Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 26-03-2015, 06.24.52   #1
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
cosa ce dietro l'iperattività?

parto da un fatto personale..quindi con tutti i limiti del caso,ma vorrei provare a capirne di più in senso generale.

conosco una persona…capace e brillante in molte cose ecc..
fa un mucchio di attività…troppe,perché il tempo non gli basta mai ed e' frenetica come lei stessa dice di essere..sembrerebbe anche farsene vanto,senza nulla togliere ovviamente.

mi accorgo nel tempo che pero molte cose gli sfuggono,come se non avvertisse più un contatto emotivo dall'esterno…va troppo veloce anche solo per accorgersi di quelle "minime" cose ma che possono racchiudere significati importanti.
percio mi chiedevo;
l'iperattività può portare all'ottundimento della sensibilità e in particolare a quella affettiva?
può altresì diventare una maschera dove si e' "accesi " fuori ma "spenti" dentro"? ..e quindi un modo per nascondersi agli altri (quindi a se stessi) la propria impermeabilità?

aggiungo un altra domanda:
questo può riguardare ovviamente uomini e donne…
ma come non avere almeno l'impressione che questo fenomeno abbia ancora di più travolto il genere femminile?

chi avrebbe voglia di dire qualcosa in merito a quest'argomento?
acquario69 is offline  
Vecchio 26-03-2015, 07.15.03   #2
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: cosa ce dietro l'iperattività?

Qualche giorno fa un mio vicino 74enne, mi chiedeva il permesso di potare delle aiuole che sono all'ingresso della mia casa, se poteva verniciare una parte arrugginita della ringhiera e ricostruire un vaso d'argilla spaccato nel giardino.
Al che io gli risposi del perché, vedendolo sempre fare qualcosa nel suo giardino o alle sue autovetture o dove lo incontrassi, di questa sua iperattività, anche in questo momento di meritata pensione, se avesse provato mai a sedersi su una panchina o nel suo salotto a leggere un libro ascoltando musica in sottofondo o provare anche il piacere del dolce far niente. Lui mi ha guardato e mi ha replicato: "...sarebbe bello, ma l'ozio mi fa pensare, e io non mi trovo a mio agio quando penso, io non voglio pensare!..."
Duc in altum! is offline  
Vecchio 26-03-2015, 12.20.31   #3
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: cosa ce dietro l'iperattività?

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
Qualche giorno fa un mio vicino 74enne, mi chiedeva il permesso di potare delle aiuole che sono all'ingresso della mia casa, se poteva verniciare una parte arrugginita della ringhiera e ricostruire un vaso d'argilla spaccato nel giardino.
Al che io gli risposi del perché, vedendolo sempre fare qualcosa nel suo giardino o alle sue autovetture o dove lo incontrassi, di questa sua iperattività, anche in questo momento di meritata pensione, se avesse provato mai a sedersi su una panchina o nel suo salotto a leggere un libro ascoltando musica in sottofondo o provare anche il piacere del dolce far niente. Lui mi ha guardato e mi ha replicato: "...sarebbe bello, ma l'ozio mi fa pensare, e io non mi trovo a mio agio quando penso, io non voglio pensare!..."

Da questo esempio si potrebbe dire molte cose..ma nel frattempo
Perche secondo te tante persone si rifugiano nel fare per non pensare?
acquario69 is offline  
Vecchio 26-03-2015, 12.31.29   #4
nikelise
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 28-05-2012
Messaggi: 198
Riferimento: cosa ce dietro l'iperattività?

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
Qualche giorno fa un mio vicino 74enne, mi chiedeva il permesso di potare delle aiuole che sono all'ingresso della mia casa, se poteva verniciare una parte arrugginita della ringhiera e ricostruire un vaso d'argilla spaccato nel giardino.
Al che io gli risposi del perché, vedendolo sempre fare qualcosa nel suo giardino o alle sue autovetture o dove lo incontrassi, di questa sua iperattività, anche in questo momento di meritata pensione, se avesse provato mai a sedersi su una panchina o nel suo salotto a leggere un libro ascoltando musica in sottofondo o provare anche il piacere del dolce far niente. Lui mi ha guardato e mi ha replicato: "...sarebbe bello, ma l'ozio mi fa pensare, e io non mi trovo a mio agio quando penso, io non voglio pensare!..."
Infatti i momenti di vuoto possono portare a piu' disagi che non i momenti di pieno , proprio perché il vuoto necessita di una capacita' di attesa del nuovo in conciliazione con se stessi , con quanto fatto finora .
Ma il vuoto e la capacita' di '' stare '' nel vuoto sono importantissimi perché il NUOVO , cioe' quello che arricchisce la nostra esistenza , puo accadere solo se si sa sopportare il vuoto , se si sa restare in fiduciosa attesa .
Come si fa a introdurre cose nuove in un recipiente ( noi ) pieno ?

Questo e' il senso del vuoto e pieno tanto sottolineato dal taoismo .
nikelise is offline  
Vecchio 26-03-2015, 12.51.45   #5
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: cosa ce dietro l'iperattività?

@acquario

Ho scritto quanto sopra perché penso attinente con il riferimento che hai posto, ed anche perché il mio vicino non è la prima persona che mi ha risposto così; quindi da credente posso provare a dire: perché il pensare porta, inevitabilmente, a confrontarsi con quale sia la Verità Assoluta, a supporre cosa ci sia dopo la Morte, e dunque se la doppiezza che risiede in ognuno avrà una rilevanza nei confronti di queste alternative.



Citazione:
Come si fa a introdurre cose nuove in un recipiente ( noi ) pieno?

Cacciando quelle vecchie ambigue e subdole, e cercando che le nuove soddisfino davvero.
Duc in altum! is offline  
Vecchio 26-03-2015, 13.34.35   #6
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: cosa ce dietro l'iperattività?

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum
la doppiezza che risiede in ognuno..

ecco…perché molti vogliono solo vedere una parte?
in questo modo non finiscono per perdere la loro integrità?
la possibilita di instaurare una relazione profonda si fa forse sempre più difficile da realizzare?

riguardo l'ultima domanda del post iniziale…
ma esiste davvero la sensibilità femminile?…o e' solo un mito da sfatare?
acquario69 is offline  
Vecchio 06-04-2015, 19.34.36   #7
marcoriccardi1980
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-12-2004
Messaggi: 199
Riferimento: cosa ce dietro l'iperattività?

cosa ce dietro l'iperattività?

quasi sempre un bambino a cui è mancato l'abbraccio amorevole di sua madre.
marcoriccardi1980 is offline  
Vecchio 06-04-2015, 23.48.20   #8
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: cosa ce dietro l'iperattività?

Citazione:
marcoriccardi1980
quasi sempre un bambino a cui è mancato l'abbraccio amorevole di sua madre.

Interessante quello che affermi.
potresti provare a dirmi qualcosa in più?
..come saresti arrivato a questa "conclusione" e perche?
acquario69 is offline  
Vecchio 07-04-2015, 01.50.25   #9
marcoriccardi1980
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-12-2004
Messaggi: 199
Riferimento: cosa ce dietro l'iperattività?

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
Interessante quello che affermi.
potresti provare a dirmi qualcosa in più?
..come saresti arrivato a questa "conclusione" e perche?


Il concetto di "base sicura" che riguarda la fase in cui il bambino non si è ancora totalmente sganciato dalla madre, in genere questa fase va dalla nascita fino ai 3/4 anni (Bowlby).

In questa età è bene che il contatto madre-bambino non venga interrotto bruscamente, se il bambino necessita di stare in braccio a sua madre deve essere accontentato, non è un capriccio ma un bisogno primario. Non lo si vizia, ma lo si rafforza.

I padri non devono mostrare gelosia in questa fase, il legame madre-bambino è necessario ad un buon sviluppo psicoaffettivo.
Il padre che accusa la compagna di viziare il bambino è solo una persona che non è riuscita a sanare la sua ferita edipica, vede il bambino come un rivale, un nemico, e quindi è invidioso della sua felicità, è geloso dell'amore che la compagna riversa verso il nuovo nato e farà di tutto per rompere questo esclusivo legame prima del tempo necessario. (vds Complesso di Laio).

Se per qualche ragione questo "abbraccio" viene corrotto, interrotto oppure non è "sano" (vds il concetto di madre buona di Winnicot"), il bambino può essere compromesso nella sua fase di sviluppo e da adulto potrebbe generare nevrosi tra cui anche l'ADHD oltre a forme di ansia/depressione ed autolesionismo.
marcoriccardi1980 is offline  
Vecchio 07-04-2015, 04.46.20   #10
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: cosa ce dietro l'iperattività?

Citazione:
Originalmente inviato da marcoriccardi1980
Il concetto di "base sicura" che riguarda la fase in cui il bambino non si è ancora totalmente sganciato dalla madre, in genere questa fase va dalla nascita fino ai 3/4 anni (Bowlby).

In questa età è bene che il contatto madre-bambino non venga interrotto bruscamente, se il bambino necessita di stare in braccio a sua madre deve essere accontentato, non è un capriccio ma un bisogno primario. Non lo si vizia, ma lo si rafforza.

I padri non devono mostrare gelosia in questa fase, il legame madre-bambino è necessario ad un buon sviluppo psicoaffettivo.
Il padre che accusa la compagna di viziare il bambino è solo una persona che non è riuscita a sanare la sua ferita edipica, vede il bambino come un rivale, un nemico, e quindi è invidioso della sua felicità, è geloso dell'amore che la compagna riversa verso il nuovo nato e farà di tutto per rompere questo esclusivo legame prima del tempo necessario. (vds Complesso di Laio).

Se per qualche ragione questo "abbraccio" viene corrotto, interrotto oppure non è "sano" (vds il concetto di madre buona di Winnicot"), il bambino può essere compromesso nella sua fase di sviluppo e da adulto potrebbe generare nevrosi tra cui anche l'ADHD oltre a forme di ansia/depressione ed autolesionismo.

Si tutto può essere e senz'altro dei "cattivi" genitori (magari senza manco rendersene conto) di danni incalcolabili ne possono fare spaventosamente tanti.
..e se pensiamo ai ritmi dis-umani in cui ogni singola persona,in seno alla propria famiglia (quel involucro vuoto che ne e' rimasto) e' anche costretto a correre per pagare la rata dell'ultimo modello dell'iphone e per carita anche tra coloro che si trovano (quasi) costretti a farlo per motivi un po più "seri"…vuol dire che siamo spacciati.

evviva la modernita e il "progresso"..e "l'emancipazione femminile" !!!
acquario69 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it