Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 17-09-2004, 21.24.58   #1
camelia
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-08-2004
Messaggi: 57
Question Psicoterapia come funziona?

Ciao a tutti voi.....
qualcuno mi sa dire come funzionano le sedute dallo psicoteraputa?
...mi spiego...uno parla parla.....ma i dubbi e le cose che accadono ti vengono spiegate o ti ci fa arrivare in qualche modo? A furia di domande?



camelia is offline  
Vecchio 17-09-2004, 21.50.38   #2
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
beh dipende da chi vai ...
ci sono vari professionisti che hanno vari orientamento ...
esistono per cui vari orientamenti.
aggiungiamo che oltre i differenti orientamenti ce differenza anche personale per cui ogni terapeuta agisce diversamente da un altro suo collega ...
cmq a grandi linee possiamo citare gli analisti che per semplicità possiamo dire che sono composti da quelli che seguono gli insegmaneti della Psicoanalisi di freud (con diversi orientamenti anche qua come Jung, A Freud, Mehler, Adler ecc...)
poi ci possono essere tutti i comportamentisti
i cognitivisti, ecc...
ogni terapia ha i suoi campi preferenziali di patologia ...
ed ognuno di questi interviene con specifiche diverse ...
a te quale interessa ??????
bomber is offline  
Vecchio 18-09-2004, 12.53.55   #3
Tery
Ospite abituale
 
L'avatar di Tery
 
Data registrazione: 08-09-2004
Messaggi: 128
Se vuoi ti elenco un pò di casi clinici di Freud e le sue tecniche psicanalitiche :P
E anche dei post-freudiani!
Melanie Klein, Anna Freud, la Jacobson, Mahler, Spitz....Ahahahahah
Sto preparando un esame si psicologia dinamica e ormai inizio a delirare :P

Cmq per farti qualche esempio....
Freud cura l'isteria attraverso la catarsi, cioè con il ricordo si fa scaricare l'affetto connesso al trauma attraverso l'uso del linguaggio.
Charcot invece ritiene che l'ipnosi sia l'unico modo per curare le psicopatologie, cosa che per Freud può diventare anche un limite se questa cura prosegue per molto tempo poichè impoverisce l'io e toglie "potere" alla figura dello psicologo verso il paziente.
C'è inoltre chi ritiene che debba esserci un rapporto empatico tra paziente e terapeuta e che il paziente debba responsabilizzarsi e quindi essere attivo durante la terapia (come Ferenczi).

Si potrebbe continuare per ore....

Spero di non aver detto scemenze!
In caso spero che qualcuno mi corregga!

Tery is offline  
Vecchio 18-09-2004, 13.09.39   #4
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
La mia è durata un bel po' di anni.

Sono andata perché c'era in me qualcosa che non andava ma senza sapere cosa volevo e cosa cercavo.

Mi ha seguita una persona straordinaria.
Mi veniva posta una domanda ed io rispondevo, e poi era semplicemente seguire un percorso.
Ma l'aiuto straordinario per risolvere i miei problemi e vedere dentro me stessa è venuto dai sogni.
Sogni che il medico interpretava e a cui io mi aggrappavo per portare alla consapevolezza quel che consapevole non era più.

Quel che conta è cosa vogliamo VERAMENTE.

La psicoterapia mi ha ridato una vita che avevo smarrito.

Mary
Mary is offline  
Vecchio 18-09-2004, 13.21.27   #5
nicola185
al di là della Porta
 
L'avatar di nicola185
 
Data registrazione: 15-02-2004
Messaggi: 0
provo a risponderti

Frequento gli psicologi da 10 anni. Ho iniziato nel 94 rispetto a problematiche che mi riguardano e, che probabilmente, mi riguarderanno sempre. Per più di sei anni non feci psicoteapia ma non perchè chi mi seguiva non voleva farla ma perchè io semplicemente non gli permettevo di farla. Fare psicoterapia, per quanto mi riguarda, significa mettersi a nudo, ma per mettersi a nudo occorre una sorta di consapevolezza di cosa sta sotto i vestiti. Perdona la banalizzazione, non è difficile spogliarsi per una donna che ha un fisico piacente, ben altra difficoltà può provare chi è fuori forma. Lo stesso è valso per me. E' 4 anni che faccio psico terapia, anzi forse meno. Psicoterapia con una psichiatra, attraverso la quale sto rivivendo, rielaborando dolori abissali provati durante l'infanzia, dolori che mi stavano spingendo verso un baratro senza ritorno. Il grande segreto della mia psicoterapeuta è il Silenzio, grandi pause di Silenzio che lasciano lo spazio al mio dolore di parlare ( e anche alla mia gioia naturalmente). E' difficile spiegare, se mi fossi di fronte, oggi potrei farti sentire in parte quello che ti sto dicendo. Nicola
nicola185 is offline  
Vecchio 18-09-2004, 13.34.57   #6
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Citazione:
Messaggio originale inviato da Tery
Se vuoi ti elenco un pò di casi clinici di Freud e le sue tecniche psicanalitiche :P
E anche dei post-freudiani!
Melanie Klein, Anna Freud, la Jacobson, Mahler, Spitz....Ahahahahah
Sto preparando un esame si psicologia dinamica e ormai inizio a delirare :P

Cmq per farti qualche esempio....
Freud cura l'isteria attraverso la catarsi, cioè con il ricordo si fa scaricare l'affetto connesso al trauma attraverso l'uso del linguaggio.
Charcot invece ritiene che l'ipnosi sia l'unico modo per curare le psicopatologie, cosa che per Freud può diventare anche un limite se questa cura prosegue per molto tempo poichè impoverisce l'io e toglie "potere" alla figura dello psicologo verso il paziente.
C'è inoltre chi ritiene che debba esserci un rapporto empatico tra paziente e terapeuta e che il paziente debba responsabilizzarsi e quindi essere attivo durante la terapia (come Ferenczi).

Si potrebbe continuare per ore....

Spero di non aver detto scemenze!
In caso spero che qualcuno mi corregga!


ù

beh la cura di Freud mi pare che non fosse la catarsi ...
o almeno solo al inizio ha usato quel tipo di cura per poi passare a quella che poi sarebbe diventata l'analisi ...
bomber is offline  
Vecchio 18-09-2004, 14.12.07   #7
Tery
Ospite abituale
 
L'avatar di Tery
 
Data registrazione: 08-09-2004
Messaggi: 128
Mmmm...se ne serve per alcuni casi di isteria.
Probabilmente hai ragione, userà l'analisi con interpretazione dei sogni, libere associazioni e transfert...

Tery is offline  
Vecchio 19-09-2004, 10.58.23   #8
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Citazione:
Messaggio originale inviato da Tery
Mmmm...se ne serve per alcuni casi di isteria.
Probabilmente hai ragione, userà l'analisi con interpretazione dei sogni, libere associazioni e transfert...

beh
èdiventato damoso per quello ...
cio la reso cosi famoso e tutti i suoi allievi hanno poi seguito quella linea li anche modificandola .....
bomber is offline  
Vecchio 19-09-2004, 13.50.49   #9
camelia
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-08-2004
Messaggi: 57
cerco di spiegare cosa vorrei sapere

Una persona che inizia psicoterapia inizia di certo parlando.....l'analista quindi ascolta.....ma esiste un momento in cui l'analista interviene più attivamente?
Io non so di cosa parlate voi perchè non conosco la materia......
la psicoterapia può dare sbalzi di umore...all'inizio?
camelia is offline  
Vecchio 19-09-2004, 20.57.00   #10
whiteasra
Ospite
 
Data registrazione: 22-06-2004
Messaggi: 14
Innanzitutto è importante distinguere le varie figure professionali: psicologo, psichiatra, psicoanalista lavorano in modo diverso. E poi ci sono i vari orientamenti ma di questo si potrebbe parlare per ore!

La terapia non è un monologo. E' un dialogo tra paziente e terapeuta!

Il terapeuta non è una specie di oracolo a cui raccontare i propri problemi in attesa di una risposta.
Il terapeuta è chi ti dà la mano per accompagnarti nel lungo percorso che ti porta verso te stesso!
whiteasra is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it