Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 08-12-2003, 11.58.52   #1
sara230577
Ospite
 
Data registrazione: 07-12-2003
Messaggi: 6
L'amore ha età?

Allora mi chiedo e vi chiedo: l'amore ha età??? Se avessi una risposta avrei in mano la chiave per decidere della mia vita. Una storia d'amore, importante, in cui ho creduto e forse in cui credo... ma fra noi una generazione. 24 anni di differenza fra me e lui possono fare la differenza fra l'amore e il non amore???
Il mondo fuori fa pressione... tutto ciò che è fuori dalla norma spaventa. Spaventa una razza diversa dalla nostra, spaventa chi ha una malattia, spaventa la devianza. Tanto da accantonarla ai margini della società. Io e lui siamo la devianza perché TUTTI fanno diversamente da noi, si amano perché sono coetanei. E' impossibile amare chi è diverso da me per un fatto anagrafico???? Ho provato a scappare, ho provato a dimenticarlo, ho provato a tagliare un sentimento come si taglia una radice che può ancora germogliare. Ma sono ancora qui, con lui. Perché? I sentimenti si scontrano con le regole. Io mi scontro con le regole del mondo. Chi decide le regole? Chi decide cosa è Giusto, Vero, Buono??? datemi un contributo per capire...
sara230577 is offline  
Vecchio 08-12-2003, 12.15.33   #2
Attilio
Ospite abituale
 
L'avatar di Attilio
 
Data registrazione: 07-08-2002
Messaggi: 375
Non so chi decide cosa è Vero, Giusto e Buono. non so nemmeno se queste cose esistono.

So che nessun uomo può decidere come un altro uomo deve gestire i suoi sentimenti.

Non è facile la tua situazione. Credo che l'amore non abbia età. L'importante è che un rapporto sia sano, tendente quindi alla felicità ed all'appagamento dei due.
Deve anche avere una certa armonia con il mondo in cui è immerso... ma questo è più difficile per voi.

Non so cos'altro dire.
Attilio is offline  
Vecchio 08-12-2003, 14.17.19   #3
Moonlit knight
Ospite abituale
 
L'avatar di Moonlit knight
 
Data registrazione: 13-11-2003
Messaggi: 49
Beh, io credo che l'amore non abbia eta' per il semplice fatto che una persona non dimostra la propria eta' dalla carta di identita', quando c'e' l'amore i dati anagrafici vengono a contare meno di niente, se tra due persone le cose non vanno io credo dipenda da altri problemi, magari che a prescindere dall'eta' quelle due persone sono incompatibili... non so...
Moonlit knight is offline  
Vecchio 09-12-2003, 18.13.52   #4
luisa
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 02-12-2003
Messaggi: 1
.....credo esista l'illusione dell'innamoramento, che è un attaccamento. L'amore non ha differenze, quando si presenta presuppone una volontà di conoscenza di cos'è l'amore. Intendendo capacità di comprensione, compassione, gioia e spazio.
luisa
luisa is offline  
Vecchio 10-12-2003, 08.32.52   #5
moni
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-11-2003
Messaggi: 78
Ciao Sara...

si sente spesso di "storie" che finiscono perchè "stressate" dal mondo esterno... tu non ti devi chiedere se l'amore ha o non ha età, non ti devi chiedere se sia giusto o sbagliato, non ti devi chiedere fino a che punto lo puoi chiamare amore...

tu e lui dovete vedere in che misura questo condiziona il vostro rapporto... se per te uscire con lui è motivo di sofferenza perchè senti il peso della differenza d'età..allora diventa un problema.. se tu ti senti gli "sguardi" addosso, allora non sei libera...

Non è il giudizio degli altri che deve condizionare il vostro rapporto, ma come voi lo vivete...
ti faccio un esempio stupido... una ragazza alta 1.80 che sta con un uomo di 1.60 .. tutti quando li vedono notano subito la differenza...cosa che non succede mai con il contrario... se la coppia è libera e lei ama i tacchi... per assurdo diventa 1.88 perchè non è un problema per la coppia...

Tante volte dimentichiamo che non sono gli altri a vivere dentro di noi, dentro la nostra vita, dentro i nostri rapporti... lo dimentichiamo talmente tanto... da uscire noi... facendo entrare gli altri ... e la nostra storia comincia a risentirne....

l'amore... si sa non ha barriere di sorta... siamo noi spesso che le mettiamo e poi ci arrabbiamo se ci sono....

un abbraccio e segui sempre il tuo di pensiero e ovviamente...
il tuo cuore...!!!

moni is offline  
Vecchio 12-12-2003, 17.59.48   #6
sara230577
Ospite
 
Data registrazione: 07-12-2003
Messaggi: 6
Grazie delle risposte. Io non mi vergogno di lui, non sento gli sguradi addosso. Non è mai stato un problema e dopo 5 anni che siamo insieme, ho imparato a sorridere di chi ci guarda incuriosito o di chi ci immagina padre e figlia (!!). L'età fa paura nel momento in cui toglie la prospettive futura, nel momento in cui fa venir meno la progettualità comune. Immaginare la vita insieme, crescere insieme, scoprire il mondo insieme... forse noi non lo potremo fare. O meglio, lui lo ha già fatto, per strade che lo hanno portato dove è e lo hanno reso ciò che è. Io entro in una storia, quella della sua vita, che è già compiuta in gran parte. Sento il bisogno di avere una storia mia, che possa, sì, comprendere anche lui ma che sia anche individuale e non costruita intorno a lui.
L'età non impedisce di sentire amore ma di trasformarlo in un progetto di vita comune. A volte penso questo. A volte penso di aver subito così tanti "lavaggi di cervello" (vedi alla voce: genitori) che alla fine hanno vinto loro, quelli che hanno La Regola in tasca.
"Temo sempre di più la felicità. Angoscia, sia dinanzi all'accettazione che dinanzi al rifiuto della felicità", così mi ritrovo nelle parole di Simone de Beauvoir. Perché l'amore a volte può fare paura, forse...
sara230577 is offline  
Vecchio 14-12-2003, 01.28.13   #7
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
l'amore è...e basta

ho letto con interesse ciò che hai esposto e, se posso, contribuisco non solo con l'età, ma anche con l'aspetto fisico.

E' la prima volta sul forum, ma non è l'ultima nella vita quotidiana.
Parli di differenza d'età, nel tuo caso, ma anche di altre differenze sociali, culturali, etniche la mia personale esperienza è la seguente:

Sono figlia di genitori con una differenza d'età di 19 anni e il loro un rapporto stupendo, non avrei potuto crescere meglio.
Ho un marito con undici anni di differenza, non mi sono ancora annoiata e sottolineo che non ci vedo in lui "il padre" o "l'insegnante" o "il maestro" o qualsivoglia disegno si voglia attribuire ai soli rapporti con differenze di età al di sopra della normalità (mi chiedo quale sia la normalità della differenza d'età nei rapporti personali) cmq...il mio bellissimo Lui fa un lavoro non "pulito" (non fa il mafioso ) fa un lavoro dignitoso, ma polveroso, paga sempre il conto, e si lava prima di venire a letto.
Bè io con Lui sono stata nei più bei ristoranti d'Italia e nei più begli alberghi d'Europa così com'era vestito: concio dal lavoro.

Il problema sai di chi era? Suo, ma solo nei miei riguardi.
Si vergognava dell'aspetto sporco per non mettere in imbarazzo me.
Si ovviava al problema chiedendo prima al cameriere se c'erano delle regole di netiquette ad entrare nel loro locale con vestiti da lavoro, il cameriere riferiva a chi di dovere, dopodichè entravamo, ci sedavamo al tavolo (anche prenotato anzitempo) e si pranzava o cenava senza preoccuparsi degli sguardi di ESTRANEI.

Già....gli sguardi sono solo degli estranei e a noi che c'è frega?
Noi abbiamo chiesto il permesso per non "offendere" il senso del buon gusto degli ospiti del locale...ci è stato concesso quindi, di che preoccuparsi se non di noi e del pranzo o cena serviti con tutti i canoni? Paghiamo anche il conto

Vedi si potrebbe sostituire tutto quello che ho scritto con altre differenze: altezza, razza, colore della pelle, religione ecc.ecc.
solo che per questi motivi non si deve chiedere il permesso per entrare in un locale "in" dove ciò che conta è solo l'apparenza, ma che viene equiparata alla popolarità (facci entrare Kevin Costner vestito da muratore....gli fanno anche gli inchini)

la domanda rimarrebbe: "ma a noi che c'è frega?"
e la mia risposta: "amo, ma che me frega degli altri?"

Ciò che rimane è sicuramente il percorso che io e lui abbiamo deciso di fare insime nient'altro......nemmeno i ristoranti e gli alberghi e gli estranei che abbiamo incontrato e di cui nessuno si ricorda.

ciao belè
tammy is offline  
Vecchio 16-12-2003, 10.39.09   #8
Naima
Ospite abituale
 
L'avatar di Naima
 
Data registrazione: 06-10-2003
Messaggi: 672
Non mi pesa il fatto che il mio compagno abbia 14 anni più di me e soprattutto un'esperienza di vita molto più "ricca": viaggi in tutto il mondo, lavori importanti, corse in off-shore, donne a volontà e non ultimo un matrimonio durato sette anni più quattro di fidanzamento.... beh io al suo confronto sono una pivellina. Ho 29 anni, ho girato come si suol dire come un ravanello nell'orto, due fidanzati prima di lui, una banale esperienza di lavoro d'ufficio.. insomma io ci ho guadagnato a conoscerlo, ma non mi sono mai sentita inferiore o da meno e nemmeno in imbarazzo per la differenza di età. Gli unici e non piccoli problemi furono dovuti al fatto che la nostra relazione iniziò quando il suo matrimonio non era ancora del tutto finito e per di più allora lavoravamo insieme, quindi fu dura nascondere tutto, fu dura per entrambi. Ovviamente se tornassimo indietro faremmo le cose diversamente, quindi un'esperienza dolorosa ma anche istruttiva.
Il fatto poi che ci abbiano scambiato alcune volte per padre e figlia a me non può che rallegrare un pò meno lui magari--
Una volta ad una cena di fine anno della ditta in cui lavora portò anche me e uno dei colleghi anziani che non mi conosceva come sua compagna, parlando ad un microfono fece dei ringraziamenti tra cui incluse anche il mio compagno che, e si premurò di precisare, era presente quella sera con la sua bella figliola!!
C'è chi 43 anni li porta meglio se ha la fortuna di avere tutti i capelli e il viso riposato e soprattutto non ha fatto quasi ventanni di off-shore esposto a vento e salsedine... questo per giustificare la gaffe del collega! Sara io non ci penserei troppo, non rimuginerei sul se e sul poi, non penserei tanto al futuro, vivrei il presente e i sentimenti che il qui e ora mi offre.
Naima is offline  
Vecchio 16-12-2003, 10.57.06   #9
sara230577
Ospite
 
Data registrazione: 07-12-2003
Messaggi: 6
E infatti... proprio così, io mi arricchisco delle sue tante esperienze. Anche se un pò di complesso di inferiorità magari viene... nel mio caso lui ha girato il mondo intero, ha vissuto il '68 (a cui avrei partecipato con fervore, detto tra parentesi), ha avuto un figlio con la sua compagna di 22 anni di vita... Certo lui non è più quello, lui, come io, te e tutti, siamo ciò che viviamo nel nostro presente.
Ma al presente si arriva da una storia che non può essere riavvolta... niente rewind per vivere insieme un tempo lungo.
L'alternativa è vivere alla giornata? Voglio dire, vivere intensamente il presente senza pensare alle paure future, comporta un pò di superficialità???
Comunque è bello vedere che ci sono altre persone che vivono esperienze simili. Fa sentire, magari, meno diversi... no??
sara230577 is offline  
Vecchio 16-12-2003, 12.08.08   #10
moka
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2003
Messaggi: 97
Ciao
non devi sentirti diversa secondo me, storie come la tua capitano spesso. Quando si è adulti la differenza di età non conta più, è quando si è più giovani, per esempio adolescenti, che l'età forse conta maggiormente perchè la propria identità non si è ancora formata.
Ma tutti e due siete ormai adulti, quindi mi viene da dire che la differenza di età non conta sicuramente, non è importante.
Però secondo me dovresti anche pensare al futuro, è irresponsabile non pensare ai problemi che potrete avere ( per esempio: lo conosci suo figlio? Scusa se sono invadente non sei affatto tenuta a rispondere! ) .
In conclusione, ti dico che secondo me conta la maturità delle persone, la loro età è solo una questione anagrafica! Un saluto, spero di esserti stata di un qualche aiuto.
moka is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it