Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 09-01-2004, 21.59.02   #1
Vi@nne
Ospite abituale
 
L'avatar di Vi@nne
 
Data registrazione: 14-09-2003
Messaggi: 299
Il destino

Ultimamente mi sento dire "se è destino"....
Ci ho riflettuto, ma non trovo risposte.
Il destino o il fato esiste davvero?
Io credo di no, il destino sono le nostre scelte di vita e non la vita che sceglie noi.
Vorrei anche scalfire il mio "non credere", ma più cresco e più sono epicurea.

Come interpretate la parola "destino"?
Siete d'accordo che tutto è "scritto"?
Vi@nne is offline  
Vecchio 10-01-2004, 00.28.43   #2
joker
Ospite abituale
 
L'avatar di joker
 
Data registrazione: 03-05-2002
Messaggi: 80
il destino e' quella sequela di cazzate mentali che ci inventiamo per non agire, e per distogliere l'attenzione dalle nostre colpe o dai nostri meriti
joker is offline  
Vecchio 10-01-2004, 00.35.39   #3
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
ciao

non vorrei avvalolare il tuo non credere, ma la mia esperienza in tal senso mi riconduce sempre al fatto che, se non fossi stata io a scegliere e tutto sarebbe stato già "scritto" nel destino...., ma mi dite cosa campiamo a fare se non possiamo operare le nostre scelte: giuste o sbagliate che siano, in assoluta libertà?

Nò non credo nel destino, credo piuttosto al caso o fato che dir si voglia. Una cosa può "accadere" perchè "deve" accadere, può anche modificare la mia esistenza, ma la mia storia la vorrei scrivere io.

...se quel giorno non avesse piovuto...non avrei dovuto guidare....non avrei avuto un incidente...non avrei avuto più paura di guidare,..... ma non avrei mai assaporato le belle passeggiate che faccio ora...e me lo posso ancora raccontare.

se vuoi te ne racconto un'altra

se non fumo, forse non morirò di cancro,
se non bevo, forse non morirò di cirrosi,
se non faccio sforzi, forse non morirò di infarto,
se non esco di casa, forse eviterò una tegola in testa,
se non scrivo certe stronzate, forse morirò di noia,
se non soffro come un cane, forse adotterò un uomo,
se non mi piace la carne, forse diventerò vegetariana.

mha, troppi se e troppi forse! du palle!


se quel giorno cascherà l'aereo...vorrà dire che c'ho preso!
Ma un dubbio mi assale....avrò vinto qualcheccosa? Forse quel pupazzo che gira insieme alle giostre per bambini, conosci?, quel pupazzino che tirano su e giù da una corda per farti vincere il biglietto gratis per il giro di ritorno....chissà...forse sarà il mio giorno fortunato.

bè...notte
tammy is offline  
Vecchio 10-01-2004, 00.40.27   #4
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Talking joker

Citazione:
Messaggio originale inviato da joker
il destino e' quella sequela di cazzate mentali che ci inventiamo per non agire, e per distogliere l'attenzione dalle nostre colpe o dai nostri meriti

allegro stasera!
mi hai copiato il riassunto del riassunto
notte
tammy is offline  
Vecchio 12-01-2004, 15.57.11   #5
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Potremmo definire il destino come un treno sul quale saliamo.

Se siamo saliti sul Lecce-Milano non potremo certo passare per Palermo!!!! Passeremo per la stazione di Brindisi, Bari, Ancona, Bologna....... questo è il nostro destino. Ma su quella tratta noi siamo liberi. Possiamo dormire, parlare, leggere, mangiare, guardare fuori dal finestrino, scendere ad una stazione e poi risalire..... ecco la nostra libertà.

Vi è un percorso, vi sono delle cose che inevitabilmente siamo destinati ad incontrare lungo il cammino ma l'uso che facciamo del viaggio spetta solamente a noi.
Puoi addormentarti a Lecce e svegliarti a Milano, ma puoi anche restare sveglio e sperimentare, apprendere, vivere, gustare, arricchirti...... ma questo sta a te. Nessuno può farlo al posto tuo.

Forse avrai la fortuna di trovare molti disturbi e disturbatori nel tuo viaggio, che ti impediscono di dormire. Tu sei molto adirato, sei proprio incavolato. Vorresti dormire dormire dormire.
Ed invece di ringraziare coloro che ti impediscono di farlo continui ad imprecare sul tuo viaggio infernale.

Ogni mia parola nasce dall'esperienza, dalla mia personale esperienza.
Mary is offline  
Vecchio 12-01-2004, 18.39.43   #6
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Se vogliamo chiamarlo destino, chiamiamolo destino, se vogliamo chiamarlo futuro, chiamiamolo futuro...

Io penso questo: tutto ciò che è stato ovvero tutte le cause che sono accadute e che stanno accadendo portano necessariamente a degli effetti precisi, e a solo quelli quindi di possibili futuri (o destini) ce ne è solo uno e sarà quello che diventerà il nostro presente.

Di già scritto non c'è proprio niente, siamo noi che creiamo il nostro presente, ma lo creiamo nell'unico modo possibile il nostro presente è (e il nostro futuro sarà) come non potrebbe altro che essere.

Per chi fosse interessato,
ho già postato il mio pensiero sul destino anche qui:
https://www.riflessioni.it/forum/show...hreadid=18 66
Knacker is offline  
Vecchio 12-01-2004, 19.59.39   #7
irene
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-11-2002
Messaggi: 474
Mi limito a citare Eraclito.
"Il destino di un uomo è il suo carattere".
Non sono ancora riuscita a trovare una definizione di "destino" più incisiva e pertinente di questa.

irene is offline  
Vecchio 12-01-2004, 22.07.50   #8
dana
Ospite abituale
 
L'avatar di dana
 
Data registrazione: 18-10-2003
Messaggi: 0
Citazione:
Messaggio originale inviato da Mary
Potremmo definire il destino come un treno sul quale saliamo.
Se siamo saliti sul Lecce-Milano non potremo certo passare per Palermo!!!! Passeremo per la stazione di Brindisi, Bari, Ancona, Bologna....... questo è il nostro destino. Ma su quella tratta noi siamo liberi.

mi piace molto questa definizione di destino: quando facciamo una scelta, automaticamente ne escludiamo altre.
Se prendo il treno Lecce-Milano, magari poi scendo a Bologna, senza arrivare fino a Milano, oppure arrivata a Milano poi prendo un altro treno per Palermo: chi lo sa?

io posso scegliere, ma ogni scelta mi porterà lungo una strada (il mio destino?) e forse non sempre ci sarà la possibilità di cambiare direzione.

Dopo aver fatto tante scelte, mi restano meno scelte.

...ops...forse ho fatto un po' di confusione.
dana is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it