapporto è sempre stato di grande disponibilità da parte mia, talvolta anche rinunciando a qualcosa. Regali, compleanni, passaggi in macchina, proposte, persone coinvolte, confidenza, consigli per il lavoro.
Da u momento all'altro sono andata vie senza una spiegazione, senza più parlarmi e senza salutarmi per strada.
Ho tentato in varie occasioni il chiarimento ma il nulla.
Stesso di discorso per la mia ex ragazza. Dopo anni di grandissimi sacrifici specialmente da parte mia a causa di sue difficoltà fisiche dovute ad un incidente, è sparita da due settimane, senza lasciare traccia.
Ma è normale che la gente a cui credi di dare abbastanza sparisca con una non chiusura?
Come non pensarci e restarci male?
Grazie


Ma il dare non può pretendere di ricevere,quello non e' dare,e' normale che poi gli altri scappino.
se ci pensi bene non sei stato libero,ti sei "attaccato" non lasciando altra possibilita,di conseguenza gli altri si sono sentiti imprigionati dal tuo "dare" e li hai soffocati.
l'amore e' libero non può avere aspettativa
acquario69 is offline  
Vecchio 24-03-2015, 18.26.13   #3
IlSennoDiPoi
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 23-10-2014
Messaggi: 9
Riferimento: L'ingratitudine

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
Ma il dare non può pretendere di ricevere,quello non e' dare,e' normale che poi gli altri scappino.
se ci pensi bene non sei stato libero,ti sei "attaccato" non lasciando altra possibilita,di conseguenza gli altri si sono sentiti imprigionati dal tuo "dare" e li hai soffocati.
l'amore e' libero non può avere aspettativa

Ti assicuro che sono stato molto libero e accondiscendente.
L'amicizia verso queste persone è stata quasi beneficienza.

Se una persona mi invita a cena io cerco di ricambiare la cortesia.
Se mi porta un regalo al compleanno stai sicuro che farò llo stesso al suo.
Non è pretendere questo, è non fare le figure di merda.
Il tuo commento mi ha pensare che le persone che hanno subito l'irriconoscenza sono doppiamente vittime.
Sia perché vengono quasi costrette a ricordare il bene che hanno fatto sia perché le persone si aspettano cheil dimostrare di tenerci e la beneficienza siano la stessa cosa.
Si tratta di impegnarsi insieme per far funzionare le cose.
Il tuo discorso non mi convince neanche un po', anche perché, anche se fossi stato così "egoista" a far del bene, meriterei comunque una spiegazione
IlSennoDiPoi is offline  
Vecchio 25-03-2015, 04.34.26   #4
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: L'ingratitudine

Citazione:
Originalmente inviato da IlSennoDiPoi
Ti assicuro che sono stato molto libero e accondiscendente.
L'amicizia verso queste persone è stata quasi beneficienza.

Se una persona mi invita a cena io cerco di ricambiare la cortesia.
Se mi porta un regalo al compleanno stai sicuro che farò llo stesso al suo.
Non è pretendere questo, è non fare le figure di merda.
Il tuo commento mi ha pensare che le persone che hanno subito l'irriconoscenza sono doppiamente vittime.
Sia perché vengono quasi costrette a ricordare il bene che hanno fatto sia perché le persone si aspettano cheil dimostrare di tenerci e la beneficienza siano la stessa cosa.
Si tratta di impegnarsi insieme per far funzionare le cose.
Il tuo discorso non mi convince neanche un po', anche perché, anche se fossi stato così "egoista" a far del bene, meriterei comunque una spiegazione

ma io non voglio convincere nessuno,espongo solo il mio relativo punto di vista,quando ne ho voglia,ognuno poi ci può vedere quello che vuole.
così come nessuno si debba sentire costretto a ricordare delle proprie azioni…sempre secondo me,bisognerebbe appunto dimenticarsene.
l'atto del "donare" può risultare ambiguo,e mai disinteressato nel momento in cui ci si aspetta sempre qualcosa indietro,ammettendo che tu abbia "donato",sei sempre stato libero di farlo,nessuno ti ha obbligato,quindi dovrebbe essere inteso come un atto spontaneo,dopodiché se poi ti sei pentito,o hai qualcosa da recriminare,vuol dire che l'atto in se non era poi così libero e "gratuito" come pensi.
quindi non e' "accattonaggio" quello che avrei descritto io,ma una presa di coscienza.
Tra l'altro,il mondo pullula di persone che se ne approfittano,appena ne hanno l'occasione e se questo capita in primo luogo dipende da chi si mette nelle condizioni (anche senza saperlo) per far si che questo poi accada puntualmente.
la cosa peggiore poi e' sentirsi vittima cominciando a pensare che siano solo gli altri la causa del nostro male,quando ad un analisi più approfondita,tutto quello che ci ritorna e' il riflesso di quello che abbiamo trasmesso
acquario69 is offline  
Vecchio 25-03-2015, 05.03.37   #5
marcoriccardi1980
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-12-2004
Messaggi: 199
Riferimento: L'ingratitudine

Citazione:
Originalmente inviato da IlSennoDiPoi
Ma è normale che la gente a cui credi di dare abbastanza sparisca con una non chiusura?
Come non pensarci e restarci male?
Grazie


Si capita spesso ed è abbastanza normale che la gente si comporti così.

Se vuoi che la gente ti voglia bene devi prima voler bene a te stesso.
marcoriccardi1980 is offline  
Vecchio 25-03-2015, 09.03.58   #6
Koirè
Ospite
 
L'avatar di Koirè
 
Data registrazione: 26-12-2012
Messaggi: 111
Riferimento: L'ingratitudine

Citazione:
Originalmente inviato da IlSennoDiPoi
.... anche se fossi stato così "egoista" a far del bene, meriterei comunque una spiegazione

Una spiegazione è sempre un atto meritato,non si può vivere di "non sò il perchè".."avrò sbagliato io"..etc....
Per quanto uno abbia sbagliato,e non dico sia il tuo caso,sarebbe meglio un discorso anche severo,una spiegazione scomoda...ma almeno sapresti e potresti agire di conseguenza.

Un saluto.
Koirè is offline  
Vecchio 25-03-2015, 10.50.23   #7
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: L'ingratitudine

Citazione:
Originalmente inviato da Koirè
Una spiegazione è sempre un atto meritato,non si può vivere di "non sò il perchè".."avrò sbagliato io"..etc....
Per quanto uno abbia sbagliato,e non dico sia il tuo caso,sarebbe meglio un discorso anche severo,una spiegazione scomoda...ma almeno sapresti e potresti agire di conseguenza.

Un saluto.

Lo penso anch'io...purtroppo pero ho verificato che succede molto raramente e di questo credo sia meglio farsene una ragione sin da subito e non farsi troppe illusioni,perche la maggior parte delle volte le persone rimangono troppo in superficie,anche se per le piu svariate ragioni (che ad oggi certo non mancano!)...fondamentale secondo me e' comunque rimanere fedeli a se stessi,cercando di adottare il principio descritto sopra da marcoriccardi...quello del volersi bene..e di sentirsi quindi liberi,sempre e comunque!
acquario69 is offline  
Vecchio 29-03-2015, 22.26.46   #8
sebastianb
osservatore
 
L'avatar di sebastianb
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 362
Riferimento: L'ingratitudine

Citazione:
Originalmente inviato da IlSennoDiPoi
Ciao a tutti.
Volevo chiedervi se avete dei suggerimenti o delle esperienze su come superare momenti di forte sconforto e solitudine dovuti a profonda e incredibile ingratitudine.

Le tue delusioni.. fanno parte dell' esperienza di ogni individuo.
Anzi proprio grazie ad esse comprenderai come è la " realta' " .

Tu chiedi suggerimenti e/o esperienze ( tutti le sperimentano.. ma sono " personali ") - a che pro' divulagarle ? Fanno parte del vissuto di ognuno.

Suggerimenti, indicazioni, questo si'...

Ebbene ( anche se il tema da te posto non è nella sezione "" spiritualita' "" ) ti consiglio una bella lettura ( seguita da una bella riflessione e possibile applicazione ) di questi passi tratti dai Libri Sapienziali, e che trattano proprio l' amicia e le sue varie espressioni:
- quella sincera / quella falsa / quella di convenienza / quella apparente / quella per interesse..eccc...


Siracide ( detto anche Ecclesiastico ):
- - 6.7/9 -- Sir. 6.13 - Sir. 12.8 -

- Gerem. 9.3/4 - Germ. 12.6 ---- Salmo 41.10 - --

sebastianb is offline  
Vecchio 30-03-2015, 01.27.00   #9
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: L'ingratitudine

Citazione:
Originalmente inviato da sebastianb
a che pro' divulagarle ?

personalmente non sarei d'accordo..
credo invece che attraverso lo scambio si possa arrivare ad essere più consapevoli di quanto non saremmo mai riusciti a fare da soli.
…e cioè che io posso ri-conoscermi attraverso l'altro.
e' pure la discussione che si sta facendo in filosofia sul-la propria persona
acquario69 is offline  
Vecchio 04-04-2015, 19.48.19   #10
IlSennoDiPoi
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 23-10-2014
Messaggi: 9
Riferimento: L'ingratitudine

A distanza di due mesi soffro ancora molto per la scomparsa di alcune persone dalla mia vita.
Ho tentato un confronto con alcune di loro ma il nulla. Sembra non ci sia un reale motivo ma un voler cambiare amicizie.
Onestamente sono molto deluso e ripeto continuo a considerare ingratitudine tutto questo, specialmente in riferimento alla mia ex.
Grazie per i vostri commenti comunque.
IlSennoDiPoi is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it